NEWS in archivio marzo 2012
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

1/03/2012


Terre Fragili #2

16 - 24 maggio 2012, Scaletta Zanclea (Me) >[deadline: 1/03/2012]
La diffusione della percezione del disastro negli ultimi decenni ha alimentato l’insicurezza collettiva favorendo lo sviluppo di retoriche tecniciste che utilizzano l’ingegneria come soluzione lineare ai problemi. Al di sopra di una certa soglia di velocità e di occupazione dell’informazione un disastro assume una tale rilevanza sociale e culturale che costringe i saperi tecnici e le economie a riorganizzarsi esclusivamente all’interno della sua logica. Il collasso è sospensione del tempo che impone un ripensamento sulla durata delle trasformazioni e sul ruolo delle architetture. Terre Fragili #2 è un workshop internazionale di architettura strutturato per accentuare il carattere site-specific del progetto. Il workshop vuole sperimentare nuove pratiche del progetto nei territori investiti da disastri. I temi del workshop indagano sulle aree colpite dall’alluvione di Messina del 1 ottobre 2009 per riorganizzare i frammenti dell’incidente in un nuovo ordine. Le attività sul campo coinvolgono interlocutori diversi dalle associazioni alle istituzioni, dai comitati civici alle imprese che operano sul territorio. Gli incontri che anticipano l’apertura del workshop sono orientati al confronto con esperti per costruire una lettura critica e un approfondimento sulle questioni individuate. Il workshop ha come finalità quella di costruire una gamma di scenari di trasformazioni possibili a partire dall’evento traumatico fino al tempo lungo (obiettivo 2050). Il lavoro d’investigazione sul campo mira a verificare in tempo reale, attraverso piccoli allestimenti, nuove possibilità di ripensare il futuro delle città e dei territori alla luce delle trasformazioni in corso. Info: www.icsplat.org - http://architetturabassadefinizione.blogspot.com

Gli Archivi del DOCVA al Museo del Novecento

Si inaugura giovedì 1 marzo 2012 la collaborazione tra il Museo del Novecento e il DOCVA (Documentation Center for Visual Arts), organizzato da Careof e Viafarini, che ha il proprio quartier generale presso la Fabbrica del Vapore in via Procaccini. Nella sala Archivi del Museo saranno infatti ospitati una postazione informatica e un Videojukebox per accedere a un’inedita prospettiva sull’arte italiana degli ultimi decenni, attraverso una selezione di materiali, documenti e opere provenienti dal docva e conservati nei suoi archivi. Il DOCVA offre, anche in formato elettronico: - 25.000 volumi sull’arte dal Novecento ad oggi | - 6.000 video tra opere di artisti e video documentazioni | - 16.000 immagini di opere dei 3.600 artisti presenti nell’Archivio Portfolio | - una banca dati che raccoglie informazioni su enti, organizzazioni e scuole che offrono opportunità di studio e lavoro ad artisti, studenti ed operatori nel settore delle arti | Scopo della collaborazione, per ora biennale, è quello di garantire l’accesso semplice e gratuito a una raccolta di documenti unici, relativi all’arte contemporanea e ai portfolio degli artisti, direttamente dal cuore del Museo che custodisce l’arte del Novecento a Milano. Info: www.museodelnovecento.org - www.docva.org

Un nuovo segno

2 marzo - 1 aprile 2012, Milano
Il 1 marzo 2012 alle ore 18.30, presso la Triennale di Milano, inaugura la mostra “Il nuovo segno”. Eni presenta dieci progetti di architettura per il nuovo centro direzionale a San Donato Milanese. Il concorso di idee per la costruzione del nuovo edificio, elemento caratterizzante il nuovo skyline di San Donato Milanese, ha permesso la realizzazione di una mostra che espone i dieci progetti sviluppati, da importanti studi di architettura internazionali. Tra i progetti è stato individuato il vincitore che procederà con la progettazione, ingegnerizzazione, e realizzazione del progetto in vista del 2015. La mostra offre uno spaccato delle più innovative tendenze nell’architettura contemporanea attraverso un doppio percorso: raw e know. Lo spazio si suddivide in una parte con i progetti per il nuovo edificio, la presentazione dei modelli e delle tavole di progetto di tutti i lavori, zona definita raw, progetti puri. Un secondo spazio, know, sviluppa una zona di approfondimento e inquadramento storico-urbanistico, con il racconto della nascita del primo nucleo eni a San Donato e il suo rapporto con San Donato e Milano. Info: www.triennale.org

Proofs - Prove di Residenza | Resilienza

1 e 9 marzo 2012, Genova / Torino
PROOFS - Prove di Residenza | Resilienza è un progetto pilota per una residenza-scambio per giovani artisti contemporanei a Genova e Torino. Le zone d’intervento sono i quartieri di Via della Maddalena per Genova e Porta Palazzo per Torino, spazi di grande fermento umano ma anche enclavi complesse che da anni sono attraversate da cambiamenti sociali, in cui si tenta di stabilire una convivenza all’insegna dell’integrazione e della legalità. La residenza si propone come un momento formativo e creativo per i giovani artisti contemporanei liguri e piemontesi che già operano sui rispettivi territori. Si intende creare un’opportunità di dialogo, incontro e confronto: un’occasione per riflettere sui temi più attuali del rapporto con la città e del suo divenire e un punto di partenza per valorizzare le pratiche artistiche come strumento d’analisi e di costruzione di relazione. L’intento di questo il progetto è connettere una rete tra artisti, operatori e cittadini, con la volontà di attivare un dialogo che possa essere fertile, saldamente ancorato alla realtà territoriale e che possa crescere ed evolversi nel tempo. Gli artisti selezionati per questa prima edizione di Proofs sono: Giuditta Nelli e Alessandro Quaranta. Prodotto da: Associazione Acting Out. Ideazione e curatela di Francesca Busellato e Martina Starnini. Info: www.compagniadisanpaolo.it

2/03/2012


Iván Navarro - Nacht und Nebel

2 marzo - 5 maggio 2012, Roma
La Fondazione VOLUME! presenta Nacht und Nebel di Iván Navarro, un progetto a cura di Antonio Arévalo. La mostra, attraverso un intervento istallativo, vuole rievocare l’atmosfera della città di Roma tra il settembre 1943 e il giugno ‘44, quando, occupata dalle truppe naziste, fu esposta ai bombardamenti e alle persecuzioni e la sua popolazione cercava rifugio in sotterranei, cunicoli, tunnel. Anfratti bui che divennero salvezza ma a volte anche sinonimo di morte, come nel caso delle fosse Ardeatine che furono scenario di un efferato eccidio nazista. Il progetto dunque, insiste proprio su questa duplice interpretazione e su questo concetto di memoria. L’artista Iván Navarro (Santiago del Cile, 1972) nel suo lavoro sviluppa il concetto di conversione dell’energia attraverso la costruzione di oggetti ed installazioni luminose con neon e materiali d’uso quotidiano, rimettendo in discussione gli stilemi dell’arte modernista con un’attenzione ad un risvolto socio-politico. Per gli spazi della Fondazione VOLUME! ha concepito sette pozzi in mattoni e cemento dalla forma circolare, quadrata o triangolare, contenenti ognuno una scritta al neon: ODIO, OCCHIO, ECCO, ECO, EX, BECCO ed ECCIDIO. Ciascuna delle scritte di luce ha una sua consistenza reale e allo stesso tempo illusoria. Solamente la metà inferiore delle parole è infatti realizzata con il neon curvato, l’altra metà è riflessa in uno specchio: la parola così può essere letta solo attraverso la sua duplicazione speculare. Navarro usa il linguaggio come strumento per il risveglio delle coscienze, come l’ultima delle libertà possibili. Le parole sono epifanie luminose moltiplicate in contenitori di dolore, memoria e vita. Info: www.fondazionevolume.com

Sguardi Altrove Film Festival 2012

2 marzo - 1 aprile 2012, Milano
Inaugura il 2 marzo 2012 alla Triennale di Milano la XIX edizione di Sguardi Altrove Film Festival. Oltre 60 film da 30 paesi, mostre fotografiche, installazioni, performance, laboratori e conferenze per un festival che da quasi vent’anni e con un seguito sempre crescente di pubblico (oltre 15.000 spettatori nell’edizione 2011) esplora la società contemporanea attraverso lo sguardo e le espressività artistiche femminili. Molte e di prestigio le partnership che la manifestazione ha stretto nel corso del tempo e che anche quest’anno sono riconfermate: dal sostegno di Provincia e Comune di Milano, alla collaborazione con l’Ufficio d’informazione a Milano del Parlamento Europeo e con la Triennale di Milano. Rinnovate anche le collaborazioni con il Collegio di Milano e La Feltrinelli, oltre al rapporto con altri festival quali il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America latina e il Bergamo Film Meeting che presenteranno a Sguardi Altrove, in anteprima, due loro film. Novità dell’edizione 2012, il sostegno di Fondazione Cariplo e la media partnership del canale tv Babel. La manifestazione, suddivisa in due diverse aree tematiche – IL CINEMA (otto sezioni di cui tre competitive) e TASSELLI D’ARTE – OLTRE IL CINEMA (fotografia, video, installazioni, performance) – pone al centro della XIX edizione il GIAPPONE nelle sue diverse espressioni artistiche, con un approfondimento speciale sulla tragedia di Fukushima e una retrospettiva sulla filmmaker Naomi Kawase di cui verranno proposti cinque film –uno dei quali in Concorso-, tutti inediti a Milano. Info: www.sguardialtrove.it

3/03/2012


Viaggi d’architettura & società

3 marzo - 14 aprile 2012, Bologna
Il seminario “Viaggi d’architettura & società” è un’opportunità per viaggiare in un Absolutum delle Città-Globali, sciolte oramai da ogni legame localistico e “condotte” invece da una cultura globale in una dimensione transnazionale; un modo perciò di ripensare “la Città” ed esaminare come l’impatto dei processi globali ha ridisegnato le gerarchie delle stesse: Berlino, Istanbul, Tokio, Nuova Delhi, Pechino, New York e Venezia. In questa prospettiva, espressa con l’ausilio di film e documentari, si potranno riscoprire tali storiche e famose Città nelle nuove ed inconsuete dimensioni sociali, economiche e culturali, attraverso l’obiettivo dell’architettura, della musica, della danza, della storia dell’arte e delle diseguaglianze sociali. Info: http://sinergiadeisoli.jimdo.com

Roma Metropoli - Paolo Desideri

3 marzo - 26 maggio 2012, Roma
Sei grandi architetti raccontano al pubblico del Museo MAXXI lo skyline della Roma contemporanea: è Roma metropoli, il ciclo di racconti, a metà strada tra conferenze e interviste, per far conoscere l’architettura realizzata a Roma negli ultimi anni. Paolo Desideri, Franco Purini, Alfonso Femia e Gianluca Peluffo, Juan Navarro Baldeweg, Maximiliano Pintore e Massimiliano Fuksas raccontano i progetti, le storie, i cantieri e i segreti di quelle opere destinate a mutare il volto della città, avvicinandola a una metropoli contemporanea. Primo appuntamento: sabato 3 marzo, ore 11.30_ Paolo Desideri – Nuova Stazione Alta Velocità Roma Tiburtina. L’architetto Paolo Desideri, in conversazione con Margherita Guccione, racconta al pubblico il progetto della Nuova Stazione Alta Velocità Roma Tiburtina, il nuovo polo ferroviario romano, il primo scalo dell’alta velocità aperto in Italia, con il suo ponte di cristallo sospeso sui binari che unisce i quartieri Nomentano e Pietralata, le otto “bolle”, volumi sospesi che contengono negozi, biglietterie, ristoranti e servizi, le 52 scale mobili e i 29 ascensori che fanno della Stazione Tiburtina un progetto assolutamente all’avanguardia. Interverrà l’ing. Carlo De Vito, Amministratore Delegato FS Sistemi Urbani Srl. | Prossimi incontri:
- 14 aprile | Alfonso Femia e Gianluca Peluffo – Nuova sede Agenzia Spaziale Italiana
- 28 aprile | Maximiliano Pintore – Ponte della Scienza
- 05 maggio | Juan Navarro Baldeweg – Rinnovamento Biblioteca Hertziana di Roma
- 12 maggio | Franco Purini e Laura Thermes – Eurosky Tower
- 26 maggio | Massimiliano Fuksas – Nuovo Centro Congressi EUR
Info: www.fondazionemaxxi.it

