NEWS

contact: news@archphoto.it

 

|news|

 

31/1/03

Mercoledì 5 febbraio si terrà a Milano, presso la Triennale, la presentazione del progetto "Atlante italiano 003", il concorso fotografico a inviti organizzato dalla Darc, che ha visto confrontarsi i "maestri" della fotografia italiana e i giovani. In quell'occasione verrà reso noto la ricerca fotografica giudicata migliore dalla giuria (Stefano Boeri, Alberto Clementi, Alberto Ferlenga, Luigi Ficacci, Manuela Fugenzi, Luca Molinari, Diego Mormorio, Giorgio NEgri, Bernardo Secchi, Roberta Valtorta). Sono stati invitati 30 fotografi italiani che hanno indagato il territorio diviso per ambiti, tre fotografi per ogni ambito per un totale di dieci, i fotografi invitati sono:Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Letizia Battaglia, Nunzio Battaglia, Gianni Berengo Gardin, Bruna Biamino, Roberto Bossaglia, Luca Campigotto, Vincenzo Castella, Giovanni Chiaromonte, Mario Cresci, Libero De Cunzo, Paola De Pietri, Paolo De Stefano, Vittore Fossati, Enrico Giraudo, William Guerrieri, Guido Guidi, Mimmo Jodice, Francesco Jodice, Giuseppe Leone, Armin Linke, Martino Marangoni, Raffaella Mariniello, Alberto Muciaccia, Walter Niedermayr, Vincenzo Obiso,Emanuele Piccardo, Francesco Radino, Marialba Russo

"No parachute- una serata di arte e musica live" l'11 febbraio 2003 dalle 19 alle 23, lo spazio Artandgallery a Milano (via Arese 5) presenta un gruppo eterogeneo di artisti individuati da un gruppo di curatori: Alberto Fiz, Gabi Scardi, MArco Scotini, Paola Tognon, Claudia Zanfi.
Gli artisti invitati :Luca Malgeri, Monica Carrera, Arian Risani, Laura Morelli, Monica Mazzoleni, Alberto Debraud, Raffaella Panzeri, Gruppo Eya, Tarin Gartner, Andrea Botto,Emanuele Piccardo, Alessandra Caccia, Cloti Ricciardi, Hendrik Lecol, Elisa Franzoi, Camilla Santi; saranno chiamati ad allestire la mostra senza preparazione e senza tema, si aprirà un panorama che si deposita sul territorio senza paracadute: senza il paracadute del mercato, un work in progress lungo una notte aperto alle nuove frontiere con opere multidisciplinari. L'evento sarà visitabile durante i tre giorni seguenti dalle 16 alle 23

Sabato 1 febbraio alle 18,30 presso il MACRO di Roma (Via Reggio Emilia 54) si terrà la conferenza di Ami Barak, critico d'arte e direttore del Frac Languedoc-Roussillon (Fondo regionale d'arte contemporanea)ART HIGHLIGHTS è una serie di conferenze che si propone di mettere a fuoco le più attuali problematiche e riflessioni sul sistema dell’arte contemporanea e i profondi cambiamenti che lo hanno segnato negli ultimi anni. Alcuni dei protagonisti, critici, curatori e direttori di musei tra i più importanti ed internazionalmente affermati, affrontano i temi legati alla figura del critico e del curatore d’arte contemporanea, al ruolo culturale e sociale dei musei d’arte contemporanea e le grandi mostre ed eventi

30/1/03

Questa sera alle 21 Studio eu, il gruppo di tre architetti italiani con sede a Berlino formato da Paola Cannavò, Maria Ippolita Nicotera e Francesca Venier, in occasione della mostra a loro dedicata dall'Ordine degli Architetti di Lisbona (Travessa do carvalho 23), dal titolo "On air",terranno una conferenza per presentare le ultime ricerche progettuali, la mostra resterà visitabile fino al 21 febbraio 2003."Numerose sono le idee elaborate nei primi anni di vita del nostro studio. Si tratta a volte di concorsi, altre di proposte di interventi, talora di ricerche-affermano le ragazze di studio eu nel comunicato stampa. Quanti di questi riusciranno crescendo a diventare un progetto realizzato?
L'allestimento mette in mostra proprio questa situazione di sospensione.
I progetti, quelli non realizzati, sono on air. Non si sono ancora concretizzati, sono sospesi, leggeri, vivono sulla carta, lontani anche dalla materialità delle pareti. Ma quando questi si realizzano cambiano, non più sospesi diventano materia.."

Lunedì 3 febbraio si terrà presso il Castello del Valentino, sede della Facoltà di Architettura di Torino, la conferenza dell'architetto portoghese Joao Nunes in occasione della mostra organizzata sull'attività dello Studio Proap di Lisbona, da lui fondato, a cura di Antonio Angelillo e Claudia Cassatella, la mostra si terrà nella sala delle colonne del Castello e resterà visitabile fino al 22 febbraio 2003. L'evento è organizzato da Acma, Ordine degli Architetti di Torino e dal Fondo per le attività culturali degli studenti del Politecnico

Arc en reve, il centro di architettura di Bordeaux, presenta il 27 febbraio prossimo la mostra "Les nouveaux albums des jeunes architectes" risultato di un concorso organizzato dall'Institut Francais d'Architecture e dalla Direction de l'Architecture et du Patrimoine aperto agli architetti emergenti francesi under 35 per il periodo 2001-2002, gli obiettivi enunciati l'aiuto ai giovani architetti per accedere alle commesse in favore di un ricorso più frequente alle giovani generazioni.La promozione avverra attraverso il sito internet www.nouveaux-albums.culture.fr, una serie di attori che aiuteranno i giovani architetti a farsi conoscere o a costruire, pubblicazioni editoriali, mostre in Francia e all'estero, dibattiti sull'architettura e i suoi sviluppi futuri, ancora una volta la Francia traccia la via da seguire se si vuole uscire dal pantano in cui si è invischiata l'architettura

29/1/03

Si inaugura sabato 1 febbraio a Lucca la mostra curata da Teresa Macrì dal titolo "Mexico attacks".L'esposizione presenta artisti messicani per la prima volta in Italia, organizzata dall'Associazione Culturale per l'Arte Contemporanea Prometeo di Lucca, si terrà nella Chiesa di San Matteo: Gli artisti coinvolti sono Carlos Amorales, Artemio, Gustavo Artigas, Josè Davila, Teresa Margolles, Cèsar Martinez, Youshua Okòn, Santiago Sierra, Melanie Smith. Il 2 Febbraio sarà programmato un ciclo di film realizzati dalla nuova generazione di registi messicani (tra i quali: Alfonso Cuarón, Alejandro Gonzáles Iñárritu ed altri).

