NEWS in archivio gennaio 2007
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

10/01/2007


Rotterdam Proclaims 2007 as Year of Architecture

gennaio - ottobre 2007
The Mayor and Alderman of Rotterdam have pronounced 2007 as the city’s Year of Architecture. The aim of this theme year is to attract visitors to the city and to raise the national and international profile of the city’s architectural qualities. Rotterdam 2007 City of Architecture will be Rotterdam’s fifth theme year in close succession. Following Euro 2000, the city has celebrated European Cultural Capital 2001, Waterlife 2003 and Sports Year 2005. The past theme years have attracted many visitors to the city and have had substantial commercial spin-offs. The programme for Rotterdam 2007 City of Architecture is now at the planning stage. One thing is already certain: Rotterdam’s buildings of outstanding architectural quality will be highlighted in a striking way. Besides the special events to be organized, the Netherlands Architecture Institute will put on some major exhibitions as well as the annual events “Architecture Day” and “Rotterdam Bouwt”. Ontwikkelingsbedrijf Rotterdam (OBR) is devising the plan of action and organizing sponsoring for the theme year. Rotterdam Festivals is responsible for realization of the plans, and Rotterdam Marketing is undertaking the marketing and communications. Info e programma: tel +31 (0)10 4332511 fax +31 (0)10 2131160 e-mail: info@rotterdam2007.nl; www.rotterdam2007.nl

15/01/2007


Master in Fotogiornalismo - Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata

18 gennaio/giugno 2007 > [deadline: 15/01/2007]
Sono aperte le iscrizioni alla 4. edizione del Master di Fotogiornalismo dell’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione integrata. Il Master è rivolto a fotografi che abbiano una preparazione tecnica generale sulla fotografia di livello medio-alto, preferibilmente che abbaino partecipato a un corso almeno biennale di fotografia post-diploma. Si prendono in considerazione candidature che non rispondano ai requisiti di ammissione sopra indicati solo in caso di fotografi con già provata esperienza nel campo che vogliano migliorare la propria preparazione. IL corso è a numero chiuso e la quota massima di partecipanti iscritti è fissata in 15 unità. Info: tel 06 4469269 e-mail: info@isf-ci.it; ww.isf-ci.it

16/01/2007


U&theCity - Università e trasformazioni urbane_ mostra architettura

17 gennaio - 28 febbraio 2007, Torino
Si inaugura oggi alle ore 18, presso il Politecnico di Torino, piazzale Galileo Ferraris (cortile interno al Politecnico), in C.so Castelfidardo 51, la mostra “U&theCity - Università e trasformazioni urbane”, organizzata in occasione dell’Universiade di Torino 2007, dall’Urban Center Metropolitano. La mostra è dedicata ai nuovi insediamenti universitari a Torino e nell’area metropolitana e alla trasformazione urbana che la localizzazione dell’offerta formativa innesca. L’esposizione ripercorre, attraverso tavole, progetti e immagini, i luoghi del sistema universitario torinese e la loro evoluzione recente e futura: un percorso per scoprire come le strutture universitarie rivestano un ruolo di primo piano nel processo di trasformazione dell’area metropolitana torinese. Tra i progetti esposti quello relativo alla Cittadella Politecnica e il Polo delle Facoltà Umanistiche nell’area ex Italgas. Le immagini che corredano il percorso sono state realizzate da Michele D’Ottavio. Info: tel +39 011 19751601 fax +39 011 19751188 e-mail: info@urbancenter.to.it; UCM