Leone Contini - Inte brasse

3 marzo - 3 aprile 2012, Genova
Inte brasse, a cura di CHAN e Stefano Taccone, è un progetto pensato e realizzato per il Ghetto di Genova. Dieci manifesti, disseminati nei vicoli del quartiere, invitano a scoprire una zona nascosta del Centro Storico: noci di cola, frutto del baobab, fiori di ibisco, uña de gato, artemisia, rametti di salvadora persica, invitano i passanti a esplorare i caruggi del Ghetto. Si tratta di erbe, radici, cortecce, rametti, bacche e noci che hanno proprietà curative, afrodisiache o energizzanti e vengono utilizzate tradizionalmente in culture straniere per prendersi cura del corpo: un concetto che rimanda al bene comune, a prendersi cura di sé e riappropriarsi di spazi trascurati della nostra città. L’intervento di Leone Contini sarà visibile per un mese nelle vie del Ghetto. Ulteriori materiali sul progetto presso la Casa di quartiere - GhettUp. Progetto realizzato in collaborazione con gli abitanti del Ghetto, la casa di quartiere GhettUp e la Comunità di San Benedetto. Info: www.chanarte.com

5/03/2012


AIR International Research Program - #1/Under Construction

22 marzo – 4 maggio 2012, Milano Beirut >[deadline: 5/03/2012]
AIR International Research Program è un programma di ricerca promosso dall’associazione FARE e curato da Giusy Checola, che nasce dalla necessità di estendere al contesto internazionale il progetto artinresidence.it, sviluppato con il contributo di Fondazione Cariplo, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti Milano (Dipartimento di Arti Visive) e GAI - Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani, in collaborazione con Open Care. # 1/Under Construction è la prima edizione di AIR International Research Program, realizzato in partnership con Zico House e 98weeks di Beirut, Libano, dove il programma sarà curato da Mirene Arsanios e coordinato da Ilaria Lupo. Il bando prevede la selezione di un artista e un curatore italiano che parteciperanno al progetto di ricerca “#1/Under Construction” che si svolgerà tra Milano e Beirut (Libano). Il progetto di ricerca è volto ad esplorare la città contemporanea come luogo di produzione di immaginari, di stili di vita e di modelli culturali, e a riflettere su come la ricerca artistica e curatoriale intercetta queste trasformazioni. Milano e Beirut rappresentano il contesto ideale perchè sono due città molto diverse che stanno vivendo un comune processo di trasformazione urbano, sociale, culturale, politico ed economico, destinato ad influenzare nel prossimo futuro la loro identità, i comportamenti individuali e collettivi, e il loro ruolo nell’ambito della mappa culturale nazionale e internazionale. Il progetto prevede momenti di ricerca e di discussione, working sessions oltre che il confronto con artisti, curatori, ricercatori e esperti nazionali e internazionali provenienti da varie discipline, in particolare dall’architettura, filosofia, psicologia sociale e pianificazione urbana. Info: www.artinresidence.it

6/03/2012


Addio ad Ando Gilardi

Il più caustico, arguto, ironico e irriverente critico della fotografia italiano ci ha lasciato all’età di novant’anni. Gilardi è stato fotografo, giornalista, ideatore di numerosi e originali periodici legati alla fotografia, saggista e fondatore della Fototeca Storica Nazionale che porta il suo nome. Alla mano e sempre disponibile con tutti, curioso e instancabile indagatore di tutte quelle pratiche che, grazie all’evolversi delle tecnologie, consentono nuove forme di relazione con quanto ci circonda, in questi ultimi quattro anni anni Ando ha impazzato anche sul web e sui social forum: da youtube (dove dal 2008 gestiva un canale personale chiamato ”Tube Art”) fino a Facebook in cui è stato presente fino all’ultimo, coinvolgendo con la sua vivace arguzia migliaia di fan. Vogliamo salutarlo ricordando una parte del suo importante lavoro, lo facciamo, nel nostro piccolo, pubblicando per la prima volta sul web le recensioni delle sue ultime pubblicazioni (edite da Bruno Mondadori) apparse negli scorsi anni sulle pagine della rivista “Around Photography”. Un invito a leggere, o rileggere, il suo dissacrante e antiretorico punto di vista, farcito spesso da geniali intuizioni… segue su www.aroundphotography.it

7/03/2012


Breathe in!/Respira!

8 - 30 marzo 2012, Milano
Inaugura il 7 marzo 2012 alle ore 18.30, presso lo SpazioFMGperl’Architettura a Milano, la mostra “Breathe in!/Respira!”, a cura di Luca Molinari e Simona Galateo. Trasformare la città di Milano, entro il 2015, dal peggiore al miglior modello in Europa in tema di sostenibilità ambientale. Tre quarti della popolazione europea vive in ambienti urbani. Mentre Stoccolma, Amburgo, Vitoria-Gasteiz, Nantes sono state elette “European Green Capital” dalla Comunità Europea, Milano è leader nell’inquinamento e occupa uno degli ultimi posti in quanto a buone pratiche per il miglioramento della qualità dell’aria. In mostra, sono quindi protagonisti i dati e le informazioni sullo stato dell’arte delle maggiori città europee, le azioni politiche e le scelte delle città insignite del premio “European Green Capital”, i progetti di architettura virtuosi, sperimentali e di ricerca realizzati e in fase di realizzazione nonché le “best practices”, che, seppur in scala ridotta, possono entrare nelle forme abituali del vivere quotidiano come piccoli gesti che potrebbero contribuire a migliorare la qualità della vita. Info: www.spaziofmg.com

AmatelA. Trasmissione radiofonica sull’Architettura #18

Puntata del 7 Marzo 2012, ore 19 circa sulle frequenze di Radio Prima Rete [Caserta 95.00 – Napoli 95.100] o in streaming sul sito www.radioprimarete.it. Il tema della puntata di questa settimana sarà: Dall’Hortus Conclusus ai Giardini condivisi. Ospiti della puntata: - prof. Sabina Martusciello e prof. Dolores Morelli, docenti della Facoltà di Architettura “L. Vanvitelli” di Aversa, e referenti del progetto Cultivare in-formazione in Facoltà | arch. Luca D’Eusebio, esponente del gruppo Zappata Romana | E poi ancora le rubriche informative su mostre, conferenze, lavoro e concorsi. Il premio in palio questa settimana per chi avrà indovinato la chiesa misteriosa in cui si trova l’ amica Giò sarà un libro gentilmente offerto dal nostro partner Guida Capua Ex Libris di Palazzo Lanza. In più il nostro sponsor tecnico archphoto mette in palio la versione cartacea della sua rivista [Visita il sito www.archphoto.it]. Infine Ilios Editore mette in palio per gli ascoltatori di AmatelA alcuni testi estratti dalla collana “Letture di Architettura”. Potete intervenire in diretta con domande e pareri oppure per partecipare al nostro gioco scrivendo mail all’indirizzo radioamatela@gmail.com, oppure inviando sms al numero 3389948576. Se volete mandarci prima dell’inizio della puntata delle domande da girare ai nostri ospiti oppure se volete segnalare mostre, eventi o suggerire argomenti l’indirizzo a cui mandarle è radioamatela@gmail.com. Per tutte le informazioni sulla trasmissione, gli aggiornamenti e l’archivio delle puntate precedenti visitate il sito ufficiale di AmatelA all’indirizzo www.amatela.it

GAP - Generazioni a confronto

7 - 9 marzo 2012, Roma
Al via il 7 marzo, ore 18 – 20, presso la Sala incontri MAXXI B.A.S.E., Roma, Gap – Generazioni a confronto, a cura di Micol Di Veroli e Giovanna Sarno. Il progetto, promosso da Federculture con il sostegno della Regione Lazio, è realizzato in collaborazione con il MAXXI. La rassegna propone una riflessione sul tema del costante progresso della tecnologia che ha introdotto nella cultura popolare un nuovo sistema semiotico sorretto da nuove regole, ideologie, estetiche e politiche sociali. In questo scenario l’arte rappresenta una grande piattaforma di informazione e confronto e il mondo della creatività è una delle primissime realtà che ha fatto largo uso delle nuove tecnologie, dei new media e dei nuovi canali multimediali. Gli elementi dell’innovazione, virtualmente alla portata di tutti, non sono però sempre facili da raggiungere e alcune generazioni si trovano tagliate fuori da processi tecnologici e di trasformazione sociale. Il progetto “Gap - Generazioni a confronto” si pone quindi l’obiettivo di evidenziare le differenze generazionali, culturali e identitarie accentuate dall’uso di questi nuovi strumenti. Tali limiti e possibilità saranno evidenziati dal potere mediale ed immaginifico della video arte, mezzo che più di ogni altro riesce a comunicare sensazioni ed emozioni in movimento. In occasione del festival saranno presentate opere-video di artisti italiani e stranieri, quali: Bianco-Valente, Masbedo, Anita Calà, Stefano Cagol, Joan Jonas, Rosa Jijon, Susan Kleinberg, Sandro Mele, Daniela Perego, Fabrizio Plessi, Daniele, Puppi, Arash Radpuor, Guendalina Salini, Studio Azzurro, Carlo Zanni. Durante l’evento si svolgeranno inoltre momenti di dibattito e confronto con gli artisti, i curatori e il pubblico. Info: www.fondazionemaxxi.it

8/03/2012


2012 Hasselblad Award Winner - Paul Graham

The Hasselblad Foundation is pleased to announce British photographer Paul Graham as the recipient of the 2012 Hasselblad Foundation International Award in Photography for SEK 1,000,000 (approximately GBP 95,000, USD 150,000), The award ceremony will take place in London on March 8, 2012. An exhibition of his work, Paul Graham – 2012 Hasselblad Award Winner will open on October 26, 2012 at the Hasselblad Center at the Gothenburg Museum of Art, Sweden, in connection with which, one or more seminars will be arranged with the award winner. The Foundation’s citation regarding the decision to award the 2012 prize to Paul Graham is as follows: Paul Graham is one of the most brilliant photographers of his generation. During the course of his nearly 40-year career, he has presented an extremely focused body of work, at once perfectly coherent and never monotonous. In images both sensitive and subtly political, he makes tangible the insignificant traces of ″the spirit of the times″ we do not normally see. With his keen awareness of the photographic medium, he has constantly developed innovative forms of working with all aspects of photography. This makes him a profound force for renewal of the deep photographic tradition of engagement with the world. Info: www.hasselbladfoundation.org

9/03/2012


Giorgio Morandi

10 marzo - 1 luglio 2012, Lugano (CH)
Venerdì 9 marzo alle ore 18.30, presso il Museo d’Arte di Lugano, si terrà l’inaugurazione della mostra antologica dedicata a Giorgio Morandi. La mostra ripercorre l’intera carriera artistica di Morandi, uno degli artisti più riconoscibili e al tempo stesso più enigmatici del Novecento. Noto soprattutto per le sue creazioni composte da bottiglie e semplici oggetti quotidiani, si distingue per una ricerca meticolosa e quasi ossessiva che, se di primo acchito appare ripetitiva, ad uno sguardo attento svela una straordinaria capacità espressiva e una profondità di indagine senza eguali. Le circa cento opere di cui si compone l’esposizione permettono di ripercorrere tutti i momenti del suo singolare percorso creativo, documentando le tecniche e i temi con cui si è cimentato con estrema sensibilità nel corso della sua carriera: dai dipinti ad olio agli acquerelli, dai disegni alle incisioni; dalle celebri nature morte ai paesaggi, ai fiori, ai quali si aggiunge in mostra anche il suo più importante Autoritratto. L’accurata selezione di opere consente una visione d’insieme della sua eccezionale sottigliezza nel rendere i volumi, la luce, le qualità atmosferiche con un linguaggio decisamente moderno. Molte delle opere in mostra provengono da collezioni italiane e svizzere, molte delle quali raccolte in prima persona dagli amici, dai collezionisti più accorti e dai critici più sagaci a cui Morandi stesso destinò i propri lavori. Alle creazioni morandiane sono affiancate, come discrete presenze, le opere di alcuni artisti che hanno raccolto le suggestioni offerte da Morandi: Staurt Arends, Bernd e Hilla Becher, Lawrence Carroll, Craigie Horsfield, Franco Vimercati, Rachel Whiteread. Tale accostamento ribadisce, ancora una volta, la straordinaria modernità dell’arte di Giorgio Morandi, autentico precursore e maestro per numerose generazioni. Info: www.mdam.ch - www.giorgiomorandilugano.ch

