NEWS in archivio aprile 2013
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

4/04/2013


Klimahouse Puglia 2013

4 - 6 aprile 2013, Bari
Al via i preparativi per la 2. edizione di Klimahouse Puglia, mostra-convegno per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia promossa da Fiera Bolzano, in programma alla Cittadella Mediterranea della Scienza di Bari dal 4 al 6 aprile. Qual è lo scenario delle costruzioni sostenibili nelle zone più a sud d’Italia e quale il loro futuro? Quali possibilità reali per incrementare il valore degli immobili attraverso il restauro, i risanamenti e le riqualificazioni energetiche? Questi gli argomenti principali che verranno affrontati in occasione di Klimahouse Puglia, uno dei due appuntamenti itineranti di Klimahouse. Klimahouse Puglia nasce dalla volontà di rispondere all’esigenza, sempre più crescente anche nel sud Italia, di costruire sostenibile e di stimolare la condivisione di informazioni altamente qualificate in materia di edilizia portando ad esempio il modello vincente dell’Alto Adige. La manifestazione viene proposta con la formula ’mostra-convegno’ e si rivolge ad architetti, ingegneri, geometri, costruttori edili ma anche ai responsabili della pubblica amministrazione e ai cittadini interessati a costruire e a vivere in una casa energeticamente efficiente e a basso impatto ambientale. L’articolato programma di convegni e seminari di approfondimento tecnico-professionale tenuti da esperti del settore include visite guidate a CaseClima recentemente costruite in Puglia per toccare con mano i più recenti esempi di edifici ’virtuosi’ presenti sul territorio. Info: www.klimahouse-puglia.it

5/04/2013


2013 Sony World Photography Awards - William Eggleston

Renowned American photographer William Eggleston is announced today as the recipient of the 2013 Sony World Photography Awards’ Outstanding Contribution to Photography award. Eggleston will be honoured at the Sony World Photography Awards Gala Ceremony in London on Thursday 25 April. A special display of his work will be shown at Somerset House as part of the 2013 Sony World Photography Awards Exhibition and rarely seen images will be published in the 2013 edition of the Sony World Photography Awards winners’ book. Recognised today as the pioneer of colour photography and the personal documentary style, William Eggleston has been producing cutting-edge work for over fifty years. Since first picking up a camera in 1957, Eggleston’s work is said to find ‘beauty in the everyday’. His images capture the ordinary world around him, creating interest through sharp observation, dynamic composition and great wit. Williams Eggleston will receive the award on Thursday 25 April at the 2013 Sony World Photography Awards Gala Ceremony. On the same night, the winners of the awards’ professional categories and the overall L’Iris d’Or / Sony World Photography Awards Photographer of the Year will be announced. A selection of Eggleston’s prints loaned by The Wilson Centre for Photography will be on display at Somerset House as part of the 2013 Sony World Photography Awards Exhibition from 26 April – 12 May. The exhibition images were taken by Eggleston between 1965 and 1980. Info: worldphoto.org

6/04/2013


Una passione per Jean Prouvé

6 aprile – 8 settembre 2013, Torino
La Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli presenta Una passione per Jean Prouvé, una mostra di mobili e architetture del designer francese Jean Prouvé provenienti dalla collezione di Laurence e Patrick Seguin. Laurence e Patrick Seguin hanno scoperto l’opera di Jean Prouvé attraverso le sue creazioni di mobili alla fine degli anni ‘80. Subito sedotti dalla loro estetica unica, nella quale tutta la capacità artistica sta nell’impercettibile maestria tecnica a servizio della resistenza dei materiali; considerando che all’epoca pochissimi sapevano chi fosse Jean Prouvé, il loro entusiasmo è stato immediato, un’emozione di linee, una rivelazione che è diventata una vera passione. La coppia si è poi interessata all’insieme della produzione di Jean Prouvé, di cui i mobili non costituiscono che una parte. E’ così che hanno scoperto le sue architetture. Partendo dal principio che “non c’è una differenza tra la costruzione di un mobile e di un immobile” Jean Prouvé ha applicato questa sua riflessione sia ai mobili sia all’architettura; questa logica costruttiva comune è diventata la base di tutta la sua opera. Laurence e Patrick Seguin presentano per la prima volta alcune opere dalla loro collezione privata: una quarantina di pezzi di Jean Prouvé, la maggior parte prototipi o esemplari molto rari. Sulla pista del Lingotto è stata montata per la prima volta la Maison Metropole (8×12 metri), casa in alluminio vincitrice nel 1949 di un concorso del Ministero dell’Istruzione per la costruzione di una scuola rurale. La fase del montaggio ha richiesto quattro persone impegnate per tre giorni consecutivi, è stata ripresa live ed è stato realizzato un video in stop-motion. Info: pinacoteca-agnelli.it

