NEWS
by Luisa Siotto

contact: news@archphoto.it

 

vai su>|anteprima|

 

 

 

qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia. l'audacia reca in sé genialità, magia e forza. comincia ora.
[johann wolfgang göethe]

|b u o n a n n o d u e m i l a e s e t t e|

31/12/06

Premio "Architettura Sostenibile" Fassa Bortolo
[deadline: 31/12/2006]
Il Premio "Architettura Sostenibile" Fassa Bortolo, ideato e promosso dalla Facoltà di Architettura di Ferrara in occasione del Decennale della fondazione e da Fassa Bortolo, è molto più di un concorso. È prima di tutto un modo di fare cultura nel mondo dell'edilizia, mirato, da un lato, a creare un nuovo esclusivo punto d'incontro per i professionisti del settore e, dall'altro, a far conoscere a un pubblico il più ampio possibile l'opera dei progettisti e dei costruttori impegnati nella ricerca del migliore equilibrio tra l'uomo e l'ambiente. Un'iniziativa promossa da Fassa Bortolo - azienda leader negli intonaci premiscelati - e dalla Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara per stimolare soluzioni innovative nell'ambito della bioarchitettura. Il Premio ha cadenza annuale ed è dedicato ai professionisti e agli studi di architettura e ingegneria che negli ultimi cinque anni abbiano realizzato, in Italia o in Europa, progetti di architettura sostenibile. Inoltre, per l'edizione 2007 è stata introdotta una sezione dedicata ai neo-laureati o laureandi che possono partecipare con la propria tesi di laurea. La domanda di partecipazione deve essere presentata entro il 31/12/2006 mentre la documentazione necessaria deve essere presentata entro il mese di gennaio del 2007. Info e bando: tel/fax 0544 864353 e-mail: premioarchitettura@xfaf.it; PremioArchitettura

2006 International Bamboo Building Design Competition
"Visionary Designs for Ecological Living"
Hawaii (USA) >[deadline: 31/12/06]
Bamboo Technologies of Maui has launched the first International Design Competition for Structural Bamboo Buildings. Some of the winning entries will be chosen for manufacture by the world’s premier builder of international building code approved bamboo homes. This competition has been created to develop new award winning designs for bamboo buildings, raise awareness of the use of certified structural bamboo for building code approved structures, and introduce architects, designers and builders to working with bamboo as a structural material. There are design categories for different types of bamboo buildings, and winners will be chosen in each design category. Open to architects, builders, designers, students anywhere in the world. Info: tel +1 808 5721007 fax +1 808 573 4855 e-mail: info@bamboocompetition.com; BambooCompetition - CS.pdf

20/12/06

DESIGN[ER]
A call for ideas for an earthquake resistant housing manual for Kashmir

[deadline: 20/12/06]
In seguito ai gravi danni provocati dal sisma avvenuto nell'ottobre '05 nel Kashmir (Pakistan), Architecture For Humanity bandisce un concorso di idee per la messa a punto di linee guida finalizzate alla realizzazione di abitazioni antisismiche da destinare alle comunità colpite durante il periodo della ricostruzione. L'obiettivo è quello di realizzare strutture più resistenti attraverso l'uso di tecnologie e materiali locali. Il concorso è aperto e libero. Con il supporto di: American Institute of Graphic Artists, Arup, Architecture for Humanity, College of Architecture and Landscape Architecture (CALA) e University of Minnesota. Info e bando: tel +1 406 5853527 fax +1 406 5827348 e-mail: staff@architectureforhumanity.org; AFH

19/12/06

A ReMida il Minimum Prize 2006
Stasera alla ore 17.30, Cittadellarte-Fondazione Pistoletto premia ReMida, il progetto dei centri di riciclaggio creativo degli scarti industriali, nato a Reggio Emilia dieci anni fa. Un luogo dove i rifiuti perdono la loro connotazione di oggetti senza valore diventando risorse da trasformare con un tocco di creatività. Era il 1996 quando a Reggio Emilia nasceva ReMida, un centro dove si raccolgono, si espongono e si offrono materiali alternativi e di recupero, ricavati dalle rimanenze e dagli scarti della produzione industriale ed artigianale per reinventarne uso e significato. È nata così la rete ReMida che oggi conta altri dieci centri in Italia (Biella, Genova, Lecco, tre a Napoli, Recco, Torino, Roma, Udine), cinque in Danimarca e uno in Australia. ReMida è un progetto del Comune di Reggio Emilia e di ENIA, la cui gestione è affidata all'Associazione Amici di Reggio Children, che presenta un modo nuovo di pensare all'ecologia e di "costruire il cambiamento" valorizzando gli scarti come materiali utili a vivere un'esperienza creativa ed educativa che rispetta l'oggetto, l'ambiente e l'uomo. Il centro distribuisce materiali a insegnanti, scuole, operatori culturali, associazioni educative e culturali, e organizza laboratori, corsi di formazione, seminari e conferenze. Con il Minimum Prize 2006 si premia la trasformazione e il cambiamento messi in atto dal progetto ReMida, dotato di un fine socialmente responsabile in quanto rispettoso della convivenza tra natura e artificio. Questo concetto è perfettamente in linea con il lavoro svolto in questi anni dalla Fondazione Pistoletto [...]. Info: tel +39 015 0991488 e-mail: remidabiella@cittadellarte.it; Cittadellarte - CS.pdf

