NEWS in archivio dicembre 2007
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

1/12/2007


LE CORBUSIER. Dipinti e disegni

1 dicembre 2007 - 30 marzo 2008, Alessandria
Si terrà presso Palazzo Monferrato, in va San Lorenzo 21, Alessandria, la mostra “LE CORBUSIER. Dipinti e disegni”, in grado di ripercorrere in modo approfondito la carriera artistica di uno dei maggiori architetti del XX secolo. Promossa dalla Società Palazzo del Monferrato e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, l’esposizione, curata da Achille Bonito Oliva, Erich Mouchet e Vincenzo Sanfo, intende porre l’accento sulla carriera pittorica del grande architetto svizzero e in particolare sulla parte più intima della sua ricerca. L’iniziativa alessandrina propone un percorso inedito sul lavoro pittorico di Le Corbusier riunendo opere realizzate dagli anni Venti sino alla morte, coprendo tutto il suo lungo percorso creativo, attraverso autentici capolavori quali Nature Morte Puriste Verticale del 1922, o Femme dans l’embrassure d’une porte del 1933 che ritrae la moglie Yvonne in occasione di un vacanza a Vezelay, o ancora Mains, buste e coquillage del 1954, che fa parte dei celebri collage, cui Le Corbusier dedicherà buona parte del suo impegno figurativo. Oltre ai dipinti - tra cui alcuni oli su tela di grandi dimensioni - e ai disegni, la mostra presenterà alcune sculture e un grande arazzo finora mai esposto. Il percorso espositivo è reso possibile grazie agli eccezionali prestiti concessi dalla Fondazione Le Corbusier e da prestigiose collezioni private, in larga parte inediti in Italia. La mostra rappresenterà pertanto un’occasione unica ed irripetibile per gli studiosi di Le Corbusier e del XX secolo. Le Corbusier, al secolo Charles-Edouard Jeanneret (1887-1965), è stato uno dei più grandi architetti del secolo scorso con una grande passione per la pittura e per l’arte figurativa. Iniziò la sua carriera proprio come pittore e, insieme ad Amedée Ozenfant, fondò il movimento “purista” che, derivato da una forma del tutto particolare di cubismo, poneva l’accento sulla purezza delle forme e sulla loro incidenza formale. […] Info: tel 39 02 43353522 e-mail: servizi@civita.it; www.mostralecorbusier.it

The Power of the Artist #1

1 dicembre 2007 - 3 febbraio 2008, San Giuliano Terme (Pi)
Si inaugura stasera alle 17.30, presso l’Associazione Spazio Dinamico P.M.E., in via del Brennero 45, San Giuliano Terme (Pi), il progetto “The Power of the Artist”, a cura di Matteo Lucchetti. In questa primo episodio il progetto propone un dialogo tra l’opera di Isabella Bordoni e Giuditta Nelli attraverso un’esposizione dei loro lavori concepita come excursus su percorsi alternativi di artisti contemporanei. “The power of the Artist” è un progetto contenitore che si oppone all’idea dell’artista come faber al servizio di chi detiene un potere puramente economico in grado di attivare l’interesse nei confronti del prodotto artistico. Il progetto trae il titolo e lo spunto per una propria indagine da un saggio di Gunnar Krantz, un artista svedese che si è trovato a riflettere sull’effettivo potere dell’artista contemporaneo all’interno di un sistema dell’arte prestabilito; un sistema nel quale, spesso, chi dovrebbe sentirsi in potere di dare una libera lettura di un dato contesto di riferimento attraverso la propria personale ricerca, paradossalmente, si trova a giocare un ruolo minore poiché pensato come semplice creativo in grado di oggettualizzare la realtà. Ritrovano quindi il potere dell’onestà di un’idea i percorsi di Isabella Bordoni e Giuditta Nelli, come riflessione sui ‘luoghi/non luoghi’ come luoghi del vivere. Parallelamente all’esposizione verrà sperimentato ‘Power On’, una sorta di compendio al concetto di The Power of the Artist, che mira ad un’uscita dallo spazio espositivo del progetto, qui affidato ad Alessandro Ratti, che andrà ad utilizzare lo spazio come archivio di tutta la documentazione relativa ad alcuni interventi in luoghi pubblici dell’area urbana di San Giuliano Terme e del centro di Pisa. L’iniziativa, che fa parte di XXL2 – Cantiere Provinciale per la Cultura Contemporanea, è inserita nel circuito TRAART e Porto Franco. Info: tel 346 6602756 fax 050 864071 e-mail: info@spaziodinamicopme.it; www.spaziodinamicopme.it - TRAART - CS.doc

Urbanistica in terraferma tra Novecento e nuovo secolo: bilancio e prospettive

Il 1. dicembre 2007 alle ore 9.30, presso il Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani 7, a Mestre, nell’ambito di ‘Mestre ‘900′, si terrà la tavola rotonda dal titolo “Urbanistica in terraferma tra Novecento e nuovo secolo: bilancio e prospettive”, una riflessione su come si è formata nello scorso secolo la città di terraferma e sulle nostre responsabilità di rendere più qualificato il suo assetto futuro, tanto più importante vista la prossima scadenza del Piano di assetto territoriale (PAT) che deve disegnare la struttura della città per i prossimi anni e costituisce perciò un’occasione che non può essere perduta. Le città in questi ultimi decenni si sono enormemente dilatate formando masse frammentate su territori sempre più indistinti, configurazioni instabili, dalla forma incerta nelle quali avvengono continui mutamenti e società complesse e sempre più multietniche ricercano nuovi equilibri. Il Novecento di Mestre è stato caratterizzato da molti fenomeni precursori di quanto avviene oggi su aree più estese. Saranno presenti alla tavola rotonda vari esponenti del Comune e interlocutori della Provincia e della Regione. Info: tel 041 2386111 fax 041 2386112 e-mail: candiani@comune.venezia.it; www.candiani.comune.venezia.it

99 Icone. Da segno a sogno

2 dicembre 2007 - 24 febbraio 2008, Bergamo
Inaugura il 1 dicembre 2007, alle ore 17, negli spazi dell’Accademia Carrara e della GAMeC di Bergamo, la mostra a sfondo benefico “99 ICONE. Da segno a sogno. Oggetti e progetti italiani, fuori dal tempo, per dare un futuro ai bambini di favela” in una selezione di Enrico Baleri e Luigi Baroli. Obiettivo primario della mostra è la raccolta di fondi che andranno a finanziare il progetto di Cesvi - organizzazione umanitaria indipendente fondata nel 1985 a Bergamo e oggi attiva in oltre 30 Paesi nel mondo - a sostegno della Casa del Sorriso di Rio de Janeiro, dove CESVI segue bambini e ragazzi di favela con attività di formazione, socializzazione, assistenza legale e recupero sociale attraverso le arti plastiche e figurative. Organizzata dal Centro Ricerche Enrico Baleri e curata da Enrico Baleri e Luigi Baroli, l’esposizione riunisce 99 piccoli grandi capolavori rappresentativi di uno stile che ha reso celebre e inconfondibile in tutto il mondo il design italiano. Sono alcuni degli oggetti cult del Made in Italy, testimoni d’eccezione della creatività, della ricerca e dell’innovazione del genio italico applicato, soprattutto, alla moda e al design. Una selezione di abiti, accessori, arredi, lampade, gioielli, elettrodomestici, apparecchi radio e televisori, moto e automobili, che nel loro insieme restituiscono l’immagine di un mito italiano che resiste ancora oggi. Info: uff_st: tel 035 239807 e-mail: cosmo@cosmo-comunicazione.it; www.cosmo-comunicazione.it - tel +39 035 270272 fax +39 035 236962 e-mail: info@gamec.it; www.gamec.it

2008 International Architecture Awards

[deadline: 1/12/2007]
The Chicago Athenaeum: Museum of Architecture and Design in association with Metropolitan Arts Press Ltd. and The European Centre for Architecture Art Design and Urban Studies are organizing the next edition of the “International Architecture Awards” as a way in which to honor the most outstanding contemporary architecture designed and built throughout the world. The program is organized and curated by the Finnish architecture journalist and critic, Christian K. Narkiewicz-Laine and co-presented by Milan’s prestigious Abitare Magazine. Last year, hundreds of submissions for this Awards program were received from the best and most renowned design firms in Europe, Asia, Africa, Australia, and the Americas. The submissions ranged from new corporate headquarters, skyscrapers, institutions, sports and transportation facilities, airports, urban planning projects, sacred spaces, and private residences and multi-family housing designed by architects in their countries of origin or abroad for both built and unbuilt projects alike. In 2007, fifty-seven (57) projects were selected by a distinguished jury in Moscow, which was organized by the Union of Architects of Russia. Noted Russian architectural practitioners and architecture journalists served as jury members and honored 57 projects with the “International Architecture Award”. Info: Lary L. Sommers, tel +1 815 7774444 fax +1 815 7772471 e-mail: info@chicagoathenaeum.org; www.chi-athenaeum.org - www.europeanarch.eu - CS.pdf

