NEWS in archivio dicembre 2010
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

1/12/2010


Mondrian / De Stijl

1 dicembre 2010 - 21 marzo 2011, Paris
L’exposition “Mondrian / De Stijl” présentée par le Centre Pompidou entrelace les parcours de l’un des plus grands peintres abstraits du XXe siècle et de l’un des mouvements les plus féconds de la modernité européenne. Cette rétrospective événement est la toute première, en France, à éclairer ce moment clé de l’histoire de l’art du 20e siècle. De Stijl synthétise, dès la fin des années 1900 et dans les années 1920, une vision esthétique et sociale, un art total, qui constitue une base pour comprendre les sources de l’art moderne. À Paris, entre 1912 et 1938, Mondrian, acteur central de cette avant-garde et nourri de son expérience, met en place un vocabulaire et une « nouvelle plastique abstraite », une entreprise radicale qui révolutionnera la peinture et l’art, avec à ses côtés Theo Van Doesburg et Gerrit Rietveld, les autres fondateurs de ce mouvement transdisciplinaire qui aborde la peinture, la sculpture, l’urbanisme, l’architecture, la conception de mobilier et le graphisme. Info: www.centrepompidou.fr

Piranesi Prix de Rome 2010 a João Luís Carrilho da Graça

Il 1° dicembre 2010 si svolgerà presso la Casa dell’Architettura di Roma all’Acquario Romano a partire dalle ore 17, la cerimonia di conferimento del Prix de Rome 2010 all’architetto
portoghese João Luís Carrilho Da Graça, premiato per la musealizzazione del sito archeologico di Praça Nova del Castello di São Jorge a Lisbona, realizzata nel 2008. Per l’occasione l’Architetto terrà una lectio magistralis. L’evento è aperto al pubblico. L’8. edizione del Piranesi Prix de Rome, manifestazione promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione di Roma Capitale, organizzata dall’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia in collaborazione con il Ministero per i Beni e le attività Culturali, la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Tivoli, ed in partnership con il Politecnico di Milano, il Pantheon Institute di Roma e FIABA, si è svolta a Roma e Villa Adriana dal 28 agosto all’11 settembre 2010. La manifestazione, voluta dall’Assessore Umberto Croppi, era composta da due concorsi di architettura e museografia per l’archeologia. Uno riservato agli architetti professionisti e uno universitario riservato agli studenti laureandi e dottorandi delle scuole europee e d’oltreoceano. Il 1° settembre è stato assegnato il premio per professionisti, maturato all’interno di una Call Internazionale per architetture costruite in area archeologica, attivata nel mese di aprile scorso dall’Accademia Adrianea, alla quale hanno partecipato importanti progettisti di profilo internazionale e di grande esperienza professionale che si sono riuniti a Roma, per un Convegno di due giorni (31 Agosto e 1 Settembre) tenutosi presso la sala convegni del Museo dell’Ara Pacis, confrontandosi sui temi del progetto architettonico per la valorizzazione del patrimonio archeologico. Info: www.premiopiranesi.net

Alessandra Coppa, Giovanna D’Amia - Razionalismo lariano

Mercoledì 1 dicembre 2010 alle ore 16.15, presso il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura e Società, aula I 1.2, Campus Leonardo, si terrà la presentazione del libro “Razionalismo lariano”, a cura di Alessandra Coppa, Giovanna D’Amia, edito da Maggioli Editore. Introducono: Chiara Baglione, Luigi Spinelli | Tavola rotonda con gli autori: Davide Borsa, Federico Brunetti, Nicoletta Osanna Cavadini, Elena Di Raddo, Roberto Dulio, Chiara Rostagno, Lucia Tenconi | Moderano i curatori: Alessandra Coppa, Giovanna D’Amia | Il libro raccoglie i contributi del seminario sul Razionalismo lariano attivato presso la facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano nell’anno accademico 2007-2008. I saggi qui riuniti, che spaziano da questioni generali ad approfondimenti su singole opere, riflettono in qualche caso linee di indagine ancora in corso e offrono inediti tagli di lettura che tendono a definire i contorni di quella straordinaria stagione culturale che ha fatto della città di Como e delle sponde del Lario uno dei più fervidi laboratori della ricerca architettonica razionalista. Al di là dei numerosi contributi dedicati negli ultimi anni ai singoli protagonisti, il razionalismo lariano nel suo complesso - ovvero la proposta progettuale del gruppo riunito intorno a Giuseppe Terragni e Pietro Lingeri - costituisce infatti un capitolo storiografico ancora aperto e rappresenta un’esperienza tutt’altro che monolitica. Info: www.arch.polimi.it

Andrea Branzi. The Weak Metropolis: for a “New Charter of Athens”

1 dicembre 2010 - 6 febbraio 2011, Vienna
A major concern of Andrea Branzi, co-founder of the group Archizoom and of the Domus Academy in Milan, is the predicament of cities in the 21st century. In his lecture, Branzi will make ten “modest recommendations” towards understanding the city according to new social and functional logics. In this sense, the concept of the “Weak Metropolis” calls for a new way of thinking which is capable of finally overcoming the urbanism of the modern era. It reacts to an environment which has changed due to globalization, the Internet, new workplace situations and imbalances both ecological and economic. The artistic and theoretical creativity of this important representative of the Italian radical design movement is determined by the interplay between architecture and design. To accompany this lecture, the MAK DESIGN SPACE will be hosting its first more extensive showing of urban visions and concrete design objects by Branzi. Info: www.mak.at

2/12/2010


bbcc EXPO - salone dei beni e delle attività culturali 2010

2 - 4 dicembre 2010, Venezia
Arriva il momento tanto atteso dai professionisti della scena culturale nazionale: il Salone dei Beni e delle Attività Culturali e il Salone del Restauro si svolgeranno da giovedì 2 a sabato 4 dicembre 2010 al Venezia Terminal Passeggeri. “bbcc Expo” e “Restaura”, organizzati da Veneziafiere e giunti rispettivamente alla quattordicesima e sesta edizione, si sono affermati negli anni come vetrina delle eccellenze nel settore cultura: un appuntamento imprescindibile per gli esperti del settore dei Beni Culturali e del restauro, che dopo il successo della scorsa edizione si sono dati nuovamente appuntamento a Venezia per lʼedizione 2010. Per lʼedizione 2010, il Salone veneziano conferma le collaborazioni più riuscite degli scorsi anni. In particolare con Villaggio Globale International, che collabora allʼorganizzazione, e Maurizio Cecconi, amministratore delegato della medesima società, confermato direttore artistico del XIV bbcc Expo.
 Ci sarà il Metadistretto Veneto dei Beni Culturali, con il proprio seguito di professionisti e aziende del settore, che negli anni ha saputo sempre coordinare un ricco programma di convegni allʼaltezza del pubblico di specialisti frequentatori del Salone. Il 2010 è lʼanno in cui la manifestazione concretizza una significativa collaborazione con le Università veneziane Caʼ Foscari e Iuav, con le quali saranno allestiti eventi di alto livello nelle giornate del Salone. Lʼappuntamento si rinnova con lʼundicesima edizione della Borsa del Turismo Culturale “Viaggiandum Est” che accoglie ogni anno più di 50 operatori della domanda turistica internazionale e oltre 150 operatori dellʼofferta turistica nazionale, proponendosi – anche nel 2010 – quale luogo ideale per un faccia a faccia senza mediatori tra operatori della domanda e dellʼofferta italiana ed estera. Eʼ confermato lʼappuntamento anche questʼanno con il Premio alla Comunicazione, che vanta una tradizione nata nel 1998 e giunge oggi alla sua XII edizione. Info: www.bbccexpo.it