Sabato 14 febbraio 2003 alle 12,30 si inaugurerà la mostra dei progetti per la Stazione Alta Velocità di Firenze, presso l'Ospedale degli Innocenti, con l'allestimento di Gae Aulenti e la direzione scientifica di Francesco Dal Co. Verranno presentati i dieci architetti ammessi alla seconda fase Norman Foster e Ove Arup (vincitore), Arata Isozaki, Santiago Calatrava, Carlos Ferrater, Francesco Cellini, FOA, GMP, Gruppo Toscano, Zaha Hadid, Ricci & Spaini

Venerdì 31 gennaio lo Spazio Zebra a Genova (P.zza Grillo Cattaneo 1/6a) presenta l'incontro con Kenneth Phillips, direttore artistico e fondatore del ThatreMythya, compagnia teatrale che nasce a Bombay e da tre anni opera a Potsdam

Scade il 15 febbraio la presentazione delle opere fotografiche per partecipare all'edizione 2003 del Festival Voies Off dei Rencontres Internationale de la Photographie di Arles

Venerdì 31 gennaio 2003 ACMA organizza una visita alle mostre presenti alla Triennale di Milano: "Dominique Perrault Morceaux Choisis", "Nuova architettura tedesca" e "Le città invisibili". Durante la visita di quest'ultima sarà presente l'architetto Roberto Serino, uno degli autori della mostra. Il ritrovo è fissato alle ore 17.00 nell'atrio della Triennale. La partecipazione è aperta a tutti, previa conferma scritta (e-mail/fax) alla segreteria del Centro

28/1/03

Giovedì 30 gennaio si inaugura la mostra "La montagna incantata" presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino (Via Modane 16), il rapporto uomo-natura nell'interpretazione di artisti italiani e internazionali, l'evento è realizzato in collaborazione con Torino 2006

Si terrà dal 15 al 22 febbraio 2003 il workshop organizzato dal Dipartimento di Progettazione Architettonica della I° Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino nell'ambito della Ricerca interfacoltà "Infra 2 Forme insediative, ambiente e infrastrutture", di cui è coordinatore il prof. Aimaro Isola. Il workshop vedrà la partecipazione di circa trenta dottorandi in progettazione architettonica delle Facoltà italiane. Sabato 15 febbraio alle ore 15.30 presentazione del seminario al Castello del Valentino

Prosegue fino al 9 febbraio alla Stazione Leopolda di Firenze la mostra "Il Quarto sesso- Il territorio estremo dell'adolescenza" a cura di Francesco Bonami e Raf Simons, con l'allestimento del gruppo di architetti torinesi Cliostraat. " Il quarto sesso è quello degli adolescenti, considerando mascolinità, femminilità e omossessualità come il primo, il secondo e il terzo sesso. I teenager non sono ragazzi o ragazze e non sono ancora uomini o donne fanno parte di un universo parallelo..."

Giovedì 30 gennaio si inaugura "On air" la mostra che l'Ordine degli Architetti di Lisbona dedica a studio eu, il gruppo di architetti italiane (Paola Cannavò, Maria Ippolita Nicotera, Francesca Venier) che ha sede a Berlino ed opera nel campo dell'architettura e del paesaggio. Il giorno dell'inaugurazione è prevista la conferenza alle ore 21

Giovedì 30 gennaio alle ore 16 presso la sede dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Venezia si terrà il sesto incontro di aggiornamento professionale nell'ambito di "Concorsi in discussione", il tema dell'incontro sarà "Confronto sulla qualità: la ricerca progettuale nei concorsi di architettura" interverrà l'arch. Maurizio Varagnolo

27/1/03

L'Unity Temple di Frank Lloyd Wright costruito a Chicago nel 1906, uno dei primi edifici in cemento armato, è in pericolo infatti gli attuali proprietari hanno dovuto vendere all'asta alcune sedie originali dell'architetto per avviare il restauro del monumento che ogni anno viene visitato da 20 mila persone

La Fondazione Italiana per la Fotografia di TOrino (Via Avogadro 4) e il Museo Casa Mollino presentano la mostra, visitabile fino al 23 marzo, dedicata all'architetto e fotografo piemontese dal titolo " Carlo Mollino- Fiabe per grandi 1936-1943"

"Bill Owens- the american way" è il titolo dell'esposizione visibile fino al 22 febbraio, curata da Claudia Zanfi di Virtualgallery, il portale di fotografia, a Firenze negli spazi del Credito Artigiano (Via de Boni 1). " Bill Owens integra, nei suoi racconti fotografici- afferma la Zanfi nel testo redatto per il catalogo-gruppi sociali appartenenti a ceti differenti. Gli ambienti, gli abiti, gli accessori, persino le acconciature rappresentano il senso di appartenenza ad una classe..."