18/12/06

RFI - bando di concorso "Piccole Stazioni Ferroviarie"
[chiusura iscrizioni: h.14 - 15/02/2007]
Rete Ferroviaria Italiana SpA (RFI), società del Gruppo Ferrovie dello Stato, bandisce un concorso di idee per la progettazione di piccole stazioni e fermate della rete ferroviaria. Il concorso è distinto in due sezioni. Una sezione "senior" ed una sezione "junior/under 39" riservata ai progettisti nati dopo il 15 marzo 1967. Innovazioni tecnologiche e conseguenti evoluzioni del servizio rendono necessario adeguare le stazioni minori. L'eterogeneità degli impianti oggi in funzione pone d'altra parte l'esigenza di definire il profilo di un'immagine coordinata che informi le opere che si realizzeranno nel prossimo futuro. Le stazioni minori, con la loro fitta diffusione, rappresentano il principale sistema di accesso degli utenti al servizio ferroviario. Molti di questi impianti sono interessati a processi di trasformazione dell’infrastruttura, come, a esempio, raddoppi e quadruplicamenti di linee, potenziamento dei nodi, decongestionamento delle aree urbane dal traffico merci e utilizzo delle linee esistenti per servizi di tipo regionale e metropolitano. [...] In questo quadro si rinnova l'esigenza di definire tipi funzionali e manufatti ripetibili per ottenere, attraverso affinamenti progettuali e concrete sperimentazioni, la massima qualità nell’offerta del servizio e, al tempo stesso, una omogeneità delle strutture che le renda riconoscibili come terminali di una rete diffusa nel territorio. Il progetto dovrà indicare una strategia d'intervento in cui siano chiari gli strumenti, le modalità operative, gli obiettivi architettonici in termini di qualità dell’ambiente e del rapporto con l'infrastruttura e con il contesto d'inserimento. Info e bando: fax +39 06 44103330 e-mail: piccolestazioni@rfi.it; RFI

Golem N. 9 - febbraio 2006_ Nelle scarpe
Decine di vetrine di scarpe e neanche un paio che ti assomigli... Capita, in certi periodi; diversi artisti invece - van Gogh o la Ginzburg - a un certo punto hanno voluto figurare scarpe, e ben sciupate dal tanto camminare; come a voler riprendere contatto con la vita per come è (un po' scalcagnata). E così noi. Pensi alle scarpe: e ti rendi conto dei piedi, del gusto di lasciarli liberi e del bisogno di esser coperti; e della strada e del cammino, se è lungo; e calcoli quanto valgono e quanto costano, se sono morbide o fanno male, se vengono da vicino o da lontano; e come facevano a fare senza, nemmeno tanti anni fa; guardi le tue e consideri che dovresti deciderti a pulirle, tu che ne hai tante, e a farle brillare come quelle di tuo nonno che ne aveva solo due, preziose come qualcuno che è stato a lungo atteso. su Golem

17/12/06

Waiting for Water
17 dicembre 2006 - 6 gennaio 2007, Gemona/Buja (Ud)
Si inaugura oggi alle ore 11.30, nei pressi del ponte sul fiume Ledra all'altezza di Campo Garzolino (Buja) e in seguito al Mulino Cocconi di Ospedaletto, l'Ecomuseo delle Acque del Gemonese, con il coinvolgimento della Direzione Generale Istruzione e Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, il progetto "Waiting for Water-Aspettare l'acqua" sviluppato da Cittadellarte-Fondazione Pistoletto insieme all'artista palestinese Walid Maw'ed. L'installazione artistica sul fiume Ledra, la presentazione del progetto al Mulino Cocconi, il workshop di moda con gli studenti. Sono queste le iniziative artistiche che si legano a due anniversari importanti per il territorio gemonese: il ventennale della mobilitazione per impedire la canalizzazione del fiume Ledra e il trentennale del terremoto del 6 maggio 1976. Il progetto nasce come tentativo di focalizzare l'interesse sulla problematica dell'acqua, la cui gestione è alla base di alcuni conflitti esistenti tra Israele e Palestina. La riflessione suggerita dall'artista e da Cittadellarte non si limita a portare la nostra attenzione su un problema della sua terra ma vuole rappresentare un'occasione per meditare su un bene naturale fondamentale per la vita umana e per ragionare sulla necessità di gestire in modo consapevole e coscienzioso una risorsa che è legata in modo indissolubile ai fondamentali diritti umani alla vita, al cibo e alla salute. Info: tel 0432 972316 fax 0432 961860 e-mail: ecomuseoacquegemonese@virgilio.it - cea.mulinococconi@virgilio.it; www.ecomuseodelleacque.it - www.mulinococconi.it | - tel +39 015 28400 e-mail: ufficiostampa@cittadellarte.it; www.cittadellarte.it
- www.watercollection.org

16/12/06

Premio Architettura Città di Oderzo 2006
Si terrà oggi alle ore 10, presso Palazzo Foscolo, in via Garibaldi 65, a Oderzo (Tv), l'assegnazione del Premio Architettura Città di Oderzo, giunto alla sua 10. edizione. Oltre 100 i progetti in concorso, che la giuria ha esaminato concludendo i lavori con 10 selezioni di cui un vincitore assoluto. Il progetto vincitore è Casa Amonn e gioielleria Tomasi, a Bolzano di Peter Plattner. Info: tel +39 0422 815202 e-mail: cultura@comuneoderzo.it; www.oderzocultura.it

Periferie delle città europee. Derive o futuri centri?_ incontro internazionale
16 -17 dicembre 2006, Firenze
Si terrà presso il Gabinetto G.P. Vieusseux, Palazzo Strozzi, Sala Ferri, a Firenze, nell'ambito della 2. edizione del premio "Raccontare la periferia. Premio di diaristica e di testimonianzenarrative inedite" bandito per le province di Firenze e di Prato, il Gabinetto Vieusseux, l'Istituto Francese di Firenze, "L'Altracittà-giornale della periferia", il Dipartimento di Storia dell'Istituto Universitario Europeo, l'incontro internazionale di comparazione tra situazioni, problematiche, opportunità delle diverse periferie urbane europee, dal titolo "Periferie delle città europee. Derive o futuri centri?". Tra gli ospiti Gerhard Haupt, Giovanni Zoppoli, John Foot, Giancarlo Paba, Paul Ginsborg, Bernard Micaud, Alessandro Santoro e infine Marc Oberti, uno dei curatori de 'La rivolta delle periferie' (Mondadori 2006), che affronta questioni scottanti, confrontando il caso francese con la situazione italiana e tracciando possibili vie d'uscita atte a pensare nuove forme di solidarietà trasversali e a difendere la città come spazio di integrazione e di "mixité sociale". Il 17/12, presso il Centro sociale Il Pozzo, in via Lombardiz 1/p, Le Piagge, n
ell'ambito dell'incontro verrà consegnato il premio "Raccontare la periferia". Info e programma: tel +39 055 271 8820 e-mail: info@istitutofrancese.it; IstitutoFranceseFirenze - tel +39 055 288342 fax +39 055 2396743 e-mail: centroromantico@vieusseux.it; www.vieusseux.fi.it - invito.pdf