Blauer Hase - Paesaggio

Il 2 dicembre 2010 alle ore 18.30, presso la galleria neon>campobase a Bologna, appuntamento con Blauer Hase. Paesaggio è una raccolta di paesaggi di diversi artisti italiani, in forma di testo. I testi/paesaggi assumono diverse forme: opere in forma di testo, documenti, appunti, dialoghi. L’elemento su cui si basa la raccolta è il paesaggio come argomento, oggetto di ricerca oppure elemento costitutivo. Il progetto intende testimoniare come alcuni artisti italiani si relazionano oggi al paesaggio (inteso come genere, oggetto di ricerca, visione/veduta, storia…), senza però utilizzare immagini, solo parole. Autori: Riccardo Benassi, Andrea De Stefani, Diego Marcon, Agne Raceviciute, Alessandro Roma, Claudia Rossini, Giulio Squillacciotti, Saverio Adamo Tonoli. *[Blauer Hase è un collettivo artistico che nasce nel 2007 dalla comune volontà di operare attivamente nel particolare contesto della città di Venezia, proponendo forme sperimentali di produzione e di fruizione. L’idea di trascendere parzialmente le singole individualità e di lavorare come gruppo nasce dalla assoluta importanza che Blauer Hase attribuisce alla discussione e alla collaborazione: in questa ottica, l’intero processo produttivo di un’occasione espositiva viene inteso come oggetto artistico, cercando di unire in un’unica entità progettuale: curatela, produzione, promozione e design. Blauer Hase comprende Mario Ciaramitaro, Riccardo Giacconi, Giulia Marzin, Daniele Zoico]. Info: tel +39 051 5877068 fax +39 051 5877068 e-mail: info@neoncampobase.com - www.neoncampobase.com

Sustain/Ability

2 - 4 dicembre 2010, Treviso
Sustain/Ability è il primo festival dedicato al design sostenibile organizzato in Veneto. Sustain/Ability si pone l’obiettivo di diffondere e rafforzare la cultura del design sostenibile. Il festival si articola in tre giorni di eventi e comprende un fitto calendario di appuntamenti e incontri pensati per avvicinare il grande pubblico al tema del design sostenibile e avviare una serie di dibattiti sulle diverse realtà territoriali coinvolte (istituzioni, aziende, università, pubblico) con l’obiettivo finale di ripensare lo sviluppo in chiave etica, mettendo al primo posto la cura dell’ambiente e la qualità della vita. Il festival prevede due appuntamenti principali di riflessione e discussione quotidiana sui temi del design sostenibile. Il primo è il ciclo di conferenze Sustainable Talks, cinque incontri formativi su temi specifici dedicati agli addetti ai lavori ma aperti al pubblico, che hanno l’obiettivo di creare un costruttivo confronto tra industriali, professionisti e designer. Le conferenze serali, Sustainable Speech, sono pensate per coinvolgere il grande pubblico, e per questo motivo affrontano questioni culturali di più ampio respiro legate al tema della sostenibilità. I due incontri sono moderati rispettivamente da Imke Volkers, curatrice del Werkbund Archiv di Berlino, che dialogherà con Tobia Scarpa sulle origini del design, e da John Thackara, direttore e fondatore della piattaforma Doors of Perception. Ai due cicli di conferenze e dibattiti si affianca il progetto Sustainable Itineraries, un percorso a tappe negli spazi e le strade di Treviso curato da Università Iuav di Venezia secondo un criterio che intende dare visibilità ai progetti e prototipi realizzati dagli studenti nei laboratori di ricerca dell’università. Info: http://sustain-ability.it

Research by (Urban) Design. Breaking Boundaries / Founding Grounds

Il 2 dicembre 2010, ore 14-18, presso la Facoltà di Architettura e Società, via Ampère 2, Aula Rogers, a Milano, si terrà Research by (Urban) Design. Breaking Boundaries / Founding Grounds, seminario organizzato congiuntamente dal corso di dottorato in Architettura, Urbanistica, Conservazione dei luoghi dell’abitare e del paesaggio (AUC) e dal corso di dottorato in Governo e Progettazione del Territorio (GPT). The seminar is organised around the premise that research-by-design, as an exploration of feasible futures, is a powerful tool for investigation and an important medium aiming to set problems, programmes and future actions rather than to solely solve them. An urge to address the way how urbanism and landscape disciplines might tackle the relation between research and design is the starting point of the symposium, where the ambition is to give speakers the opportunity to inspire to signififi cant critique through their projects and works. The seminar will bring together design practitioners and theorists with the goal of exploring the potential of different design methodologies in breaking the boundaries between analytical and projective thinking, while questioning the use of interpretative mappings, visions and scenarios as effective devices to approach research as a creative process. Info: www.diap.polimi.it

3/12/2010


For landscape/Landscape for

3 - 12 dicembre 2010, Torino
La Fondazione Fitzcarraldo e il Dipartimento Progettazione architettonica e Disegno industriale del Politecnico di Torino organizzano “For landscape/landscape For”, un’iniziativa intorno al paesaggio al Castello del Valentino (Torino). Si comincia il 3 dicembre con l’inaugurazione della mostra “Per il paesaggio/For landscape Tecniche di racconto per il progetto – Paolo Castelnovi 1980-2010″ e del sito “For landscape/landscape For”, forum e archivio aperto delle esperienze sul paesaggio. Si continua il 10 dicembre con il convegno internazionale “Il paesaggio per/Landscape for. Strategie al tempo della crisi per abitare meglio sempre”, un primo tentativo di spostare l’attenzione al paesaggio dagli studiosi agli operatori sul territorio, di passare da un’ottica di conservazione ad una di partecipazione alle trasformazioni. La proposta è di guardare al paesaggio come a uno strumento operativo, gestionale ed economico per migliorare la qualità della vita. Per partecipare al convegno non è prevista pre-iscrizione: ci si registra in loco a partire dalle ore 9.00. Info: www.fitzcarraldo.it - www.landscapefor.eu - programma.pdf