26/1/03

Si inaugura il 6 febbraio a Roma la mostra dedicata all'architetto finlandese Alvar Aalto che si terrà presso la sede della Biblioteca Nazionale Centrale (Viale Castro Pretorio 106). L'esposizione è organizzata in collaborazione con il Museo Alvar Aalto, la Darc, Docomomo Finland e International

25/1/03

Oggi si inaugura, alle 17,30 la mostra "Lo sguardo imperfetto",fotografie di Andrea Botto, presso l'Archivio Fotografico Toscano a Prato. L'esposizione fa parte del ciclo di mostre "Paesaggio italiano" a cura di Emanuele Piccardo. Andrea Botto affronta il tema del paesaggio attraverso l'imperfezione dello sguardo, troppo abituati, oggi, alla perfezione della nuova oggettività tedesca, dei coniugi Becher e dei loro "figli", Gursky in particolare, dove la precisione, la nitidezza della messa a fuoco, porta a vedere di più, ma quanto è necessario vedere di più? Vedere è una operazione attiva affermava Paolo Monti, ma in questo caso il vedere di più comporta un'accezione negativa, in quanto si ha la sensazione di certezza assoluta nel raccontare e rappresentare il mondo. Il fotografo si confronta con il problema della visione e della crisi che oggi essa subisce a causa dei miliardi di immagini che ogni giorno vengono prodotte

Oggi si inaugura presso la Triennale di Milano la mostra del Premio Nazionale di Fotografia Riccardo Pezza dal titolo "Il racconto di un luogo". Il premio istituito nel 1995 dall'Associazione Al.B.UM e dal CFP RIccardo Bauer e Amici di Riccardo Pezza è riservato a studenti o ex studenti di corsi di fotografia post-diploma è giunto alla sua ottava edizione

Bic, come tutti i mici, è piuttosto pigro quindi la maggior parte del tempo la passa sonnecchiando. Quando si sveglia se ne va a zonzo, gli piace cercare dei topolini con i quali gioca per un po’, sin che lo divertono.
I topolini, invece, non si divertono per niente. Ma e’ il gioco della vita. Bic è la nuova sezione aperta dallla rivista, nostra partners, Channelbeta
.
"WTC:ovvero la fine dell'architettura" è il titolo del testo che apre la nuova sezione "dopo il crollo delle torri gemelle tutti, Port Authority(cioe’ la proprietaria delle ex-Twin Towers) compresa, si guardavano bene dal parlare di ricostruzione, per non urtare i sentimenti della popolazione scossa, molto scossa, dall’attentato. Ora un po’ di tempo e’ passato e di proposte per il nuovo World Trade Center ce ne sono gia’ state parecchie. Dalle prime iniziative rivolte a tutti dove chiunque poteva mandare la sua visione, alle mostre con progetti decisamente irrealistici, al primo concorso ufficiale, caratterizzato da una freddezza da impresario e “developer” navigato, naufragato per le violente reazioni del pubblico, fino all’ultimo e molto piu’ organizzato concorso ora in svolgimento...


23/1/03

Oggi verrà inaugurato, alle 18,30 "Spaziatura" presso il Basic Village-sala Lattes a Torino (Via Foggia 42) un evento culturale "poggiato" sulla fotografia, prodotto dall'imprenditrice torinese Giovanna Baietto, titolare della Noldem srl, per tradurre fattivamente il desiderio di attivare uno sguardo curioso, disincantato e critico sullo spazio.
Curato da Laura Manione, critica della fotografia e da Nicoletta Nicosia, fotografa, SPAZIATURA si organizza intorno a esposizioni fotografiche, incontri e azioni sceniche (appositamente costruite sugli allestimenti), in cui il concetto di spazio, accolto nella poliedricità delle sue valenze semantiche, viene elaborato da autori che usano o indagano la fotografia, così come da studiosi vivacemente disposti ad anteporre la curiosità al nozionismo. La prima esposizione sarà proprio quella che ha dato il nome agli eventi "Spaziatura" dove verranno presentate le opere di Nicoletta Nicosia

Oggi alle 12 verrà presentato, in occasione di Arte Fiera a Bologna (presso il meeting point), il volume " Illy collection:10 anni di arte e creatività" edizioni Charta. Il libro documenta il patrimonio Illy collection, tazzine d'artista prodotte da Illycaffè dal 1992 al 2002 e realizzate dai più importanti autori dell'arte contemporanea, interverranno Carlo Bach, Achille Bonito Oliva, Andrea Illy, Giuseppe Liverani

Studio eu, il gruppo di tre architetti italiani con sede a Berlino formato da Paola Cannavò, Maria Ippolita Nicotera e Francesca Venier sono state invitate dall'Ordine degli Architetti di Lisbona (Travessa do carvalho 23) a presentare i loro progetti in una mostra che si apre il 30 gennaio e resterà visitabile fino al 21 febbraio 2003, dal titolo "On air". "Numerose sono le idee elaborate nei primi anni di vita del nostro studio. Si tratta a volte di concorsi, altre di proposte di interventi, talora di ricerche-affermano le ragazze di studio eu nel comunicato stampa. Quanti di questi riusciranno crescendo a diventare un progetto realizzato?
L'allestimento mette in mostra proprio questa situazione di sospensione.
I progetti, quelli non realizzati, sono on air. Non si sono ancora concretizzati, sono sospesi, leggeri, vivono sulla carta, lontani anche dalla materialità delle pareti. Ma quando questi si realizzano cambiano, non più sospesi diventano materia. Cambia quindi anche la loro rappresentazione. Essendo ora spazi vissuti diventano qui nell'esposizione immateriali, raggi di luce che proiettati sulle pareti ripropongono l'immagine di una realtà che è altrove". In occasione dell'inaugurazione è prevista alle ore 21 del 30 gennaio la conferenza di Studio eu