2/12/2007


Franco Vaccari. Opere 1955/1975

2 dicembre 2007 - 17 febbraio 2008, Modena
Si inaugura oggi alle 11.30 e alle 12.30, rispettivamente alla Palazzina dei Giardini, in Corso Canalgrande 103, e al Fotomuseo Giuseppe Panini, via Giardini 160, a Modena, la mostra “Franco Vaccari. Opere 1955/1975″. A cura di Luca Panaro e da Roberta Russo. Organizzata e prodotta dal Fotomuseo Giuseppe Panini di Modena, dalla Galleria Civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Dalla scoperta dello strumento fotografico per fare arte e dell’inconscio tecnologico del mezzo, fino a provocare situazioni che inducono il pubblico a partecipare attivamente alla realizzazione delle opere. E’ tra questi due poli che si dipana il viaggio creativo di Franco Vaccari, punto di riferimento nel mondo dell’arte contemporanea dalla sua partecipazione alla Biennale di Venezia del 1972, protagonista nella propria città di questa significativa retrospettiva che presenta, tra le altre, alcune importanti opere inedite che prevedono la partecipazione dei visitatori e racconta il percorso di un artista curioso, poliedrico, fuori dalle strettoie dei movimenti di gruppo, che ha soprattutto anticipato l’estetica relazionale, di cui tanto si parla in questi anni, dando attenzione all’interazione opera/pubblico. Ad accompagnare la mostra il libro “Franco Vaccari. Fotografie 1955/1975″ edito da Baldini Castoldi Dalai (Milano, 2007). Info: tel +39 059 2032911 fax +39 059 2032932 e-mail: galcivmo@comune.modena.it; www.comune.modena.it/galleria - tel +39 059 224418 fax +39 059 238396 e-mail: info@fotomuseo.it; www.fotomuseo.it - www.studiopesci.it

Ausa Marecchia: un’esplorazione del terzo paesaggio

Il 2 dicembre 2007 dalle 10 alle 13 si farà “Ausa Marecchia: un’esplorazione del terzo paesaggio”: un percorso a piedi seguendo i due fiumi di Rimini per arrivare fino al punto più orientale della città alla fine del molo. Un’esplorazione durante la quale verrano raccolti video, suoni, fotografie all’interno del progetto di mappatura Rimini Atlas e anche come contributo al concorso internazionale di idee per la riqualificazione del Rockisland. Un percorso di avvicinamento al sito attraverso le vie fluviali della città. “Con l’espressione ‘Terzo paesaggio’ Gilles Clement indica tutti i ‘luoghi abbandonati dall’uomo’: i parchi e le riserve naturali, le grandi aree disabitate del pianeta, ma anche spazi più piccoli e diffusi, quasi invisibili: le aree industriali dismesse dove crescono rovi e sterpaglie; le erbacce al centro di un’aiuola spartitraffico. Sono spazi diversi per forma, dimensione e statuto, accomunati solo dall’assenza di ogni attività umana, ma che presi nel loro insieme sono fondamentali per la conservazione della diversità biologica”. (Gilles Clement, Manifesto del terzo paesaggio) | Rimini è stata nel corso degli anni spazio privilegiato di investigazione e immaginata come luogo per lo sviluppo di numerosi progetti nel public space. Città come risorsa infinita dove il passato e il futuro si incontrano dialogando così in un presente dinamico, dotato di memoria e che non cancella le ferite e i segni del tempo salvaguardando anche i suoi luoghi selvaggi a proteggere il mito. La città come laboratorio permanente e collettivo. Promosso da Giardini Pensili e Velvet Factory in collaborazione con l’Ordine degli architetti PPC della Provincia di Rimini. Info: tel 3482930262 e-mail: roberto@velvet.it; www.velvet.it - tel +39 0541 759316 e-mail: lab@giardini.sm; www.giardini.sm

3/12/2007


URBS 2007 - forum internazionale sulle trasformazioni urbane

3 - 4 dicembre 2007, Roma
Si terrà alle ore 9.30, presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, in via di Ripetta 190, a Roma, “URBS 2007″, forum internazionale sulle trasformazioni urbane, organizzato dall’L'Acer, insieme agli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Roma. Finita l’epoca della crescita incontrollata le aree urbane sono oggi chiamate a ripensare se stesse ed il proprio ruolo, dotandosi di nuove strategie di sviluppo. Un processo che richiede specifiche capacità progettuali: - per esercitare una forza attrattiva verso investitori, imprenditori e creativi | - per rendere innovative le “Città consolidate” senza alterarne il tessuto storico | - per assicurare vivibilità ed integrazione alle aree marginali | Il Forum URBS si propone come appuntamento annuale, per tutti i protagonisti delle trasformazioni urbane, dove definire un futuro per le nostre Città finalmente condiviso e sostenibile. Info: tel 06 97604560 fax 06 97604561 e-mail: architettiroma@archiworld.it; www.architettiroma.it - progr.pdf

Ugo Mulas - La scena dell’arte

4 dicembre 2007 – 2 marzo 2008, Roma
5 dicembre 2007 – 10 febbraio 2008, Milano
26 giugno 2008 – 19 ottobre 2008, Torino
Tre città, tre musei realizzano per la prima volta in Italia una vasta mostra dedicata all’opera fotografica di Ugo Mulas, dagli esordi alle opere estreme. Roma, Milano, Torino congiuntamente presentano il più ampio spaccato, che mai sia stato offerto al pubblico, della fotografia che Mulas ha dedicato al mondo dell’arte contemporanea. La retrospettiva, ordinata con il concorso dell’Archivio Ugo Mulas, presenta circa 600 opere suddivise in due sezioni parallele e contemporanee a Roma e a Milano. E successivamente, a giugno, confluenti in un’unica rassegna a Torino. A cura di: Pier Giovanni Castagnoli, Lucia Matino, Anna Mattirolo. Promossa da: DARC, Comune di Milano, Comune di Torino, Archivio Ugo Mulas
- 3/12/07 - ore 18_ inaugurazione al MAXXI, Roma_ la mostra propone una selezione di circa 300 fotografie dell’archivio Mulas, che illustra l’arte in Italia tra gli anni ‘50 e ‘70. La mostra si articola attraverso varie sezioni parallele: Biennali, Ritratti, Eventi, Verifiche, con una struttura aperta che segue il doppio filo della documentazione dell’arte e dell’evoluzione linguistica dell’opera di Mulas
- 4/12/07 - ore 21.30_ inaugurazione al PAC, Milano_ la sezione di opere presenti in mostra illustra l’evoluzione della ricerca fotografica di Ugo Mulas tra gli anni ‘60 e ‘70 ed il suo passaggio dal reportage alla fotografia analitica. Il percorso della mostra si apre uno dei lavori più celebri del fotografo milanese, New York: arte e persone 1964 - 1967, per proseguire con Nuove ricerche 1967 - 1969, Le Verifiche- ed il suo passaggio dal reportage alla fotografia analitica
- 25/06/08 - ore 18.30_ inaugurazione alla GAM, Torino_ le mostre di Roma e Milano confluiscono in un’unica rassegna che tocca i diversi momenti e le differenti attenzioni destinate all’immagine fotografica, componendo un corpo unitario disponibile per nuove itinerazioni, capaci di far meglio conoscere in Italia e in campo internazionale la figura e l’arte di uno dei maggiori fotografi del secondo dopoguerra
Info: Ilaria Maggi, tel 02 21563250 e-mail: imaggi@mondadori.it; www.electaweb.com - tel 06 32101801 www.darc.beniculturali.it - tel 02 76009085 www.comune.milano.it/pac - tel 011 4429518 www.gamtorino.it - www.ugomulas.org

Luoghi e non luoghi del commercio_ incontro

Il 3 dicembre 2007, ore 20, presso l’ACER, in via di Villa Patrizi 11, Roma, l’IN/ARCH Lazio organizza un incontro dal titolo “Luoghi e non luoghi del commercio. La Città dell’Altra Economia al Mattatoio di Testaccio: restauro, nuovi segni, nuovi spazi per attività e iniziative eque, ecologiche e solidali”. Lo spazio del commercio gioca un ruolo importante nei processi di riorganizzazione della città. Il commercio, infatti, è uno dei fattori che maggiormente contribuisce all’identità e alla qualità dei luoghi. A Roma molte iniziative di riqualificazione urbana sono legate all’attività commerciale. Ci troviamo di fronte a luoghi o non luoghi? Con questo interrogativo l’IN/ARCH Lazio intende avviare una riflessione su tre tipologie di intervento: lo spazio del commercio equo solidale, i mercati rionali, i grandi centri commerciali. Illustrazione del progetto: Luciano Cupelloni, architetto | Intervengono: Massimo Canevacci, antropologo | Maristella Casciato, presidente DOCOMOMO International | Mirella Di Giovine, direttore Dipartimento XIX, Comune di Roma | Giancarlo Goretti, architetto | Renato Nicolini, architetto | Luca Zevi, architetto | Introduce e coordina: Rosario Pavia, architetto | Sarà presente: Dante Pomponi, assessore alle Politiche per le Periferie del Comune di Roma | Info: tel 06 44231418 fax 06 4403885 e- mail: info@inarchlazio.it; www.inarchlazio.it - invito.pdf