When (Italian) Responsibilities Become Form

9 marzo – 21 aprile 2012, Bologna
Inaugura il 9 marzo 2012 negli spazi della Galleria OltreDimore di Bologna il progetto When (Italian) Responsibilities Become Form a cura di Raffaele Quattrone che, attraverso l’esposizione di opere di artisti affermati ed emergenti e un fitto programma di incontri, indaga il ruolo di responsabilità delle mostre d’arte accanto alla loro immancabile componente mediatica e mondana che attrae inevitabilmente un pubblico composto per gran parte da “turisti dell’arte“. Il taglio ironico e critico del progetto è evidente fin dal titolo con il quale il curatore cita la mostra When Attitudes Become Form curata da Harald Szeemann presso la Kunsthalle di Berna e l’Institute of Contemporary Art di Londra nel 1969, invitando in questo modo i visitatori a riflettere sulle attuali sovrapposizioni tra il ruolo istituzionale del Museo e quello commerciale della Galleria privata e su quelle forme artistiche di responsabilità - anche sociale - in un momento storico nel quale il mondo culturale sembra distratto da una diffusa esigenza di divertimento ed intrattenimento tralasciando spesso la qualità delle opere e dei loro autori. E se spesso più delle opere si parla dei vernissage che finiscono per non lasciare dietro di sè alcuna traccia, When (Italian) Responsibilities Become Form invita al contrario a riflettere su un possibile nuovo equilibrio tra l’aspetto formativo ed informativo e quello ludico e relazionale delle mostre. Il progetto è pensato come un vero e proprio processo comprendente diversi incontri che parte dalla serata inaugurale nella quale il curatore sceglie di lasciare in silenzio opere ed artisti commissionando una performance di puro divertimento e svago ad una agenzia di animatori turistici fino alla performance conclusiva del ciclo nella quale Cesare Pietroiusti parlerà del suo personale rapporto con la responsabilità artistica. Artisti: Emanuela Ascari, Armando Lulaj, Dacia Manto, Alessandro Moreschini, Piero Mottola, Cesare Pietroiusti, Michelangelo Pistoletto & Diego Paccagnella per Love Difference - Movimento Artistico per una Politica InterMediterranea. Info: www.oltredimore.it - www.studiopesci.it

George Baird: A Question of Influence

9 - 10 marzo 2012, Toronto (Canada)
Prof. Emeritus George Baird retired in 2010 from the University of Toronto, following a term as Dean of the John H. Daniels Faculty of Architecture, Landscape, and Design and crowning a remarkable career as an educator that began in London in 1965. In 1993 he was named the George Travelstead Professor at the Graduate School of Design at Harvard University where he taught until 2003. George’s continuing contribution to the field has inspired us to organize a two-day symposium to celebrate his ideas and projects over the past five decades, including the questions they raise in three arenas: theory, the city, and design practice. The keynote event “Questions of Influence” will feature a discussion between George Baird and Kenneth Frampton, moderated by K. Michael Hays, concentrating on George Baird’s career, contribution, and influence. The discussion, which is scheduled for Friday, March 9, will focus on what lies ahead, as well as reflect on the first fifty years of his career. The conference is convened by Dean Richard Sommer, Professor of Architecture and Urbanism, at the John H. Daniels Faculty of Architecture, Landscape, and Design; Francesco Garofalo, professor and curator in Rome; and Bruce Kuwabara founding partner of KPMB Architects. If you have any questions or require further information please do not hesitate to contact Kim Ryan at kim.ryan@daniels.utoronto.ca. Info: www.daniels.utoronto.ca

10/03/2012


Sergio Camplone - Mainland

10 marzo - 7 aprile 2012, Bari
Inaugura presso il Museo Nuova Era, Strada Dei Gesuiti 13, a Bari, la mostra di Sergio Camplone “Mainland”. Il lavoro di Sergio Camplone racconta una duplice visione dell’architettura: guscio protettivo che stabilisce un confine e immagine destabilizzante, responsabile di una spersonalizzazione dell’individuo. Attraverso un approccio inside si avvicina con partecipazione alle persone, ai loro usi e alla loro intimità come nei progetti usual face e story tell e da osservatore outside cattura invece luoghi, costruzioni, paesaggi che raccontano delle pretese e delle frustrazioni che gli uomini affidano ai loro spazi di vita, come nella ricerca usual place. Il suo ultimo lavoro Mainland, è un’incursione nei territori antropizzati delle cave di Apricena, luoghi invisibili eppure familiari con i cui prodotti interagiamo quotidianamente, capaci di suscitare allo stesso tempo attrazione e repulsione, seduzione e paura. Una sorta di architettura al negativo, dissolta nella luce, con grandi stanze a cielo aperto che si aprono in affaccio una sull’altra, a testimoniare di come solo la pietra possa abitare questi luoghi, apparentemente inospitali, ma capaci di restituire il fascino surreale di un paesaggio ciclopico nel quale vince, ancora una volta, la forza della Natura. Info: www.museonuovaera.it

Eduardo Souto de Moura - Concursos

10 - 24 maggio 2012, Bordeaux (France)
arc en rêve centre d’architecture présente l’exposition «Concursos» consacrée à l’oeuvre de l’architecte portugais Eduardo Souto de Moura. Lauréat du Prix Pritzker 2011, Eduardo Souto de Moura est le deuxième architecte portugais distingué par ce prix après Alvaro Siza en 1992, son maître et ami. «Concursos» dévoile en profondeur la démarche de Souto de Moura. Une méthode de travail permettant le développement d’un projet : traduction du programme, face-à-face avec les matériaux, confrontation au site, interprétation de l’Histoire, choix des références, souci du détail, croquis, maquettes et photo-montages, dialogue avec le client. Un engagement conceptuel et artistique, doublé d’une exigence professionnelle qui ne cède rien au temps ni à l’immédiateté, à la manière d’un artisan qui façonne son ouvrage, avec passion. «Concursos» présente 50 réponses de l’architecte à des concours rendus entre 1979 et 2010, dont 26 réalisations. De la maison rue do Crasto (Porto) au stade de Braga, Eduardo Souto de Moura s’attache à toutes les échelles, à tous les programmes. Sa réponse à un projet est à la fois un jeu (extrêmement sérieux), une énigme, un problème à résoudre. Qu’ils soient réalisés ou non, Souto de Moura continue inlassablement à réfléchir, analyser, revisiter ses projets. L’oeuvre de Souto de Moura est une architecture inspirée, précise, tout à la fois rigoureuse et élégante. La perfection s’impose naturellement, et les réalisations sont là, offrant une beauté intemporelle. Info: www.arcenreve.com

11/03/2012


Robert Adams: The Place We Live

11 marzo - 3 giugno 2012, Los Angeles
The Los Angeles County Museum of Art (LACMA) presents Robert Adams: The Place We Live, an exhibition that showcases the artistic legacy of American photographer Robert Adams (b. 1937) and his longstanding engagement with the contemporary Western landscape. Featuring nearly three hundred photographs and a key selection of the artist’s publications, the retrospective weaves together four decades of Adams’s work into an epic narrative of American experience in the late twentieth and early twenty-first centuries. Adams’s work reflects his dedication to describing the changing Western landscape—the growth of its built environment and the lives of its inhabitants—contemplating the presence of trees, the open plains, the Pacific Ocean, and the deforestation of the Pacific Northwest. At LACMA, the exhibition highlights Adams’s extraordinary portrayal of the terrain of the Los Angeles region. “It is hard to envision the American West without the extraordinary achievements of Robert Adams. Adams conveys the often sharp luminosity and inky shadows of western geography like no other. Yet it is in his reckoning with man’s fraught presence that Adams’s spare and terribly beautiful photographs continue to challenge us,” said Edward Robinson, associate curator of the Wallis Annenberg Photography Department, who organized LACMA’s presentation. Info: www.lacma.org

12/03/2012


Cronache dal Pianeta Fresco

12 marzo - 7 aprile 2012, Milano
Nello spazio milanese O’ (via Pastrengo 12), quarto appuntamento del ciclo INTERMEDIA. Rassegna di altri media d’artista con “Cronache dal Pianeta Fresco. Riviste, documenti e strategie della cultura alternativa in Italia 1964/1974″. La mostra è curata da Giorgio Maffei e Matteo Guarnaccia, artista e memoria storica della controcultura italiana. L’esposizione raccoglie riviste, posters, fogli, libri, quaderni di viaggio e fotografie del decennio compreso tra il 1964 e il 1974 che ha visto fiorire, anche in Italia, una vera rivoluzione culturale e linguistica con profonde ripercussioni sui comportamenti sociali delle generazioni successive. Il titolo della mostra è un voluto riferimento a uno specifico episodio della cultura alternativa di quegli anni, ‘Pianeta Fresco’. La mitica rivista, borghesemente sovversiva, pubblicata a Milano da Fernanda Pivano ed Ettore Sottsass, il cui nome, un’invocazione di speranza per le sorti dell’umanità, era stato suggerito da uno dei padri della beat generation: Allen Ginsberg. […] Una sezione della mostra Cronache dal Pianeta Fresco, è dedicata a film e cortometraggi di cineasti e artisti indipendenti italiani che negli anni tra il 1967 e 1971, hanno dato il loro contributo a questa ricerca esistenziale, sociale ed estetica; la programmazione è a cura di Pia Bolognesi e Giulio Bursi. Info: www.on-o.org

13/03/2012


Thom Mayne, Morphosis Architects - Lecture

Il 13 marzo 2012 alle ore 18, presso la Triennale di Milano, si terrà la lecture di Thom Mayne, fondatore di Morphosis Architects, alla guida del team vincitore del concorso per la realizzazione della nuova sede Eni a San Donato Milanese. Interviene Stefano Bucci, Corriere della Sera. Info: www.triennale.org

Salvatore Settis incontra L’Aquila

Il 13 marzo 2012 alle ore 17, presso l’Auditorium della Fondazione Carispaq “Elio Sericchi”, L’Aquila, l’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo invita Salvatore Settis, docente emerito presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, Tomaso Montanari, docente di Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Napoli, Gino Famiglietti, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Molise, ad un confronto intitolato “Paesaggio Costituzione Cemento. L’Aquila, città simbolo della battaglia per l’ambiente contro il degrado civile?”. L’appuntamento vuole essere una riflessione aperta alla partecipazione del pubblico e alla città de L’Aquila. Il tema del “paesaggio” è una delle spine nel fianco del dibattito contemporaneo. Tra i temi caldi del Paese, rappresenta una delle scommesse più importanti della società, con la quale salvare o ipotecare il nostro futuro. Le cronache in materia con le quali l’Italia ha tristemente attraversato l’ultimo quinquennio sono la cartina di tornasole di una devastazione dell’ambiente strutturale e programmatica che colpisce tutto e tutti, persino i beni culturali. Gli scavi di Pompei, come la città de L’Aquila, sono stati il sintomo e il simbolo di questo stato di degrado, le cui immagini hanno fatto il giro del mondo, raccontando tristemente un’altra Italia. La città de L’Aquila, nella fattispecie, dopo il grave terremoto che l’ha colpita il 6 aprile 2009, con le sue meravigliose chiese ancora chiuse al pubblico e il suo centro storico, oggi, a quasi tre anni dal sisma, in gran parte inaccessibile ai cittadini, è divenuta l’esempio di quanto ambiente, cultura e memoria siano tre parole chiave, strettamente legate. Info: www.rivistamu6.it