Progetti di Giovani Architetti

3 dicembre 2010 - 9 gennaio 2011, Milano
Il GiArch (Coordinamento Nazionale dei Giovani Architetti Italiani) e UTET Scienze Tecniche® hanno avviato una collaborazione per promuovere l’architettura italiana under40, attraverso la serie di monografie della nuova collana editoriale LineaGiArch e attraverso la mostra denominata Progetti di Giovani Architetti Italiani. Alla Triennale di Milano, sede Bovisa, saranno presentate le migliori opere costruite dai giovani professionisti italiani. I progetti, selezionati da una giuria nazionale, sono stati raccolti attraverso un bando di auto candidatura aperto a tutti i giovani architetti. L’ampia panoramica di casi selezionati e la varietà di tipologie e scale di intervento, permettono di rappresentare in modo significativo il quadro dello stato attuale dell’architettura italiana e delle tendenze di sviluppo sulle quali stanno lavorando i giovani architetti. L’iniziativa curata dall’architetto Luca Paschini è il frutto della collaborazione tra la Fondazione La Triennale di Milano, il GiArch - Coordinamento Nazionale dei Giovani Architetti Italiani e Utet Scienze Tecniche®. La mostra è accompagna da due volumi della nuova collana editoriale LineaGiArch, che in oltre 600 pagine presentano gli 80 progetti selezionati, descrivendo lo sviluppo e la realizzazione di ciascun edificio, dal concetto iniziale sino ai particolari costruttivi e di dettaglio. Alla mostra si affianca un ciclo di conferenze e la rassegna di interviste video T_Talks in cui i principali protagonisti dell’evento raccontano le loro idee e gli approcci progettuali. Info: www.bovisa.triennale.org

4/12/2010


Contemporaneo.doc/DOCVA_ Open Call Roma - Archivio Aperto

4 dicembre 2010 - 13 febbraio 2011, Roma >[deadline: 1/02/2011]
Se sei un artista, hai meno di 40 anni e vuoi che il tuo portfolio venga valutato, selezionato e reso consultabile al MAXXI in occasione della mostra “Contemporaneo.doc/DOCVA”, puoi inviare la documentazione del tuo lavoro al MAXXI a partire dal 3 novembre 2010. Con questa iniziativa il MAXXI accorcia le distanze tra la sede ufficiale del DOCVA - Centro di Documentazione Arti Visive (Milano) e il resto d’Italia. L’archivio, infatti, durante tutto il periodo della mostra continuerà a lavorare utilizzando gli spazi del museo come se fosse un’estensione romana della propria sede. L’iniziativa Open Call Roma - Archivio Aperto prevede la valutazione dei portfolio che perverranno al MAXXI entro il 1 febbraio 2011. I curatori di Careof, Viafarini e MAXXI selezioneranno inoltre circa 50 artisti che avranno l’opportunità di un incontro “visione portfolio” con Chiara Agnello, Milovan Farronato e Mario Gorni. I portfolio selezionati andranno ad aggiungersi a quelli già esposti ed entreranno a far parte del patrimonio dell’archivio DOCVA di Milano. Info: www.fondazionemaxxi.it

5/12/2010


Costruiamo un parco pubblico contro il degrado

Il 5 dicembre 2010 alle ore 11, in Via del Ponte di Castel Giubileo, in uno spazio verde abbandonato dopo la fine dei lavori sul G.R.A., i cittadini si rimboccano le maniche e costruiscono un parco pubblico. L’iniziativa è del movimento Retake Roma, con la collaborazione dei Giovani Democratici di Prima Porta Labaro. Armati di vanghe, rastrelli e decespugliatori si regalerà alla cittadinanza un luogo prima abbandonato al degrado. Verranno messe altalene, giochi per bambini e verrà creato un campetto di calcio con le porte. L’impegno civico contro l’incuria, il buon esempio contro l’indifferenza, riscoprire il valore dello stare insieme per migliorare il quartiere in cui si vive, questi sono i valori alla base di Retake Roma. Il nuovo parco si arricchirà della presenza di un arredo-urbano, “The Urban Living Room”, costituito completamente di materiali riciclati e autocostruito, un progetto nato negli Stati Uniti ad opera dello studio Balmori Associates, realizzato in occasione della Festa dell’Architettura che si è tenuta a Roma nel giugno scorso, grazie al coordinamento della Galleria di Architettura “come se” e all’attiva collaborazione dei ragazzi di Progetto CivicoZero di Save the Children. Info: e-mail: info@comese.me.it - www.comese.me.it

7/12/2010


Decolonizing Architecture at REDCAT

7 dicembre 2010 - 6 febbraio 2011, Los Angeles
REDCAT is pleased to present the first U.S. exhibition by Decolonizing Architecture. Initiated by Alessandro Petti, Sandi Hilal and Eyal Weizman in 2007, Decolonizing Architecture is a project set up as a research studio and residency program in Beit Sahour, Bethlehem. The studio examines architecture to articulate the spatial complexities of decolonization, taking the conflict over Palestine as their main case study. Collaborating with a range of individuals including artists, filmmakers, activists, academics, and non-profit organizations to embark on a broad spectrum of critically-engaged and highly-focused research projects, the studio works within a spatial reality that Weizman describes as “the politics of verticality” in his riveting study of the occupied territories titled Hollow Land. Offering new possibilities for insight and engagement, the studio aims to inaugurate an “arena of speculation” that incorporates varied cultural and political perspectives as interventions within the political, legal, and social force fields that exist there. For REDCAT, Decolonizing Architecture will develop an exhibition that builds on their work over the last three years. Comprised of research material, photography, architectural models, video/film works, and a series of books, the exhibition brings together three core projects (De-Parcelization, Return to Nature and The Red Castle and the Lawless Line) to recast the largely discredited term decolonization and to consider how the transformation of financial, military and legal infrastructures in the area can lead to what the architects have called “the construction of counter apparatuses that find new uses for the abandoned structures of domination.” […] Info: www.redcat.org

8/12/2010


Arte Video Roma Festival Final Tour - Ricicli Catodici

8 - 14 dicembre 2010, Roma
L’8 dicembre 2010 avrà luogo presso la Galleria Gallerati a Roma, la prima tappa dell’evento finale di Arte Video Roma Festival, rassegna internazionale di ricerca audiovisiva organizzata dal C.A.R.M.A. – Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate – che si è tenuta nei giorni 25, 26, 27 di Giugno 2010 e si è distinta, oltre che per la qualità della selezione, per la tendenza all’interazione e alla collaborazione attiva con altre realtà nazionali ed internazionali impegnate nel lavoro di diffusione delle arti e delle culture odierne. Le 6 sezioni proposte al festival “MAGMART FESTIVAL” (raccolta di 10 opere di videoarte internazionale selezionate dalle cinque edizioni a cura di Enrico Tomaselli),“FISH EYE FESTIVAL” (7 opere di videoarte italiana a cura di Bruno Di Marino), “ARTEVIDEO” (selezione delle opere pervenute dal concorso internazionale), “C.A.R.M.A.” (opere di un gruppo di autori direttamente convocati dal gruppo Le Momo Electronique), “HEURE EXQUISE!” (selezione dal catalogo della celebre distribuzione internazionale di videoarte), e RICICLI CATODICI (una antologia scelta tra tutti i lavori visionati di opere videoinstallative proposte in multivisione sugli schermi dell’omonimo progetto) sono state il frutto di una complessa opera di selezione che si è avvalsa del lavoro di monitoraggio svolto dal gruppo Le Momo Electronique, della collaborazione esterna di autorevoli critici, curatori, artisti e case di produzione/distribuzione ed, infine, della copiosa adesione al bando di concorso internazionale scaduto il 5 di Giugno. Info: www.galleriagallerati.it - http://carma.qblog.it