Tuning 07_ incontro con Angelo Borrego

Si terrà il 16 gennaio alle ore 17, presso lo Spazio mostre, Facoltà di Architettura e Società, PoliMi, in via Ampère 2, il 1. incontro di “Tuning 07″, con Angelo Borrego. Il nome del progetto, TUNING, fa riferimento alle idee di di sintonizzarsi, stare in ascolto, captare. L’iniziativa, promossa da un gruppo di studenti della Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano ed interamente finanziata dalla facoltà stessa, consiste nell’organizzazione di un ciclo di incontri con giovani progettisti e ricercatori europei, che, in virtù dell’età e del fatto che in molti casi continuano a frequentare a vario titolo strutture universitarie, producono lavori innovativi per tipologia, linguaggio, metodo, procedure. Non si vuole riconoscere al carattere di novità un valore in quanto tale, ma si ritiene che esperienze di questo tipo, meno rigidamente ideologiche o viceversa meno scafate e ciniche, possano aiutare una ridefinizione del profilo e dei limiti disciplinari, anche in relazione a responsabilità e strumenti di lavoro. In quest’ottica, l’aprirsi ad esperienze internazionali non può che giovare, alla professione e alla facoltà. L’idea è quella di indagare sugli attuali scenari della ricerca in campo architettonico, in senso lato, e sui nuovi approcci alla disciplina. La volontà è, chiaramente, quella di partecipare attivamente, in quanto studenti, al dibattito, aprendo la facoltà ad esperienze eterodosse, spesso poco note; non tanto, appunto, nell’intento di dare voce allo star system consolidato, quanto piuttosto di dare spazio a voci giovani e dissonanti, e di qualità, mettendo a frutto i contatti che molti di noi hanno stabilito e coltivato in seguito alla partecipazione al programma Erasmus. Info: Valentina Sartorio, tel +39 02 34538354 fax +39 02 34538355 e-mail: valentina.sartorio@equipemilano.com; arch-PoliMi

17/01/2007


Presentazione del Corso di laurea in Design della Facoltà di Architettura di Alghero

Si terrà oggi, con inizio alle ore 11, presso la sala convegni di San Francesco, in via Carlo Alberto, ad Alghero, la presentazione del programma scientifico-didattico del nuovo Corso di laurea in Design della Facoltà di Architettura di Alghero che partirà a settembre. La giornata si aprirà con i saluti del Preside della Facoltà di Architettura Giovanni Maciocco, con il contributo di alcuni dei docenti che dal settembre 2007 si confronteranno con gli studenti per inaugurare il Corso di laurea in Design, il primo in Sardegna. Il corso prevede la formazione con un programma scientifico-didattico relativo alle seguenti aree: progettazione grafica e web design, allestimento e museografia, modellazione e prototipazione virtuale e tridimensionale, progettazione di oggetti, di interni e di architettura minima, manufatti per l’arredo urbano e light e color design. Integrazione, inoltre, dei sistemi ed eventi di produzione-rappresentazione arte/artigianato/editoria e moda, ricerca, catalogazione e archivio storico-iconografico, informatica e gestione di database. La laurea si propone di formare una nuova figura professionale in grado di elaborare e progettare strategie per la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale e di coordinare i progetti di marketing per migliorare la competitività di un’area geografica ad alto potenziale di risorse territoriali e ambientali. Interverranno: - Giovanni Maciocco, Preside della Facoltà di Architettura di Alghero | - Arnaldo Cecchini, Presidente del Corso di laurea in Pianificazione territoriale | - Silvano Tagliagambe, Presidente del Corso di laurea in Architettura | - Sebastiano Bagnara, docente di Comunicazione ed ergonomia | - Manlio Brusatin, docente di Storia del design | - Nicolò Ceccarelli, docente di Design e computer grafica | Durante la conferenza verrà data anticipazione del Convegno sul Design che si terrà a Sassari e ad Alghero nelle giornate del 23 e 24 febbraio 2007 e che vedrà la partecipazione di rappresentanti e autorità del design nazionale e internazionale. Info: Serena Orizi, tel +39 079 9720431 fax +39 079 9720420 e-mail: serena.orizi@uniss.it; arch-UniSs

