CINEMA
Sezione che mette a fuoco il ruolo privilegiato del cinema nella costruzione dell'immaginario architettonico e nell'indagine della percezione spazio-temporale.

 

Katia Rossi+Fabrizio Violante|Play it again, Robert
I titoli di testa scorrono su una lunga inquadratura fissa che incornicia un banale scorcio rurale del Midwest, un'antenna e un serbatoio dell'acqua davanti a un cielo all'imbrunire, in sottofondo la radio si sintonizza su una stazione di musica country: ci si aspetterebbe a questo punto l'avvio del solito viaggio on the road attraverso larghe praterie ricordando quel che rimane delle vecchie storie della frontiera , tra vaccari (lì li chiamano cowboy, cela va sans dire), piccoli grandi uomini, soldati blu, mezzogiorni di fuoco e sfide all'o.k. corral...

Andrea Repetto|Texas_Lo spettattore della quinta fila e le generazioni del paesaggio
"Provincia non più rurale e non ancora urbana… un posto dove non c' è nemmeno un cinema ed i cellulari non prendono", in realtà una provincia cresciuta troppo in fretta, che in pochi anni da agricola si ritrova ad essere, suo malgrado, post-industriale. Lo spettatore della quinta fila è abituato a frequenti riflessioni sul territorio, alle possibili interpretazioni e non può non annotare queste considerazioni. Oltretutto conosce molto bene tutte le locations, che costituiscono il proprio quotidiano...

Erika Guarneri|Città professanti
"Che la potenza comunicativa dello spot ipermoderno stesse nella capacità di abbattere i confini dello spazio e del tempo, era stato avvertito ormai da tutti. Ma la nuova campagna pubblicitaria della Telecom rappresenta un emblema del caso.
Il progetto di Spike Lee, regista dello spot, è ambizioso: inserire lo straordinario potere carismatico del memorabile Mahatma Gandhi in una dimensione mediatica attuale e globale..."

Topografie del cinema
Luca Mori

Architettura e cinema
Emanuele Piccardo

Kubrick e l'architettura
Francesco Savone

METROPOLIS - Fotografie di scena 1925/1927
Horst von Harbou

Pubbli-città occulta
Francesca Pagnoncelli

The urban landscape
Wim Wenders

Antonioni, il mistero del parco
Sandro Bernardi

Cinema/Japan
Luca Mori