Ecology of mind

9 - 11 luglio 2012, Mestre-Venezia
In un luogo di produzione artistica come il Parco del Contemporaneo di Forte Marghera si propone di essere, è di fondamentale importanza creare degli spazi di produzione di pensiero e di narrazioni che parlino dell’attitudine a cercare un proprio personale percorso di conoscenza, al di là delle tradizionali forme dell’apprendimento, per andare invece nella direzione di quella costruzione dell’individuo che implica la trasformazione di sé di fronte ai nuovi stimoli cognitivi. Da questa consapevolezza e dal desiderio di aggiungere input alla riflessione sul complesso e affascinante rapporto tra uomo, arte e contesto, nasce “Ecology of mind”, il progetto di Cantiere Corpo Luogo per Forte Marghera Parco del Contemporaneo. Lunedì 9 luglio si aprono i lavori con il primo dei tre incontri che caratterizzerano la fase uno del progetto, ossia il ciclo di conferenze organizzate in collaborazione con il Circolo Bateson. Gli incontri, aperti al pubblico, vedranno la partecipazione di un gruppo di artisti invitati appositamente per elaborare delle opere sul tema “Ecology of mind”, a partire dagli stimoli ricevuti durante le conferenze. Durante il percorso creativo che metteranno in atto, verranno seguiti da Andrea Penzo e Cristina Fiore, che documenteranno l’intera operazione attraverso un libro che verrà pubblicato da con-fine edizioni, Bologna. Gli artisti coinvolti sono stati selezionati attraverso un processo condiviso tra varie realtà che operano al Forte: Eventi Arte Venezia, C32 performingartworkspace e La Periferia. Ogni gruppo/ associazione ha suggerito una rosa di artisti agli organizzatori del progetto, che li hanno integrati alle scelte fatte direttamente. Bacino privilegiato nella scelta è stato l’archivio giovani artisti della Fondazione Bevilacqua La Masa. Artisti coinvolti: Giacomo Artusi, Lia Cecchin, Piergiorgio Del Ben, Stefano De Longhi, Alberto Favretto, Arianna Marcolini, Graziano Meneghin, Francesco Nordio, Benedetta Panisson, Lucio Serpani, Matteo Stocco, Nicole Voltan. Info: www.parcodelcontemporaneo.it