18/01/2007


Terragni inedito_ mostra di disegni e fotografie inedite di Giuseppe Terragni

18 gennaio - 11 febbraio 2007, Como
Si inaugura stasera alle 18, presso la sala del Broletto, in piazza Duomo a Como, la mostra “Terragni inedito”. La mostra è realizzata dal Comune, dall’Ordine degli Architetti, dall’Archivio “Piero Bottoni” del Politecnico di Milano e dall’associazione “Archivio Cesare Cattaneo” di Cernobbio con il contributo della Provincia e del Comune di Olgiate, del Collegio delle Imprese Edili, dell’Atelier Giuseppe Rivadossi, del Rotare Club Baradello, dall’associazione “Amici di Como” e del Centro Legno Arredo di Cantù. Grazie alla ricerca di Giancarlo Consonni e Graziella Tonon del Politecnico di Milano la mostra presenterà materiali inesplorati dell’opera del Terragni: tre preziosi tasselli della produzione del Terragni caricaturista, un foglio di viaggio in ambito bolognese; due grandi disegni “michelangioleschi” della tesi di laurea. Appunti e progetti di architettura ignoti e utili per illuminare passaggi cruciali dell’opera del maestro, ovvero: l’ampliamento della scuola elementare di Olgiate Comasco, il progetto non realizzato di ristrutturazione di una casa in viale Varese a Como e lo studio del Ristorante per 10.000 persone e dell’annesso padiglione dell’Arredamento della casa e dell’albergo, nell’ambito del progetto per la nuova Fiera campionaria di Milano del 1937-38. Del progetto della nuova Fiera saranno esposti per la prima volta tutti i disegni conservati nell’Archivio Bottoni e un modello in scala 1:1.000 realizzato espressamente per la mostra. Il complesso della Fiera e quello del Ristorante saranno inoltre visitabili attraverso una restituzione virtuale in 3D. Un altro modello - in scala 1:50 - consentirà di apprezzare meglio il progetto per la casa di via Varese. All’interno della mostra saranno inoltre visibili alcune fotografie di Terragni studente al Politecnico di Milano e altre che lo ritraggono sul Patris II, la nave che nel 1933 lo condusse al congresso internazionale degli architetti. Info: tel 02 23995828 e-mail: archivio.bottoni@biblio.polimi.it - Liana Frola, tel 02 23995043 e-mail: liana.frola@polimi.it; dPA-PoliMi - loc.pdf

19/01/2007


Museo Nazionale del Cinema - INLAND EMPIRE di David Lynch_ anteprima nazionale

Stasera alle ore 20.30, presso il Cinema Massimo, a Torino, si terrà l’anteprima nazionale del film INLAND EMPIRE di David Lynch, che sarà presentato da Enrico Ghezzi. La proiezione in anteprima si inserisce all’interno dell’ampio omaggio “La fiamma del peccato. Il cinema di David Lynch” che il Museo Nazionale del Cinema dedica al regista americano dal 17 al 31 gennaio 2007. L’incontro con Ghezzi inaugura un ciclo di lezioni di cinema che il Museo proseguirà nel corso dell’anno in occasione delle principali retrospettive. L’anteprima di INLAND EMPIRE è realizzata grazie alla collaborazione con BIM Distribuzione. Il film sarà proiettato in lingua originale con i sottotitoli in italiano. La retrospettiva “La fiamma del peccato. Il cinema di David Lynch” è un progetto del Museo Nazionale del Cinema realizzato con la collaborazione della Cineteca del Comune di Bologna e della Fondazione Cineteca Italiana. Info e programma: Veronica Geraci, tel 011 8138509 e-mail: geraci@museocinema.it; MNC