9/12/2010


Giulio Carlo Argan intellettuale e storico dell’arte

9 - 11 dicembre 2010, Roma
Si terrà a Roma il Convegno Internazionale “Giulio Carlo Argan intellettuale e storico dell’arte”. Il Convegno, che conclude i lavori inaugurati da una giornata di studi tenuta ai Lincei nel 2009, rientra nel fitto programma di iniziative promosse e coordinate dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario dalla nascita di Giulio Carlo Argan (1909-1992), istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Le tre giornate, promosse in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo della Sapienza, daranno testimonianza della riflessione critica su Argan come intellettuale e storico dell’arte attraverso ricerche documentarie e contributi di studiosi e allievi. I lavori delle diverse sezioni saranno coordinati da Marcello Fagiolo, Martine Boiteux, Maria Grazia Messina, Augusta Monferini, Marisa Dalai Emiliani. Nelle prime due giornate verrà dato spazio anche alla proiezione di filmati, con una scelta di materiali delle Teche RAI presentati da Tommaso Casini e Anna Maria Cerrato, e un’inedita intervista ad Argan sull’opera di Giorgio Morandi. A una voce recitante saranno invece affidate alcune letture scelte dagli scritti di Argan. Durante il Convegno e nei giorni seguenti saranno esposti alcuni pannelli che ripercorreranno, con foto e documenti, la biografia di Giulio Carlo Argan. Info: www.giuliocarloargan.org

Eco-Polis

[deadline: 9/12/2010 | 14/01/2011]
Eco-Polis Master Internazionale in Politiche Ambientali e Territoriali per la Sostenibilità e lo Sviluppo Locale, è un corso itinerante di formazione avanzata e multidisciplinare, parte dell’offerta formativa avanzata dell’Istituto Universitario di Studi Superiori, IUSS - Ferrara 1391 e della International School on Culture, Innovation and Sustainable Development dell’Università di Ferrara. Eco-Polis è finalizzato a trasmettere le conoscenze e le pratiche più innovative in tema di sostenibilità e sviluppo locale, attraverso l’incrocio di un ampio ventaglio di conoscenze specialistiche. Il nome stesso del Master, Eco-Polis, sintetizza l’obiettivo culturale, scientifico e didattico di coniugare le dimensioni dell’economia e dell’ecologia con quelle del territorio e della città, dell’ambiente e del paesaggio. La visione strategica di Eco-Polis è orientata a fornire gli strumenti per perseguire uno sviluppo economico, sociale e spaziale ecologicamente orientato e democraticamente partecipato nel governo dei processi, nella promozione delle politiche e nella definizione degli strumenti. Le modalità di svolgimento del corso fanno di Eco-Polis una esperienza formativa unica al mondo: - 9 università coinvolte fra Italia e America Latina | - docenti di oltre 15 università per le lezioni e i workshop | - esperti e professionisti, funzionari pubblici, politici, imprenditori, ONG | - workshop su casi studio concreti per l’esercizio al lavoro di gruppo insieme a docenti e tutors | Termine per l’iscrizione 9 dicembre 2010 per i cittadini non europei e 14 gennaio 2011 per i cittadini europei. Il corso avrà inizio dall’Università degli Studi di Ferrara il giorno 1 marzo, 2011, con la registrazione on-line degli allievi selezionati e la diffusione dei materiali didattici per la fase di didattica a distanza. Info: www.masterecopolis.it

L’immagine come controinformazione

9 - 31 dicembre 2010, Roma
Il 9 dicembre 2010 alle ore 18, presso il MLAC - Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, inaugura la mostra “L’immagine come controinformazione: le esperienze del Laboratorio di Comunicazione Militante e di Videobase”, a cura di Lucilla Meloni, Simonetta Lux, Domenico Scudero. Alla inaugurazione seguirà, alle ore 19.30, un convegno nel quale interverranno gli artisti Paolo Rosa, Guido Lombardi, Gianfranco Baruchello; il direttore del PAN Marina Vergiani; la curatrice Lucilla Meloni; Claudio Zambianchi, docente di Storia dell’Arte Contemporanea alla Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università Sapienza di Roma. Coordina Simonetta Lux. La mostra, che propone una ricognizione delle esperienze elaborate nel corso degli anni Settanta da Videobase (Roma 1971-1979, Anna Lajolo, Alfredo Leonardi, Guido Lombardi) e dal Laboratorio di Comunicazione Militante (Milano 1975-1979, Tullio Brunone, Giovanni Columbu, Ettore Pasculli, Paolo Rosa), riflette sulla sperimentazione linguistica permessa dai nuovi dispositivi elettronici (proprio tra la fine degli anni Sessanta e i Settanta “esplode” il videotape), sulle prime pratiche partecipative (che vedevano coinvolti nelle diverse esperienze gente comune e studenti), sulla messa in opera di procedimenti decostruttivi volti a svelare l’ingannevole universo delle immagini mediali. Negli anni Settanta infatti, in pieno clima concettuale, alcuni artisti indagano la natura delle immagini mediali, e, attraverso l’uso del videotape, ritenuto uno strumento comunitario, si fanno produttori di immagini “vere”, democraticamente condivise, nel desiderio di creare una “televisione di strada”. […] In occasione della mostra, lunedì 13 dicembre alle ore 17.00 si terrà una MasterClass dal titolo L’interferenza dei codici linguistici. Parteciperanno: Nanni Balestrini, Claudio Zambianchi, Domenico Scudero, Carla Subrizi, Gianfranco Baruchello, Lucilla Meloni. Coordina Simonetta Lux. Info: www.luxflux.org

EVA SAMUEL architecte & associés - , la ville autrement dit.

10 dicembre 2010 - 15 gennaio 2011, Paris
Le jeudi 9 décembre 2010 de 18h30 à 21h, dans La Galerie d’Architecture, 11 rue des Blancs Manteaux, Paris, verissage de l’exposition EVA SAMUEL architecte & associés - , la ville autrement dit. Autour de la table, le projet se fait, se raconte et s’expose. Entre urbanisme et architecture, entre construit et vide habité, Eva Samuel expérimente avec son équipe une façon d’exercer qui privilégie les enjeux urbains, interroge les programmes et engage un dialogue actif avec les situations urbaines. Projets témoins : plusieurs projets réalisés ou non parmi lesquels, l’école de la rue du Javelot à Paris, l’aménagement du Port de Pantin, le projet d’aménagement du quartier Chapelle International et du quartier Fréquel Fontarabie à Paris, les logements à Clichy, la casa Pileci en Sicile, la place des Halles à Beauvais… Eva Samuel est architecte, urbaniste, enseignante et architecte conseil de l’état. Chaque mode d’exercice complète l’autre et dessine un métier : passeur d’imaginaire urbain. Info: www.galerie-architecture.fr - www.evasamuel.fr