22/1/03

Domani 23 gennaio verrà inaugurato, alle 18,30 "Spaziatura" presso il Basic Village-sala Lattes a Torino (Via Foggia 42) un evento culturale "poggiato" sulla fotografia, prodotto dall'imprenditrice torinese Giovanna Baietto, titolare della Noldem srl, per tradurre fattivamente il desiderio di attivare uno sguardo curioso, disincantato e critico sullo spazio.
Curato da Laura Manione, critica della fotografia e da Nicoletta Nicosia, fotografa, SPAZIATURA si organizza intorno a esposizioni fotografiche, incontri e azioni sceniche (appositamente costruite sugli allestimenti), in cui il concetto di spazio, accolto nella poliedricità delle sue valenze semantiche, viene elaborato da autori che usano o indagano la fotografia, così come da studiosi vivacemente disposti ad anteporre la curiosità al nozionismo. La prima esposizione sarà proprio quella che ha dato il nome agli eventi "Spaziatura" dove verranno presentate le opere di Nicoletta Nicosia

"Infrastrutture, habitat, energia" è il titolo dell'incontro che si terrà lunedì 27 gennaio all'In/arch Lazio a Roma (via di Villa Patrizi 11) parteciperanno Silvano Susi (Presidente Associazioni Costruttori Edili Romani), Pietroantonio Isola (Dir.Gen. Programmazione Ministero Infrastrutture), Mario Gamberale (Ministero dell'Ambiente), Ruggero Borgia (Società Autostrade), Carlo De Vito (Ferrovie dello Stato), Diego Bisci (Enel), coordina Luca Zevi

E' online il terzo numero della rivista digitale argentina "Café de Las Ciudades" diretta da Marcelo Corti

SOLID SEA, l’istallazione realizzata da multiplicity in occasione della Documenta XI di Kassel, è stata selezionata nella sezione “[based upon] True Stories” dell’International Filmfestival di Rotterdam e sarà presentata al Nederlands Foto Instituut dal 19 gennaio al 20 febbraio 2003.
SOLID SEA sarà inoltre allestita alla Generali Foundation di Vienna, in occasione della mostra curata da Ursula Biemann “Geografie und die Politik der Mobilität”, cui partecipano, oltre a multiplicity, Bureau d’études, Frontera Sur RRVT, Makrolab , Raqs Media Collective

21/1/03

Oggi alle 18,30 alla Triennale di Milano si terrà la conferenza di Dominique Perrault e l'inaugurazione della mostra a lui dedicata "Morceaux choisis". La mostra raccoglie i progetti più significativi realizzati dall'architetto francese, resterà aperta fino al 9 marzo 2003

Si inaugura oggi il ciclo di seminari "Progettazione e trasformazione della città" organizzati dalla Fondazione Internazionale per gli Studi Superiori di Architettura, dal Centro di Ricerca "Luigi Pisciotti" dell'Università di Napoli, Federico II. Il primo incontro dal titolo "L'architettura urbana: lo stato dell'arte" vedrà gli interventi di Nicola Di Battista, Vittorio Magnago Lampugnani, Deyan Sudjic e Uberto Siola. Nel Palazzo Serra di Cassano in via Monte di Dio 14 a Napoli

La ricostruzione radicale dell'universo libro d'artista di Lapo Binazzi,il libro e' frutto della composizione dei documenti, raccolti in liberta' e discontinuita' spazio-temporale.
Dalle diapositive sono state tratte le stampe-cibacrome che a loro volta sono state trasformate in copie laser a colori.
Il periodo compreso e' dal 1967 al 1997. trenta anni di vita in un epoca segnata dalla "discontinuita'" questo procedimento vuole "mischiare le carte" e costituirsi come "ordine" concettuale di uno spazio grafico in espansione. come ogni "lavoro sul lavoro" si propone di aprire inedite prospettive di rilettura in grado di rivoluzionare le coordinate dimensionali. per trovare alla fine del percorso una "uscita dall'operazione" in "chiave", e costruire un labirinto ipertestuale.
Gli Ufo sono un gruppo storico dell'architettura radicale, fondato a firenze nel 1967 operante fino al 1978 ne hanno fatto parte: Carlo Bachi, Lapo Binazzi, Patrizia Cammeo, Riccardo Foresi, Titti Maschietto
...

Giovedì 23 gennaio nell'aula piccola della facoltà di Ingegneria di Roma si terrà la presentazione del libro curato da Paola Mattogno "Idee di spazio, lo spazio nelle idee" interverranno i co-autori: Massimo Bruschi, Massimo Canevacci, Paolo Colarossi, Ida Farè, Patrizia Gabellini, Massimo Ilardi, Claudia Mattogno, Elio Piroddi, Enzo Scandurra

19/1/03

Dal 20 al 22 gennaio si terrà a Lodi "Lezioni di cinema", quest'anno dedicata al critico del Corriere della Sera Tullio Kezich, scrittore, saggista, produttore e autore di teatro, nell'ambito della manifestazione verrà presentato il libro scritto dal critico "Professione spettatore" a cura di Fabio Francione edito da Falsopiano, i film scritti o co-sceneggiati sono stati "La leggenda del santo bevitore", "Il terrorista","Intervista" ne ha dato notizia ieri l'inserto Alias del Manifesto

Giovedì 23 gennaio verrà inaugurato "Spaziatura" presso il Basic Village-sala Lattes a Torino (Via Foggia 42) un evento culturale "poggiato" sulla fotografia, prodotto dall'imprenditrice torinese Giovanna Baietto, titolare della Noldem srl, per tradurre fattivamente il desiderio di attivare uno sguardo curioso, disincantato e critico sullo spazio.
Curato da Laura Manione, critica della fotografia e da Nicoletta Nicosia, fotografa, SPAZIATURA si organizza intorno a esposizioni fotografiche, incontri e azioni sceniche (appositamente costruite sugli allestimenti), in cui il concetto di spazio, accolto nella poliedricità delle sue valenze semantiche, viene elaborato da autori che usano o indagano la fotografia, così come da studiosi vivacemente disposti ad anteporre la curiosità al nozionismo. La prima esposizione sarà proprio quella che ha dato il nome agli eventi "Spaziatura" dove verranno presentate le opere di Nicoletta Nicosia