20/01/2007


Memoriae Causa - Carlo Scarpa e il complesso monumentale Brion 1969-1978

20 gennaio - 25 marzo 2007, Treviso
Si inaugura oggi, presso gli spazi espositivi di Palazzo Bomben, in via Cornarotta 7, a Treviso, la mostra su Carlo Scarpa “Memoriae Causa”. La Mostra documenta il complesso monumentale Brion situato nel Comune di Altivole (Tv), ultima opera magna del maestro veneziano: la sua progettazione e l’esecuzione lo impegnarono dal 1969 fino alla sua morte avvenuta in seguito ad una caduta accidentale durante un viaggio a Sendai, in Giappone. Tra i materiali presentati: - “Memoriae Causa”, pubblicazione contenente 18 fotografie del complesso monumentele Brion scattate da Renai e Pietro Poli e selezionate da Carlo Scarpa. Venne stampato in 200 copie nel 1977 | - disegni originali della Tomba Brion provenienti dall’Archivio privato dell’impresa edile che realizzò l’opera | - Il modellino originale del Complesso Monumentale di Altivole donato, in segno di gratitudine, al RIBA (Brithish Architectural Library Drawings & Archives Collections), di Londra da Scarpa nel 1974 in occasione della mostra “Carlo Scarpa, Architetto poeta” | - documentario sulla Tomba Brion con immagini e testimonianze inedite della committenza, delle maestranze impegnate nel cantiere e del figlio Tobia. Regia di Riccardo De Cal | - Video inedito della Conferenza “Può l’architettura essere poesia?”, tenuta da Carlo Scarpa presso l’Accademia di Belle Arti a Vienna nel 1976 | - “Mille Cipressi”, registrazione audio inedita della Conferenza tenuta da Carlo Scarpa a Madrid nel 1978 nella quale illustra agli studenti il suo progetto. Info: tel 0422 512200 fax 0422 512229 e-mail: info@palazzobomben.it; www.palazzobomben.it

22/01/2007


Torino 2008 World Design Capital

Nel 2008 Torino sarà la prima World Design Capital. Assegnando questo titolo a Torino i due organi mondiali Icsid (International Council of Societies of Industrial Design) e Ida (International Design Alliance) hanno riconosciuto alla città innanzitutto la volontà progettuale di rinnovare sé stessa attraverso innovazione e creatività. A un anno dall’inizio di un evento che non ha precedenti, questo incontro vuole mostrare il lavoro svolto finora e indicare gli obiettivi che la città si è data, consapevole del ruolo di beta-tester del progetto World Design Capital. Il design ci appartiene, ci viene incontro con una frequenza quotidiana. Perciò Torino 2008 World Design Capital vuole offrire una visione più chiara possibile, bilanciando la sensibilità italiana e il valore dell’identità piemontese – coraggiosa, sfaccettata e spesso nascosta – con i temi rilevanti, i significati e i fatti del design contemporaneo. Il design è prima di tutto il privilegio di porsi domande. In sintonia con questa percezione, Torino 2008 vuole formare il proprio carattere adottando soluzioni e metodi nuovi, stimolando una partecipazione aperta e creando un sistema di comunicazione visiva che evolve attraverso l’impegno e l’esperienza di coloro che accolgono il design come invito a migliorare la vita. Info: tel +39 011 218213 fax +39 011 2169828 e-mail: info@torinoworlddesigncapital.it; www.torinoworlddesigncapital.it

23/01/2007


2. edizione - Premio Paolo Costantini per la saggistica sulla fotografia

[deadline: h 19 - 23/01/07]
Al fine di promuovere la riflessione teorica e la ricerca storica e storiografica sulla fotografia e di favorire la circolazione di idee e di saperi necessari al dibattito contemporaneo e alla crescita della cultura fotografica e più in generale artistica in Italia, il Museo di Fotografia Contemporanea bandisce un premio per la saggistica sulla fotografia. Il premio, intitolato allo storico e critico della fotografia Paolo Costantini, è istituito con cadenza biennale e consiste nella pubblicazione integrale del lavoro del vincitore in un volume della collana Quaderni di Villa Ghirlanda. Info e bando: tel 02 6605661 fax 02 6181201 e-mail: premiocostantini@museofotografiacontemporanea.org; MFC