XVI Convegno internazionale di Studi cinematografici - Cinema e Energia

9 - 11 dicembre 2010, Roma
Il Dipartimento Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre organizza il XVI Convegno internazionale di Studi cinematografici dal titolo “Cinema & Energia”, al Teatro Palladium di Roma dal 9 all’11 dicembre 2010. Nelle storie del cinema si parla comunemente del rapporto tra cinema e tecnologia, e si osserva giustamente che il cinema è arte tecnologica per eccellenza, che nasce in una certa fase della rivoluzione industriale, che il suo dispositivo ottico-chimico-meccanico è il risultato di sperimentazioni scientifiche sull’effetto stroboscopico e sulla scomposizione del movimento, che il sonoro e il colore sono conquiste tecnologiche che del cinema arricchiscono le possibilità espressive, come pure i progressi tecnici relativi all’emulsione della pellicola, all’illuminazione e a tutta la strumentazione tecnica in cui il cinema è immerso. Oggi, inoltre, è largamente accettata tra gli studiosi l’idea di una “espansione” del cinema nella televisione e nei new media, in un processo di ridefinizione del linguaggio cinematografico che avviene alla luce delle nuove tecniche, dall’elettronica al digitale, messe a punto per il linguaggio audiovisivo. Il convegno si propone di fare il punto sul rapporto tra cinema ed energia, prospettando un quadro articolato dei molteplici modi in cui questo rapporto può essere inteso, tanto al livello delle forme cui il linguaggio cinematografico (e audiovisivo) ha dato vita quanto al livello dei “contenuti” veicolati dal cinema (e dall’audiovisivo) nel corso della sua storia fino a oggi. Info: www.uniroma3.it

L’immagine come controinformazione

9 - 31 dicembre 2010, Roma
Il 9 dicembre 2010, alle ore 18, il MLAC - Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, inaugura la mostra “L’immagine come controinformazione: le esperienze del Laboratorio di Comunicazione Militante e di Videobase”, a cura di Lucilla Meloni, Simonetta Lux, Domenico Scudero. All’inaugurazione seguirà, alle ore 19.30, un convegno nel quale interverranno gli artisti Paolo Rosa, Guido Lombardi, Gianfranco Baruchello; il direttore del PAN Marina Vergiani; la curatrice Lucilla Meloni; Claudio Zambianchi, docente di Storia dell’Arte Contemporanea alla Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università Sapienza di Roma. Coordina Simonetta Lux. La mostra, che propone una ricognizione delle esperienze elaborate nel corso degli anni Settanta da Videobase (Roma 1971-1979, Anna Lajolo, Alfredo Leonardi, Guido Lombardi) e dal Laboratorio di Comunicazione Militante (Milano 1975-1979, Tullio Brunone, Giovanni Columbu, Ettore Pasculli, Paolo Rosa), riflette sulla sperimentazione linguistica permessa dai nuovi dispositivi elettronici (proprio tra la fine degli anni Sessanta e i Settanta “esplode” il videotape), sulle prime pratiche partecipative (che vedevano coinvolti nelle diverse esperienze gente comune e studenti), sulla messa in opera di procedimenti decostruttivi volti a svelare l’ingannevole universo delle immagini mediali. Negli anni Settanta infatti, in pieno clima concettuale, alcuni artisti indagano la natura delle immagini mediali, e, attraverso l’uso del videotape, ritenuto uno strumento comunitario, si fanno produttori di immagini “vere”, democraticamente condivise, nel desiderio di creare una “televisione di strada”. […] Info: www.luxflux.org/museolab

10/12/2010


About a Minute

10 dicembre 2010 - 13 febbraio 2011, London
About a Minute is the inaugural exhibition at The Gopher Hole, a new project space in Hoxton founded by aberrant architecture and Beatrice Galilee. Our aim is to explore new ways of curating ideas in contemporary culture and to provide a forum for sharp, critical debate on the arts and society. We hope to provide an open house for ideas that cross cultural boundaries, promote political and sociological thinking and encourage debate and exchange between disciplines. For our first exhibition, About a Minute, we have invited 15 conceptual artists, architects, designers, poets and writers to interpret a minute. Each work in this show was chosen for its thoughtful, provocative or playful response to the time through various mediums and orders. This plurality is key to the curatorial philosophy of the Gopher Hole: interrogating popular culture across disciplinary borders. Participants: Rachel Armstrong, Shumon Basar, Diane Cochrane, Economy, Glowacka Rennie & Robin Dutson, The Go West Project, Elaine W. Ho, Sam Jacob, Christian Kerrigan, Pedro Gadhano, Ralf Pflugfelder, Postworks, Jon Stone, Sunday Collective, Luke Wright. Info: www.holygopher.com

Learning Machines

10 - 11 dicembre 2010, Milano
In occasione della celebrazione dei suoi 30 anni di attività, NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano, ha ideato il progetto “Learning Machines. Art Education and alternative production of knowledge”, con l’obiettivo di confrontarsi sulle questioni più urgenti e attuali della formazione artistica e dei saperi su scala globale. Il titolo dell’iniziativa “Learning Machines”, che potrebbe essere tradotto in “Macchine di apprendimento”, è tratto dal mondo Fluxus, in particolare da una serie di opere del suo leader George Maciunas. Il progetto comprende una mostra di arte contemporanea, “Learning Machines. Figure”, un convegno internazionale, “Learning Machines. Discorsi”, l’allestimento di una Temporary Library, “Reading Machine”, e una speciale pubblicazione per celebrare la storia dell’Accademia. La manifestazione riflette la vocazione di NABA, che, fin dalla sua nascita nel 1980, ha contestato la rigidità della tradizione accademica e ha introdotto visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee, al sistema dell’arte e delle professioni creative. “Il Manuale. Un’Accademia in 100 parole”: un volume che racconta alcune figure chiave della storia e della filosofia dell’universo culturale dell’Accademia, attraverso 100 parole scelte e scritte da docenti e visiting professor che in questi trent’anni hanno contribuito a introdurre una alternativa al classico modello dell’Accademia in Italia. Nel corso dell’evento il volume verrà presentato al pubblico. Info: www.naba.org - CS.doc

11/12/2010


Paolo Martore - Conservazione e Arte cinetica_ presentazione libro

L’11 dicembre 2010 alle ore 16, nel Salone dell’Ercole della GNAM-Galleria nazionale d’arte moderna, in Viale delle Belle Arti 131, Roma, si terrà la presentazione del libro “Conservazione e Arte Cinetica” (Aracne Editrice), di Paolo Martore. Introdurrà Maria Giuseppina Di Monte. Interverranno Massimo Carboni, Mariastella Margozzi, Getulio Alviani e Lucilla Meloni. Sarà presente l’autore. Il libro_ È la prima monografia dedicata al problema della conservazione e restauro dell’arte cinetica. Nella letteratura di Conservazione e Restauro l’arte cinetica si è affermata come un paradigma del contemporaneo per le sue specifiche caratteristiche, malgrado ciò essa ha avuto finora trattazione parcellizzata in testi disparati. Tramite l’analisi degli scritti di settore, il volume è una svelta e mirata ricognizione teorica, che se da una parte riassume quanto prodotto dagli studi di settore in circa vent’anni, dall’altra s’interroga sul metodo d’esame da essi impiegato. Il “movimento”, espressione funzionale dell’opera cinetico-visuale, sembra infatti scivolare tra le maglie di un approccio conservativo fondato sull’abbinamento di materia e significato. Raccordando l’arte cinetica alla dimensione tecnologica, quindi, si cercano nuovi spunti d’indagine lungo sentieri meno battuti: si tratta di verificare la possibilità di un diverso sguardo critico a questioni d’importanza crescente nella pratica museale. L’autore_ Storico dell’arte e dottore di ricerca, Paolo Martore s’interessa alle questioni teoriche di Conservazione e Restauro in ambito d’arte contemporanea e in riferimento alle nuove tecnologie dello scenario artistico postmoderno. Ha collaborato con la Galleria nazionale d’arte moderna di Roma e svolge attività didattica e di ricerca per la cattedra di Storia dell’arte contemporanea dell’Università della Tuscia a Viterbo. Info: www.gnam.arti.beniculturali.it