Domani alle 16 si terrà presso l'università di Roma La Sapienza la conferenza di Ben Van Berkel che presenterà gli ultimi progetti, interverranno Claudio De Albertis (Presidente dell'Ance), Salvatore Dierna (Preside della Prima Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni), Marcello Pazzaglini ( Presidente del Corso di Laurea Specialistica in Architettura). L'incontro si svolgerà nell'aula magna della Città Universitaria (piazzale Aldo Moro 5)

18/1/03

Oggi alle 19 SpazioZebra a Genova (P.zza Grillo Cattaneo 1/6a) presenta il lavoro di Mathilde Seguin, incisioni, acqueforti, gioielli, oggetti nell'ambito del progetto di incontri sperimentali interdisciplinari "Sodaglie". Lo SpazioZebra nasce per ospitare al suo interno lo studio di due architetti, Serena Breschi e Federico Rolla, interessati alle attuali tendenze dell'arte ed ai possibili contatti e contaminazioni con il mondo dell'architettura

Sabato 25 gennaio si inaugura la mostra "Lo sguardo imperfetto",fotografie di Andrea Botto, presso l'Archivio Fotografico Toscano a Prato. L'esposizione fa parte del ciclo di mostre "Paesaggio italiano" a cura di Emanuele Piccardo. Andrea Botto affronta il tema del paesaggio attraverso l'imperfezione dello sguardo, troppo abituati, oggi, alla perfezione della nuova oggettività tedesca, dei coniugi Becher e dei loro "figli", Gursky in particolare, dove la precisione, la nitidezza della messa a fuoco, porta a vedere di più, ma quanto è necessario vedere di più? Vedere è una operazione attiva affermava Paolo Monti, ma in questo caso il vedere di più comporta un'accezione negativa, in quanto si ha la sensazione di certezza assoluta nel raccontare e rappresentare il mondo. Il fotografo si confronta con il problema della visione e della crisi che oggi essa subisce a causa dei miliardi di immagini che ogni giorno vengono prodotte

Sabato 25 gennaio si inaugura presso la Triennale di Milano la mostra del Premio Nazionale di Fotografia Riccardo Pezza dal titolo "Il racconto di un luogo". Il premio istituito nel 1995 dall'Associazione Al.B.UM e dal CFP RIccardo Bauer e Amici di Riccardo Pezza è riservato a studenti o ex studenti di corsi di fotografia post-diploma è giunto alla sua ottava edizione

17/1/03

Il Centro Culturale Svizzero insieme alla Tarmac Edizioni SA Mendrisio organizza la mostra "Architetture ticinesi nel mondo: capisaldi e protagonisti 1970-2003, l'inaugurazine si terrà mercoledì 26 febbraio 2003 presso la sede del Centro a Milano (via vecchio Politecnico 1/3 info 02-76016118)

Martedì 21 gennaio 2003 si terrà presso la Triennale di Milano l'inaugurazione della mostra sull'opera dell'architetto Dominique Perrault dal titolo "Morceaux choisis". L'esposizione presenta i progetti più significativi dell'opera di Perrault, resterà visibile fino al 9 marzo

Lunedì 20 gennaio studioata, nell'ambito delle loro iniziative culturali, presentano, nella sede del loro studio in Via Nizza 29 a Torino, Francesca Cognetti e altri membri dei Cantieri Isola racconteranno dell'iniziativa progettuale nel quartiere Isola di Milano

Domani alle 19 SpazioZebra a Genova (P.zza Grillo Cattaneo 1/6a) presenta il lavoro di Mathilde Seguin, incisioni, acqueforti, gioielli, oggetti nell'ambito del progetto di incontri sperimentali interdisciplinari "Sodaglie". Lo SpazioZebra nasce per ospitare al suo interno lo studio di due architetti, Serena Breschi e Federico Rolla, interessati alle attuali tendenze dell'arte ed ai possibili contatti e contaminazioni con il mondo dell'architettura

La Galerie d'Architecture a Parigi presenta domani 18 gennaio alle ore 18 il libro, edito da Birkhauser " Emotional landscapes- the architecture of Mateja Vehovar and Stefan Jauslin" saranno presenti gli architetti

13/1/03

Questa sera alle ore 20 l'In/Arch Lazio (via di villa Patrizi 11-Roma) si terrà la presentazione del numero della rivista di architettura e urbanistica Gomorra dal titolo "Il progetto è politico" a cui interverranno l'assessore alle periferie Luigi Nieri e all'urbanistica Roberto Morassut, Roberto Secchi, Mario Tronti, Enzo Scandurra, coordina Rosario Pavia

Questa sera alle 18,30 si inaugura alla Triennale di Milano "Nuova architettura tedesca. Per una modernità riflessiva". La mostra resterà aperta fino al 14 marzo 2003

Il Pavillon de l'Arsenal inaugura giovedì 16 gennaio 2003 alle ore 18,30 la mostra di 350 progetti di architettura di 47 diverse nazioni a seguito del concorso dal tema "Voyage dans la condition urbaine"

Future Film Festival (Festival del Cinema d'Animazione) si terrà a Bologna dal 15 al 19 Gennaio.
Il Festival presenta le migliori realizzazioni nel campo dell'animazione complessa 3D, con tangenze evidenti con la creazione avanzata di scenari architettonici virtuali

12/1/03

Domani lunedì 13 gennaio si inaugura la mostra "Nuova architettura tedesca-Per una modernità riflessiva" presso la Triennale di Milano, visitabile fino al 14 marzo 2003. L'esposizione prodotte dalla Camera degli Architetti di Amburgo, intende mettere in luce la migliore produzione architettonica tedesca degli anni Novanta, le opere sono state selezionate da due giurie che hanno scelto i venticique esponenti della cultura architettonica germanica