Paesaggi Culturali / Cultural Landscapes_ seminario

3 - 4 dicembre 2007, Milano
Si terrà presso la Facoltà di Architettura e Società, in via Ampère 2, a Milano, il Seminario Internazionale di Studi “Paesaggi Culturali / Cultural Landscapes. Rappresentazioni, esperienze, prospettive”, a cura di Rossella Salerno. Recentemente il geografo Massimo Quaini ha affermato che il paesaggio non è tanto interessante per leggere l’ambiente in “termini scientifici” quanto invece quale contenitore di miti, sogni e metafore utili ad interpretare le contraddizioni del nostro tempo; in quest’accezione il campo dell’estetica e quello delle rappresentazioni si configurerebbero quali interlocutori privilegiati per “riprogettare” i luoghi in cui viviamo. Quali possono essere le relazioni tra paesaggi costruiti e paesaggi immaginati o desiderati? L’affermazione di Quaini tende a delineare un’idea di paesaggio culturale che appare ancora abbastanza nuova anche per gli addetti ai lavori, per questo motivo può essere utile una riflessione multidisciplinare che sviluppi il confronto con le idee e le esperienze già maturate sia nell’ambito della convenzione europea del paesaggio sia in altri contesti. Il termine stesso sembrerebbe peraltro indicare una differenza tra paesaggi “culturali” e “altri” paesaggi, imponendo un confronto tra punti di vista diversi: da una parte i paesaggi culturali tutelati dall’ideologia della conservazione, attenta ai valori consolidati delle comunità, dall’altra invece quei paesaggi in forte trasformazione, luoghi in cui la città si disperde e si confonde in qualcosa d’altro, oggetto di attenzione da parte delle discipline geografiche e del territorio. Info: tel 02 23995400 fax 02 23995435 e-mail: paesaggi.culturali@gmail.com; www.arch.polimi.it - www.paesaggiculturali.polimi.it - progr.pdf

4/12/2007


Premio Nardi 2007

Il 4 dicembre 2007 alle ore 15, presso l’aula S01 della Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano (Piazza Leonardo da Vinci 32), si terrà la cerimonia conclusiva del Premio Guido Nardi 2007, dedicato quest’anno alle “Trasparenze innovative” e il cui premio consiste in uno stage di 6 mesi presso lo studio Renzo Piano Building Workshop di Parigi. La cerimonia vedrà la partecipazione di Bernard Plattner, senior partner di RPBW, che terrà una lecture su uno tra i più recenti progetti dello studio, il New York Times Building, cui seguirà una tavola rotonda composta da personaggi di spicco del mondo dell’università, della progettazione e della produzione. La premiazione del vincitore avverrà a fine dibattito da parte di Bernard Plattner. Info: e-mail: ingrid.paoletti@polimi.it; bwww.arch.polimi.it - invito.pdf

5/12/2007


Lezione magistrale di David Chipperfield_ a Modena

Si terrà il 5 dicembre 2007 alle ore 21, presso la Chiesa San Carlo, in via San Carlo, a Modena, la lezione magistrale di David Chipperfield dal titolo “Architettura e cultura della città. Opere e progetti recenti”, evento conclusivo del ciclo di lezioni di storia urbana ‘Architettura e città dall’ultimo novecento al nuovo millennio’ curato dall’Ufficio Ricerche e Documentazione sulla Storia urbana dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Modena. L’evento, a cura di Catia Mazzeri con la consulenza di Fulvio Irace. Promosso con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Modena. Info: tel 059 2033876 e-mail: catia.mazzeri@comune.modena.it; www.cittasostenibile.it - www.arnetplus.it - flyer.pdf

Power and Space: transforming the contemporary city

6 - 8 dicembre 2007, Cambridge (UK)
The conference will be held in the Faculty of Law, Cambridge University (Sidgwick site, Cambridge, UK). Power & Space seeks to investigate how diverse forms of inquiry across different disciplines address issues of power and space in the contemporary urban environment. In studying the contemporary city, as a pluralistic cultural, economic and political system, a variety of interpretive procedures provide insights into how power shapes space and, in reverse, how space reflects power. Power & Space’s keynote speakers include renowned architects and theorists Charles Jencks and Lebbeus Woods. Other guest speakers include Lawrence Barth (Architectural Association, UK), Jonathan Hill (School of Architecture, The Bartlett, UCL; UK), Jord den Hollander (Architect, Filmmaker; The Netherlands), and Jane Rendell (School of Architecture, The Bartlett, UCL; UK). Additionally, the conference will feature speakers from a wide variety of disciplines including Social Policy, Art, Architecture, Film, Social Anthropology, Environmental Design, Philosophy, and International Studies and Power & Space will also include a poster series and a film/video series. Info: e-mail: info.powerspace@expressivespace.org; www.arct.cam.ac.uk - www.crassh.cam.ac.uk

6/12/2007


L’architettura di Gio Ponti e il suo tempo_ convegno

Il 6 dicembre 2007, ore 9.30-13/15-19, presso l’Hotel della Città et de la Ville di Forlì, in C.so della Repubblica 117, la Fondazione Garzanti ospiterà il convegno “L’Architettura di Gio Ponti e il suo tempo”. L‘incontro internazionale sull’architetto Gio Ponti ed i temi della conservazione, valorizzazione e tutela dell’architettura contemporanea, sarà l’occasione per celebrare il 50. anniversario dall’inaugurazione del complesso Hotel de la Ville - Fondazione Garzanti. L’iniziativa promossa da Tassullo in qualità di partner tecnico-scientifico, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali e della Regione Emilia-Romagna, è organizzata in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna e con numerosi enti fra i quali il Comune di Forlì, l’Università di Bologna e la Direzione Generale per l’architettura e l’arte contemporanea. E’ possibile iscriversi collegandosi al sito e compilando l’apposito modulo. L’iscrizione deve essere presentata entro il 28/11. Info e iscrizioni: tel 0543 28297 fax 0463 662138; www.tassullo.com

Il Clima è già cambiato

Si terrà il 6 dicembre alle ore 9.30, presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, in via di Ripetta, a Roma, il convegno organizzato da Legambiente “Il clima è già cambiato. Quali strategie di adattamento per il territorio italiano”. Il cambiamento climatico determinato dall’aumento dei gas serra è già una realtà e sta generando strategie di adattamento del pianeta ai nuovi scenari. È questa la nuova sfida che ci attende e per la quale ciascuno deve fare la sua parte. In primo luogo le città, sommerse da cemento e automobili e responsabili dell’80% dei consumi energetici, che si stanno riscaldando più velocemente delle aree rurali. Ma anche il territorio non urbanizzato, i parchi, il mare, le aree coltivate. La scommessa è duplice: da un lato abbattere le emissioni di gas a effetto serra, dall’altro ridurre gli impatti di un cambiamento già in atto. Ne discutono con Legambiente climatologi, urbanisti, amministratori, esperti, politici e imprenditori. Il convegno è autorizzato come attività di aggiornamento per gli insegnanti. Sarà rilasciato regolare attestato di partecipazione. Info e programma: tel 06 86268402 fax 06 86218474 e-mail: scientifico@mail.legambiente.com; www.legambiente.eu - progr.pdf

EXO Architectures. Paris autour du monde en 80 projets

7 dicembre 2007 - 30 marzo 2008, Paris
On inaugure le 6 décembre 2007 à 18h30, dans le Pavillon de l’Arsenal, en 21, boulevard Morland, Paris, l’exposition “EXO Architectures. Paris autour du monde en 80 projets”. Plus de 80 projets témoignent de l’ouverture sur le monde d’une quarantaine d’agences d’architecture parisiennes à travers des opérations en cours, en chantier ou récemment réalisées. Cette production extrêmement diverse par la nature et la taille des opérations, les missions allant du plan directeur d’une urbanisation nouvelle à l’aménagement d’une simple boutique, est également très éclectique dans ses concepts et ses formes, actionnant des ressorts variés et croisant des références multiples pour des résultats toujours surprenants. Info: +33 01 42763397 e-mail: infopa@pavillon-arsenal.com; www.pavillon-arsenal.com