Lo SPAZIO delle parole - Cesare Pietroiusti, Remo Bodei, Cino Zucchi

Continuano gli appuntamenti con i protagonisti della mostra SPAZIO, il primo allestimento tematico delle collezioni permanenti del MAXXI. L’11 dicembre 2010 alle ore 16.30, presso l’Auditorium del MAXXI, in via Guido Reni 4/a, Roma, si terrà l’incontro “La scena e l’immaginario”. Interventi di Cesare Pietroiusti, Remo Bodei, Cino Zucchi. L’originalità e l’indipendenza delle pratiche artistiche di Cesare Pietroiusti, le innovative soluzioni spaziali per l’abitare contemporaneo di Cino Zucchi e le ricerche sul rapporto tra identità individuale e collettiva di Remo Bodei. Al MAXXI un artista, un architetto e un filosofo per raccontare come le rivoluzioni tecnologiche e mediatiche del nuovo millennio abbiano dilatato tutte le dimensioni del concetto di spazio e l’infinita libertà con cui esso viene utilizzato e interpretato dall’arte e l’architettura contemporanee. Info: www.fondazionemaxxi.it

13/12/2010


Architetti e Architetture 2010

Il 13 dicembre 2010 alle ore 18, presso l’Arsenale della Pace, in Piazza Borgo Dora 61, Torino, si terrà la serata di premiazione dell’iniziativa “Architetti e Architetture 2010″. Da ormai undici anni l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Torino conferisce un riconoscimento “alla carriera” ai suoi iscritti che hanno compiuto i 50 anni dalla laurea. In aggiunta, anche quest’anno verrà assegnato il riconoscimento speciale del Consiglio dell’Ordine di Torino ai Cultori dell’Architettura, i quali promuovono l’architettura, la sostengono e si impegnano a perseguirne la qualità. I premio sarà conferito al regista Davide Ferrario e a Beppe Rovera e con lui a tutta la redazione di Ambiente Italia. Info: www.to.archiworld.it

14/12/2010


Pier Luigi Nervi. Architettura come sfida. Roma: ingegno e costruzione

15 dicembre 2010 – 20 marzo 2011, Roma
Inaugura il 14 dicembre 2010 alle ore 18.30 presso il MAXXI, a Roma, la mostra “Pier Luigi Nervi. Architettura come sfida. Roma: ingegno e costruzione”. Ingegnere, architetto, progettista strutturale, costruttore ma anche scrittore e docente universitario. A Pier Luigi Nervi, maestro e costruttore, il MAXXI dedica una approfondita mostra, nell’ambito di un ampio ciclo internazionale di esposizioni dedicate al grande talento italiano. Alla prima mostra, inaugurata a Bruxelles lo scorso giugno, seguiranno esposizioni che presenteranno ogni volta nuovi tagli e contenuti di approfondimento e, dopo Roma e Torino, continueranno in altre capitali d’Europa e d’America. Nervi, che nella sua lunga carriera ha realizzato principalmente grandi strutture, è stato uno dei “veicoli” più straordinari di un’immagine scientifica e insieme creativa dell’Italia nel mondo. A Roma la mostra proporrà un vasto approfondimento sulle opere di Nervi per le Olimpiadi del 1960, di cui si celebra quest’anno il Cinquantenario. Espressione matura della sua continua sperimentazione, questi edifici possono essere riguardati, in una prospettiva storica, come prodotti tra i più pregiati del Made in Italy. Il Palazzetto dello Sport al Flaminio, con la copertura sostenuta da un girotondo di giganteschi telamoni e la calotta decorata dal gioco ottico delle nervature romboidali. Il Palazzo dello Sport all’Eur, coperto da una cupola fittamente ondulata di 100 metri di diametro, sotto la quale il diciottenne Cassius Clay vinse la medaglia d’oro dei mediomassimi. Lo Stadio Flaminio, progettato con il figlio maggiore Antonio, che con la curva avvolgente delle gradinate e la elegante pensilina stupisce ancora oggi gli appassionati di rugby. Il viadotto di Corso Francia, nelle immediate vicinanze, dai caratteristici piloni a sezione variabile. L’iniziativa romana intende valorizzare i materiali inediti conservati nelle collezioni del MAXXI Architettura, anche con la pubblicazione dell’inventario completo dei progetti e dell’archivio fotografico, materiali che saranno resi accessibili on-line nella Sala studio del Centro Archivi. Info: www.fondazionemaxxi.it

15/12/2010


MAXXI Cantiere d’autore. Racconto fotografico

15 dicembre 2010 – 6 marzo 2011, Roma
Iwan Baan, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Antonio Biasiucci, Patrizia Bonanzinga, Luca Campigotto, Giancarlo Ceraudo, Giovanni Chiaramonte, Paola De Pietri, Ramak Fazel, Vittore Fossati, Moreno Gentili, Claudio Gobbi, Guido Guidi, Andrea Jemolo, Martino Marangoni, Raffaela Mariniello, Luciano Romano, Angela Rosati: 20 fotografi per raccontare la storia del cantiere del MAXXI. 20 punti di vista che si confrontano su un tema complesso come quello di un luogo in continua mutazione, mai uguale, necessariamente transitorio. Dalla riflessione sulla transitorietà è nata l’idea del progetto, un modo di ‘fissare’ con immagini, la natura in progress del cantiere: una “memoria d’autore”, un patrimonio di sguardi che restituisce le tante suggestioni che questa grande opera ha saputo suscitare. La mostra presenta una selezione di fotografie degli autori invitati al progetto, tra le oltre 180 che sono state acquisite negli anni dal MAXXI per le sue collezioni. A cura di Francesca Fabiani. Info: www.fondazionemaxxi.it