PRE/VIEW
16 dicembre 2006 - 25 febbraio 2007, Venezia
Inaugura stasera alle ore 18, presso la Jarach Gallery, Campo San Fantin, S. Marco 1997, a Venezia, la mostra "Pre/View", a cura di Antonello Frongia. Dopo le personali di Guido Guidi e Marina Ballo Charmet, "Pre/View" raccoglie opere di Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Teodoro Lupo, Massimo Vitali e Marco Zanta. "Pre/View" come anticipazione di un programma di ricerca sulla fotografia contemporanea che la galleria svilupperà con mostre monografiche nel corso del 2007/2008; ma anche come idea di uno sguardo rinnovato che si spinge oltre la rappresentazione di territori noti, esplorando tematiche legate al nomadismo, alla geopolitica, alla visibilità di un futuro incerto e opaco. Mettendo a confronto opere di artisti italiani che negli ultimi anni hanno realizzato progetti di ricerca in Europa, Asia e Stati Uniti, Pre/View intende fare il punto sulle nuove frontiere della fotografia italiana "di paesaggio", non più intesa come registrazione di tracce del passato, ma come proiezione e ipotesi di scenari possibili. Info: tel +39 041 5221938 fax +39 041 2778963 e-mail: info@jarachgallery.com; www.jarachgallery.com

L'area dismessa ex Michelin apre al pubblico
"Il teatro della vita" - Lara Almarcegui
16 - 17 dicembre 2006, Trento
Oggi e domani, dalle 10. alle 16.30, tutta la cittadinanza è invitata a visitare l'area ex Michelin, ingresso dal portone sud, in via Sanseverino 47, Trento. La visita avverrà per piccoli gruppi accompagnati e sarà gratuita. Un'area storica, che ha rappresentato un vero punto nodale nel passato della città e dei suoi abitanti, oggi dismessa, smantellata, desolatamente vuota: si tratta naturalmente dell'area Ex Michelin, la cui fabbrica, entrata in attività nel 1930 e chiusa nel 1997, ha dato lavoro a migliaia di trentini nel corso degli anni. Ora, lo spazio è affidato alle cure del famoso architetto Renzo Piano, che per conto di Iniziative Urbane, lo risistemerà costruendovi residenze, uffici, un parco fluviale ed il nuovo Museo della Scienza, con una serra ed un centro di ricerca. La Galleria Civica di Trento, nell'ambito del progetto "Il teatro della vita. Performance e azioni nei luoghi dell'organizzazione", propone proprio presso quest'area-simbolo una delle azioni più interessanti, ideata dall'artista spagnola Lara Almarcegui. L'artista, che vive e opera a Rotterdam, utilizza spesso le città come territori inesplorati, approcciandovisi come ad entità sconosciute e trasformando spazi vuoti e anonimi in luoghi di incontro e strumenti di relazione tra gli abitanti. Ecco dunque che l'area Ex Michelin ritorna agli abitanti della città, si lascia scoprire, nel suo essere apparentemente spoglia, ma al contempo ricca di vita e di suggestioni. Solamente lo sguardo attento e "diverso" di un'artista, oltretutto straniera, poteva scorgere i particolari ancora rilevanti di questa distesa vuota e farne l'oggetto di una vera e propria visita guidata, non rivolta quindi ad un classico monumento, come normalmente avviene, ma ad un luogo apparentemente "secondario ed insignificante". Ad essere portati in luce ne saranno principalmente gli aspetti naturali (il suo essere area fluviale, con piccole piante e relativi microrganismi), e da questa inusuale prospettiva, inoltre, si potrà godere una vista della città completamente differente, straniante, come da una zona quasi deserta, ubicata proprio lungo una delle vie più trafficate della città. Info: tel 0461 095511 e-mail: info@galleriacivica.it; www.workartonline.net

15/12/06

Progetti_Oggetti_Itinerari di sostenibilità_ concorso/workshop
nascono nuovi oggetti di design per le aree protette
Web-workshop (I fase)_ 8 - 17 gennaio 2007 >[deadline: 15/12/2006]
Workshop Pescara (II fase)_ 29 gennaio - 3 febbraio 2007
Presentato oggi a Pescara un innovativo progetto didattico. Un concorso-workshop rivolto agli studenti e neo laureati delle facoltà europee di architettura, ingegneria e design che dovranno progettare con materiali naturali nuovi oggetti di design utili alle aree protette gestite dal WWF. E' questo il tema di un innovativo progetto destinato a 60 partecipanti per la cui realizzazione hanno stretto una collaborazione il WWF, la Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario - Comune di Anversa degli Abruzzi, la Regione Abruzzo, gli artigiani della CNA e dell'ECIPA, le Facoltà di Architettura di Pescara e Ascoli Piceno e la Facoltà di Ingegneria del Politecnico delle Marche. L'iniziativa prevede lo svolgimento di due workshop della durata di una settimana ciascuno a Gennaio 2007, di cui uno WEB e l'altro con sede a Pescara, per l'ideazione, progettazione e realizzazione sperimentale di oggetti e manufatti di pubblico uso nei parchi e nelle aree protette. La partecipazione all'iniziativa sarà gratuita e i giovani saranno seguiti, oltre che dal corpo docente, da giovani ricercatori che fungeranno da tutores. Gli elaborati progettuali saranno inclusi in un catalogo ed è prevista una mostra di un mese. I migliori progetti saranno realizzati con gli artigiani della CNA che produrranno i prototipi. Al termine della mostra questi saranno realmente installati nell'Oasi WWF delle Gole del Sagittario, nel Comune di Anversa degli Abruzzi per essere utilizzati dal pubblico. Info e bando: e-mail: infodart@unich.it; www.unich.it/dart/anversa - loc.pdf