I like Tuesdays 2012 - Ettore Spalletti + Carlo Sini

13 marzo - 19 giugno 2012, Milano
Tornano i martedì artistici di Deutsche Bank: la Direzione Generale di Milano Bicocca apre le sue porte al pubblico in occasione dell’attesissimo ciclo di incontri I Like Tuesdays. Quattro incontri in cui artisti contemporanei di fama internazionale dialogheranno con noti esponenti del mondo accademico ed intellettuale su tematiche del nostro quotidiano, per aiutarci a leggere con sguardi più aperti e allo stesso tempo più attenti la realtà che ci circonda. Ad inaugurare il programma, martedì 13 marzo 2012, sarà l’incontro “Attraversare la soglia, abitare il cambiamento” che vedrà protagonisti il celebre artista Ettore Spalletti e il filosofo Carlo Sini, Professore emerito di filosofia teoretica e Accademico dei Lincei. Il tema prende spunto proprio dall’opera di Spalletti, che attraverso i suoi lavori definisce con lo spazio un rapporto emotivo, grazie alla continua tensione tra l’astrattezza del contenuto e la matericità delle forme. I like Tuesdays rientra nel programma globale Going Public, promosso da Deutsche Bank con lo scopo di valorizzare la propria collezione di arte contemporanea attraverso mostre, visite guidate e progetti specifici. Info: www.db.com

14/03/2012


Milano: il futuro contemporaneo

Il 14 marzo 2012, ore 9.30–18.30, presso l’Università Bocconi – Aula Seminari AS01, via Röntgen 1, Milano, si terrà il seminario “Milano: il futuro contemporaneo”. Milano è una tra le più importanti città europee sul piano delle produzioni culturali, della sperimentazione artistica, della cultura digitale e performativa, della moda e del design e centro del collezionismo contemporaneo. A questa ricchezza del tessuto corrisponde in modo crescente la necessità di valorizzare politiche culturali su cui far convergere le energie della città. L’incontro, organizzato dal centro ASK – Art, Science and Knowledge e dal Master of Science in Economics and Management in Arts, Culture, Media and Entertainment dell’Università Bocconi, sarà l’occasione per condividere evidenze e priorità, riflettere sui bisogni, analizzare le capacità istituzionali con l’obiettivo di accompagnare una convergenza di visioni ed energie verso i modi migliori di sostenere le arti e le produzioni culturali. Comitato di progettazione: Stefano Baia Curioni - Master of Science in Economics and Management in Arts, Culture, Media and Entertainment e ASK, Università Bocconi | Patrizia Brusarosco - Viafarini Docva | Anna Detheridge – Connecting Cultures | Pasquale Leccese – Startmilano | Paolo Rosa – Studio Azzurro | Gabi Scardi – Curatrice indipendente | Info e programma: www.unibocconi.it

AmatelA. Trasmissione radiofonica sull’Architettura #19

Puntata del 14 marzo 2012, ore 19 circa sulle frequenze di Radio Prima Rete [Caserta 95.00 – Napoli 95.100] o in streaming sul sito www.radioprimarete.it. Il tema della puntata di questa settimana sarà: CINEMA PER L’ARCHITETTURA VS ARCHITETTURA NEL CINEMA una scanzonata disputa. Ospiti della puntata: Marco Meola e Laura Trisorio, curatori della rassegna “Vedere l’architettura” | Marco Poma, regista del film documentario “La vida es sueño. Gio Ponti, l’uomo che visse due volte” | A seguire, intervista a Enza Silvestrini, scrittrice partenopea, sul suo libro “Sulla soglia di piccole porte”. E poi ancora le rubriche informative su mostre, conferenze, lavoro e concorsi. Il premio in palio questa settimana per chi avrà indovinato la chiesa misteriosa in cui si trova l’ amica Giò sarà un libro gentilmente offerto dal nostro partner Guida Capua Ex Libris di Palazzo Lanza. In più il nostro sponsor tecnico archphoto mette in palio la versione cartacea della sua rivista [Visita il sito www.archphoto.it]. Infine Ilios Editore mette in palio per gli ascoltatori di AmatelA alcuni testi estratti dalla collana “Letture di Architettura”. Potete intervenire in diretta con domande e pareri oppure per partecipare al nostro gioco scrivendo mail all’indirizzo radioamatela@gmail.com, oppure inviando sms al numero 3389948576. Se volete mandarci prima dell’inizio della puntata delle domande da girare ai nostri ospiti oppure se volete segnalare mostre, eventi o suggerire argomenti l’indirizzo a cui mandarle è radioamatela@gmail.com. Per tutte le informazioni sulla trasmissione, gli aggiornamenti e l’archivio delle puntate precedenti visitate il sito ufficiale di AmatelA all’indirizzo www.amatela.it

15/03/2012


Andrea Branzi - Oggetti e territori

Il 15 marzo 2012 alle ore 17, presso Palazzo Tassoni Estense, Salone d’Onore
, in via della Ghiara 36, Ferrara, si terrà il prossimo evento XfafX, Ventennale della Facoltà di Architettura di Ferrara, la lectio magistralis di Andrea Branzi, dal titolo “Oggetti e territori”. Introduzione,
 Giuseppe Mincolelli,
 Facoltà di Architettura di Ferrara

. Presentazione critica,
 Alessandro Deserti
, Politecnico di Milano. Info: www.materialdesign.it

Un dialogo possibile: pratiche artistiche nella città

Giovedì 15 marzo 2012 alle ore 17, presso Castel Sant’Elmo a Napoli, nell’ambito di ‘Giovedì contemporanei: work in progress’, si terrà “Un dialogo possibile: pratiche artistiche nella città”, incontro con Maria Giovanna Mancini e Fabrizio Tramontano. Secondo due differenti prospettive, Fabrizio Tramontano, architetto da sempre impegnato al fianco degli artisti, e Maria Giovanna Mancini, storico dell’arte che di recente ha pubblicato il saggio dal titolo L’arte nello spazio pubblico: una prospettiva critica, presenteranno alcuni interventi realizzati nella città di Napoli che si offrono all’osservatore come zona di contaminazione e spazio critico. Info: www.polomusealenapoli.beniculturali.it

16/03/2012


Segni nel paesaggio

[deadline: 16/03/2012]
La Fondazione dell’Ordine degli Architetti P. P. e C. della provincia di Monza e della Brianza organizza un workshop di fotografia “Segni nel paesaggio” diretto dal fotografo e architetto Marco Introini. Il tema da approfondire si concentrerà sulle aree dismesse della provincia di Monza e Brianza, in particolare nell’area dell’ex Manicomio di Mombello a Limbiate. Il workshop si propone di approfondire sia dal punto di vista tecnico (con l’analisi del funzionamento delle attrezzature di grande formato), sia metodologico, l’utilizzo del mezzo fotografico come indagine dello spazio architettonico, con l’obiettivo della produzione di un progetto fotografico finale. Il workshop si sviluppa nell’arco di 4 incontri intensivi (due lezioni frontali, che si terranno presso l’Urban Center a Monza, e due sessioni di ripresa sul campo, che si svolgeranno presso l’area dell’ex Manicomio di Mombello a Limbiate) più una serata di discussione e chiusura dei lavori presso la sede dell’Ordine in via Zucchi a Monza. Il workshop è aperto a tutti, il numero massimo di partecipanti è di 25 persone. Info: www.ordinearchitetti.mb.it

La vita degli aeroporti

16 marzo - 25 aprile 2012, Vico Morcote (Svizzera)
i2a istituto internazionale di architettura inaugura venerdì 16 marzo 2012 alle ore 20.00 nella sua sede di Vico Morcote una mostra dal titolo “La vita degli aeroporti. Due case studies: Lugano e Isola di Santa Maria (Azzorre)”. Per l’occasione viene promossa una tavola rotonda sugli aeroporti e la loro complessità. Ne parleranno esponenti del mondo della gestione e del progetto aeroportuale così come due artisti, per confrontare storie, utilizzi, criticità e progettualità di alcuni aeroporti situati in prossimità dell’area ticinese e per raccontare una visione più squisitamente poetica di infrastrutture che si delineano come luoghi di riflessione su forme di organizzazione dello spazio. L’evento si inserisce in un programma di studio sulle infrastrutture e sul territorio urbano contemporaneo avviato da i2a nel 2011 dal titolo “infrarealities” e diretto da Jachen Koenz, architetto e urbanista, e Alessandro Martinelli, researcher in residence e curator di i2a. Alla tavola rotonda del 16 marzo prenderanno parte Alessandro Sozzi, CEO di Lugano Airport SA; Rocco Martelli, Direttore tecnico dell’Aeroporto di Orio al Serio-Bergamo; Nicola Marinello, Direttore dell’area sviluppo e progettazione della società “Alpha Team architettura e territorio” che si sta occupando di un progetto di sviluppo neo terziario (uffici e abitazioni) in prossimità dell’Aeroporto di Milano Malpensa; Vicente Padilla Goméz-Guillamón, fondatore e Direttore della spagnola Aertec solution che fornisce consulenti e ingegneri specializzati nel campo dell’industria aerospaziale e dell’aviazione; l’architetto Paolo Belloni di pbeb Architetti (Bergamo) che si occupa da tempo di progettazione aeroportuale; l’architetto e videomaker Donatello De Mattia e il fotografo Giuseppe De Mattia. Info: www.i2a.ch

Francesca Woodman

16 marzo - 13 giugno 2012, New York
Francesca Woodman is the first comprehensive survey of the artist’s brief but extraordinary career to be seen in North America. More than thirty years after her death, the moment is ripe for a historical reconsideration of her work and its reception. Woodman’s oeuvre represents a remarkably rich and singular exploration of the human body in space and of the genre of self-portraiture in particular. Her interest in female subjectivity, seriality, Conceptualist practice, and photography’s relationship to both literature and performance are also hallmarks of the heady moment in American photography during which she came of age. This retrospective offers an occasion to examine more closely the maturation and expression of a highly subjective and coherent artistic vision. It also presents an important and timely opportunity to reassess the critical developments that took place in the 1970s in American photography and video. The retrospective will include more than 100 vintage photographs, many of which have never been exhibited and includes several of the large-scale blueprints she created at the end of career, as well as the intimate black-and-white photographs for which she is best known. Info: www.guggenheim.org

Bruxelles 2040. Trois visions pour une métropole

16 marzo - 15 aprile 2012, Bruxelles
Quelle forme prendra Bruxelles en 2040 si la croissance démographique se poursuit? Comment se déplacer en ville si la voiture n’est plus un moyen de transport soutenable? Comment réduire la fracture sociale et la ville duale ? Comment fournir à chacun la possibilité d’habiter et de travailler dignement en ville ? Comment organiser le développement de Bruxelles avec son hinterland ? Confrontée à ces nombreuses questions, la Région de Bruxelles-Capitale a fait appel à trois équipes d’experts internationaux composées, entre autres, d’architectes, d’urbanistes et de paysagistes. L’exposition ‘Bruxelles 2040. Trois visions pour une métropole’, présente les approches des ces trois équipes par le biais de vidéos, maquettes, photographies et plans d’urbanisme au sein d’une scénographie signée Lhoas & Lhoas architectes, en collaboration avec Codefrisko. Des courts-métrages inédits, réalisés par les journalistes Robin Ramaekers et Jo Ackermans, présenteront chacune de ces trois visions. Equipes internationales : 51N4E, l’AUC, Bureau Bas Smets (avec Mint, Chôros, Urban Solutions) | Studio 012 Bernardo Secchi Paola Viganò, (avec CREAT, Egis Mobilité, Technische Universität München – Dept. of Building Climatology & Building Services, IDEA Consult, Karbon’) | KCAP Architects&Planners, (avec ARUP, Systematica SpA, ZUS [Zones Urbaines Sensibles]). Info: www.bozar.be