“Patmos” e Premio Pier Paolo Pasolini 2007

Serata dedicata a Pier Paolo Pasolini, quella del 6 dicembre 2007, nella sala Scorsese del Lumière, a Bologna, a cura dell’Associazione Fondo Pier Paolo Pasolini della Cineteca. Si comincia alle ore 18.30 con “Patmos”, lettura concertante a tre voci su musiche originali e tratta dal poema “Transumanar e organizzar” dello stesso Pier Paolo Pasolini. A seguire (ore 20) la cerimonia di premiazione del Premio Pasolini 2007 per la miglior tesi di laurea, fondato e istituito da Laura Betti e giunto alla sua 23. edizione. La giuria ha deciso di assegnare il premio a Elisa Ugolini per “Io volevo fare a tutti i costi un film sulla vita di San Paolo… San Paolo di Pasolini: il calvario di una sceneggiatura”, discussa presso l’Università di Urbino, e di segnalare con una menzione speciale la tesi di Luciana Manca, “Pasolini contro e dentro lo spettacolo”, discussa presso l’Università di Pisa, e quella di Elisa Mencaglia, “Plauto e Pasolini: la traduzione del Miles gloriosus”, discussa presso l’Università di Milano. Alla cerimonia, che si svolgerà alla presenza dei giurati, seguirà la proiezione di un raro documento, “Volgar’eloquio”. Info: tel 051 2195311 e-mail: cinelumiere1@comune.bologna.it; www.cinetecadibologna.it - Patmos.pdf - PremioPPP2007.pdf

Napoli Festival Internazionale di Fotografia

7 - 16 dicembre 2007, Napoli
Si inaugura il 6 dicembre 2007 alle ore 18.30, presso la sede dell’Archivio Parisio, Porticato San Francesco di Paola, Piazza del Plebiscito 10, a Napoli, la 1. edizione del Napoli Festival Internazionale di Fotografia, ideato e organizzato dall’Archivio Fotografico Parisio e dall’Associazione Extramondi, con il contributo della Provincia di Napoli e dell’Ente Provinciale del Turismo. Le principali novità d’impostazione del Festival riguardano la tematicità e la distribuzione delle mostre sul territorio provinciale. Il tema dell’IMMIGRAZIONE, scelto per questa 1. edizione, verrà declinato con un nutrito programma che costituisce un’occasione per riflettere sulla rappresentazione iconografica dei migranti a partire da quella nostrana degli anni ‘50 (da una selezione dall’Archivio Parisio), attraverso il ricordo di Marcinelle (Marina Cavazza), fino all’interpretazione contemporanea dei tre vincitori ex-equo del concorso indetto dal Festival (Annalisa Cimmino con ‘Microcosmi. Comunità cingalese a Milano e a Napoli’, Giovanni Melillo Kostner con ‘Fortuna vieni da me!’ - Comunità cinese in Alto Adige e Patrizia Zelano con ‘Luci dell’Islam’). Tra i convegni, l’articolata presentazione della ricerca condotta dall’Associazione Fieri di Torino: “Lo sguardo sull’altro”. Nel corso di un anno e mezzo sono state raccolte e catalogate oltre 12.000 immagini apparse sugli organi d’informazione pubblici e delle ONG, a partire dagli anni ‘80. Le domande che ci si vuole porre sono, tra le altre: come è cambiata (e se lo è) l’iconografia del migrante; il rapporto qualitativo e quantitativo tra produzione e pubblicato; la censura; i meccanismi di diffusione/acquisto delle immagini; il margine propositivo delle agenzie…. Tra gli incontri, la presentazione del volume di Tiziana Caponio “La città dell’immigrazione” come spunto per mettere a confronto le associazioni del territorio napoletano che hanno lavorato ai progetti di integrazione analizzati dalla ricerca, per stimolare un dibattito sui cambiamenti e sulla relazione tra tessuto urbano, società e immigrazione nella città di Napoli, a distanza di anni da quella esperienza. Info: tel +39 081 0320033 e-mail: festival@archiviofotograficoparisio.it; www.archiviofotograficoparisio.it

Più libri più liberi

6 - 9 dicembre 2007, Roma
Un’avventura della conoscenza. Questo, e molto altro, è “Più libri più liberi”, la Fiera della piccola e media editoria che torna per il sesto anno consecutivo, al Palazzo dei Congressi dell’Eur, in Piazza John Kennedy 1, a Roma, confermandosi come il più importante evento dedicato al libro del centro-sud Italia. Il rilievo nazionale e internazionale della manifestazione è ancora una volta scandito dagli oltre 200 eventi, tra presentazioni, dibattiti, conferenze, convegni e incontri che coinvolgono autori, studiosi, personaggi della politica o dello spettacolo, legati al mondo del libro. L’appuntamento annuale con 400 espositori e migliaia di libri è realizzato, come sempre, dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche culturali del Comune di Roma, della Provincia di Roma e della Regione Lazio, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, tradizionali partner della Fiera, ai quali si aggiunge quest’anno la Camera di Commercio di Roma che con il suo intervento salda il rapporto essenziale tra cultura e impresa. Completano la squadra l’Istituzione Biblioteche di Roma, l’azienda dei trasporti capitolina Atac e Radio Tre Fahrenheit. Info: tel 06 3240914 e-mail: ufficiostampa@piulibripiuliberi.it; www.piulibripiuliberi.it

Triennale Design Museum

Il 6 dicembre 2007 si inaugurerà Triennale Design Museum. Il Museo nasce a seguito di un accordo di Programma chiesto dalla Triennale di Milano e promosso da Ministero per i Beni e le Attività culturali, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano, al quale hanno aderito Assolombarda, Fondazione Fiera Milano, Politecnico di Milano, Fondazione ADI, Università IULM, Anfia, Cosmit. Il progetto architettonico di restauro del Palazzo e di sistemazione e adeguamento del Museo è di Michele De Lucchi, mentre la cura scientifica è di Andrea Branzi. Un Museo scientifico, ma anche emozionale, che proponga al visitatore un’esperienza coinvolgente e tale da innescare il desiderio di ripeterla altre volte. Da una parte si sviluppa in un’ampia ricerca scientifica che racconti e rappresenti la storia del design italiano attraverso diverse chiavi di lettura, storie, prospettive, approcci e che affronta per la 1. edizione del Museo il tema “Che cos’è il design italiano?”. Si rinnoverà con un nuovo tema “Il rapporto tra Arte e Design”, un nuovo ordinamento scientifico e un nuovo allestimento in occasione del Salone del Mobile 2009 e successivamente ogni anno. Dall’altra il Museo avrà uno spazio dove alcuni aspetti del tema avranno un approfondimento affidato di volta in volta a differenti curatori. Per interpretare il primo tema sono stati chiamati Italo Rota e Peter Greenaway con il compito di mettere in scena in modo emozionale il design italiano. A dirigere il Museo è stata chiamata Silvana Annicchiarico che da 9 anni è il Conservatore della Collezione Permanente del Design Italiano della Triennale di Milano e che da 6 anni è responsabile del Settore Design della Triennale. Il nuovo logo di Triennale Design Museum è stato disegnato da Pierluigi Cerri. Info: tel 02 724341 fax 02 72434239 e-mail: info@triennale.it; www.triennale.it

7/12/2007


3. Rencontres Art & Sciences de la Cognition

7 - 8 dicembre 2007, Toulouse
Le Musée d’Art contemporain “Les Abattoirs” de Toulouse, organise ces Rencontres qui ont pour objet d’analyser les phénomènes associés à la création artistique du point de vue des Sciences de la cognition: neurosciences, psychologie, linguistique, informatique, logique et philosophie de la cognition. L’un des thèmes les plus récurrents de la culture contemporaine est la nécessité d’établir un dialogue avec les avancées les plus significatives de la science, ne serait-ce que pour rendre celles-ci plus largement intelligibles, tout en éclairant leur impact sur l’art d’aujourd’hui. Par leur nature même, les Sciences de la Cognition portent ce projet sur un territoire inédit et à bien des égards surprenant. En effet, la rencontre ne s’effectue plus seulement sur le plan de l’allégorie ou de la pure instrumentalité - illustrée par exemple par ce qu’il est convenu d’appeler “l’art numérique”. Plus profondément, la démarche scientifique vise désormais à pénétrer au plus intime du processus de création de l’oeuvre d’art, à le décrire, à l’expliquer dans les termes d’une transdisciplinarité qui associe, autour du concept de cognition, des disciplines aussi diverses que les neurosciences, la psychologie, les sciences du langage, enfin l’informatique et les mathématiques pour les aspects théoriques et formels. Sans oublier l’analyse philosophique, en charge de la cohérence de l’ensemble de l’édifice. L’art contemporain semble faire écho, voire même tirer parti de ce phénomène, alors que l’exploration de la dimension mentale connaît un regain d’intérêt flagrant. Info: tel +33 05 61558260 e-mail: culture@adm.ups-tlse.fr; www.ups-tlse.fr - www.lesabattoirs.org