25/01/2007


Parole per la città - sette lezioni per una scuola di ricerca civile

25 gennaio - 11 aprile 2007, Genova
Si terrà a partire da oggi, ore 17, presso Palazzo Ducale, Salone del Minor Consiglio, a Genova, “Parole per la città - sette lezioni per una scuola di ricerca civile”, organizzato dal Comune di Genova Assessorato alla Cultura, da Themis Scuola per la pubblica amministrazione e da Genova Palazzo Ducale. Le lezioni civiche tornano quest’anno ad esplorare le Parole per la città, proponendo altre domande sui luoghi e problemi essenziali della vita associata. Si può parlare di un bene comune e come lo si riconosce nella dissociazione di interessi e attese dei diversi gruppi, corporazioni, ceti, professioni? Che ruolo giocano la cultura e l’istruzione nella società dei consumi sensibile soprattutto al rendimento immediato di ogni tipo di investimento materiale e spirituale? Quanto e come incide l’opinione pubblica sulle decisioni collettive e come interferisce con i momenti decisionali istituzionali? Quali sono il ruolo e il peso della comunicazione nella realtà politica ed economica odierna? Contano più i fatti e le decisioni o il modo con cui sono comunicati? C’è oggi un problema della democrazia come governo della maggioranza? Come si pongono e si possono affrontare i rapporti tra le logiche quantitative e le esigenze di merito e qualità? Qual è il potere dell’economia nella società contemporanea? Quanto serve a spiegare la politica e i rapporti di forza tra stati e all’interno della società? E’ possibile un’intesa, un patto tra le generazioni? Passato e presente comunicano ancora nella società della memoria labile e del presente frettoloso? | Gruppo promotore: Antonio Balletto, Alberto Beniscelli, Luca Borzani, Vittorio Coletti, Gerardo Cunico | Info e programma: tel 010 5573967/74840 fax 010 5573970 e-mail: cittacultura@comune.genova.it; www.palazzoducale.genova.it

FAKE MOVEMENT - L’immagine video tra cinema e spettacolo del mondo

25 gennaio - 3 febbraio 2007, Bologna
Si inaugura stasera alle ore 21, presso neon>campobase, in via Zanardi 2/5, a Bologna, la mostra “Fake Movement. L’immagine video tra cinema e spettacolo del mondo”, a cura di Marinella Paderni, Elvira Vannini e Roberto Maggiori. La mostra indaga il linguaggio video contemporaneo relazionandolo con la spettacolarizzazione della realtà, del cinema e della televisione, media che da tempo propongono pseudo realtà, contenitori di micro e macroeventi costruiti sull’illusione della verità. Tra reality-show, fiction, realismo lenticolare spinto all’accesso, tv-realtà e infotainment, la videoarte mantiene una sua autonomia critica. Rappresentazione del mondo e produzione di senso rimangono i cardini di questa espressione artistica, nonostante le contaminazioni e le commistioni linguistiche con il cinema e la televisione che anzi diventano esse stesse modalità d’intervento critico. Gli artisti internazionali selezionati mantengono dunque un sottile equilibrio tra l’esperienza artistica e il linguaggio cinematografico-televisivo, concedendosi una libertà concettuale e narrativa che viene paradossalmente supportata proprio dalla natura spettacolare delle immagini odierne. Artisti: Rossella Biscotti | Keren Cytter | Carles Congost | Susi Jirkuff | Chistelle Lheureux | Daniel Pflumm | Anri Sala | Info: tel +39 051 5877068 fax +39 051 5877068 e-mail: info@neoncampobase.com; neon>campobase - www.aroundphotography.it