City portraits: Beijing

15 - 16 dicembre 2010, Venezia
Si terrà presso la Scuola di Dottorato Iuav a Venezia, il primo di una serie di convegni dal titolo “Ritratti di città” dedicato a Pechino, promosso dalla Scuola di Dottorato IUAV e curato da dottori o dottorandi. Il ciclo di incontri, che prenderà in considerazione città di tutto il mondo, si pone l’obiettivo di affrontare il tema della complessità urbana vista da molteplici di punti di vista, i soli in grado di spiegarne i meccanismi. La compresenza all’interno della scuola di dottorato di percorsi diversi di ricerca, attorno alle questioni dell’architettura, dell’urbanistica o del design, unita ad una tradizione di studio che ha fatto dello Iuav un punto di riferimento internazionale nell’ambito degli studi storici e urbani rende il tema delle città particolarmente adatto a sfruttare le competenze antiche e più recenti maturate nell’Università. Verranno prese in considerazione, dunque, città di particolare rilevanza, sia per quanto riguarda il peso della loro storia che l’evidenza della loro condizione attuale, capitali o metropoli di ogni continente, e per ognuna di esse verranno analizzate le ragioni e le componenti della loro diversità dentro un mondo globalizzato. Parteciperanno ai convegni, storici, urbanisti, pianificatori, architetti, studiosi del design o economisti, fotografi ecc. Ogni convegno sarà accompagnato da una riflessione autonoma fatta di immagini (film, fotografie, documentari) attraverso cui ciascuna città è stata rappresentata e sarà articolato in due giornate, la prima costituita dal convegno vero e proprio e la seconda organizzata in forma seminariale con la presenza di dottorandi e dottori di varia provenienza. In collaborazione con l’Università Ca’ Foscari, Venezia - Dipartimento di studi sull’Asia orientale. Info: www.iuav.it

Living Room - Cristian Chironi_ Cutter

Il 15 dicembre 2010 alle ore 22, Xing presenta a Raum, per la serie Living Room, la performance di Cristian Chironi Cutter in prima italiana. L’azione concepita per Raum fa parte del nuovo progetto di Chironi articolato in libri di artista, video e performing arts. Uno strumento tagliente asporta dalle immagini stampate tutto ciò che è in via d’estinzione o è già estinto: ghiacciai, fondali marini, panorami naturali, fiori, piante, animali. Immagine dopo immagine, attraverso la sottrazione, si formano nuove relazioni nella successione delle pagine, scavate con il fare di un botanico, il cinismo di un chirurgo e la svagatezza di un turista. Dall’Isola Deserta di Robinson Crusoe alla Foresta Equatoriale, dall’esplosione sonora della Natura al disegno perfetto di Fiori e Piante, dai Deserti alle Alpi, guardiamo un po’ affascinati e un po’ inebetiti le Meraviglie della Terra. Forse siamo tutti turisti, che ammirano l’Himalaya con un cheesburger in mano. Non è senza qualche perplessità che il naturalista si accinge a presentare le bellissime fotografie di questo libro. Egli si domanda se è veramente necessario accompagnare con un testo delle immagini che – scelte in base a criteri estetici – sono destinate innanzitutto ai lettori sensibili alla bellezza delle forme. Non obietterà forse qualcuno che l’identità delle creature rappresentate ha poca importanza? E che non mette conto di preoccuparsi della posizione che esse hanno nella natura? Il loro scopo e di farci provare l’emozione che suscita ogni opera d’arte perfetta, l’eccitazione intellettuale provocata da un’armonica disposizione delle masse. Info: tel 051 331099 e-mail: info@xing.it - www.xing.it

16/12/2010


New Media Art Education & Research 3: Always Already New

16 - 18 dicembre 2010, Milano
Nell’ambito delle celebrazioni per il 30. anniversario NABA e seguendo una visione sempre aperta all’esplorazione delle connessioni tra l’arte, la cultura e le tecnologie, il dipartimento di Media Design e Arti Multimediali e il Programma di Ph.D. in Arte e Tecnologia del Planetary Collegium M-Node, in collaborazione con NoemaLab, organizzano un simposio di tre giorni presso la Mediateca Santa Teresa (Via della Moscova 28, Milano) con l’obiettivo di sfidare, anticipare e stimolare la discussione sulle prospettive e sulle possibili evoluzioni delle forme educative in Media, Arte e Design e il ruolo della ricerca e della produzione di spazi per gli artisti e i creativi che lavorano con le tecnologie. Il simposio, a cura di Francesco Monico, vede un Comitato scientifico composto da Roy Ascott, Pierluigi Capucci, Giovanni Boccia Artieri, Amos Bianchi e Denis Jaromil Rojo. Tra i relatori: Roy Ascott, Gertfried Stocker, Michel Bauwens, Stephen Kovats, Derrick de Kerckhove, Alan Shapiro, Siegfried Zielinski, Sonia Cillari, PierLuigi Capucci, Antonio Caronia, Giovanni Boccia Artieri, Io Cose, Sarah Ciracì, Enrica Borghi, Tommaso Tozzi, Paolo Atzori, Francesco Monico, Alterazioni Video e Amos Bianchi, e molti altri. “Always Already New” è parte parte del programma “New Media Art Education & Research” che il PhD M-Node e il Dipartimento di Media Design e Nuove Tecnologie di NABA organizzano per il terzo anno consecutivo. Il programma di formazione e di ricerca offrirà interessanti spunti di riflessione e discussione per professionisti di diversa natura: docenti, ricercatori, studiosi, curatori, organizzatori di eventi del mondo delle arti e della tecnologia italiani e internazionali. Info: www.naba.it - www.m-node.org

17/12/2010


Riflessioni sul cinema neorealista

Il 17 dicembre 2010 alle ore 15.30, nell’ambito del Corso di Storia dell’architettura e del Laboratorio di Storia dell’Architettura della facoltà di Ingegneria edile - Architettura dell’Università Tor Vergata, tenuti da Giuseppe Bonaccorso e Marzia Marandola, si terrà la tavola rotonda “Riflessioni sul cinema neorealista: la raffigurazione della città periferica nel dopoguerra”. Il tema centrale dell’incontro è la rappresentazione dell’edilizia romana nel cinema italiano del secondo dopoguerra. Essa viene preceduta da una serie di clip che analizzano alcune pellicole che hanno contribuito a raccontare l’evoluzione e il cambiamento del territorio romano ai margini tra la città e la campagna. Quindi problemi come il fabbisogno edilizio negli anni Cinquanta del Novecento e lo sviluppo incontrollato di nuovi quartieri sia di edilizia popolare sia di edilizia residenziale privata, verranno discussi e analizzati guardando ai lavori di De Sica, Rossellini, Pasolini, Antonioni, Monicelli, Zampa. La tavola rotonda costituisce il terzo appuntamento nell’ambito degli incontri - che si protrarranno fino a gennaio 2011 - sul tema “La periferia anulare: edilizia e città”, nati con l’obiettivo di analizzare alcuni significativi brani del tessuto urbano della periferia romana, adottando metodi interpretativi legati alla storia, alla società, alla programmazione urbanistica, al progetto e alla costruzione. Info: www.architettiamoci.it