GRAZIA DELEDDA. A ottant’anni dal Nobel 1927 - 2007

7 - 10 dicembre 2007, Nuoro
Stasera alle ore 21, presso l’Auditorium dell’ISRE, in via Papandrea 6, a Nuoro, prenderanno il via le celebrazioni in occasione della ricorrenza dell’ottantesimo anno dell’attribuzione del Premio Nobel a Grazia Deledda, promosse dall’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna, con il Comune di Nuoro e le Università di Cagliari e Sassari. Il ricco programma prevede un convegno dal titolo “Il Fantasma di Grazia – I narratori parlano di Grazia Deledda” (7–8 dicembre) con la partecipazione degli scrittori sardi, il concerto “Mariano Deidda canta Grazia Deledda” (7 dicembre), lo spettacolo “Elias Portolu” con Gianluca Medas (8 dicembre), la premiazione della classe vincitrice del concorso riservato agli studenti delle scuole medie di 2° grado della Sardegna (10 dicembre), nonché l’inaugurazione della mostra fotografica “Antonio Ballero – Lo sguardo fotografico del pittore” (9 dicembre), la cerimonia solenne per la traslazione della salma della scrittrice e il concerto conclusivo di Elena Ledda (10 dicembre). Info: tel +39 0784 242900 fax +39 0784 37484 e-mail: promozione@isresardegna.org; www.isresardegna.org - progr.pdf

Leonardo. Dagli studi di proporzioni al Trattato della Pittura

7 dicembre 2007 - 2 marzo 2008, Milano
Inaugura nella Sala delle Asse del Castello Sforzesco, in Piazza Castello 1, a Milano, la mostra “Leonardo. Dagli studi di proporzioni al Trattato della Pittura” che presenterà, attraverso rari e unici materiali originali, la passione di Leonardo da Vinci per gli studi sulle proporzioni della figura umana e sulla divisione modulare del corpo del cavallo. Prodotta e organizzata da Palazzo Reale e Artematica, ideata da Ente Raccolta Vinciana e promossa dal Comune di Milano-Assessorato alla Cultura e dalle Civiche Raccolte d’Arte, l’esposizione, curata da Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio, con la collaborazione di Martin Kemp, si avvale di un comitato scientifico composto da Giulio Bora, Roberto P. Ciardi, Luisa Cogliati Arano, Ornella Foglieni, Mario V. Guffanti, Marco Rossi. Leonardo da Vinci dedico’ numerosi capitoli del suo Trattato della Pittura alle proporzioni delle membra umane e alla -membrificazione- degli animali e al loro moto anche attraverso descrizioni di battaglie e di cavalli in lotta. È dunque partendo dal Trattato della Pittura e da un selezionatissimo numero di disegni di Leonardo sulla figura umana e sul cavallo che la mostra prenderà avvio, presentando un disegno di Leonardo sulle proporzioni del cavallo, eccezionalmente concesso in prestito dalle Collezioni Reali di Windsor, un suo studio per il Monumento equestre a Francesco Sforza della Biblioteca Ambrosiana di Milano, un disegno raffigurante un busto di uomo visto di profilo con schema per le misure della testa umana, sempre di Leonardo, conservato dalle raccolte delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, il disegno per una Leda delle Civiche Raccolte d’Arte del Castello Sforzesco, attribuito a Leonardo, un disegno del Verrocchio sul proporzionamento del cavallo proveniente dal Metropolitan Museum di New York. Info: tel 02 88463700 www.milanocastello.it - tel 02 433403 fax 02 4813841 e-mail: press@clponline.it; www.clponline.it

10/12/2007


Tectonics Making Meaning_ conference

10 -12 dicembre 2007, Eindhoven (NE)
“Tectonics Making Meaning” is an international conference and student design competition which will take place at the Department of Architecture, Building and Planning at the University of Technology in Eindhoven, the Netherlands. The event consists of an international student design competition as well as an international conference. The Chief Government Architect of The Netherlands, Mels Crouwel will open the conference. Speakers include Ken Yeang, Kenneth Frampton, Jesse Reiser, Mark Goulthorpe, Rogier van der Heide, Chris Williams, Bert Dirrix and others. The theme of the conference and the design competition is tectonics. Crucial to the success of the event is that it will try to engage both the profession and the student. It’s goal is to celebrate the international and multidisciplinary character of the making of buildings. As you can see, tectonics is an important parameter of quality within the building world. It is a word that covers the co-evolution of the production, or making of buildings and their design with reference to the purpose for which they are built and the technology employed in their making. Within the framework of the conference this concept will be used to focus on the close cooperation of the various disciplines within the building industry, from the planner to architect and from the structural engineer to the project developer. A major theme will be the considered production of buildings within the fast changing context of our social and natural environment. Info: tel +31 40 2479111 e-mail: info@tectonics2007.com; www.tectonics2007.com

Bella Fuori 2008. Un nuova centralità per San Donato

10 dicembre 2007 - 5 gennaio 2008, Bologna
Inaugura presso il Centro Civico del Quartiere San Donato, in via Garavaglia 7, a Bologna,la mostra dei 3 progetti di riqualificazione degli spazi pubblici e delle aree verdi di via Garavaglia, 3 proposte per costruire una nuova centralità urbana a San Donato. La mostra si colloca all’interno del Progetto “Bella Fuori” ideato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna per sviluppare le potenzialità di una zona di periferia scelta, di anno in anno, in accordo con il Comune di Bologna ed i Quartieri. La scelta dell’area di via Garavaglia per la realizzazione di Bella Fuori 2008 si inscrive in una strategia più ampia di riqualificazione urbana dell’area di San Donato e di tutto il contesto metropolitano Bolognese, strategia delineata all’interno del nuovo Piano Strutturale Comunale (PSC). Bella Fuori lavora attraverso la formula della progettazione partecipata tra gli abitanti, i rappresentanti delle Associazioni di Quartiere e i progettisti incaricati: modalità, questa, che consente di interpretare le reali esigenze di coloro che abitano la zona e dare forma a progetti che garantiscano la realizzazione di cosa serve davvero alla comunità. I pareri dei cittadini sono, infatti, il punto di partenza che permette di sviluppare idee in grado di trasformare la zona periferica prescelta in una nuova realtà urbana. Tutti i visitatori della mostra potranno esprimere la loro opinione in merito ai 3 progetti. Sarà poi una commissione di esperti a scegliere il progetto vincitore, ma la qualità che il progetto saprà portare al quartiere San Donato dipenderà anche dai pareri raccolti tra i cittadini durante la mostra. Si prevede che il progetto vincitore sia realizzato in circa otto mesi dal momento dell’approvazione definitiva. Info: tel 051 2194120 e-mail: urbancenter@comune.bologna.it; www.urp.comune.bologna.it - OpenSpace.pdf - BellaFuori2008

11/12/2007


Archphoto.it sostiene l’appello per il Marchiondi di Vittoriano Viganò

Archphoto.it sostiene l’appello di Docomomo Svizzera e Italia per la salvaguardia dell’Istituto Marchiondi di Vittoriano Viganò, realizzato nel quartiere Baggio a Milano dal 1953 al 1957 e capolavoro del Brutalismo italiano | - appello_ “Viganò’s Marchiondi Institute in Milan under severe threat / Once again, we need your help to show the international concern that the proposed renovation of an important modern landmark can raise among Docomomo members worldwide. This time, the target is the Marchiondi Institute by Viganò in Milan, one of the most significant examples of Italian postwar architecture. The Istituto Marchiondi is due to be transformed into a “social multicenter”, based on a project which gives little consideration to its morphological, typological and material identity. Docomomo Switzerland and Docomomo Italy request the Italian Board for Architectural and Landscape Heritage to list the building as a monument of architecture as soon as possible. Bruno Reichlin, who leads the safeguard battle together with Andrea Canziani, informed us and asks all Docomomo chapters to join this appeal that is the result of the synergy between the Swiss and Italian Docomomo chapters. Therefore, could you send a letter by e-mail showing your concern and asking for the protection of the building?” Info: www.docomomo.com - www.arch.unisi.ch/archmoderno - www.docomomo.uniroma2.it