26/01/2007


ICity-periferiche_Mappe mentali per una periferica

26 - 27 gennaio 2007, Bologna
Si inaugura stasera dalle ore 18 in poi, presso l’Urban Center Bologna, Palazzo Re Enzo (accesso dal Voltone del Podestà), a Bologna, “ICity-periferiche. Mappe mentali per una periferica”, a cura di Fabrizio Basso, Silvia Cini, Emanuele Piccardo, Elvira Vannini. Webmaster: Diego Ghiddini. ICity-periferiche è un progetto in progress che si svolgerà, in un primo step, a Bologna durante i giorni di Artefiera proseguendo per tappe attraverso le maggiori città italiane, arricchendosi di contenuti di luogo in luogo. Il titolo gioca ironicamente su un cut up semantico che prevede l’uso e lo sfruttamento dell’i-pod, spostando il concetto di fruizione da un ascolto passivo alla possibilità di interagire con il mezzo e di mostrare o rendere ascoltabili le proprie produzioni tramite video e audio podcast. L’i-pod diventa così lo strumento per comunicare il pensiero partendo dal concetto di copyleft che consente una diffusione aperta e senza limiti della creatività artistica, attraverso l’interazione tra persone e “periferica”. La modalità di funzionamento dell’i-pod è nel nostro caso un piano di lavoro interdisciplinare che coinvolgerà un gruppo di artisti, critici, architetti, poeti, sociologi, ecc., che invitati a partecipare, doneranno un lavoro: video, audio o intervento sonoro o di immagini. Il progetto I-city cerca di ribaltare il concetto di nomadismo e di zona temporaneamente autonoma teorizzata da Hakim Bay attraverso l’uso di i-pod che, come una TAZ, avrà “una collocazione temporanea, ma reale nel tempo e una locazione temporanea, ma reale nello spazio”, senza un luogo fisico di riferimento si costituirà un archivio internet, da cui selezionare e scaricare la propria play list, insieme ad una serie di mostre e manifestazioni che riproporranno ogni volta i lavori presentati nelle tappe-città precedenti con quelli della tappa ospitante, creando così una serie di mappe per questa “periferica”. Anche William Burrowghs con il concetto di language it’s a virus teorizza azioni di sonorizzazioni urbane attraverso radio e registrazioni che si spostano accumulando suoni, immagini e testi nello spazio, nel nostro caso i-pod è il ribaltamento del concetto artistico architettonico di white cube, dove la produzione artistica di un immaginario si sposta nello spazio invece di esserne contenuta. Sul sito www.icity-periferiche.com e www.itune.com convergeranno tutti i lavori che saranno aggiornati in tempo reale inglobando in un processo collettivo tutti i contributi. Tra i partecipanti: ACZ, altro_studio, L’accalappiacani, Alessandra Andrini, Sergia Avveduti, Cesare Ballardini, Simone Barresi, Francesco Bernardi, Marco Bernacchia, Davide Bertocchi, Paolo Bertocchi, Patrizia Bonardi, Patrizia Bonifazio, Camillo Botticini, Diego Caglioni, Annalisa Cattani, Piero Cattani, Vanessa Chimera, T-Young Chung, Valentina Ciuffi, Damiano Colacito, Gianluca Cosci, Cuoghi Corsello, Roberto Daolio, Michele Dantini, Alan d’Incà, Disco Drive, Ericailcane, Mirko Fabbri, Arianna Fantin, Emilio Fantin, Marco Fantini, Andrea Galvani, Giovanni Gandolfi (Unhip Records), Luca Gemma, Patrizia Giambi, Gino Gianuizzi, Attilio Gigli, Global Groove, Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, Silvia Grandi, Francesca Grilli, Paolo Gonzato, Guido Guidi, HOV, Koan01, LAN, Alessandro Lanzetta, lucasantiago, Federico Maddalozzo, Luciano Maggiore, Andrea Melloni, Maurizio Mercuri, Guido Molinari, Sabrina Muzi, Andrea Nacciarriti, Fabiola Naldi, Massimiliano Nazzi, Elena Nemkova, Sandrine Nicoletta, Paolo Nori, Gruppo Olyvetty (Benassi/Rocchetti), Marinella Paderni, Chiara Passa, Daniele Pario Perra, Stefano Pasquini, Chiara Pergola, Maria Vittoria Perrelli, Roberta Piccioni, Paolo Piscitelli, Anteo Radovan, Giovanna Ricotta, Fabrizio Rivola, Mili Romano, Christian Rainer, +ramtv, Anna Rossi, Marco Samorè, Gianfranco Sanna, Settlefish, Francesco Spampinato, Petar Stanovic, sinistr++, Sabrina Torelli, Adriana Torregrossa, Simone Tosca, The Death of Anna Karina, Pleurad Xhafa, Gruppo Zero, Zimmer Frei, Diego Zuelli. … Si ringraziano per la gentile collaborazione: Archphoto, Plug_in, Urban Center Bologna, Comune di Bologna, siproduzione, Alan d’Incà, Undo.net, neonwww.unhiprecords.com]. Info: tel 051 271006 e-mail: icity@archphoto.it; www.icity-periferiche.com