14/12/06

Governo: Riforma delle libere professioni
Il Consiglio dei ministri, nella riunione del 1 dicembre scorso, ha approvato, su proposta del Ministro della Giustizia, un disegno di legge che delega il Governo a procedere al riordino dell'accesso alle professioni intellettuali, alla riorganizzazione degli ordini, albi e collegi professionali, al riconoscimento delle associazioni professionali, alla disciplina delle società professionali e al raccordo di tali disposizioni con la normativa dell'istruzione secondaria superiore e universitaria. Si tratta di un intervento normativo caratterizzato da un'impronta di liberalizzazione che si esplica su alcuni significativi capisaldi: - libero accesso alle professioni, senza vincoli di numero | - eliminazione dei vincoli territoriali nell'esercizio dell'attività | - libera concorrenza e possibilità di effettuare pubblicità dell'attività professionale | - abolizione dell'obbligo di tariffe minime, con garanzia che il cliente ne debba essere preventivamente informato | - tendenziale riduzione del numero degli ordini, albi e collegi professionali con la significativa novità costituita dalla previsione che gli stessi possano trasformarsi in associazioni professionali riconosciute di natura privatistica ma assoggettate al controllo pubblico. Tra le altre novità vi sono l'obbligo per il professionista di sottoscrivere un'assicurazione per i danni che potrebbe causare all'utente, la previsione di un limite massimo di dodici mesi per i tirocini professionali, la riforma dell'esame di Stato per l'accesso alle professioni regolamentate, il coordinamento delle nuove disposizioni con la normativa dell'istruzione superiore e universitaria e con quella comunitaria. Info su www.governo.it

13/12/06

AVS architetture in via di sviluppo_ workshop di progettazione
Si terrà oggi, a partire dalle ore 10.30, presso la sede di Santa Verdiana, Facoltà di Architettura di Firenze, in P.za Ghiberti 27, nell'ambito del progetto "A.V.S. architetture in via di sviluppo", il workshop con Raul Pantaleo (tamassociati), architetto e grafico, che svolge la sua attività professionale e di ricerca nell'ambito della progettazione partecipata e bioecologica e della comunicazione sociale. Collabora con organizzazioni del terzo settore tra cui Emergency e Banca Etica. L'iniziativa si svolge con la partecipazione ed il sostegno di Emergency-Firenze. Info e iscrizioni: e-mail: avs.firenze@libero.it; Tamassociati - pieghevole.pdf - loc.pdf

Contro l'architettura
Indagine sui Superluoghi e altre cose interessanti
13 - 14 dicembre 2006, Trento
La Galleria Civica di Arte Contemporanea di Trento, in collaborazione con la rivista "Domus", organizza, presso il Centro Congressi Panorama di Sardagna, a Trento, il convegno "Contro l'architettura. Indagine sui Superluoghi e altre cose interessanti", una conferenza multidisciplinare sui nuovi modi di pensare i rapporti tra architettura, arte, politica, narrazione del contemporaneo. Un grande stadio sotto l'occhio di milioni di spettatori, un campo di detenzione extraterritoriale che diventa luogo di sopraffazione per eccellenza, un museo che si srotola come una lattina spaccata. E ancora Ground Zero, un vuoto occupato da un pieno ancora informe, simbolo di una nuova fase della storia presente, Piazza Tien An Men emblema persistente di ciò che cambia e non cambia in Oriente, Chernobyl, immagine delle catastrofi della tecnologia, oppure Guantanamo, icona delle contraddittorie politiche antiterroristiche occidentali. Sono questi i Superluoghi, non solo spazi fisici o architettonici, ma concentrazioni di attenzione mediatica sorte all’improvviso dalla cronaca internazionale e ormai parte della memoria collettiva. Come raccontarli, come interpretarli, quando il loro senso non è più solo determinato dallo spazio fisico ma dall'insieme di relazioni, materiali e culturali, di cui essi diventano nodi? Viene spontaneo notare come gli strumenti più duttili e affidabili, resistenti e adattabili che possediamo per indagare questi luoghi non siano l'insieme delle competenze specificamente architettoniche o progettuali, bensì la narrazione individuale e collettiva, visiva, intrapsichica e psico-sociale, una narrazione dello spazio che a sua volta lo influenza e lo genera. [...] La conferenza è curata dall’architetto e urbanista Stefano Boeri e dallo scrittore e saggista Gianluigi Ricuperati e vedrà la partecipazione di architetti, artisti, scrittori. [...] Intervengono: Stefano Boeri | Mike Davis | Jimmie Durham | Dan Graham | Derrick De Kerckhove | Enzo Mari | Michel Maffesoli | Hans Ulrich Obrist | Gianluigi Ricuperati | Joseph Rykwert | Nel pomeriggio del 2. giorno, i temi trattati diverranno argomento di discussione di Domus Live, una riunione di redazione del magazine a porte aperte, con gli interventi dei redattori e di alcuni dei maggiori corrispondenti di "Domus". Info: tel + 39 0461 985511 fax + 39 0461 237033 e-mail: info@galleriacivica.it; www.workartonline.net - CS.pdf

"Paesaggio Risorsa Energia"_ convegno + esposizione
Si terrà oggi presso l'Auditorium Melotti - MART Rovereto, il convegno "Paesaggio Risorsa Energia",un progetto di Laboratorio Permanente di Architettura e Paesaggio. Il convegno esplorerà il tema del rapporto fra il territorio e la risorsa energia, soffermandosi, in particolare, sull'utilizzo delle diverse fonti rinnovabili (acqua, biomassa, sole e residui) in un contesto territoriale alpino come quello del Trentino. La qualità del paesaggio e la definizione di un modello di sviluppo sostenibile sono obiettivi fondamentali per ogni trasformazione che riguardi il territorio. In tale senso il termine paesaggio va inteso nella più ampia accezione possibile, intendendo per esso la stratificazione di segni, forme, strutture sociali e testimonianze di passati più o meno prossimi che ne hanno determinato le trasformazioni, tracce e guide di ulteriori trasformazioni. Bisogna per il bene comune progettare soluzioni idonee che possano diventare occasione per dialogare ed interagire con una realtà territoriale depauperata nella complessità ed articolata nelle sue caratteristiche ambientali e paesaggistiche. Nel caso Trentino queste soluzioni diventano una concreta opportunità perché lo sviluppo di un potenziale energetico territoriale si faccia tramite di nuovi coinvolgimenti della comunità locale, mediante l'introduzione di servizi e la possibilità di fare sopravvivere strutture sociali ed usi del territorio valorizzabili nella realtà sociale e turistica alpina. [...] Il convegno è promosso dal Comune di Rovereto-Assessorato Urbanistica e Università, dall'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Trento con il patrocinio dell'AIAPP e dell'INU e organizzato da Paysage e dalla rivista Architettura del Paesaggio. mostra_ In questa occasione, inoltre, verranno esposti i progetti vincitori della IV Biennale Europea di Architettura del Paesaggio, attraverso una mostra che raccoglie 229 progetti, tra gli oltre 500 pervenuti da tutta Europa. Rappresentanti del COAC-Col.legi de Arquitectes de Catalunya, ente organizzatore della Biennale, interverranno durante l'incontro. Info: tel 02 34592780 fax 02 31809957 e-mail: info@paysage.it; www.paysage.it - CS.pdf - loc.pdf