Piero Melograni su Il Sole 24 ore nell'inserto culturale domenicale parla della "Capitale antimoderna" riferendosi a Roma, dove a differenza di Londra e Parigi non ha mai conosciuto grandi distruzioni ne significativi progetti urbanistici che ne abbiamo stravolto o modificato la struttura come avvenuto nella capitale francese con gli interventi di Haussmann

"Le Corbursier before Le Corbusier- Applied arts, architecture, painting and photography, 1907-1922" è il titolo della mostra, visitabile fino al 23 febbraio 2003 al Bard Graduate Center for studies in the decorative arts, design and culture aperto a New York nel 1993

11/1/03

Targetti Sankey, azienda leader nel campo dell'illuminazione architettonica, in collaborazione con Artefiera, lancia la terza edizione del "Premio internazionale Targetti Art Light" dedicato a giovani artisti e designer (under 35), la scadenza per la presentazione dei progetti è il 6 giugno 2003

Label magazine verrà presentato per la prima volta in Inghilterra presso la sede dell'Istituto Italiano di Cultura a Londra, Lunedì 13 gennaio 2003 alle ore 18,30

L'Ordine degli Architetti della Provincia di Venezia ha aperto all'interno del proprio sito internet un forum dal titolo "Concorsi in discussione"

10/1/03

Rem Koolhaas ha aperto il sito internet di Oma, la grafica è essenziale, sono raccolti i materiali relativi ai progetti, le bibliografie, i contatti, pochi i materiali che illustrano i progetti, (fotografie,render) d'altronde far vedere troppo, potrebbe risultare controproducente, chi comprerebbe poi i libri

"Il miracolo di Amsterdam non è una leggenda, è successo veramente; l'ostia che non si era bruciata nel rogo del 1345 è il segno della rinascita di un popolo calvinista, che grazie al senso del dovere e dell'organizzazione, è riuscito a trasformare un piccolo paese di pescatori in una delle città più visitate, capitale della nazione con la più alta densità di popolazione d'Europa" afferma Patrizia Stefania Sicuro su Buildlab, dove traccia un bilancio su Amsterdam e i processi di trasformazione che hanno portato alla realizzazione di nuove architetture

Lunedì 13 gennaio si apre alla Triennale di Milano l'esposizione "Nuova architettura tedesca.Per una modernità riflessiva" visitabile fino al 14 marzo 2003. La mostra, concepita dalla Camera degli Architetti di Amburgo, mette in luce la migliore produzione architettonica degli anni Novanta in Germania, anni caratterizzati da trasformazioni radicali in ambito politico, sociale e culturale.
Due giurie, una tedesca e una internazionale, hanno selezionato 25 recenti opere progettate da architetti tedeschi. Una selezione che rappresenta le più avanzate firme della contemporaneità in Germania da Ungers a Behnisch, da Libeskind a Kleihues. Dopo la presentazione a Berlino nel luglio del 2002, Milano rappresenta la prima uscita europea, realizzata nell'ambito della XX Esposizione internazionale "La memoria e il futuro". La mostra sarà accompagnata da una serie di conferenze di Hans Koolhoff, Sauerbruch/ Hutton, Hadi Teherani, Werner Sobek, Markus Allmann, Bolles/Wilson

9/1/03

Il gruppo Cliostraat ha curato l'allestimento della mostra "Il quarto sesso-il territorio estremo dell'adolescenza" a cura di Francesco Bonami e Raf Simmons che si inaugura oggi alla Stazione Leopolda di Firenze, dalle 18 alle 20, la mostra resterà aperta fino al 9 febbraio 2003

Studio eu, il gruppo di tre architetti italiani con sede a Berlino formato da Paola Cannavò, Maria Ippolita Nicotera e Francesca Venier sono state invitate dall'Ordine degli Architetti di Lisbona a presentare i loro progetti in una mostra che si apre il 30 gennaio 2003, dal titolo "On air". "Numerose sono le idee elaborate nei primi anni di vita del nostro studio. Si tratta a volte di concorsi, altre di proposte di interventi, talora di ricerche-affermano le ragazze di studio eu nel comunicato stampa. Quanti di questi riusciranno crescendo a diventare un progetto realizzato?
L'allestimento mette in mostra proprio questa situazione di sospensione.
I progetti, quelli non realizzati, sono on air. Non si sono ancora concretizzati, sono sospesi, leggeri, vivono sulla carta, lontani anche dalla materialità delle pareti. Ma quando questi si realizzano cambiano, non più sospesi diventano materia. Cambia quindi anche la loro rappresentazione. Essendo ora spazi vissuti diventano qui nell'esposizione immateriali, raggi di luce che proiettati sulle pareti ripropongono l'immagine di una realtà che è altrove". In occasione dell'inaugurazione è prevista alle ore 21 del 30 gennaio la conferenza di Studio eu

Periferike, il collettivo di giovani pensatori e scrittori riuniti dal piacere di sviluppare percorsi di riflessione periferica, organizzano "Memorie periferiche" a Livorno dal 28 gennaio al 1 febbraio 2003, un esperiemnto culturale capace di accogliere e proiettare "sguardi" di autori di differenti culture e provenienze. Una fabbrica di idee, una cassetta degli attrezzi piena di parole, movimenti suoni, silenzi, immagini, diretti alla costruzione di un ambiente reale: una città di mare, il suo porto, le sue periferie, le sue memorie. Gli autori inviati sono John Berger, Bernardo Atxaga, José Luis Guerìn, Gianni Celati, Joaquin Jorda, Pappi Corsicato, le città portuali di Livorno, Bilbao, Napoli e Barcellona

7/1/03

E' morto Massimo Girotti, l'attore marchigiano, nato a Macerata nel 1918, fu interprete di straordinarie pellicole dall'esordio "La corona di Ferro" di Alessandro Blasetti del 1941, al protagonista principale di "Ossessione" di Luchino Visconti, insieme a Clara Calamai e Juan de Candia. Michelangelo Antonioni gli affida il personaggio di Guido in "Cronache di un amore" su Kataweb libri l'intervista all'attore scomparso