Il Regio, la fabbrica dei sogni

6 aprile - 30 giugno 2013, Torino
Il Regio, la fabbrica dei sogni è il titolo scelto per la mostra allestita nel Foyer del Toro, curata da Paola Giunti e Simone Solinas, che illustra l’attività degli ultimi quarant’anni e la storia architettonica del Teatro. Una narrazione agile e intrigante, dove troveranno posto numerosi disegni originali di Carlo Mollino, messi a disposizione dal Politecnico di Torino, nonché il modello al vero lungo 5,5 m, realizzato da Stola, della futuristica auto da record progettata da Mollino negli Anni ’50. La nostra storia è ovviamente fatta di spettacoli e quindi si potranno sfogliare speciali “album dei ricordi” con le più belle immagini delle nostre messe in scena. Grazie alla collaborazione del Museo Casa Mollino, si potranno ammirare alcuni oggetti personali del visionario architetto torinese. Sarà inoltre possibile vedere sui grandi vidi-wall presi a prestito dal recente allestimento dei Vespri siciliani, un reportage realizzato in collaborazione con la Rai e firmato dal giornalista Orlando Perera. Grazie alla collaborazione con «La Stampa», due postazioni multimediali daranno accesso agli archivi storici del giornale. La mostra si completa con l’esposizione dei modellini del Teatro antico e di quello attuale, di alcuni dei più sontuosi e raffinati costumi teatrali e con un sorprendente “mare di musica” che accoglierà il pubblico nel foyer d’ingresso. Info: www.teatroregio.torino.it

9/04/2013


ACMA Fuorisalone 2013

9 - 14 aprile 2013, Milano
Nella settimana del Salone del Mobile 2013 Acma organizza tre importanti eventi: l’”Open Days Acma”, la mostra “Temporary garden: cortili aperti a Ventura/Lambrate” e la visita guidata “Il novecento a Milano”. Il primo, “Open Days Acma”, offre l’opportunità di far visita dalle 10.00 alle 18.00 ai nuovi spazi ACMA in Lambrate-Ventura. Lo staff di ACMA, in tale occasione, fornirà informazioni a tutti coloro che fossero interessati al programma 2012-2013, in particolare alle iniziative collegate al Master in Architettura del Paesaggio in collaborazione con la UPC di Barcellona, giunto quest’anno alla sua quinta edizione: è disponibile sui siti www.acmaweb.com e www.masterpaesaggio.it l’elenco delle iniziative in corso e dei moduli del master frequentabili anche separatamente. Quest’anno il programma è particolarmente ricco ed interessante: il Laboratorio sul tema del turismo e quello sulla vegetazione che comprendono una serie di workshop di progettazione sulla città di Milano e sul lungolago di Como. Dall’8 al 12 maggio 2013 ACMA organizzerà un viaggio culturale in Sicilia, alla scoperta di piccole perle dell’architettura mediterranea, e dal 23 luglio al 1 agosto un seminario in collaborazione con il comune di Lisbona per l’invenzione di nuovi spazi per la città. Infine appuntamenti “open” a Milano: “Il punto sul paesaggio”, un ciclo di conferenze dei docenti del Master, protagonisti delle più rilevanti esperienze internazionali, e “Alternative/Milano”, una serie di dibattiti sui risultati progettuali dei laboratori di progettazione su alcune zone del capoluogo lombardo. Il secondo evento, la mostra “Temporary garden: cortili aperti a Ventura/Lambrate”, si pone l’obiettivo di rilanciare l’immagine del quartiere Lambrate con l’esposizione dei lavori elaborati durante il Laboratorio di progettazione “Nuovi usi per antichi territori”. Infine, a conclusione della settimana del Salone del Mobile, domenica 14 aprile a partire dalle ore 10.00 è prevista la tradizionale visita guidata all’architettura moderna di Milano. Info: www.acmaweb.com