13/12/2007


Festival del VideoRacconto di Promozione Territoriale 2008

29 febbraio - 2 marzo 2008, Biella >[deadline: 13/12/2007 - h 24]
Raccontare e promuovere un territorio attraverso la video-narrazione di storie di vita e di esperienze personali. Video maker, registi, documentaristi, artisti di qualsiasi età, italiani e stranieri sono invitati a esprimere la propria creatività interpretando il proprio territorio con una chiave di lettura particolarmente coinvolgente: il video. Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, in collaborazione con l’Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica Locale di Biella, l’Agenzia di Promozione Turistica Regionale e con il contributo della Regione Piemonte organizza la 1. edizione del Festival Internazionale del VideoRacconto di Promozione Territoriale che avrà luogo a Biella. L’obiettivo è quello di attivare un circuito per la produzione e veicolazione di opere che descrivano e valorizzino un territorio per incrementare e stimolare la domanda di un turismo esperienziale che sempre più si sostituisce a quello di destinazione. Coerentemente con la mission di Cittadellarte, produrre e ispirare un cambiamento responsabile nella società attraverso idee e progetti creativi, il videoRacconto di promozione territoriale apre alla creatività artistica un canale di interazione con l’articolata realtà socio economica di uno specifico territorio. L’arte entra in relazione con il paesaggio, la storia e le storie degli abitanti implicandosi direttamente nella ricerca di possibili traiettorie di sviluppo culturale glocale. Il VideoRacconto non è solo un documentario su un territorio; esprime attraverso le immagini la relazione tra uomo e territorio, racconta i luoghi tramite storie ed esperienze legate ai luoghi stessi. Dai racconti delle persone si intuiscono aspetti visibili e invisibili di un territorio che suscitano interesse e invitano a scoprire l’anima di un luogo. Info: tel +39 015 0991453 e-mail: videoracconto@cittadellarte.it - sara.c@cittadellarte.it; festivaldelvideoracconto.cittadellarte.it - bando.pdf

L’Italia di Le Corbusier: 1907-1965_ convegno

13 - 15 dicembre 2007, Roma
La Fondazione Le Corbusier, in occasione del centenario del primo viaggio di Le Corbusier in Italia, organizza a Roma il suo XV convegno internazionale al fine di analizzare i significati e i ruoli dell’Italia nel percorso culturale e progettuale dell’architetto. Il convegno si terrà nelle sedi dell’Accademia Nazionale di San Luca, della Facoltà di Architettura - Argiletum e della Casa dell’Architettura. Si chiude con una conferenza alla Villa Adriana e una visita ai luoghi disegnati da Le Corbusier nel 1911. Le conferenze sono in italiano e francese. Se negli anni dal 1907 al 1921 l’Italia è soprattutto un oggetto di studio per il giovane Jeanneret che compie viaggi di formazione cercando di comprendere lo spirito costruttivo e le singole fisionomie delle grandi culture artistiche regionali, a partire dai primi anni Venti iniziano i contatti personali con esponenti della cultura italiana contemporanea, soprattutto in campo artistico e letterario. Dal 1926 gli architetti razionalisti italiani ricercano Le Corbusier e per tutti gli anni Trenta instaurano con lui stretti rapporti, in particolare a Milano, Roma e Venezia. Dopo il conflitto mondiale i rapporti riprendono intensi. Le Corbusier torna più volte in Italia nel secondo dopoguerra: a Bergamo nel 1949 in occasione del VII CIAM, a Milano invitato dalla Triennale a partecipare al convegno internazionale De Divina Proportione, a Venezia alla Conferenza internazionale degli Artisti e alla scuola estiva dei CIAM, a Torino, ed infine a Firenze dove nel 1963, a Palazzo Strozzi, è allestita la prima grande esposizione italiana dedicata all’opera lecorbusiana. Nei primi anni Sessanta, alle occasioni artistiche si aggiungono quelle professionali con gli incarichi dei progetti per la fabbrica Olivetti a Rho e per l’Ospedale di Venezia. Info: tel 06 97604598 fax 06 97604561 e-mail: info@casadellarchitettura.it; www.casadellarchitettura.it - progr.pdf

14/12/2007


Danza inMEDIAta Festival

14 - 16 dicembre 2007, Milano
L’Associazione Ariella Vidach–AiEP presenta al DiDstudio, c/o Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4, a Milano, la 3. edizione di Danza InMEDIAta, rinominata quest’anno DID Festival, unica vetrina italiana sulle arti performative che trovano nelle tecnologie interattive uno strumento per la creazione di nuovi scenari visuali. La manifestazione, che sviluppa il tema del corpo in relazione allo spazio scenico, reale e virtuale, è realizzata con il sostegno del Comune di Milano, Settore Tempo Libero, e prevede anche le proiezioni di videodanza a cura di Cro.me, nonché l’anteprima del documentario Bit Village di Roberta Pedrini, dedicato ai vent’anni di vita dell’associazione Avventure in Elicottero Prodotti / Ariella Vidach-AiEP. E’ inoltre consultabile l’iPoint, punto informativo dedicato ai media digitali applicati all’arte, che mette a disposizione un ampio archivio di opere di artisti di fama internazionale. Info: tel/fax +39 02 3450996 e-mail: info@aiep.org; www.aiep.org - www.didstudio.org - CS.doc

15/12/2007


Festival CinemadaMare ‘08 - Cinema e Architettura

Il 15 dicembre 2007 alle ore 15, presso la sede dell’Ordine degli Architetti di Roma, Piazza Manfredo Fanti 47, Roma, CinemadaMare e Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia annunciano un accordo per un lavoro audiovisivo comune tra giovani architetti e filmakers italiani e stranieri. Cinema e Architettura sarà al centro del programma della prossima edizione di CinemadaMare, il più grande raduno internazionale di filmakers. Per 40 giorni, in tour in cinque Regioni del sud (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia), le più giovani generazioni di registi e architetti, italiani e stranieri, si cimenteranno in un lavoro di produzione di audiovisivi, al fine di sperimentare le comuni sensibilità e la specifica professionalità. L’intesa tra Festival e Ordine degli Architetti di Roma sarà presentato alla stampa e agli addetti ai lavori. Nel corso dell’incontro, se spedito in tempo utile presso la segreteria di Roma di CinemadaMare, sarà possibile, compatibilmente con la durata del meeting (ore 15-20), proiettare lavori audiovisivi o realizzazioni digitali di architetti. Info: tel +39 06 39754155 fax +39 06 39889813 e-mail: info@cinemadamare.com; www.cinemadamare.it

Martin Parr - Assorted Cocktail

15 dicembre 2007 - 2 marzo 2008, Berlin
With this project, C/O Berlin, Oranienburger Straße / Tucholskystraße, Berlin, presents the first-ever show of the renowned Magnum photographer’s color work in Berlin. Martin Parr will be joining us at this exhibition as a guest of C/O Berlin for his third time as artist and curator. With a penetrating eye for extreme but otherwise inconspicuous and peripheral situations, Martin Parr offers a view of the world as it is and not as it should be: overweight British diners devouring their fish and chips, beet-red vacationers reclining in their deck chairs, couples in restaurants staring past each other in silence, and Japanese tourist groups gathered before the Acropolis. He shows excessive realities rather than bright prospects, and presents people in the age of globalization and consumer mania with blunt honesty – often in provocative and sometimes even sarcastic terms – but always affectionately. Martin Parr is considered a great innovator in color photography. He injected new life into the medium by recording the signs of the times in daily life soberly, systematically, and almost laconically. Info: tel +49 30 28091925 e-mail: info@co-berlin.com; www.co-berlin.com

XI edizione - Premio Pino Pascali 2007_ Adrian Paci

15 dicembre 2007 - 2 marzo 2008, Polignano a Mare (Ba)
Il 15 dicembre 2007 alla ore 19, presso il Museo Pino Pascali, Polignano a Mare (Ba), si terrà l’assegnazione del Premio Pino Pascali 2007 all’artista Adrian Paci. La commissione ha così motivato l’assegnazione: “Adrian Paci utilizza il linguaggio della scultura, della pittura, del video, della fotografia per mettere in scena i grandi temi dell’esistenza umana; le sue opere parlano della perdita dei luoghi di appartenenza, affrontano i temi della cultura migrante e nomade tipica della nostra contemporaneità, rappresentano con il linguaggio dell’arte tematiche quali la crisi identitaria e la diversità.” Per l’occasione verrà inaugurata un’esposizione dei lavori dell’artista. Nella mostra Adrian Paci presenta fotografie di grande impatto emotivo, dipinti e video, sarà l’occasione per visionare in anteprima per l’Europa l’ultimo video girato dall’artista e proiettato contemporaneamente a New York presso la Galleria Smith-Stuart, dal titolo “Centro di permanenza temporaneo”, il breve filmato è una metafora tragica ed ironica sul concetto di nomadismo-forzato e sulle contraddizioni della società del terzo millennio, girato in un estraniante aeroporto nel quale si muovono persone di etnie diverse, in un attesa senza speranza, sospesi in un tempo senza futuro. **[Adrian Paci è nato in Albania a Scutari nel 1969, ha studiato Pittura Classica all’Accademia di Belle Arti di Tirana. Giunto per la prima volta in Italia con una borsa di studio nel 1992, vi ritorna definitivamente nel 1997, quando in Albania fu dichiarato lo stato d’emergenza, l’artista si trasferisce a Milano, dove oggi vive. Adrian Paci ha partecipato a 2 edizioni della Biennale di Venezia, nel 2005 viene invitato a realizzare una personale al MoMA P.S.1 New York, al Contemporary Art Museum di Huston, al Moderna Museet di Stoccolma ed in altre importanti istituzioni italiane pubbliche e private]. Info: tel 080 4249534 e-mail: segreteria@palazzopinopascali.it; www.palazzopinopascali.it