18/12/2010


Community. La ritualità collettiva prima e dopo il web

18 dicembre 2010 - 27 marzo 2011, Catanzaro
Il 18 dicembre 2010 alle ore 18.30 presso la sede del Museo MARCA, in via Alessandro Turco 63, a Catanzaro, si terrà l’inaugurazione della mostra “Community. La ritualità collettiva prima e dopo il web”, a cura di Alberto Fiz e Luca Panaro. Sono stati coinvolti in 14 tra gruppi e artisti di generazioni differenti quali Alterazioni Video, Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Vanessa Beecroft, Cristian Chironi, Mario Cresci, Paola Di Bello, Flatform, Nino Migliori, Adrian Paci, Franco Vaccari, Naomi Vona, Carlo Zanni. Un confronto tra grandi maestri e giovani rappresentanti dei new media che consente di riflettere sul concetto di comunità dagli anni cinquanta a oggi, attraverso opere fotografiche, video, progetti web e installazioni interattive. Non mancherà nemmeno un’installazione mobile del gruppo Flatform che durante i giorni che precedono la mostra registrerà le reazioni delle persone nelle strade della città di Catanzaro. Negli ultimi decenni la visione della comunità si è profondamente trasformata e si è assistito al passaggio da riti collettivi che si svolgevano in luoghi reali (case, strade, parchi, bar), a processi di aggregazione tecnologici sviluppati in ambienti virtuali (blog, chat, social network). La comunità, insomma, spesso, è diventata community on line (a Facebook hanno aderito 500 milioni di persone in tutto il mondo) e il web ha mutato profondamente il rapporto fra gli individui, sebbene si sia mantenuto inalterato il desiderio di appartenenza e di unità in base a interessi comuni. […] Mostra promossa dalla Provincia di Catanzaro - Assessorato alla Cultura con il patrocinio della Regione Calabria, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria. La mostra rientra nel Piano Operativo Regionale Calabria Fondi Europei di Sviluppo Regionale 2007/2013. Info: www.museomarca.info

31/12/2010


Città e territori da abitare

[iscrizioni: 31/12/2010]
È partito il CALL FOR PAPER per la rete tematica Città e Territori da Abitare curata da Elisa Palazzo con Bruno Pelucca. La rubrica si inserisce nel progetto editoriale delle “Reti Tematiche” della rivista Esempi di Architettura on.line. Le Reti Tematiche sono una struttura informatica scientifica a cui afferiscono diversi ambiti tematici di ricerca con i rispettivi responsabili scientifici. Ogni ambito scientifico di ricerca pubblica contributi di colleghi universitari (docenti, ricercatori, borsisti, ecc.) e studiosi interessati a collaborare. È prevista la pubblicazione in tutte le lingue in quanto il codice ISSN 2035 - 7982 attributo alla rivista on.line è multilingua. Tutti i contributi pubblicati saranno sottoposti a referaggio scientifico. L’accesso alla lettura delle Reti Tematiche è libero e gratuito. La rete tematica “Città e territori da abitare” si ispira allo slogan «Des villes pour vivre» della European Urban Charter adottata dal Consiglio Europeo. Il Manifesto europeo per una nuova urbanità emerge con particolare evidenza in un momento di grave crisi della New Economy in cui pare urgente far nascere un nuovo paradigma urbano, un modello di città in grado di ripensare la crisi economica in atto come opportunità di nuove politiche ambientali e di un’urbanistica di riconversione verso pratiche urbane di sostenibilità ed equità. In particolare, questa sezione affronta alcuni di quei temi, di grande valore etico, che si stanno imponendo al dibattito internazionale: il ruolo di ambiente, natura e agricoltura nelle città; la forma fisica della città contemporanea, il diritto di abitare ed il patrimonio costruito urbano; la mobilità sostenibile e l’efficienza ecologica delle città; la partecipazione dei cittadini/e ed i nuovi stili di vita; le pratiche di integrazione multiculturale e i nuovi abitanti; la gestione urbana e urbanistica sostenibile, ecc. I testi pubblicati presentano casi di buone pratiche urbane emergenti che ricadono sotto le parole chiave di sostenibilità / ambiente / solidarietà / conoscenza / cittadinanza. Si tratta di riconoscere nuovi cammini, esplorarli criticamente attraverso la rilettura di esempi concreti, mostrare dove siano stati fatti progressi significativi e dove ancora sia necessario lavorare. Il contributo dovrà essere inoltrato ai responsabili scientifici della Redazione di EdA, seguendo le norme redazionali allegate. Info: e-mail: cittaeterritoridaabitare@gmail.com - www.esempidiarchitettura.it

Idee per il paesaggio della Provincia di Trento

[deadline: 31/12/2010]
La Provincia autonoma di Trento indice un concorso di idee per l’affidamento di incarichi per studi, approfondimenti tecnici e ipotesi progettuali di fattibilità in materia di paesaggio di seguito elencati: - arredo e riqualificazione delle aree artigianali | - organizzazione e ripristino panoramico e paesaggistico dei passi dolomitici | - indicazioni metodologiche per le trasformazioni delle aree agricole di versante a nuove tecniche produttive | - tecniche costruttive e compatibilità dei manufatti e delle costruzioni rurali in aree agricole | - tipizzazioni di modellazioni per il recupero di cave esaurite | - riordino e riqualificazione del nesso urbano Riva del Garda - Arco | - indicazioni metodologiche per una progettazione dell’area di Zambana Vecchia secondo criteri di alta qualità paesaggistica e di identità territoriale | - ipotesi di riorganizzazione e miglioramento dell’area in prossimità del lago di Toblino | Il bando prevede la possibilità per esperti in materia di pianificazione urbanistica e di trasformazione del paesaggio di presentare delle proposte su uno dei suddetti argomenti. Le proposte che saranno dichiarate vincitrici riceveranno i relativi incarichi. Info: www.urbanistica.provincia.tn.it

Master in Scritture multimediali del Territorio 2011

[deadline: 31/12/2010]
Il Master in Scritture multimediali del Territorio prevede un’attività biennale per complessive 3000 ore. Nel primo anno – strutturato per 1300 ore – sono previste attività che includono
approfondimenti teorici su nuclei tematici relativi a letture critiche del territorio; metodologie che attengono alle tecniche di rilevamento, ai modelli narrativi territoriali, all’organizzazione e alle deontologie aziendali e all’approccio pratico – sotto forma di tirocinio guidato – ai diversi generi di scrittura giornalistica e pubblicitaria. Il secondo anno – strutturato per 1700 ore – prevede una piena immersione in un campo applicativo scelto, sotto la guida di professionisti di riconosciuto prestigio ed esperienza professionale. L’obiettivo del Master è di avvicinare il più possibile il momento della formazione a quello dell’ingresso nel mondo del lavoro. Nei due anni il corsista avrà modo di conoscere tecniche, modalità e forme narrative multimediali del territorio, sviluppando capacità autovalutative che gli consentiranno di potenziare al massimo le proprie attitudini e le proprie aspirazioni lavorative. Nello specifico, i corsisti saranno messi nella condizione di apprendere attraverso l’esperienza di una rete di professionisti, docenti ed esperti, specialisti del territorio; di fruire di una didattica in cui saperi dialogano tra loro; di esercitarsi in modo creativo su forme, simboli, significati e scritture del territorio. L’intento del Master è di dar vita a una figura professionale del tutto nuova che sappia osservare, indagare e intervenire sul territorio avendo imparato a guardarlo, ascoltarlo e tradurlo in linguaggi multimediali digitali. Il Master si terrà a Lecce presso l’Edificio ex Sperimentale Tabacchi, in viale dell’Università 2. Info: cell 333 9198906 e-mail: mastergeniusloci@gmail.com - www.associazionegeniusloci.it/master

vai su>|news|