Golem N. 10 - dicembre 2006_ L’intrusione

L’Intrusione è il tema proposto da Gherardo Colombo, che inaugura una nuova serie della rivista. Con una nuova e stabile collaborazione Colombo solleciterà i contributi di autori (e dei lettori), generando un numero che si arricchisce ogni giorno e cresce nel tempo. Altre novità: spariscono le rubriche aprendo un ampio ‘fuori tema’ che ospita altre emergenze e divagazioni, liberamente. Continuano i lavori in corso, così ben avviati con I numeri delle donne. (Le idee si muovono: Alla salute!)… su Golem

27/01/2007


OFFSIDE_ installazione videofotografica di Cristian Chironi

27 gennaio - 16 febbraio 2007, Modena
Stesera alle ore 19, presso la 42 OFF, project room della Galleria 42 contemporaneo, in via Carteria 58, Modena, verrà presentata OFFSIDE, un’installazione videofotografica di Cristian Chironi. Questo 2. appuntamento del ciclo ONE BAR GALLERY, prende in prestito dal dizionario del calcio uno dei suoi vocaboli più conosciuti. L’“off-side”, in italiano “fuori-gioco”, indica, in breve sintesi, la regola che sanziona la posizione irregolare di un calciatore sul campo di gioco durante un’azione offensiva. L’artista, però, questa volta, ne espande funzione e significato in senso metaforico, alludendo non tanto alle dinamiche della gara calcistica quanto piuttosto alla “posizione” del performer nel proprio “campo di gioco”, nello spazio dell’azione estetica. Da una parte OFFSIDE introduce così il contesto e il contenuto dell’arte, ma dall’altra viene ad esibire una vera attitudine strategica: l’“essere fuorigioco”, l’assegnare al soggetto esecutore un’identità instabile, doppia, mutante nel momento in cui ambisce a superare il divario fra il mondo immaginario della memoria e il mondo della realtà concreta che ne è l’attualizzazione. La mostra si articola su due fronti, uno video e l’altro fotografico, senza che però essi presentino soluzione di continuità: le fotografie esposte sulle pareti della stanza, infatti, sono state generate da immagini presenti nel filmato. La video-performance intitolata Poster è il cuore pulsante dell’intero allestimento. In essa l’artista si identifica, attraverso un guardaroba professionistico, nel personaggio di un calciatore che tenta di entrare a far parte, come “dodicesimo uomo” virtuale, di alcune formazioni calcistiche del passato, estratte, per essere precisi, dall’album fotografico dei ricordi familiari e allestite come fondali di scena in scala 1:1. È Chironi stesso a suggerire che occorre “trasformare se stessi in immagine” costringendo “corpo e immagine, reale e finzione, presente e passato, movimento e immobilità” a scambiarsi di posto vicendevolmente al fine di persuadere lo spettatore di quanto sia labile e illusoria la linea di confine che li separa. Per questa occasione Poster è accompagnato da un gruppo di tableaux fotografici inediti che intendono selezionare e conservare le immagini più significative del lavoro, ma anche predisporre, insieme all’esposizione di piccoli trofei sportivi, l’arredamento scenografico ideale per la simulazione di un classico “bar dello sport”, uno dei luoghi, come si sa, più amati dagli italiani, tifosi e no. La messa in scena prevede infatti sia l’installazione di un autentico bar dotato di bancone d’epoca, sia la presenza di un autentico barman, un noto professionista del settore, che sarà lieto di intrattenere e stupire con alcuni dei suoi rinomati cocktails e aperitivi, il curatore della mostra in compagnia di un illustre ospite che, per la particolare occasione, sarà lo scrittore di romanzi e autore di fiction televisive di grande successo Marcello Fois. I tre, al fine di penetrare l’enigma dell’arte, useranno come passepartout l’arma della conversazione confidenziale e del dialogo informale accingendosi a chiacchierare di società, cultura, costume, sport e tempo libero, nonché di arte. Il piccolo talk show verrà dedicato al pubblico degli astanti convenuti per la mostra per i quali sarà aperto, al termine della serata, uno spazio “dialogante” per eventuali osservazioni e curiosità in merito agli argomenti affrontati. Fino alla conclusione della mostra la sede di Via Carteria n. 58 resterà aperta tutti i giorni dalle 17 alle 19. Chi lo desidera potrà ascoltare una lettura critica su OFFSIDE di Cristian Chironi eseguita da una voce registrata in sostituzione del consueto testo redatto su carta. (Pier Francesco Frillici). Info: tel 059 222199 e-mail: galleria@fastwebnet.it; www.galleria42.com - CristianChironi