17/03/2012


Atlas Critique

17 marzo - 27 maggio 2012, Pougues-les-Eaux (France)
Avec Atlas Critique, le Parc Saint Léger donne carte blanche au duo de commissaires Aliocha Imhoff et Kantuta Quirós, fondateurs de la plateforme ‘le peuple qui manque’. L’exposition Atlas Critique rassemble les oeuvres d’une vingtaine d’artistes internationaux. Nourrie par les pensées post-coloniales mais également par les écrits de géographes critiques et philosophes contemporains, l’exposition est une exploration des pensées géographiques telles qu’elles innervent les pratiques artistiques contemporaines, par la prolifération de pratiques cartographiques et diagrammatiques, de notions d’échelle, de frontière ou de territoire. Tout en interrogeant les méthodologies utilisées par les géographes pour représenter le monde, l’exposition Atlas Critique s’inscrit dans un tournant spatial de l’art et postule que les enjeux spatiaux sont devenus aujourd’hui le lieu privilégié pour interroger les politiques contemporaines. Artistes: Francis Alÿs, Erick Beltrán, Berger & Berger, Border Art Workshop, Mark Boulos, Lewis Carroll / Henry Holiday, Chto delat?, Fernand Deligny, Michael Druks, Claire Fontaine, Internacional Errorista, Pedro Lasch, Vincent Meessen, Nástio Mosquito, Estefanía Peñafiel Loaiza, Lia Perjovschi, Radek Community + Dmitri Gutov, Philippe Rekacewicz, R.E.P. Group, Allan Sekula & Noël Burch, Société Réaliste, Stalker, Endre Tót, David Wojnarowicz /James Wentzy / AIDS Community Television. Info: www.parcsaintleger.fr - www.lepeuplequimanque.org

18/03/2012


Accademie Eventuali

16 - 26 aprile 2012, Bologna >[deadline: 18/03/2012]
Dalla collaborazione di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e Fondazione Furla con MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Xing è nato Accademie Eventuali. Accademie Eventuali è un progetto formativo dedicato agli studenti dell’ultimo anno (biennio) delle Accademie di Belle Arti italiane, e prevede la realizzazione, a Bologna negli spazi di Palazzo Pepoli Vecchio, sede del Museo della Storia di Bologna, di una serie di laboratori condotti da due artisti riconosciuti, provenienti da diversi ambiti disciplinari, che si svolgono in concomitanza con i più importanti appuntamenti culturali della città. Il progetto complessivo si sviluppa su due anni e prevede in tutto quattro workshop e altrettanti eventi conclusivi di presentazione del confronto fra gli artisti e gli studenti. La prima edizione di Accademie Eventuali si svolge dal 16 al 26 aprile 2012, in concomitanza con Live Arts Week (Bologna 24>29 aprile 2012). Gli artisti ospiti della prima edizione sono Giovanni Anceschi (Italia) e Luca Trevisani (Italia) e il laboratorio ha come titolo “Ambienti plurali, partiture somatiche e frutta di stagione”. I laboratori hanno una durata di 10 giorni e sono aperti a 10 studenti (quattro posti sono riservati agli studenti dell’Accademia di Bologna e gli altri sei agli studenti fuori sede). Per partecipare gli studenti delle Accademie devono presentare domanda entro e non oltre il 18 marzo 2012 per posta elettronica all’indirizzo: accademie.eventuali@fondazionefurla.org. Info: www.fondazionefurla.org - www.xing.it - www.studiopesci.it

19/03/2012


Deimantas Narkevičius - Restricted Sensation

Lunedì 19 marzo 2012 alle ore 18.30, presso la Multisala Centrale, in via Torino 30, a Milano, la Galleria Artra presenta la première italiana di Restricted Sensation, ultima opera filmica di Deimantas Narkevičius, tra i maggiori artisti della scena lituana contemporanea e internazionale. Il film già selezionato per l’ultima edizione della Berlinale e del Rotterdam Film Festival, sarà presentato in doppia proiezione. Al termine della prima proiezione seguirà una discussione tra l’artista Deimantas Narkevičius e il curatore Marco Scotini. Dopo aver realizzato importanti film dedicati alla storia politica dell’ex blocco socialista, ormai ritenuti unanimamente dei capolavori come Once in the XX Century (2004), Narkevičius torna ora al cinema con un’opera completamente nuova. Nonostante la storia e la memoria siano ancora il centro tematico dell’interesse dell’artista (in questo caso quella della condizione gay sotto il regime sovietico) in Restricted Sensation non compaiono documenti o found footage ma il film fa ricorso alla sceneggiatura e al registro della fiction. Nonostante tutto la fiction di Restricted Sensation va considerata non tanto una scelta stilistica quanto, ancora una volta, un documento: quello dell’assenza di testimonianze dirette o materiali originali sull’identità sessuale che, per veto o timore, continuano ad essere sottratti all’opinione pubblica lituana. Protagonista è qui un giovane aspirante direttore di teatro a Vilnius che viene allontanato dall’incarico a causa del sospetto sul suo orientamento sessuale. Info: www.artragallery.com

Creating a Context

19 – 31 marzo 2012, Bologna
Bologna ospita la prima edizione di Creating a Context (Erasmus Intensive Programme), un workshop transnazionale e multidisciplinare incentrato sul concetto di site-specific, ideato dalla Newcastle University. Un gruppo di oltre 40 studenti lavorerà, nel corso di due settimane, alla creazione di progetti artistici che prenderanno forma a partire dalla riflessione sullo spazio, da un confronto con le sue potenziali “soluzioni” contestuali e contingenti, da un suo attuale ri-pensamento. Grazie al coordinamento di Neon e alla collaborazione di Nosadella.due, le due associazioni bolognesi scelte dalla Newcastle University come partner nel progetto in qualità di guide e tutor nell’esplorazione di luoghi e situazioni in fase di trasformazione, gli studenti sono invitati a collaborare nella ricerca, progettazione e realizzazione di un intervento ad hoc che risponda a criteri di sostenibilità, innovazione e interdisciplinarietà. Al termine delle due settimane, sabato 31 marzo, a partire dalle ore 17, gli esiti della ricerca saranno esposti al pubblico in occasione di un open studio presso gli spazi di Zona Roveri, con presentazioni, proiezioni, performance. Una serie di proiezioni di documentari e film d’artista aperte al pubblico accompagna il workshop durante alcune serate dedicate. Info: www.urbancenterbologna.it - www.nosadelladue.com

20/03/2012


Walter Niedermayr

20 marzo - 19 maggio 2012, Milano
Nella sua terza personale alla Galleria Suzy Shammah a Milano, Walter Niedermayr presenta una serie di lavori sul paesaggio alpino mai esposti prima, incluse alcune opere appartenenti alla Aspen Series, realizzate ad Aspen, Colorado. La mostra indaga il rapporto tra paesaggio e architettura, un tema focale nell’opera dell’artista sin dalla metà degli anni ottanta. Usando fotografie, video e un wallpaper, Niedermayr riflette su come l’attività umana progressivamente alteri - e consumi - il proprio territorio, costruendo paesaggi artificiali e architetture attraverso le quali vivere la natura. Come spiega Walter Niedermayr: “Dal punto di vista dello spazio, tutto è in continuo cambiamento, comprese persone e mode. Non c’è nulla che cambia velocemente come il mondo del turismo, con l’evoluzione di svaghi e di attività sportive. Questi cambiamenti creano nuove strutture all’interno del paesaggio e trasformano le circostanze del presente. (…) Il nostro concetto di mondo-reale viene percepito attraverso immagini mediatiche. L’approccio delle persone verso il mondo-reale avviene attraverso i mezzi dell’immagine. La percezione del paesaggio è primariamente la percezione di immagini.” Info: www.suzyshammah.com

Carlo Scarpa: The Architect at Work

20 marzo - 21 aprile 2012, New York
The Irwin S. Chanin School of Architecture at The Cooper Union presents the first Carlo Scarpa exhibition in New York City entitled Carlo Scarpa: The Architect at Work. The drawings on view create a window into the private intellectual space of the architect, uniquely illustrating the power of the eye, mind and hand working in unison to create an unparalleled architectural vision. The exhibition intimately depicts Scarpa’s thought process through the architectural designs for Villa Ottolenghi, one of his most well known completed works (Bardolino, Verona 1974-79) and Il Palazzetto, a series of architectural interventions that re-imagined the grounds of a 17th century villa (Monselice Padua, 1969-1978). Although the two projects represent radically different architectural conditions, the design of Ottolenghi and Palazzetto are tied together in how they demonstrate the importance of an architect’s approach in developing spatial ideas. As hand drawing has all but vanished from contemporary architectural practice, having been replaced by computer-generated images, Carlo Scarpa: The Architect at Work provides a rare opportunity to see the thought process of this prolific architect through his exquisitely personal drawings. Info: www.cooper.edu

21/03/2012


Giovane Videoarte italiana d’oggi

21 marzo - 26 aprile 2012, São Paulo, Brasile
Il Museu Belas Artes de São Paulo (muBA) presenta, in collaborazione con il C.A.R.M.A. (Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate), “Giovane Videoarte italiana d’oggi”, un piccolo campione della produzione audiovisiva italiana. Nel vasto panorama della produzione mondiale di quella che è internazionalmente nota come videoarte, questa selezione costituisce uno dei primi tentativi di proporre una linea precisa, non l’unica possibile ma una interpretazione di un certo specifico carattere e dell’apporto italiano al diversificato panorama attualmente esistente. La selezione proposta raggruppa alcuni tra i più interessanti autori under 40 italiani e operanti in Italia. Diversi sono i livelli di carriera: in questo gruppo figurano artisti che hanno ottenuto già importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale insieme a giovanissimi all’inizio del loro percorso. Importante è comprendere il particolare taglio critico della selezione che, se anche mostra diverse modalità d’azione, in quanto ognuno di questi artisti si esprime tramite uno specifico linguaggio e s’interessa di argomenti differenti, mostra un fondamentale punto in comune: una ricerca che veda coincidere il più possibile le invenzioni formali e la capacità di significare. Artisti: Rebecca Agnes, Guglielmo Emmolo, Igor Imhoff, Sami Rahal, Lino Strangis, Danilo Torre. Info: www.muba.com.br - http://carma.qblog.it

Henri Cartier-Bresson. Photographe

21 marzo - 24 giugno 2012, Torino
Le storiche e prestigiose sale di Palazzo Reale di Torino ospiteranno la mostra Henri Cartier-Bresson. Photographe, una retrospettiva antologica che rende omaggio al genio francese della fotografia. L’esposizione, patrocinata dal Comune di Torino, è organizzata da Silvana Editoriale e nasce dalla collaborazione con la Fondazione Henri Cartier-Bresson e con Magnum Photos, celebre agenzia fotografica di cui proprio Henri Cartier-Bresson, insieme, fra gli altri, a Robert Capa e David Seymour, fu uno dei soci fondatori nel 1947. In mostra oltre 130 fotografie in bianco e nero, scattate fra i primi anni ’30 e la fine degli anni ’70, concorrono a raccontare la storia di uno sguardo eccezionale, del fotografo che fu definito “l’occhio del secolo”. Info: www.piemonte.beniculturali.it

AmatelA. Trasmissione radiofonica sull’Architettura #20

Puntata del 21 marzo 2012, ore 19 circa sulle frequenze di Radio Prima Rete [Caserta 95.00 – Napoli 95.100] o in streaming sul sito www.radioprimarete.it. Il tema della puntata di questa settimana sarà: “L’auditorium di Ravello di Oscar Niemeyer, opera amata e discussa progettata dal leggendario architetto ultracentenario carioca”. Ospiti della puntata: Arch. Francesco Costanzo, docente presso la facoltà di Architettura della Seconda Università degli studi di Napoli e presso la facoltà di Ingegneria Civile di Salerno | Dr. Guido Donatone, presidente di “Italia Nostra” sezione Napoli | E poi ancora le rubriche informative su mostre, conferenze, lavoro e concorsi. Il premio in palio questa settimana per chi avrà indovinato la chiesa misteriosa in cui si trova l’amica Giò sarà un libro gentilmente offerto dal nostro partner Guida Capua Ex Libris di Palazzo Lanza. In più il nostro sponsor tecnico archphoto mette in palio la versione cartacea della sua rivista digitale [Visita il sito www.archphoto.it]. Infine Ilios Editore mette in palio per gli ascoltatori di AmatelA alcuni testi estratti dalla collana “Letture di Architettura”. Potete intervenire in diretta con domande e pareri oppure partecipare al nostro gioco scrivendo all’indirizzo mail radioamatela@gmail.com, oppure inviando sms al numero 3389948576. Se volete mandarci prima dell’inizio della puntata domande per i nostri ospiti oppure se volete segnalare mostre, eventi o suggerire argomenti scrivete ancora all’indirizzo radioamatela@gmail.com. Per tutte le informazioni sulla trasmissione, gli aggiornamenti e l’archivio delle puntate precedenti visitate il sito ufficiale di AmatelA all’indirizzo www.amatela.it