12/12/06

Bacaci Sjenki (Shadow Casters) - RE-COLLECTING CITY, RE-COLLECTING TIME
Third Open Office_Zagreb Family Film Album
12 - 17 dicembre 2006, Zagreb
Student Centre,_Savska street 25,_Zagreb Cinema Foyer_every day_4-8pm | RE-COLLECTING CITY, RE-COLLECTING TIME is a project of Shadow Casters and BLOK, in collaboration with CDU, dealing with detecting, archiving, studying and exhibiting works and project documentation of artistic actions as well as protests and public gatherings in non-artistic public spaces of the city of Zagreb from 1945 to this day. The project takes into consideration the emporary presence in those spaces or actions which originally did not have the intention to "permanently inhabit" the space. By focusing on the ephemere character of the work, the project surpasses mere presentation level, steering the research towards the wider context of artistic and political actions in public spaces. The aim of this project is the shifting of viewpoint on our own situation in matters of culture, cultural policy, cultural capital, new audiences, active inclusion of citizens in cultural and artistic production, along with their participation in them. Here is the idea of targeted capitalisation of culture with the aim of creating active cultural-marketing-tourist capital that could provide existential means and partly support the needs of an even wider community. The project's aim is also a reflection on (the dramaturgy of) urbanity from a seemingly transient and intangible point of view that, similar to water, inevitably shapes the form and content of urban space. Through analysing the collected material, we would like to offer a vision of a possible sustainability of the city and propose a possible participation in its development | In our Third Open Office, we will present to the public our research and archive materials gathered so far. RCRT is realised within the frame of collaborative platform Zagreb - Cultural Capital of Europe 3000 - www.kulturnikapital.org | Info: Bacaci Sjenki, tel +385 (0)98 1658186 e-mail: bacaci_sjenki@europe.com - info@covjekjeprostor.net;
http://biljezenjagrada.blog.hr - BLOK, tel +385 (0)91 2565656 e-mail: blok@mail.inet.hr - info@urbanfestival.hr; www.urbanfestival.hr

Atlante delle emozioni
Stasera alle ore 18.30, presso la Sala Roberto Olivetti, in via G. Zanardelli 34, Roma, si terrà una conversazione a più voci su cinema, architettura e psicoanalisi a partire dal volume della studiosa Giuliana Bruno, recentemente pubblicato dalla Bruno Mondadori, dal titolo "Atlante delle emozioni. In viaggio tra arte, architettura e cinema". Interverranno: Remo Bodei, filosofo | Manuela Fraire, psicoanalista | Mario Martone, regista | Maria Nadotti, saggista | Giuliana Bruno, studiosa | Di solito quando si parla di memoria e di emozione si pensa al tempo, mentre per Giuliana Bruno - teorica napoletana che insegna ad Harvard - quel che conta è lo spazio e il rapporto sentimentale con la geografia: raccontare paesaggi naturali e urbani come atmosfere dell'animo, come esperienza vissuta, come emozione. Dalle periferie milanesi ai paesaggi indiani, ai bar "marginali" di Berlino: la realtà viene ridisegnata dalle suggestioni. Nasce così la geografia emozionale, una mappatura dei luoghi di cui si fa esperienza, una geografia che coinvolge la sensibilità. Nel 1654 Madame de Scudéry, per illustrare il suo romanzo Clélie, disegnò una mappa intitolata "Carta del paese della tenerezza". [...] La Bruno, filosofa di formazione, riprende quella mappa come modello della sua teoria e, partendo dal presupposto che ogni viaggio sollecita l'occhio ma anche una più sottile e complessa rete di stimoli intellettuali, sentimentali e fisici, fonda le basi della sua geografia emozionale, ritenuta oggi dagli esperti di arti visuali la più innovativa tra le tendenze estetiche. La geografia emozionale interessa molti ambiti disciplinari: dalla pittura alla fotografia, dal cinema all'architettura, dalla letteratura alla psicoanalisi: tutto l'immaginario che mette in relazione il viaggio e l'identità delle persone. Info: Francesca Limana, tel 06 6877054/06 6834016 e-mail: francescalimana@fondazioneadrianolivetti.it; FondOlivetti - scheda.libro

e-Art Arte, società e democrazia nell'era della rete_ presentazione volume
Sarà presentato oggi alle ore 17 al Museo della Musica di Bologna, Palazzo Sanguinetti, in Strada Maggiore 34, il libro "e-Art Arte, società e democrazia nell'era della rete" a cura di Franz Fischnaller. L'evento è organizzato dal Comune di Bologna, Progetto Nuove Istituzioni Museali, dal CINECA e dall'Università di Bologna, Laurea Specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale. Sarà ripreso e trasmesso in streaming. Partecipano alla discussione con il curatore del volume Prof. Franz Fischnaller (F.A.B.R.I.CATORS e Victoria University of Wellington, NZ), il Rettore dell'Università di Bologna Prof. Pier Ugo Calzolari, Prof. Pier Luigi Capucci (Università di Bologna), Prof. Guglielmo Pescatore (Università di Bologna), Ing. Antonella Guidazzoli (CINECA, Vis.I.T Lab), Dott. Mauro Felicori (Comune di Bologna, Nuove Istituzioni Museali). e-Art è pubblicato da Editori Riuniti in Italiano con CD-ROM allegato in Inglese. La presentazione di e-Art sarà un forum, aperto alla partecipazione del pubblico, per condividere esperienze e opinioni relative ai diversi campi di interesse del libro. e-Art affronta diverse tematiche analizzate da molteplici punti di vista, tra queste: arti remote, arte elettronica, arte transgenica, media mobili, networking, super reti telecomunicazione, tele-presenza, biogenetica, robotica, realtà virtuale, elettronica, nanotecnologia, realtà aumentata, media digitali, musica, sinestesia, neuroscienza, multisensorialità, ricerca, tecnologie digitali,comunicazione, interfaccia uomo-macchina, patrimonio culturale, democrazia, ecologia, diritti umani, filosofia, politica, conoscenza, informazione, sociologia ed economia. [...] Info: Claudio Borgatti, Valentina Lanza, tel + 39 051 2194764 fax + 39 051 2194761 e-mail: claudio.borgatti@comune.bologna.it - valentina.lanza@comune.bologna.it; ComuneBologna | tel +39 051 2757711 fax +39 051 2757728 www.museomusicabologna.it | tel 06 68801021 fax 06 68392028 e-mail: ufficio.stampa@editoririuniti.it; www.editoririuniti.it | e-mail: support@fabricat.com; www.fabricat.com - CS.pdf