30/01/2007


B.oA. - artisticit(t)à_ concorso

[deadline: 30/01/2007]
Il concorso Artisticit(t)à è promosso dal network B.oA., un collettivo d’associazioni, gruppi e singoli, che si occupano variamente a Palermo di arti, architettura, design, promozione culturale, urbanistica, etc. La rete è nata con l’intento di creare sinergie sul territorio finalizzate alla realizzazione di un progetto a lungo termine e di ampio respiro: un laboratorio aperto, interdisciplinare, propositivo sulla e per la città di Palermo, nella convinzione che negli interstizi e nei contatti tra le discipline ci sia la possibilità di mettere in relazione realtà a volte lontane, varcare perimetri e tentare sconfinamenti. L’organizzazione di un primo evento urbano diffuso nella settimana dal 13 al 22 ottobre in concomitanza con l’apertura della sezione palermitana della Biennale d’Architettura di Venezia, è stata la dimostrazione visibile di un’attenzione e di un riconoscimento, dell’esistenza di sguardi diversi e interessanti (piuttosto che interessati) sulla città. Sguardi che, messi in connessione, rivelano energie e capacità d’azione notevolmente più efficaci. L’evento, che fa parte di un progetto articolato della durata complessiva di quattro mesi, ha messo in rete lavori fotografici, video, performance, istallazioni urbane e varie forme di ricerca e sperimentazione dei linguaggi artistici, già sviluppati, che avevano come tema il racconto, l’interpretazione, la visione del territorio della città di Palermo. Questo bando vuole operare uno scarto rispetto a quanto già fatto: cercare progetti, idee e competenze, stimolare la progettazione e la riflessione sulla città che abitiamo e contribuire alla realizzazione degli stessi. Info e bando: e-mail: info@boapalermo.org; www.boapalermo.org

31/01/2007


UnDo.Net_ Eventi in video: raccontare l’arte mentre succede

Far parlare le immagini è sempre il tentativo di sopperire alla mancanza di presa diretta del linguaggio sulle cose. E’ un modo per tentare di restituire più senso di quanto il linguaggio verbale o scritto riesca a comunicare. Non siamo d’accordo nel ritenere un filmato un modo per “vedere” una mostra che non si può visitare, ma pensiamo che un racconto per immagini possa stimolare la curiosità ed essere uno strumento propedeutico capace di promuovere e divulgare idee. “Eventi in video” propone riprese e commenti di esposizioni e incontri, “visite guidate”, resoconti, interviste, con l’intento di affidare alla rete testimonianze di eventi selezionati del panorama artistico. “Eventi in video” non nasce solo per anticipare informazioni, ma anche per offrire uno spaccato delle situazioni in corso e un esito dei loro sviluppi. “Raccontare l’arte MENTRE succede” è uno degli intenti di UnDo.Net sin dalla sua fondazione (1995). Abbiamo infatti scelto il nome UnDo perchè è quel comando che al computer permette di tornare indietro, smontando e rimontando il proprio elaborato. Proprio come succede MENTRE si sta creando qualcosa, MENTRE si sta facendo, nella contemporaneità. “Eventi in video” proporrà contributi realizzati dagli organizzatori degli eventi o, su richiesta, da UnDo.Net. Per informazioni sui costi e le modalità di partecipazione: tel 02 6684254 (ore 15-19) e-mail: adv@undo.net; UnDo.net

vai su>|news|