E’ Salerno, secondo le statistiche sulla qualità della vita diffuse dal Sole24ore, la vera novità della Campania. Mentre Napoli perde otto posizioni, la provincia salernitana sale di diciotto gradini nella graduatoria nazionale e va a piazzarsi all’ottantunesimo posto, un notevole balzo in avanti rispetto al 2001. Il capoluogo ha raggiunto oggi una maturità di sviluppo fatta di dinamicità economica e di quiete sociale.Tra i progetti da realizzare posto d’eccezione merita l’albergo progettato dall’architetto Nicola Pagliara per l’area dell’ex cementificio. Ma non è l’unica novità: i riflettori sono puntati anche sui cubi della cittadella giudiziaria pensati da David Chipperfield e sull’immaginifica stazione marittima dell’architetto iracheno Zaha Hadid. Alcune di queste opere sono in dirittura di arrivo, come quelle curate dal noto progettista spagnolo Oriol Bohigas, che ha ridisegnato l’organizzazione viaria del Lungo Irno su Denaro.it

6/1/03

Santiago del Cile avrà la sua torre per celebrare il bicentenario dell'indipendenza dalla Spagna, lo scorso 13 ottobre è stato scelto il vincitore della selezione Dvorquez Zylberberg e Nicolàs Loi Valenzuela ne ha dato notizia Il Giornale dell'Architettura, nell'articolo di Federica Patti, architetto dei Coex. Si assiste ancora una volta alla voglia di grandeur anzichè risolvere problemi più pressanti di cui ne possa benificiare la popolazione, tutto il mondo è paese

In vendita la maison Carré realizzata da Alvar Aalto nel trienno 1956-59 a Bazoches sur Guyonne per il collezionista e mercante d'arte Louis Carré, adesso dopo la morte di Olga Carré c'è il rischio che il patrimonio architettonico realizzato dall'architetto vada disperso. Le architetture di Aalto in Finlandia hanno goduto di leggi speciali per mantenere l'integrità e consentire il restauro

SPAZIATURA è un evento culturale "poggiato" sulla fotografia, prodotto dall'imprenditrice torinese Giovanna Baietto, titolare della Noldem srl, per tradurre fattivamente il desiderio di attivare uno sguardo curioso, disincantato e critico sullo spazio.
Curato da Laura Manione, critica della fotografia e da Nicoletta Nicosia, fotografa, SPAZIATURA si organizza intorno a esposizioni fotografiche, incontri e azioni sceniche (appositamente costruite sugli allestimenti), in cui il concetto di spazio, accolto nella poliedricità delle sue valenze semantiche, viene elaborato da autori che usano o indagano la fotografia, così come da studiosi vivacemente disposti ad anteporre la curiosità al nozionismo. Nella sua prima edizione, SPAZIATURA si articolerà da gennaio a marzo 2003 e sarà fruibile a Torino nella Sala Lattes del Basic Village di via Foggia e nel nuovo spazio espositivo di Nicoletta Maccario, in via Principe Amedeo 38/D. I lavori di SPAZIATURA saranno avviati venerdì 24 gennaio dall'installazione fotografica di Nicoletta Nicosia (Basic Village, h.18.30) intitolata, appunto, Spaziatura e proseguiranno sabato 25 con Immaginazione morta immagina, inedito melologo per voce, nastro magnetico e chitarra tratto da Samuel Beckett e interpretato da Laura Croce e Luigi Attademo (Basic Village, h.18.30)

A Torino dal 15 al 22 febbraio si terra il workshop organizzato dal Dipartimento di Progettazione Architettonica della I Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino nell'ambito della Ricerca interfacoltà "Infra 2 Forme insediative, ambiente e infrastrutture", di cui è coordinatore il Prof. Aimaro Isola.
Il workshop, che ha come oggetto il sistema costituito dall'arco della tangenziale di Torino e dalla bassa Valle di Susa, vedrà la partecipazione di circa trenta dottorandi in progettazione architettonica delle Facoltà italiane della rete In.Fra, insieme a dottorandi delle Facoltà di architettura e ingegneria europee della rete Uso-Built/Cluster, che raggruppa dodici tra università e politecnici.

5/1/03

Un altro muro sarà costruito in Israele, progetto folle del governo, di isolare la città santa di Gerusalemme dai Territori " Dopo aver già realizzato una barriera in cemento armato di 110 chilometri nel nord-dichiara Yasser Arafat- lo stato d'Israele sta costruendo un muro attorno a Gerusalemme. Un muro incombente che ha l'aspetto del muro di Berlino... Si vuole arrivare a ricreare le linee di demarcazione in vigore prima della guerra del 1967, sull'edizione odierna di Repubblica

Il Museo del Louvre e' stato anche nel 2002 quello piu' visitato al mondo e l'afflusso dei visitatori e' aumentato del 12% rispetto al 2001, registrando oltre 5,7 milioni di entrate su Ansa Beni Culturali

4/1/03

Lucy Bullivant su Arch'it parla dell'allestimento del padiglione inglese alla Biennale di Architettura 2002, dove la scelta del Regno Unito è stata quella di mostrare al pubblico il progetto del Yokohama Terminal di Foreign Office Architects del duo Moussavi e Zaera Polo. L'unico allestimento controcorrente rispetto agli allestimenti proposti da Pawson e Sudijc all'Arsenale

"100 anni di Luigi Vietti in mostra" è il titolo dell'esposizione postuma che Cortina d'Ampezzo dedica fino al 16 aprile 2003 all'architetto ligure, autore del Piano di Portofino e di straordinari edifici nella Genova degli anni trenta su Architecture.it