The Abramoviċ method

21 marzo - 10 giugno 2012, Milano
Marina Abramoviċ, icona contemporanea di ogni forma di espressività legata al corpo, ha realizzato per il PAC di Milano un nuovo inedito lavoro. Una serie di living installation che il pubblico, motivato dall’artista secondo il suo metodo, sarà invitato a percorrere e sperimentare. In mostra per la prima volta anche la monumentale installazione The Artist is Present, performance realizzata al MoMa nel 2010, insieme ad una serie di opere recenti che si ricollegano alla tematica del nuovo lavoro. In escluiva dal 21 al 24 marzo la performance sarà diretta dall’artista. Per partecipare è necessario prenotarsi al numero 02 54915. Info: www.comune.milano.it - www.theabramovicmethod.it

22/03/2012


Dominique Perrault - Underground

Giovedì 22 marzo 2012 alle ore 17, presso l’Auditorium del MAXXI a Roma, si terrà l’incontro con Dominique Perrault dal titolo “Underground”. A soli 36 anni ha vinto il concorso della Biblioteca Nazionale di Francia, il suo lavoro è stato esposto al Centre Georges Pompidou, ha curato il Padiglione Francese alla XII Biennale di Architetura di Venezia e ha realizzato progetti in tutto il mondo: è Dominique Perrault, architetto, progettista, urbanista, ma anche designer, che incontra il pubblico del MAXXI insieme a Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura, e Alessandro d’Onofrio. Classe 1953, Dominique Perrault prosegue il suo lavoro di raffinata ricerca e sperimentazione architettonica riscuotendo successi e riconoscimenti. Nel corso dell’incontro l’architetto francese parlerà dei suoi progetti più famosi, quelli realizzati e quelli in corso di realizzazione come Kolonihaven in Danimarca, la Biblioteca Nazionale di Francia, il Centro Conferenze di Saint-Germain-en-Laye, la Biblioteca di Kansai-Kan a Kyoto in Giappone, il Velodromo e la Piscina Olimpica a Berlino, la Città della Cultura della Galizia, Saint-Jacques de Compostelle (Spagna), Villa One (Francia), il Museo Dobrée a Nantes (Francia), Piazza Garibaldi a Napoli e L’Università femminile Ewha, a Séoul (Corea). Info: www.fondazionemaxxi.it

Itinerari di architettura milanese 2012

Si aprono le iscrizioni della nona edizione degli itinerari di architettura milanese dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano: nel 2012 si svolgeranno sette itinerari monografici che tratterannno figure di celebri maestri dell’architettura milanese: Piero Bottoni, Giovanni Muzio, Piero Portaluppi, Luigi Figini e Gino Pollini, Gio Ponti, Luigi Caccia Dominioni, Mario Asnago e Claudio Vender. Ripercorrere le vicende dei protagonisti dell’architettura dell’ultimo secolo costituisce uno spunto per riallacciarsi ad un discorso sull’attualità dell’architettura e sul rapporto con la tradizione. SABATO 16 GIUGNO 2012_ Ritrovo presso la Sede dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano in via Solferino 17 alle ore 9:30. Partenza itinerari alle ore 10:00 con ritorno in via Solferino alle ore 13:00. Replica alle ore 14:30 con partenza alle ore 15:00 fino alle ore 18:00. Info: http://fondazione.ordinearchitetti.mi.it

23/03/2012


SottoVuoti - O.S.P. al Quadraro

Sottovuoti, in collaborazione con l’Officina Culturale Via Libera, organizza per venerdì 23 marzo 2012 alle ore 21, una seduta di laboratorio in Open Space Technology (O.S.P.), un modo diverso e innovativo di ragionare insieme sugli spazi urbani del Quadraro e di come trasformarli. Presso la sede dell’Officina Culturale Via Libera (via dei Furi 25-27 – Quadraro, Roma) per l’aperitivo e per poi progettare insieme le aree del quartiere segnalate durante questi mesi di laboratorio. *[Sottovuoti è una iniziativa di Architettura senza Frontiere Onlus che mira all’organizzazione di laboratori territoriali di architettura partecipata nei vari Municipi di Roma. Il fine di questo tipo di attività è quello di costruire con i cittadini e per i cittadini uno spazio pubblico, di incontro, di scambio, di convivialità; lo spazio non solo di una socialità oggi sempre più consumistica ma anche come spazio della libera interazione tra estranei e tra idee, spazio dell’ imprevisto dove si può trovare ciò che si cercava, spazio dove può prendere forma qualcosa di nuovo e non solo spazio di riproduzione dell’esistente]. Info: www.sottovuoti.blogspot.it

3xLAB 2012: Architettura e Tempo - Antonio Tejedor Cabrera

Venerdì 23 marzo 2012, alle ore 16, presso L’Aula E della Facoltà di Architettura di Siracusa, in Piazza Federico di Svevia, si terrà la prima lezione dell’edizione 2011-12 del 3xLAB. 3xLab 2011-12 è un ciclo di seminari monografici su “Architettura e Tempo” che hanno l’ambizione di costruire un supporto di teorie e pratiche del progetto di architettura immediatamente utili per i laboratori e facilmente condivise tra studenti e docenti. 3xLab è nato nel 2009 su iniziativa di alcuni docenti dei Laboratori di Progetto del CdL Triennale in Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile e conta per quest’anno sulla partecipazione di 300 studenti. 3xLab ha la struttura e la forma di un glossario che si va componendo delle voci di quanti vi partecipano. Le “Parole di architetto” diventeranno, a conclusione dell’intero ciclo, un glossario edito a Siracusa. Le prima lezione, di un ciclo programmato di 5 complessive, sarà tenuta dal Arch. Antonio Tejedor Cabrera, con il patrocinio dell’Istituto Cervantes, che tratterà il tema del rapporto tra Architettura e Tempo. A cura di: Francesco Cacciatore | Francesca Castagneto | Fabrizio Foti | Ada N. Mangano | Salvo Mezzasalma | Luigi Pellegrino | Chiara Rizzica | In collaborazione con: LABORATORIO DI TESI - “La modernità nei tessuti storici. Siracusa, Archeologia e Città”: Emanuele Fidone | Fausto Carmelo Nigrelli | Luigi Pellegrino | Info: www.3xlabsiracusa.it

24/03/2012


Giant Step symposia

[deadline: 24/03/2012]
Giant Step is a project organized for the purpose of discovering the place of the institution within contemporary culture, with institutional change being the ultimate goal. To provide a range of perspectives, Giant Step involves two internationally established institutions, Van Abbemuseum (represented by Charles Esche) and MOSTYN | Wales (represented by Alfredo Cramerotti), and two that are less connected to a rigid institutional structure, vessel (represented by Viviana Checchia and Anna Santomauro in cooperation with Vlad Morariu) and Galeria Labirynt (represented by Magdalena Linkowska in cooperation with Anna Smolak and Magdalena Ujma). Giant Step begins by researching the specific issues and urgencies that occur in each of the local and national contexts where these institutions function (Italy, Netherlands, Poland, UK). In the second phase of the project, there will be an analysis of the various applications of cultural production in Europe in order to foster dynamic dialogue and discussion. The main goal of this project is to establish possible roles that institutions could play in the cultural production of a specific area, in order to respond to the needs of the area itself. In this process, Giant Step aims to develop the concept of an “ideal” institution, which entails the necessities of supporting and developing culture and creating critical dialogue. This will be a multidisciplinary process carried out through the format of a “nomad symposium,” which allows the application of efforts to a variety of local artistic communities and audiences. […] The Giant Step project has begun on January 9, 2012, with all partners starting their research activity with their local artistic and cultural communities in order to focus on aspects that will be discussed during the symposia. Each respective partner will have a separate timeframe for the Giant Step symposia. June 12th signals the start of activity production, with the first of the four symposia. Promoted by vessel, it will also found the basis for another important appointment of the Italian institution: vessel’s International Curatorial Workshop, an intensive three days workshop for young curators from all over the world, which in this second edition, June 15–17, will deal with the theme of institutional critique. To participate in vessel’s International Curatorial Course, submit to the open call by 24th of March 2012. Info: www.giant-step.org - www.vesselartproject.org

Visioni Collettive #2

[deadline: 24/03/2012]
L’Associazione culturale “Basso Profilo”, promuove il concorso di idee “Visioni Collettive” all’interno del piano “CANTIERE VERDE | Un quartiere di nome Giardino” promosso dalla suddetta associazione con il contributo e il patrocinio del Comune di Ferrara e il patrocinio della Provincia di Ferrara nell’ambito del programma “Ri-generazione Urbana”. Scopo del bando di concorso di idee è indagare e individuare all’interno del quartiere Giardino della città di Ferrara un’area verde in grado di esprimere un nuovo potenziale d’uso a partire dalla sua dimensione fisica e/o sociale. Per segnalare l’area scelta, ciascun partecipante avrà a disposizione 5 fotografie e, per ciascuno scatto, un testo di commento di lunghezza compresa tra 1 e 140 battute, un “tweet”. Le immagini e il testo dovranno documentare lo stato di fatto e le problematicità dell’area e/o suggerire poeticamente le potenzialità inespresse dello spazio. Il concorso d’idee “Visioni Collettive” è parte integrante del Piano “CANTIERE VERDE”, un insieme di progetti che intendono coinvolgere i residenti del quartiere “Giardino” nel ripensamento e nella riorganizzazione delle aree di verde pubblico della zona, con la collaborazione di alcune associazioni operanti nel quartiere e con il supporto tecnico del “Regolamento per l’adozione delle aree verdi pubbliche della città di Ferrara” a cura del “Servizio Verde Pubblico-Arredo Urbano”. Le aree verdi proposte dai concorrenti, dopo una prima selezione da parte di una giuria tecnica, saranno discusse durante uno degli incontri di urbanistica partecipata previsti nel Progetto “Rebus” (Laboratorio #3, sabato 17 marzo 2012, ore 15.00). A seguito dell’incontro saranno scelte due zone che diverranno oggetto dei laboratori successivi e di un workshop internazionale di progettazione del paesaggio. Info: www.rigenerazioneurbana.org

cartabianca_milano

24 marzo - 22 aprile 2012, Genova
Sabato 24 marzo 2012 ore 18, presso il Museo Villa Croce di Genova, secondo appuntamento del progetto cartabianca che si sposta a Milano, con i curatori Francesca Guerisoli, Cecilia Guida e Gabi Scardi coinvolgendo quattordici tra artisti e gruppi: Alterazioni Video, Stefano Boccalini, Angelo Castucci, Emma Ciceri, Gabriele Di Matteo, Anna Franceschini, Valentina Maggi, Marcello Maloberti, Motel Lucie, Alessandro Nassiri Tabibzadeh, NoiSeGrup, Steve Piccolo, Matteo Rubbi, Y Liver. I lavori in mostra consistono in: pratiche relazionali attivate attraverso dispositivi diversi, sia all’interno del Museo sia nel parco adiacente; interventi pubblici realizzati appositamente per cartabianca nella citta di Genova o documentati nello spazio espositivo; risignificazione degli spazi museali normalmente accessori rispetto all’attivita espositiva attraverso installazioni audio e video. Opere che, attraverso diversi linguaggi, attivano processi di lettura, condivisione e compartecipazione del Museo in relazione alla città. cartabianca è un progetto d’arte, temporanea e compar-tecipata, che si propone di interagire con gli spazi collaterali e i servizi offerti dal Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce per innescare dinamiche relazionali, che vadano a coinvolgere la città che lo ospita, intessendo relazioni con le principali città italiane, attraverso un ciclo di mostre volte a descrivere l’emergente e vitale nell’ambito dell’arte contemporanea. Sarà dedicata una mostra, ad ogni città invitata, della durata di un mese in cui i curatori proporranno una loro visione di ciò che li circonda, intesa come curatela di opere o di progetti di artisti, in modo da fornire un’immagine personale e al contempo globale, quasi un’istantanea della città in cui si trovano ad operare. Ad ogni tappa saranno legate conferenze dedicate alla città focalizzata e al percorso dei suoi artisti negli ultimi anni, oltre a tavoli di lavoro tra artisti curatori, critici ed operatori del contemporaneo per la progettazione di workshop, opere in site specific, residenze d’artista. Questi incontri ospiteranno interventi anche indiretti e inattesi di critici e artisti, oltre a quelli esposti, allo scopo di divulgarne l’opera, ma soprattutto di innescare una discussione tra i vari ambiti delle arti, portando confronto, scambio e la possibilità di avvicinare e connettere le università e accademie. La Biblioteca d’Arte Contemporanea Villa croce in collaborazione con la sezione didattica, ospiteranno e svilupperanno parte dei progetti, sottolineando il ruolo del museo come luogo che accoglie, stimola e legittima la ricerca in ambito culturale, punto di formazione e riferimento. Cartabianca è un progetto a cura di Silvia Cini con la collaborazione di Francesca Serrati. Info: www.museidigenova.it - www.cartabiancaitalia.com