16/12/2007


Villemizerolab + Archphoto_ Ostia: passeggiata nell’architettura moderna

Il Comune di Roma e Villemizero – il progetto europeo per la realizzazione di nuovi modelli di mobilità sostenibile – promuovono una serie di passeggiate in bicicletta nel XIII Municipio. Il primo appuntamento in sella si terrà domenica 16 dicembre 2007 alle ore 9.30 presso la Stazione di Lido Centro. Un esperto condurrà i partecipanti attraverso i luoghi più significativi dell’architettura moderna del XIII Municipio. L’itinerario della passeggiata farà conoscere i grandi architetti che hanno segnato la fisionomia romana fra gli anni Trenta e Cinquanta, da Adalberto Libera a Angiolo Mazzoni, e sarà illustrato dall’Arch. Emanuele Piccardo, direttore della rivista digitale di architettura Archphoto. Due gli obiettivi principali delle passeggiate: favorire tra i cittadini l’uso di un mezzo di trasporto alternativo e non inquinante quale la bicicletta e avvicinare gli abitanti al territorio in cui vivono grazie a una conoscenza più approfondita del patrimonio artistico, culturale e sociale. Il viaggio proposto dal Comune di Roma sarà l’occasione per scoprire un nuovo modo di leggere la realtà urbana contemporanea e le sue trasformazioni. Il percorso rappresenta il punto di partenza per ricostruire un rapporto diverso, sostenibile e innovatore con la mobilità e con la città. Da febbraio 2008 le passeggiate continueranno proponendo itinerari storici e naturalistici con la collaborazione e il supporto dell’associazione Ostiainbici XIII. La partecipazione alle passeggiate in bicicletta è a titolo gratuito. **[Villemizero - laboratorio di quartiere a emissioni zero_ finanziato nel quadro del programma comunitario INTERREG III B Mediterraneo Occidentale, Ville Emissions Zero è realizzato dalla Regione Lazio, capofila del progetto, dagli Assessorati capitolini alle Politiche Ambientali (Dip. X Politiche Ambientali e Agricole) e alle Politiche Economiche (Dip. XV Politiche Economiche e di Sviluppo). I partner europei sono il Comune e la Provincia di Malaga, la Prefettura di Atene, AEDA – Agenzia di Sviluppo della città di Atene e la città di Tetuan (Marocco)] Info: Alemanno Barsocchi, tel 3337573466 e-mail: info@ostiainbiciXIII.it;
www.ostiainbicixiii.it - Chiara Roccasecca e-mail: villemizerolab@gmail.com; www.villemizero.eu

19/12/2007


Metropolitan di New York compra archivio della fotografa Arbus

L’intero archivio della fotografa newyorchese Diane Arbus andrà al Metropolitan Museum of Art. Le fotografie della Arbus, che si è suicidata nel 1971, diverranno risorse per studiosi e per il pubblico, secondo quanto ha dichiarato oggi il museo. Il museo ha anche comprato 20 foto della Arbus dalla Fraenkel Gallery di San Francisc, senza rivelare il prezzo. Gli archivi comprendono negativi e stampe a contatto di 7.500 rullini, insieme a centinaia dei suoi primi scatti, carte personali, corrispondenza, la sua biblioteca fotografica e altri libri e foto di altri artisti. “E’ raro in qualsiasi campo che uno dei suoi più grandi professionisti lasci la sua intera raccolta”, dice Jeff Rosenheim, curatore fotografico del museo. Il Met spiega che l’archivio è simile a quello del fotografo Walker Evans, che è al Met dal 1994. “Il Metropolitan ora avrà l’opportunità di ricostruire la creatività di due grandi artisti nel modo più completo”, ha commentato Rosenheim. Le foto della Arbus comprate dal Met includono “Russian midget friends in a living room on 100th Street, N.Y.C.” (1963) e “Woman with a veil on Fifth Avenue, N.Y.C.” (1968). su Reuters.it - Reuters.com - www.metmuseum.org

XV edizione - Sguardi Altrove Film Festival

29 febbraio - 9 marzo 2008, Milano >[deadline: 15/01/2008]
Sguardi Altrove Film Festival, dopo il successo dell’edizione 2007 - che ha visto l’ampliamento della manifestazione cinematografica anche ad altri linguaggi artistici (mostre fotografiche, pittura e scultura, installazioni, teatro e teatrodanza), inaugura, nell’Anno Europeo del Dialogo Interculturale, la sua XV edizione. I linguaggi del cinema e della creatività artistica tout court, al tempo stesso ‘contenuto ed espressione’ di una cultura e della sua relazione con l’Altro da sé, saranno al centro della riflessione della XV edizione che avrà come tema: I linguaggi del dialogo interculturale. Il corpo tra sensi e spiritualità, forza e paura. In continuità con l’edizione del 2007, e nell’ottica di un fattivo confronto anche con la diversità di genere, si ripropone la selezione di opere a regia maschile che confluiranno nelle varie sezioni del programma cinema 2008 e nella sezione parallela dedicata a tutti gli altri linguaggi, ad esclusione di quelle competitive, che rimangono esclusivamente a regia femminile. La XV edizione avrà luogo a Milano presso lo Spazio Oberdan, il Cinema Arcobaleno e la Casa del Pane. Info: tel 02 75778712 e-mail: info@sguardialtrove.org; www.sguardialtrove.org - bando.doc

20/12/2007


Percorso sensoriale nell’Oasi WWF “Calanchi di Atri”_ concorso di architettura

[deadline: 11/02/2008]
Il WWF, insieme con il Comune di Atri (TE), lanciano un concorso di idee di architettura per la sistemazione dell’area circostante il centro visite della Riserva naturale ed Oasi WWF dei Calanchi di Atri (TE). In particolare, il tema del concorso sarà la progettazione di un percorso sensoriale aperto a tutti. I visitatori potranno così conoscere l’area protetta con i suoi odori, suoni e colori, immersi nel paesaggio selvaggio e impressionante delle formazioni calanchive circostanti. Al concorso di idee potranno partecipare architetti, ingegneri e forestali (o persone con relative lauree equipollenti). Al primo classificato il WWF corrisponderà un premio di 3500 euro, al secondo 1000 e al terzo 500. Inoltre sarà possibile assegnare al primo classificato la progettazione esecutiva dell’intervento, visto che sono già disponibili, grazie al finanziamento dell’Assessorato ai Parchi della Regione Abruzzo, altri 45000 euro per la realizzazione delle opere proposte. Il bando del concorso, che è stato pubblicato sul sito del Comune di Atri lo scorso 13 dicembre, prevede la scadenza per la presentazione delle proposte progettuali entro 60 giorni dalla data di pubblicazione. Una giuria formata da esperti e dai gestori del WWF della Riserva sceglierà il progetto meritevole di essere realizzato, che si prevede di inaugurare entro la fine del 2008. Info: tel 085 8780088 e-mail: calatri@inwind.it; www.comune.atri.te.it - www.wwf.it - bando.pdf

1,2,3… Avant-Gardes - Art as Contextual Art

20 dicembre 2007 - 30 marzo 2008, Bilbao (Spain)
At Sala Rekalde, Alameda de Recalde 30, Bilbao (Spain), opening the exhibition “1,2,3… Avant-Gardes - Art as Contextual Art. Film/Art between Experiment and Archive” is the next stage of an exhibition and research project that explores the “continuous” history of experimentation in film and art and the interaction of both fields. Curators: Łukasz Ronduda, Florian Zeyfang and Leire Vergara. Grounded in the extensive Polish experimental film output of the 1970s, 1,2,3… Avant-Gardes will offer a selection of films mostly produced by Polish artist from that period, whilst including contemporary international artistic proposals that constitute a challenge for the interpretation of the history of experimental cinema. The exhibition follows a schema structured under the following headings: Analytical Strategies. Games and Participation. Political Film and Soc Art. Image and Sound. Imagination. Consumption. This specific assembly will structure the works with the aim of analysing both formally and conceptually the use of experimental strategies within visual production. The show at Sala Rekalde is a new contribution of 1,2,3… Avant-Gardes entitled Art as Contextual Art. It departs from main ideas developed by Polish conceptual artist Jan Świdziński who in early 1970s wrote manifests and produced art works based on radical ideas about the importance of working within a specific socio-political context. His proposition for producing Contextual Art instead of a more universal Conceptual Art was crucial for the Polish art of the 70s. The exhibition will try to analyse the political, aesthetical and theoretical implications of working with the context of some Polish artists active in the 1970s and will also expose the different ways of negotiating with this issue in contemporary art production. Info: tel +34 94 4068755 fax +34 94 4068754 e-mail: salarekalde@bizkaia.net; www.salarekalde.bizkaia.net