Sono ''Dame idrauliche'', cosi' le ha chiamate Gillo Dorfles, le ultime opere di Enrico Baj, una produzione recentissima e inedita che sara' esposta dal 15 gennaio al 3 marzo alla Galleria Marconi di Milano. Nascono dalla constatazione dell'artista che i grandi fiumi europei - la Senna, la Neva, la Moldava - hanno spesso nomi femminili, e dalla sua visione della donna come fluidita', sorgente impetuosa, vorticosa e inondante delle acque che scaturiscono dalla femminilita'. Le ''Donne-fiume'' - questa la definizione di Baj - sono ventuno ritratti al femminile con un unico maschio, il fiume Po rappresentato come raccoglitore di mille affluenti, in mostra insieme a ventidue piccoli ''monumenti alla scienza idraulica'', ovvero agli scienziati che nei secoli hanno studiato le problematiche idriche, da Archimede a Torricelli, da Villoresi a Hemholz su Ansa Beni Culturali

3/1/03
Aperta la settima edizione di Europan, il concorso europeo di progettazione, che propone cinque aree italiane: Bagheria, Gorizia, Monza, Pescara, Pordenone. Una grande occasione per tutti i progettisti al di sotto dei quarant'anni per confrontarsi sulla tema della densita in periferia attraverso la realizzazione di nuove modi di abitare, nuovi modelli di insediamento nelle periferie urbane dell'Europa. Si auspica che ai progetti vincitori venga data realmente l'opportunità, da parte delle istituzioni pubbliche coinvolte, in primis le municipalità, di realizzare i progetti elaborati

Via libera a Roma, dopo il segno di Renzo Piano, anche a una grande donna dell'architettura moderna. Aperte col plauso di mezzo mondo le seducenti strutture dell'Auditorium, il Campidoglio va avanti nella valorizzazione di altre aree in disuso con le pregiate firme dell'architettura internazionale, e stavolta col pieno accordo dei tecnici del ministero delle Infrastrutture e dal ministero dei Beni culturali. E così, a non più di quattrocento metri di distanza dalle "astronavi" della musica, a breve partiranno anche i cantieri del nuovo Centro di arti contemporanee progettato da Zaha Hadid, l'architetta nata a Bagdad ma cresciuta della Londra più sulfurea e innovativa. Si sono in questi giorni, in queste ore, conclusi i più delicati passaggi burocratici necessari ad avviare i cantieri di questa grande opera pubblica che avrà una superficie di 26 mila metri quadri e un costo di circa 100 milioni di euro: il 30 dicembre la giunta capitolina ha approvato la delibera urbanistica preparata dall'assessore Roberto Morassut che consente la realizzazione dell'opera nelle ex caserme Montello di via Guido Reni, ancora al Flaminio, e sempre in quella data, ma reso noto solo ieri, il Provveditorato alle Opere pubbliche di Roma e Lazio, l'organismo territoriale del ministero guidato da Lunardi, ha dato il suo assenso alla realizzazione. Il Provveditorato, si legge nella nota, «ha accertato la conformità urbanistica del progetto di Zaha Hadid, vincitrice del concorso internazionale, e ha dato il suo assenso alla realizzazione, su Repubblica

Ci sarà anche un complesso residenziale firmato da un giovane architetto genovese, Roberto Silvestri, classe 1965, nel nuovo quartiere Rione Rinascimento che sorgerà a Roma.
Il grande cantiere sarà aperto nei pressi del Parco Talenti, nella parte settentrionale della città, a nord della confluenza fra Tevere e Aniene, accanto a cinque edifici progettati da altrettanti nomi di primissimo piano dell'architettura a livello mondiale: Ricardo Bofill, Mario Botta, Michael Graves, Arata Isozaki, Hans Hollein e Demetri Porphyrios. Alcune attrezzature all'interno del parco urbano poco lontano dalle case verranno invece realizzate dall'architetto Imre Makovecz.
Silvestri, unico genovese a partecipare alla gara, è risultato uno dei vincitori del concorso internazionale bandito dalla società Fineuropa, che realizzerà il nuovo insediamento residenziale, che era riservato ad architetti e ingegneri nati dopo il 1° gennaio 1960. Con il collega Marco Casamonti di Firenze, Silvestri ha presentato il progetto per un edificio alto sette piani per una sessantina di appartamenti di varie "pezzature", che si presenta a un primo colpo d'occhio esterno come una "muraglia" in cotto per ricordare le mura della città antica. "Ma in realtà - precisa - si tratta di una struttura molto aperta", su Il Secolo XIX

La Francia premia i giovani architetti, il prossimo 9 gennaio verranno selezionati 16 tra i presunti migliori architetti francesi under 35. Jean Louis Cohen direttore dell'IFA e Wanda Diebolt direttrice de l'architecture et du patrimoine presenteranno la prima edizione di Nouveaux album des jeunes architectes

2/1/03

E' morto ieri Giorgio Gaber all'età di 63 anni, autore,cantante, attore è stato uno dei protagonisti della storia della musica e della cultura italiana. E' stato il protagonista di una vicenda unica per lo spettacolo italiano, l' esempio migliore di un cantante che ha saputo conciliare la dimensione musicale con quella a tutto campo di un autentico interprete teatrale.
In quasi mezzo secolo di carriera Giorgio Gaberscik - era questo il suo vero nome - e' stato testimone dell' evoluzione completa della musica italiana, dagli anni eroici del primo rock'n roll fino alla contemporaneita' di un mercato dal quale aveva preso le distanze con un atteggiamento che rappresenta un modello inimitabile su Ansa

"Intervalli di scala. Interventi di Enrico D. Bona nel design" è il libro realizzato da Joshua Libri e recensito su Arch'it Books da Brunetto De Battè che illustra il percorso professionale dell'architetto e designer milanese Enrico Bona

 

 

|news|

|jan|feb|mar|apr|may|jun|jul|aug|sep|oct|nov|dec| 2003

|news| 2002