25/03/2012


Zappata Romana - Hortus Urbis

Prenderà l’avvio il 25 marzo 2012 HORTUS URBIS il primo orto antico romano della capitale nel cuore dello splendido scenario del Parco Regionale dell’Appia Antica con una grande festa aperta a tutti, grandi e piccini, presso l’ex Cartiera Latina a via Appia Antica 42 nell’ambito delle iniziative primaverili del Parco dell’Appia Antica. Avranno così inizio le attività per la riattivazione di un’area verde non utilizzata destinandola a spazio pubblico costruendo un giardino lungo l’antico Almone a due passi dalla via Appia Antica, la Regina Viarum. Il progetto risulta inedito non solo per il tema scelto, l’orto antico romano, ma anche per le modalità di realizzazione che vedrà il contributo corale e generoso di tante realtà che hanno in comune l’essersi “rimboccate le maniche” per recuperare aree abbandonate in centro e in periferia a Roma e in altre parti d’Italia per restituirle all’uso di tutta la cittadinanza. E’ bene ricordare brevemente che a Roma sono ormai oltre 100 gli orti e i giardini condivisi censiti sulla mappa on line Zappata Romana: aree verdi dove vi è un prevalente carattere di socialità: chi prende spunto dall’orto/giardino per lavorare con i disabili, chi per reinserire lavoratori in mobilità, chi per l’autoproduzione o l’educazione ambientale, chi per fare un presidio contro la speculazione edilizia, chi per creare una oasi di relax, per decoro o semplicemente per coltivare. L’Hortus Urbis inizierà da subito a proporre le sue attività domenicali per bambini e famiglie durante il corso della sua realizzazione. Il 25 marzo partiranno i primi lavori di sistemazione e l’avvio delle attività per i bambini. Chiunque desideri dare contributi, collaborare o aderire può farlo contattando Zappata Romana. Info: e-mail: hortus.zappataromana@gmail.com - www.zappataromana.net

27/03/2012


Autoprogettazione 2.0

[deadline: 27/03/2012]
La rivista Domus con FabLab Torino, invitano designer, architetti, studenti e professionisti di tutto il mondo a partecipare a un concorso di progettazione open-source: ideare una collezione d’arredamento da usare nei FabLab di tutto il mondo che possa essere realizzata dagli stessi FabLab. Una selezione dei progetti migliori, scelta da una giuria di esperti, sarà realizzata ed esposta da Domus al Salone del Mobile di Milano dell’aprile 2012, pubblicata su Domus e disponibile per essere scaricata da domusweb.it. FabLab è una rete mondiale di piccoli laboratori che mettono tecnologie di produzione digitale d’avanguardia al servizio delle comunità di tutto il mondo. Autoprogettazione 2.0 intende approfondire il modo in cui queste tecnologie produttive, insieme con il talento creativo condiviso della comunità del progetto, può spalancare nuovi orizzonti alla progettazione e alla produzione dell’arredamento. Il titolo è un omaggio ad Autoprogettazione, idea profetica avanzata dal designer milanese Enzo Mari nel 1974. Il progetto di Mari, oggi leggendario, consisteva in un sistema di regole generali per creare mobili a buon mercato, di alta qualità, durevoli e facili da montare usando solo tavole grezze e chiodi. Il progetto di Mari era contemporaneamente una seria proposta di design e un provocatorio invito a riflettere con sguardo critico sul processo di produzione. Autoprogettazione 2.0 è un invito a riflettere sulle potenzialità di una rete di produzione diffusa e localizzata unita all’etica dell’autocostruzione delineata da Mari per il futuro del design dell’arredamento. È un processo aperto che cerca di valorizzare l’unione dell’intelligenza e del talento della comunità del progetto con le reti libere e condivise. I progetti prescelti saranno esposti da Domus in una mostra sul futuro della produzione industriale che sarà allestita a Palazzo Clerici, uno dei più prestigiosi di Milano. Info: www.domusweb.it

XfafX Festival - Doppio evento

Il 27 marzo 2012 presso la Facoltà di Architettura di Ferrara nell’ambito del ventennale, XfafX Festival To design today, si svolgeranno due eventi: il mattino la Laurea Honoris Causa in Architettura all’imprenditore Paolo Fassa e l’istallazione dell’artista Jochen Traar in Piazza Castello Estense; il pomeriggio la Lectio Magistralis dell’artista austriaco, presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Info: www.unife.it/facolta/architettura

28/03/2012


Michael Van Gessel - In-between. Il disegno dei frammenti urbani

28 marzo – 1 aprile 2012, Milano
La convulsa attività edilizia che ha caratterizzato la realizzazione di alcune parti delle città italiane tra gli anni ‘50 e ‘70 ha prodotto spazi indefiniti e disarticolati, risultanti dalle lottizzazioni condominiali e spesso privi di qualità formali, in cui l’unica regola stabile sembra essere costituita dall’urbanizzazione stradale funzionale all’uso intensivo dell’automobile nella città. Per fortuna il sopraggiunto benessere si è tradotto nell’esigenza di vivere gli spazi aperti più densamente popolati con standard tali da richiedere investimenti pubblici sulla qualità urbana diffusa. Innumerevoli opportunità si presentano immaginando in modo diverso e sfruttando come risorsa di progetto i retri di supermercati e di distributori di benzina, parcheggi di nodi interscambio e di attrezzature scolastiche e culturali, aiuole spartitraffico, spazi interstiziali abbandonati tra giardini condominali e box auto. La zona Ventura a Milano rappresenta una realtà in crescita del Fuori Salone. Gli spazi di connessione della stazione metropolitana di Lambrate con il nuovo distretto artistico/culturale risultano però disarticolati e spaesanti. Le proposte elaborate durante il workshop faranno parte di una mostra prevista in Zona Ventura durante le giornate del Salone del Mobile 2012. Info: www.masterpaesaggio.it

50. Anniversario della fondazione dell’Ordine Architetti Varese_ João Nunes

Mercoledì 28 Marzo 2012 alle ore 20.30, presso FAI Villa e Collezione Panza, Varese, si terrà la conferenza di João Nunes “Architettura nel paesaggio”. L’incontro si tiene in occasione del 50. Anniversario della fondazione dell’Ordine Architetti Varese, nell’ambito del ciclo di conferenze dal titolo “AMIAMO VARESE? Dialoghi tra architettura e design”: ogni mese, illustri relatori, architetti, sociologi, designer, critici e teorici, di chiara fama internazionale, affronteranno tematiche dedicate al futuro del territorio varesino. Info: www.ordinearchitettivarese.it

positions in space 13 - MPH architectes

28 marzo - 2 maggio 2012, Vico Morcote (CH)
Mercoledì 28 marzo 2012 alle ore 18.30 si inaugura all’i2a istituto internazionale di architettura di Vico Morcote il 13. appuntamento della serie di eventi ‘positions in space’. Questa volta i2a esce dal Ticino e si apre alla Svizzera e allo scambio fra regioni e culture diverse, presentando la poetica di alcuni poliedrici interpreti dell’architettura del giorno d’oggi con studio a Losanna e Barcellona: MPH architectes, ovvero Nicolas Monnerat, Franck Petitpierre e Olaf Hunger. Il titolo dell’installazione che proporranno è Intimità, per offrire una riflessione sulla nozione di soglia e di confine, facendo partecipare anche il pubblico. A loro volta MPH coinvolgono l’artista Florian Graf, che nasce come architetto, andando a toccare anche la Svizzera tedesca, in un’operazione che vuole quindi essere interdisciplinare e sovraregionale. Info: www.i2a.ch

XIX Salone del Restauro di Ferrara

28 - 31 marzo 2012, Ferrara
La XIX edizione del Salone del Restauro di Ferrara si terrà nel complesso fieristico della città estense ed ospiterà oltre 250 spazi espositori. Molto ricco il programma di conferenze e seminari, che tratteranno i temi di più grande attualità attraverso un nuovo linguaggio comunicativo che sappia stimolare il dibattito sui grandi temi attinenti alla conservazione del nostro patrimonio artistico, vero fulcro d’interesse della manifestazione. Per dare il senso del programma, ricordiamo che nel 2011 si sono tenuti 52 convegni internazionali e 105 incontri e seminari organizzati dagli Espositori. Quattro giorni di incontri con le aziende e con i professionisti, mostre e presentazioni, talks e seminari, con focus speciali su argomenti di forte attualità nel settore come il restauro del legno, la manutenzione degli edifici e delle dimore storiche, il risparmio energetico nei luoghi d’arte, progetti speciali e dibattiti su tutto ciò che riguarda l’attualità culturale nella sua globalità in rapporto al mondo e alle problematiche del restauro, dell’architettura e dei beni culturali. Questa nuova edizione del salone del Restauro dedicherà infine ampio spazio, al suo interno, ai luoghi della cultura che, una volta recuperati, diventano mete privilegiate di un turismo di eccellenza, non soltanto luoghi d’arte italiani, ma anche importanti restauri all’estero diventati sinonimo di un nuovo concetto di arte e territorialità. Saranno presi in esame, con mostre e convegni, case history da India, Brasile, Malta e dai Paesi del Nord Africa. Info: www.salonedelrestauro.com

AmatelA. Trasmissione radiofonica sull’Architettura #21

Puntata del 28 marzo 2012, ore 19 circa sulle frequenze di Radio Prima Rete [Caserta 95.00 – Napoli 95.100] o in streaming sul sito www.radioprimarete.it. Il tema della puntata di questa settimana sarà: Archeologia e Metropolitana. Il cantiere di Piazza Municipio a Napoli. Ospiti: Dott.ssa Daniela Giampaola, Funzionario Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei | Arch. Ugo Carughi, Funzionario Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologi per Napoli e provincia | Dott. Giannegidio Silva, presidente MN metropolitana di Napoli SpA | E poi ancora le rubriche informative su mostre, conferenze, lavoro e concorsi. Il premio in palio questa settimana per chi avrà indovinato la chiesa misteriosa in cui si trova l’ amica Giò sarà un libro gentilmente offerto dal nostro partner Guida Capua Ex Libris di Palazzo Lanza. In più il nostro sponsor tecnico archphoto mette in palio la versione cartacea della sua rivista digitale [Visita il sito www.archphoto.it. Infine Ilios Editore mette in palio per gli ascoltatori di AmatelA alcuni testi estratti dalla collana “Letture di Architettura”. Potete intervenire in diretta con domande e pareri oppure partecipare al nostro gioco scrivendo all’indirizzo mail radioamatela@gmail.com, oppure inviando sms al numero 3389948576. Per tutte le informazioni sulla trasmissione, gli aggiornamenti e l’archivio delle puntate precedenti visitate il sito ufficiale di AmatelA all’indirizzo www.amatela.it