31/12/2007


“Just Jerusalem” Competition

[deadline: 31/12/2007]
The Jerusalem 2050 Project at MIT is pleased to formally announce the launch of the Just Jerusalem Competition. The goal of this competition, which is co-sponsored by the Department of Urban Studies and Planning and the Center for International Studies at MIT, is to generate new approaches to, and potential solutions for, the many complex, seemingly intractable problems that the residents of Jerusalem face on a daily basis. By looking at future possibilities for a pluralist, just, and sustainable city shared by all its residents, we hope to encourage new ways of thinking about the many difficult issues and hardships faced by Jerusalemites, regardless of their faith or ethnicity. Submissions will be considered in a number of disciplinary categories, and from individuals or teams anywhere in the world. For additional information on the “Just Jerusalem” competition and how to submit an entry: e-mail: jjquestions@mit.edu; http://web.mit.edu/justjerusalem - If you would like to learn more about the Jerusalem 2050 Project please visit our website at http://web.mit.edu/CIS/jerusalem2050

ARQUITECTUM - Chichen Itzá 2008

[deadline: 31/12/2007]
Con motivo de la celebración de la elección de la Ciudadela Maya de Chichen Itzá como una de las nuevas 7 maravillas del mundo, ARQUITECTUM, empresa especializada en la organización de concursos de arquitectura a nivel mundial, tiene el agrado de convocar a un nuevo concurso internacional paisajístico: CHICHEN ITZA 2008. El concurso se anuncia el día 1ro de Setiembre del 2007 a bachilleres de arquitectura y a arquitectos que podrán participar individualmente o formando equipos interdisciplinarios con artistas, ingenieros, paisajistas, urbanistas y profesionales afines. Inaugurando la nueva línea editorial de ARQUITECTUM, la nueva edición de nuestro Concurso Paisajístico constituye una iniciativa que permita a todos los profesionales del mundo a aportar y dar a conocer su trabajo en los círculos arquitectónicos (institucionales, editoriales y gubernamentales) del mundo. Tema del concurso: El “Albergue-Museo” a proyectarse, intenta ser un nuevo modelo de prototipo de hospedaje a nivel mundial, uno en el que lo importante sea el disfrute del paisaje, del medio ambiente y no tanto del confort que pueda brindarle. Dentro de éste esquema el “Albergue-Museo” es un lugar del disfrute del contexto antes que del disfrute de la infraestructura. De tal modo se libera al medio ambiente de los residuos contaminantes producto de la pesada rotación de huéspedes, valorando más la experiencia temporal y vivencial del evento en sí (la observación de la Ciudadela de Chichen Itzá) antes que la eficiencia y complejidad que puedan brindar sus instalaciones para un hospedaje permanente. El objetivo de éste albergue es que los turistas –que dispongan de un equipaje mínimo– puedan disfrutar de un lugar higiénico, seguro y económico donde pernoctar y despertar frente a La Ciudadela de Chichen Itzá al mismo tiempo que, dentro de las mismas instalaciones mediante el recorrido dentro del Museo, pueden apreciar la historia de la cultura Maya. Para tal efecto el “Albergue-Museo” contará con un programa básico que ocupará un área construida no mayor de 1,500 mts2. Info: e-mail: chichenitza@arquitectum.com; www.arquitectum.com - version.EN

OrtInParco 2008

[deadline: 31/12/2007]
In occasione della 5. edizione di OrtInParco, la manifestazione specializzata sulle tematiche dell’orto e giardino che si terrà nel Parco delle Terme di Levico, il Servizio Conservazione della Natura e Valorizzazione Ambientale della Provincia Autonoma di Trento e l’Azienda APT Valsugana Vacanze con il patrocinio e la collaborazione di AICu (Associazione Italiana Curatori Parchi, Giardini e Orti Botanici), AIAPP (Associazione Italiana Architettura del Paesaggio) e la rivista ACER-Il Verde Editoriale, indicono un concorso di idee per giovani progettisti singoli o associati, per la progettazione e realizzazione di orti-giardino temporanei. I concorrenti dovranno progettare gli allestimenti in spazi all’aperto nel parco di dimensioni di circa 40 mq, utilizzando preferibilmente materiali vegetali e naturali. Il tema della 5. edizione sarà Orto e giardino fra tradizione e innovazione”. L’orto inteso come premessa, origine dell’idea di giardino, elemento fragile ed effimero, recinto di verde coltivato caratteristico di ogni paesaggio, memoria di un luogo e di una comunità. Il concorso è aperto a giovani con un’età massima di 30 anni al momento dell’iscrizione, da soli o in gruppo. L’iscrizione è aperta a soggetti che hanno conseguito il diploma di laurea specialistica o breve, e/o master di specializzazione. Il concorso è aperto anche a soggetti non laureati che presentino un adeguato curriculum vitae che attesti l’attività in ambito artistico o paesaggistico; in tale caso dovrà essere fornito anche un book di opere realizzate e/o eventuali referenze. Al vincitore sarà inoltre garantito un premio di € 2.000. Al secondo e terzo classificato spetteranno rispettivamente 1.000,00 e 500,00 €. Info: tel 0461 706824 fax 0461 706052 e-mail: parco.levico@provincia.tn.it; www.ripristino.provincia.tn.it - bando.pdf

MagmArt 2008 - video under volcano

23 - 24 febbraio 2008, Napoli >[iscrizioni: 10/10/2007 > 31/12/2007]
Al via la 3. edizione di Magmart - video under volcano, festival internazionale di videoarte. Il festival è realizzato in partnership con il CAM-Casoria Contemporary Art Museum, e con il patrocinio della Provincia di Napoli. Online media sponsor del festival è il portale di news d’arte ShaVis.com. Broadcast media sponsor è il canale tv insu^tv. La manifestazione prende il via il 10 ottobre, con la pubblicazione del bando di partecipazione, e si concluderà con l’evento finale, programmato per il 23/24 Febbraio 2008, che si terrà al CAM. Il festival è aperto a tutti i videoartisti internazionali. La partecipazione è gratuita. Il festival è dedicato esclusivamente alla videoarte, e non è previsto alcun tema particolare. Tra tutti i video presentati, verrà effettuata una selezione finale sulla base del voto di una Giuria di esperti. Le 30 opere selezionate entreranno a far parte della collezione permanente del CAM. Tutti i materiali inviati non saranno restituiti, e verranno conservati nell’archivio del festival come documentazione. Ciascun autore può partecipare con un massimo di 5 video. Info: e-mail: info@magmart.it; www.magmart.it - bando.pdf

Camere #5 - Luigi Ontani | Vettor Pisani | Emilio Prini

31 dicembre 2007 - 29 febbraio 2008, Roma
Stasera alle ore 19, inaugura, presso gli spazi di RAM-radioartemobile, in via Conte Verde 15, Roma la mostra “Camere #5″ che, nell’ambito del progetto Camere - giunto al 5. appuntamento -, propone il lavoro di Luigi Ontani, Vettor Pisani ed Emilio Prini. Coordinatore: Felix Monguilot-Benzal. Con la consueta abilità nel rielaborare, con sorprendente fantasia, strutture e linguaggi diversi, Luigi Ontani presenta RagaRugaRogo (1998/2006): installazione composta da un grande autoritratto realizzato con un sistema di immagini lenticolari e da una maschera indonesiana in legno dipinto. Un lavoro ricco di quella simbologia con cui Ontani interpreta ironicamente il mondo, allargando gli orizzonti di una realtà spesso costretta da obblighi di ordine convenzionale. Da sempre in bilico tra arte e citazione critica, Vettor Pisani presenta invece l’installazione Ready Made Mistico (2007) e il video Il pasto sacro, due opere che, in presenza di un’ironia intelligente e necessaria, rivelano quel fitto impasto di simbologie, alchimie, iconografie e contenuti ricorrenti nel lavoro di Pisani. Infine Emilio Prini, protagonista dell’Arte Povera dal suo inizio e sostenitore di una disposizione artistica non più creativa (”nulla viene inventato”) ma indagatrice (”tutto si scopre”), presenta l’opera Il vuoto (2007). L’artista torna a riflettere sul senso di sospensione, di silenzio e di ripiegamento del pensiero, generati dal vuoto. Visioni molto diverse ma in grado di convivere in una piattaforma comune che apre al dialogo culturale e a cui va ad aggiungersi anche la riflessione, personalissima, di Eleonora Esse che accompagna la mostra con il testo inedito Nuova Era. Info: Alan Santarelli, tel 348 4153676 e-mail: alan.santarelli@gmail.com - tel +39 06 44704249 e-mail: info@radioartemobile.it; www.radioartemobile.it

vai su>|news|