11/12/06

Ils sont attirés dans l'ornière des erreurs anciennes
11 - 20 dicembre 2006, Marseille
Une proposition de la Friche la Belle de Mai et LFKs /Jean Michel Bruyère | Martine Brunott, Florence Drachsler, Nadine Febvre, Gigi Suarez, Delphine Varas, Thierry Arredondo, Gòo Bâ, Boris Bakal, Pierre Bongiovanni, Franck Bouilleaux, Jean Michel Bruyère, Richard Castelli, Laurent Dailleau, Aurélie Goulet, Ibé Konaté, Jérôme Monceaux, Patrick Ranchain, Issa Samb, Rodrigo Sanz, Charles-Edouard de Surville
- de 19h à 22h_ "L'exhibition d'un spettacle mort"_ sculptures vidéos installations musiques performances | **[ Né et basé à Marseille, LFKs est un groupe théâtral animé par Jean Michel Bruyère/plasticien, et Thierry Arredondo/compositeur. LFKs rassemble des artistes de formation, d'horizons esthétiques, de milieux culturels, de conditions sociales, de générations différents et de plusieurs pays. Aussi LFKs mélange les disciplines, croise les références, exploite tout autant les techniques nouvelles que les plus archaïques... Après "Poèmes à l'infect" (Lieux Publics / 1998), "Elements of a naked chase" et "One deer nine dogs" (Scène nationale Le Merlan / 1999 / 2004), ce sera la 4ème fois seulement que des travaux de LFKs seront montrés à Marseille. « Qu'il passe ou qu'il reste, qu'il soit satisfait ou mécontent, fasciné, amusé ou méprisant, idiot ou savant, qu'il ne vienne pas, qu'il soit pressé ou très lent, tout spectateur convient, pourvu qu'il ait un corps et que le corps soit vivant . » Jean Michel Bruyère | Info: tel 04 95049504 e-mail: info@lafriche.org; LaFriche

"Dall'altra parte" di Chantal Akerman_ a Documè
Stasera alle ore 21.30 presso Documè Cinetreatro Baretti, in via Baretti 4, a Torino, proiezione del documentario "Dall'altra parte" di Chantal Akerman (Francia/Messico - 2002, 99'). Interviste e immagini di grande intensità delineano il tragico confine tra Messico e Stati Uniti: la storia di gente povera che rischia ogni giorno la vita per superare una linea nel deserto e scappare verso un posto di lavoro, un po' di soldi e un'esistenza da clandestino nel sogno americano fatto di ostilità e razzismi. Chantal Akerman lascia spazio con autentico pudore ai desideri e alle lacrime di un popolo costretto dalla miseria a giocarsi la vita per un lavoro in nero in un paese straniero. Primo premio Human Rights Film Festival Bologna. (sottotitoli in italiano). Info: tel 011 6694833 e-mail: info@docume.org; www.docume.org

9/12/06

GeneraComunicAzioni.tv
9 dicembre 2006 - 14 gennaio 2007, San Giovanni Valdarno (Ar)
Si inaugura stasera alle ore 18, negli spazi espositivi di Casa Masaccio, Centro d'Arte Contemporanea, in Corso Italia 83, a San Giovanni Valdarno (Ar), la mostra "GeneraComunicAzioni.tv". Realizzata da Casa Masaccio nell'ambito dell'omonimo Cantiere d'Arte Contemporanea, promosso da TRA ART-rete regionale per l'arte contemporanea e Porto Franco nell'ambito del progetto "le età del presente" - e dal cantiere provinciale per la cultura contemporanea "Incroci", la mostra presenta in anteprima i circa 60 video che saranno successivamente visibili on line sulla nuova web tv interamente dedicata alla cultura contemporanea: GeneraComunicAzioni.tv. In mostra oltre ai 12 video prodotti durante il Cantiere, circa 50 opere video di artisti contemporanei che lavorano prevalentemente con questo mezzo: da Massimo Bartolini ad Alberto Grifi, padre del cinema sperimentale italiano, Marcello Maloberti, Vedova Mazzei, Dimitris Kozaris, Mario Airò, Enrico Serotti, Janet Mullarney, Fariba Ferdosi, Lara Favaretto, Antonio Rovaldi, Diego Perrone, Robert Pettena; oltre ai lavori di giovani artisti come Yuri Ancarani, Alessandra Cassinelli e Gabriele Pesci, selezionati da Careof & via Farini, Centro di Documentazione Arti Visive di Milano. Saranno inoltre visibili video backstage del Cantiere e altre opere audio e video provenienti da gallerie private come Massimo De Carlo di Milano, Galleria Franco Noero di Torino e Monitor di Roma, ma anche da collezioni private e da istituzioni come il Centro per l’Arte Contemporanea Pecci di Prato, che per l'occasione presenterà la documentazione dell’'installazione video realizzata da Bill Viola sul Pontormo nel 2002 a Carmignano.Una postazione in loco di Radio Papesse trasmetterà on line interviste e play list dai suoi archivi. Oltre che alla mostra, il Cantiere ha dato vita ad una nuova web tv GeneraComunicAzioni.tv e ad un canale Pod Casting, interamente dedicati alla cultura contemporanea. [...] La web tv / podcast del Cantiere di Arte Contemporanea di Casa Masaccio è visibile e scaricabile dal sito: www.generacomunicazioni.tv | Info: tel 055 9126283 fax 055 942489 e-mail: casamasacciosgv@val.it; www.casamasaccio.it - e-mail: info@generacomunicazioni.tv; www.generacomunicazioni.tv