29/03/2012


Il punto sul Paesaggio - Esperienze internazionali a confronto

29 marzo - 24 maggio 2012, Milano
Il paesaggio risulta sempre più essere tema d’attualità. Non solo perché la Convenzione Europea del Paesaggio sottoscritta oltre dieci anni fa a Firenze ha innescato nel nostro Paese una serie di norme di tutela e valorizzazione da parte degli enti pubblici ma perché ha costretto le università e gli ordini professionali a programmare nuove figure, a rivedere la cultura progettuale. Eppure la cultura stessa di un paese che enumera una invidiata densità di beni culturali nel territorio e una lunga storia di normative a loro tutela risulta paralizzata, pietrificata, di fronte alla sfida della modernità, alla proposta dello sviluppo e della relativa infrastrutturazione del territorio che gli attuali processi di globalizzazione impongono. L’iniziativa comprende una serie di incontri aperti al pubblico con alcuni paesaggisti, docenti del Master in Architettura del Paesaggio UPC-ACMA con sede a Milano, interpreti delle principali esperienze internazionali: momento di scambio e confronto su tematiche sempre più attuali, non solo per tecnici e professionisti del settore ma anche per la crescita di una consapevolezza diffusa nella società che necessariamente condivide il patrimonio comune del paesaggio | - 29 MARZO 2012: MICHAEL VAN GESSEL_Amsterdam | - 10 MAGGIO 2012: LISA DIEDRICH_Monaco - MONIKA GORA_Malmo | - 24 MAGGIO 2012: ENRIC BATLLE_Barcellona | SEDE E ORARI_ Le conferenze si terranno alle ore 18.00 presso la Fondazione Falciola/Camplus Rubattino, Via Caduti di Marcinelle 2 (Milano EST, zona Ventura), Milano. Le conferenze, ad ingresso libero, sono aperte al pubblico. Si richiede conferma di partecipazione via mail (acma@acmaweb.com) o contattando telefonicamente la segreteria del Centro (+39 0270639293). Info: www.masterpaesaggio.it

Michael Van Gessel - Il richiamo del futuro sta trasformando il presente

Giovedì 29 marzo 2012 alle ore 18, presso la Fondazione Falciola / Camplus Rubattino, in via Caduti di Marcinelle 2, Milano, si terrà la conferenza di Michael Van Gessel “Il richiamo del futuro sta trasformando il presente”. La conferenza è all’interno del Workshop ‘In-between. Il disegno dei frammenti urbani’ e fa parte dell’iniziativa “Il punto sul Paesaggio“, una serie di incontri aperti al pubblico con alcuni paesaggisti, docenti del Master in Architettura del Paesaggio UPC-ACMA con sede a Milano, interpreti delle principali esperienze internazionali: momento di scambio e confronto su tematiche sempre più attuali, non solo per tecnici e professionisti del settore ma anche per la crescita di una consapevolezza diffusa nella società che necessariamente condivide il patrimonio comune del paesaggio. *[Michael Van Gessel (Bandung, 1948) Laureato in Architettura del Paesaggio presso l’Università di Agraria di Wageningen. Ha collaborato per più di 25 anni presso lo studio Bakkker en Bleeker (B+B), che ha diretto dal 1991 al 1997. Dal 1997 esercita la propria attività come libero professionista in diversi ambiti dell’architettura del paesaggio, dai giardini privati alla pianificazione urbana. Tra i vari progetti, ha realizzato la riqualificazione del Vondel Park di Amsterdam, redatto il master plan per il restauro del paesaggio circostante il Castello De Haar di Utrechtm, ha gestito l’integrazione nel tessuto urbano dei cortili interni del Ministero dell’Agricultura a L’Aia e la supervisione dello sviluppo urbano di un’antica area industriale dismessa nella zona nord di Maastricht]. Info: www.masterpaesaggio.it - www.michaelvangessel.com

30/03/2012


Création de la nouvelle image du CIVA

[deadline: 30/03/2012]
A l’occasion de ses 12 ans d’existence, le CIVA - Centre International pour la Ville, l’Architecture et le Paysage et les associations-membres organisent un appel à candidatures pour la conception d’une nouvelle image forte, contemporaine, fédératrice, explicite et internationale, via la création d’une charte graphique et d’une signalétique du bâtiment, à l’intérieur et à l’extérieur. Cet appel est ouvert aux professionnels de la communication graphique, indépendants ou sous forme d’agence. Situé à Bruxelles, le CIVA est un centre culturel public dédié à l’architecture,à la ville et le paysage. Il réunit des bibliothèques, des centres d’archives et de documentations, des salles d’expositions et de conférences. Il a une double vocation : d’une part héberger et soutenir des associations œuvrant dans les domaines de son objet social, d’autres part, développer une production culturelle propre. Il a pour triple objectif : - de faire connaître l’histoire pour conserver et vivifier la mémoire, de renforcer l’identité et agir pour la qualité architecturale dans toute sa diversité, tant dans la protection de l’existant que dans la création | - de stimuler le débat sur l’actualité pour sensibiliser des opinions et mieux orienter les choix | - de s’insérer dans un réseau international d’échanges et d’informations pour vivre au rythme du monde et être en prise directe sur l’innovation | Info: www.civa.be

call 4 papers / Pirate Camp

[deadline: 30/03/2012]
L’associazione culturale Kanichen-Haus - con il sostegno della Fondazione Cariplo - invita giovani curatori, critici, filosofi, teorici di diverse discipline a inviare contributi per la pubblicazione del PIRATE CAMP READER, volume dedicato all’approfondimento teorico delle tematiche legate al progetto “Pirate-Camp / the Stateless Pavillion” (www.pirate-camp.org) campeggio itinerante per artisti, la cui prima edizione si è svolta nel corso dell’ultima Biennale di Venezia. L’obiettivo della pubblicazione è quello di approfondire, sviluppare e riconsiderare in chiave multidisciplinare i concetti sottesi all’idea del progetto Pirate-Camp: pirateria, extratteriorialità, apolidicità, occupazione temporanea, accampamento, intesi come potenti concept-tools per interpretare strategie e pratiche artistiche contermporanee. La scadenza per l’invio degli abstracts (max 800 parole) è il 30 marzo 2012. Agli autori selezionati sarà corrisposta la cifra di 400 Euro. Il testo integrale del bando in italiano e inglese è disponibile alla pagina: www.pirate-camp.org

QOS 2012: Ghigos Ideas - sight.architecture.design

Secondo appuntamento di QOS Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar 2012, il ciclo di eventi culturali dell’Istituto Quasar con i principali protagonisti del panorama artistico oltre il contemporaneo ora alla sua seconda edizione. Il secondo incontro di QOS 2012 si svolgerà venerdì 30 marzo 2012 h 18:30 con la lecture “sight.architecture.design” di Ghigos Ideas (Davide Crippa, Barbara Di Prete e Francesco Tosi), uno dei più promettenti studi di progettisti italiani apprezzati e riconosciuti anche in ambito internazionale. Sguardo, architettura e design come elementi che si succedono e si fondono l’uno nell’altro in una lecture che ruoterà intorno al tema della “Serendipity”: un nuovo modo di pensare, guardare il mondo da un altro punto di vista, cambiare prospettiva per scoprire aspetti nuovi di cose già viste. “Serendipity” è quel misto di sagacia e fortuna con il quale si giunge a compiere inintenzionalmente scoperte felici. Uno sguardo per coltivare il pensiero laterale, per attraversare in punta di piedi terreni distanti ma paradossalmente vicini. L’evento si terrà presso la Libreria Assaggi in Via degli Etruschi 4 a Roma. Info: http://qos.istitutoquasar.com

L’architetto in Europa. Confronti e proposte per il futuro degli Ordini

Venerdì 30 marzo 2012 dalle ore 9.00, presso la Sala conferenze, Archivio di Stato di Torino, in piazza Castello 209, si terrà il convegno “L’architetto in Europa. Confronti e proposte per il futuro degli Ordini”. La professione di architetto negli ultimi anni si è trasformata radicalmente, mentre il contesto in cui il professionista si trova ad operare è rimasto sostanzialmente uguale dalla legge di istituzione degli Ordini (1921). Il cammino lento e faticoso di una riforma organica delle professioni si è incagliato più volte, rimanendo incompiuto, e ora la crisi e il governo Monti imprimono un’accelerazione nel nome di un adeguamento a standard europei. Ma qual è la situazione negli altri Paesi europei di riferimento? Come opera l’architetto in Francia? E come funzionano le Kammern in Germania? In Gran Bretagna le associazioni di categoria operano a sostegno della figura dell’architetto? In Spagna ci sono tariffe minime? Un confronto a tutto campo sul valore del titolo di studio, il tirocinio, l’accesso alla professione, tariffe, assicurazioni, modalità di associazione, ruolo e competenze dell’Ordine, costi e numeri. La giornata di confronto intende prefigurare un superamento dei provvedimenti contenuti nel DL 138/2011 e in corso di conversione in legge da un lato (Decreto Legge Liberalizzazioni DL 1/2012) e di approvazione dall’altro (per Decreto del Presidente della Repubblica), provvedimenti che, guardando alle anticipazioni, sembrano limitarsi a una contenuta modernizzazione piuttosto che aprire ad una vera riforma. L’incontro è promosso dall’Ordine degli Architetti di Torino in collaborazione con l’Ordine di Roma e l’Ordine di Firenze. Info: www.to.archiworld.it

31/03/2012


LANDWORKS Sardinia 2012

21 - 31 maggio 2012, Arbus, Guspini, Iglesias (CI) >[deadline: 31/03/2012]
Il workshop operativo si svolgerà in Sardegna, nell’area sud occidentale ricadente entro i limiti amministrativi del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna (si veda www.parcogeominerario.eu), incomparabile patrimonio UNESCO, nello specifico nell’area dell’ex comparto minerario di Monteponi, dove risiede l’archivio storico depositario di tutta la cartografia, documenti e progetti della storia mineraria sarda, a Montevecchio, ex cantiere di Levante, dove è ancora visitabile la Galleria Anglosarda, presso Ingurtosu-Naracauli nell’intorno dell’ex villaggio minerario, lungo la valle del Rio Piscinas, che termina al mare con la meravigliosa spiaggia di Piscinas e le sue dune storiche. Il Paesaggio all’interno del quale avrà luogo l’iniziativa, è unico e incomparabile per patrimonio naturalistico, storico e culturale, in quanto vi si trovano i resti di archeologia industriale del comparto minerario dismesso solo qualche decennio fa e ora rappresenta un vero e proprio museo a cielo aperto. Il workshop prevede la realizzazione d’interventi paesaggistici effimeri in situ con alcuni dei grandi protagonisti del panorama dell’architettura del paesaggio europea e con la stretta collaborazione degli attori locali. Info: www.architettura.uniss.it

PAINT?! Gianfranco Zappettini e l’astrazione analitica europea

31 marzo – 27 maggio 2012, Lucca
Dal bianco al bianco, dai quadri analitici degli anni Settanta all’attuale serie “La trama e l’ordito”, il percorso di un maestro della pittura astratta italiana sarà protagonista al Lu.C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art: “Paint?! Gianfranco Zappettini e l’astrazione analitica europea” proporrà infatti una trentina di opere dell’artista genovese rappresentative di due differenti fasi del suo lavoro, quella storica che lo ha lanciato in Italia e all’estero, e quella degli anni Duemila. Fondatore, assieme al collega tedesco Winfred Gaul e al critico Klaus Honnef, della Pittura Analitica, Zappettini ha contribuito con i suoi celebri “bianchi”, le “tele sovrapposte” e i suoi scritti teorici alla riformulazione del linguaggio-pittura, dopo l’annichilimento dell’Arte Concettuale. Oggi la sua ricerca è focalizzata sull’indagine profonda del significato metafisico della creazione dell’Opera per eccellenza, attraverso la costante riflessione sulla dualità di trama e ordito, sulla valenza del lavoro di tessitura, sulla ricerca di più elevati livelli di conoscenza interiore. La mostra, curata da Maurizio Vanni e Alberto Rigoni, e organizzata in collaborazione con la Fondazione Zappettini, presenterà anche i lavori di alcuni tra i principali rappresentanti dell’astrazione analitica europea degli anni Settanta. Info: www.luccamuseum.com

vai su>|news|