7/12/06

Master in Fotogiornalismo - Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata
18 gennaio/giugno 2007 > [deadline: 15/01/2007]
Sono aperte le iscrizioni alla 4. edizione del Master di Fotogiornalismo dell'Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione integrata. Il Master è rivolto a fotografi che abbiano una preparazione tecnica generale sulla fotografia di livello medio-alto, preferibilmente che abbaino partecipato a un corso almeno biennale di fotografia post-diploma. Si prendono in considerazione candidature che non rispondano ai requisiti di ammissione sopra indicati solo in caso di fotografi con già provata esperienza nel campo che vogliano migliorare la propria preparazione. IL corso è a numero chiuso e la quota massima di partecipanti iscritti è fissata in 15 unità. Info: tel 06 4469269 e-mail: info@isf-ci.it; ww.isf-ci.it

6/12/06

TRANSMISSION.06/Mimesis
Mimesis - tactics of mimetic intervention in everyday life
TRANSMISSION.06/Mimesis is an open call for the creation of an art archive about public interventions concerning camouflage and invisibility strategies in everyday life. This is the last part of the three year project TRANSMISSION (2004-2007), curated by progettozero(+). This project intends to investigate the strategies and the dynamics of camouflage and likeness, of subtle sabotage and tampering: the techniques of fusion and intrusion between artistic language and daily life, media and public languages. The selected works of the archive will be proposed via web and then displayed in different locations across Europe. You should carry out an intervention in a public/urban space (including media), using and altering the languages present in the context. This actions should attempt, through mimetic strategies, to render themselves invisible as art projects. These acts of "guerrilla communications" and interferences aim to alter their contexts without being recognizable as such. Your work will be credited appropriately, and we would be very pleased by the favor of your contribution. Transmission.06/mimesis is a project: Curated by progettozero(+): www.progettozeropiu.com | In collaboration with: Università Iuav, Venezia: www.iuav.it | lab.mimesis: www.labmimesis.blogspot.com | Fondazione Bevilacqua La Masa: www.bevilacqualamasa.it | Diesel S.p.a. www.diesel.com | If you are interested to this project, please apply at: www.progettozeropiu.com/mimesis - loc.pdf

5/12/06

Giovanni Zaffagnini - "Ville dei sogni"_ presentazione libro
Stasera alle ore 21, presso il Centro culturale "Il Granaio", Piazza Corelli 16, Fusignano (Ra), il fotografo Giovanni Zaffagnini presenta il suo nuovo libro "Ville dei sogni: capanni balneari del litorale ravennate", Danilo Montanari editore. Introduce Vilbres Rabboni. Nel corso della serata Giuseppe Bellosi leggerà il racconto di Federico Fellini "Il buco nel capanno" e Giovanni Zaffagnini terrà una breve conversazione sul tema 'L'influenza di Walker Evans nella fotografia del Novecento'. Il libro, pubblicato con testi in italiano ed inglese, comprende anche un delizioso racconto scritto da Federico Fellini: "Il Buco nel capanno" e raccoglie oltre venti immagini inedite a colori del fotografo fusignanese, realizzate sulla costa ravennate. Fotografie di capanni da spiaggia che richiamano le famose "Country Churches" fotografate da Evans nel 1936. "Ville dei sogni" è anche questo, un omaggio affettuoso al grande fotografo statunitense Walker Evans. **[Giovanni Zaffagnini è nato a Bagnacavallo nel 1945. Da trent'anni è fotografo di professione. Negli anni '70 ha svolto ricerche sulla cultura del mondo popolare in Romagna. Dal 1985 si dedica alla fotografia del paesaggio. Successivamente ha svolto lavori fotografici legati alla poesia e all'architettura. Numerosissime le mostre personali e collettive. Sue fotografie fanno parte di collezioni pubbliche in Francia, Canada, Monreale, Modena. Vive e lavora a Fusignano]. Info: Paolo Trioschi, tel 0545 955672 fax 0545 50164 e-mail: cultura@comune.fusignano.ra.it; www.comune.fusignano.ra.it

2/12/06

a una certa distanza. Andrea Pertoldeo
2 dicembre 2006 - 5 gennaio 2007, Lestans (PN)
"Esistono luoghi, in questo mondo, che non sono né qui né là, né sopra né sotto, né reali né immaginari. Sono i luoghi di confine, difficili da trovare e ancora più da tollerare. Tuttavia, sono i luoghi più fertili che esistano." (Thomas Moore) | Si inaugura stasera alle ore 15 presso il CRAF, Galleria John Phillips & Annamaria Borletti, Villa Ciani, in via Friuli 2, a Lestans (PN), la personale del fotografo Andrea Pertoldeo, "a una certa distanza". L'esposizione, organizzata dal CRAF (Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia), si aprirà con gli interventi dello storico della fotografia Antonello Frongia e del fotografo Guido Guidi. Le 25 fotografie in mostra fanno parte dei lavori più recenti di Andrea Pertoldeo e sono riassemblate in una sequenza narrativa volta a evidenziare la limitatezza di una lettura univoca del paesaggio urbano contemporaneo. I luoghi fissati dall'autore in questi scatti sono espressione della dimensione multiforme del reale e risultano legati da un filo comune rappresentato dall'attenzione verso gli spazi ordinari, verso i luoghi di transizione, liminali, che hanno un'identità anomala e cangiante, mobile, in progress. Sono luoghi momentaneamente disabitati (le 'seconde case' dei centri balneari) o abbandonati o ancora in costruzione, che si mostrano pertanto nel loro essere sospesi in uno stato d'attesa di accadimenti altri. Ciò è rimarcato dalla scelta dell'uso di colori poco saturi, quasi sbiaditi dal tempo dell'attesa. L'accostare realtà eterogenee in un confronto per similitudini e/o contrasti vuole anche far scaturire una nuova possibilità di lettura e percezione dello spazio, facendo emergere nuovi elementi altrimenti sottintesi, che l'osservatore può rinvenire a partire dalla propria esperienza e interpretazione soggettiva dei segni e dei rimandi presenti nel percorso visivo costruito dall'autore | **[Andrea Pertoldeo nasce nel 1971. E' fotografo di architettura e di paesaggio. La sua ricerca fotografica è sottesa ad una riflessione sulle unità residenziali delle espansioni suburbane e all'indagine attorno al significato di confine. Lavora per il Laboratorio di Fotografia della Facoltà di Design e Arti, Università Iuav di Venezia, ed è assistente di Guido Guidi presso lo stesso istituto. Vive e lavora tra Venezia e Udine]. Info: tel 0427 91453 fax 0427 91453 e-mail: info@craf-fvg.it; www.craf-fvg.it - invito.pdf

APT5 – 5th Asia Pacific Triennal of Contemporary Art
2 dicembre 2006 - 27 maggio 2007, Brisbane (Australia)
Istituita nel 1993, la Triennale d'Arte Contemporanea Asia-Pacifico (APT) è la più importante e unica serie di mostre nel mondo mirata esclusivamente all'arte contemporanea dell'Asia e del Pacifico, Australia compresa. (APT5) avrà la mostra d'apertura alla nuova Gallery of Modern Art (GoMA) - il secondo edificio molto annunciato della Queensland Art Gallery, che sarà la più grande galleria d'arte moderna in Australia. APT5 si terrà anche nell'originale edificio della galleria. APT5 includerà circa 270 opere di 37 artisti, filmmaker e performer, e inoltre due progetti collettivi. Un curato programma cinema e performance porterà una nuova dinamica dimensione a APT5. Info: tel +61 7 38407055 f ax +61 7 38407042 e-mail: apt@qag.qld.goc.au; www.qag.qld.gov.au/apt - Artfacts

1/12/06

ACMA - Visita guidata alle mostre "Costruire le modernità" | Albini - Gardella - Mollino
1-2-3 dicembre 2006, Milano-Genova-Torino
Un itinerario alla scoperta di tre grandi protagonisti della creatività italiana del Novecento di cui si celebra il centenario di nascita attraverso tre mostre retrospettive allestite presso altrettante sedi rappresentative a Milano, Genova e Torino. L'itinerario comprenderà, oltre alla visita guidata alle mostre, un percorso attraverso le principali opere degli architetti nei dintorni delle tre città. Info: e-mail: costruirelemodernita@acmaweb.com; ACMA - www.costruirelemodernità.it

47. Festival dei Popoli
1 -7 dicembre 2006, Firenze
Il 47. Festival dei Popoli - la rassegna internazionale del film-documentario in programma in 5 sale fiorentine (Stensen, Alfieri, Cango, Istituto Francese, Facoltà di Architettura) - coglie ancora una volta la più stringente attualità, racconta storie vicine e lontane con occhi liberi e indipendenti attraverso una selezione di oltre 100 documentari. L'occhio indagatore del Festival racconta anche l'Italia attraverso le atmosfere e le superstizioni di Spaccanapoli, il cuore antico del capoluogo partenopeo, analizza la censura cinematografica negli Stati Uniti, penetra nel tenebroso cuore del Congo, attraversa l'America on the road, rivive la Londra dello swing, rievoca Chernobyl. Oltre ai consueti Concorso Internazionale e Concorso Italiano - le sezioni competitive che presentano le ultime tendenze del documentario per stile, linguaggio e contenuti - il programma del Festival sarà articolato in varie sezioni: - Il Presente Documentato | - Filmare la Musica | Lo Schermo dell'Arte | Spazio architettura immagine | Molte le novità di quest'anno: - Transiti | - Nuovo Cinema Austria | - Infanzia: identità e percezione di sé | - Nuovi sguardi | Info e programma: tel +39 055 244778 fax +39 055 241364 e-mail: festivaldeipopoli@festivaldeipopoli.191.it; www.festivaldeipopoli.org

E-motion
1 - 3 dicembre 2006, Milano
Oggi alle ore 10, presso Supestudio Più, in via Tortona 27, a Milano, in un incontro aperto al pubblico, si confronteranno architetti, cineasti, teorici dell'arte, sociologi, ricercatori e artisti in un inedito dialogo inframezzato da proiezioni, sulla teoria della 'geografia emozionale' elaborata da Giuliana Bruno - docente di Visual and Environmental Studies di Harvard - che negli ultimi anni ha superato i confini dell'ambito accademico per esplorare arte, moving images di ricerca, geografia e urbanistica e le loro ricadute sugli immaginari collettivi. Curato da Andrea Lissoni e Daniele Gasparinetti di Xing, l'evento accoglierà la presentazione della versione italiana dell' "Atlante delle emozioni" di Giuliana Bruno, in uscita presso Bruno Mondadori editore. Partecipano all'incontro: Giuliana Bruno, Philippe Alain Michaud (curatore del dipartimento cinema del Centre Georges Pompidou, Parigi), Francesco Casetti (teorico del cinema, Università Cattolica), Maria Nadotti (curatrice della versione italiana del libro), gli architetti Enrico Chapel (Università di Tolosa) e Carlo Truppi (Università di Siracusa), Stefano Boeri (direttore di Domus), l'antropologo Franco la Cecla, il regista e fondatore di 'Sociètas Raffaello Sanzio' Romeo Castellucci, la teorica di arte video Valentina Valentini, il sociologo Francesco Morace, la studiosa del rapporto tra architettura e sensorialità Anna Barbara, i giornalisti Lorena Bari, Arianna Dagnino e Stefano Gulmanelli. Fra gli artisti, con interventi e proiezioni: Louise Wilson, Luisa Lambri, Dominique Gonzalez-Foerster, Alexander Hahn. Ancora, tre giorni di proiezioni, workshop ed eventi fra cui, a cura di Xing. Info: tel +39 02 422501 fax +39 02 475851 e-mail: info@superstudiogroup.com; www.superstudiogroup.com - www.e-motion2006.com - www.ariamagazine.com

 

 

 

 

 

 

vai su>|anteprima|

|jan|feb|mar|apr|may|jun|jul|aug|sep|oct|nov|dec| 2006

|jan|feb|mar|apr|may|jun|jul|aug|sep|oct|nov|dec| 2005

|jan|feb|mar|apr|may|jun|jul|aug|sep|oct|nov|dec| 2004

|jan|feb|mar|apr|may|jun|jul|aug|sep|oct|nov|dec| 2003

|news| 2002