Herzog & de Meuron - A new urban project for Milan

9 aprile - 10 maggio 2013, Milano
Herzog & de Meuron protagonista della Milano Design Week con Feltrinelli: SpazioFMGperl’Architettura ospita una mostra dedicata al primo progetto milanese dello studio elvetico. Jacques Herzog terrà inoltre una lectio magistralis, dedicata ai lavori recenti dello studio, martedì 9 aprile alle 12 al Politecnico di Milano, in via Ampere 1 (Sala Rogers). Il Progetto Feltrinelli per Porta Volta firmato dallo studio Herzog & de Meuron è al centro della mostra che SpazioFMGperl’Architettura presenta in occasione del fuorisalone. I curatori Luca Molinari e Simona Galateo analizzano la valenza urbana del complesso di edifici in costruzione nell’area di Porta Volta, mettendone in luce i riferimenti che hanno ispirato la prima opera milanese dello studio elvetico. Le architetture di Aldo Rossi, maestro ispiratore di Herzog, e alcuni esempi di architetture lombarde si confrontano e dialogano con i modelli della nuova opera, mentre i disegni accompagnano gli approfondimenti tecnici del progetto e la sua visione urbana. Dal 9 aprile sarà inoltre online il nuovo sito web dedicato al progetto www.feltrinelliportavolta.it. Info: www.spaziofmg.com

In Memoriam - Paolo Soleri

Today the world has lost one of its great minds. Paolo Soleri, architect, builder, artist, writer, theorist, husband, father, born on Summer Solstice, has died at age 93. Paolo Soleri spent a lifetime investigating how architecture, specifically the architecture of the city, could support the countless possibilities of human aspiration. The urban project he founded, Arcosanti, 65 miles north of Phoenix, was described by NEWSWEEK magazine as “…the most important urban experiment undertaken in our lifetimes.” His own lifetime of work is represented in models, drawings, books, lectures and museum exhibits throughout the world. Soleri’s exhibition in 1970 at the Corcoran Museum in Washington DC – and the concurrent publication of his landmark book, CITY IN THE IMAGE OF MAN – changed forever the global conversation about urban planning on our living planet. His term, “Arcology” joining the words architecture and ecology to represent one whole system of understanding human life on the earth is meant to serve as the basis for that conversation. Paolo Soleri’s ideas are embodied on the ground in the flowing forms of his architectural workshop Cosanti in Paradise Valley, (now an Arizona Historic Landmark) and in the continuing construction at Arcosanti, the urban laboratory on the high desert in central Arizona. There, to date over 7,000 students have participated in its construction. More than 50,000 architecture enthusiasts visit the site each year. Info: arcosanti.org

10/04/2013


In viaggio con Calvino

[deadline: 10/04/2013]
La Casa dell’Architettura di Roma in collaborazione con l’IXCO, bandisce una consultazione per raccogliere idee e soluzioni progettuali innovative che, partendo dall’opera di Calvino, riflettano sui temi dello spazio verde urbano nella città contemporanea. La consultazione è prevista in due fasi: nella prima si richiede la proposizione di idee sintetiche, un concept, per l’allestimento del giardino esterno, con l’indicazione sommaria delle morfologie architettoniche e vegetali, ed espresso con tecnica libera in un book sintetico su fogli A3 (massimo 10 pagine su un solo fronte compresa la copertina) con testi e immagini e un CD con gli stessi elaborati. La consultazione è riservata a giovani progettisti di età inferiore a 40 anni (progettisti nati dopo il 13 giugno 1973, fanno eccezione gli eventuali consulenti specialistici) e gruppi che abbiano al loro interno almeno un architetto. Sono ritenuti opportuni raggruppamenti progettuali interdisciplinari. L’allestimento dovrà essere modulare, flessibile, facilmente smontabile e/o riadattabile per successive mostre. I materiali che i candidati dovranno utilizzare saranno forniti dalle seguenti aziende, che fungono da sponsor tecnici: Artiser srl, Bindi Secondo srl, iGuzzini illuminazione spa, Oikos srl. Info: www.casadellarchitettura.it

Le jeu savant. Luce e oscurità nell’architettura del XX secolo_ call for papers

24 -25 ottobre 2014, Mendrisio (CH) >[deadline: 10/04/2013]
Call for papers per il convegno e la pubblicazione Le jeu savant. Luce e oscurità nell’architettura del XX secolo, promosso dall’Istituto di Storia e Teoria dell’Arte e dell’Architettura, USI - Accademia di Architettura. “L’architecture est le jeu savant, correct et magnifique des volumes sous la lumière”. Con questa celeberrima affermazione del 1923, Le Corbusier ribadisce il ruolo della luce in quanto rivelatrice dell’architettura. Niente di nuovo, eppure in un contesto di rifondazione della disciplina in chiave modernista queste parole registrano alcuni cambiamenti in atto, come la crescente attenzione all’orientamento e all’esposizione degli edifici. Il periodo preso in esame inizia nella prima decade del secolo, quando in diversi paesi e in campi differenti si intensifica un progressivo ripensamento della relazione tra luce e architettura. In quel momento, da una parte si compie un importante progresso scientifico e tecnologico, con un incremento delle conoscenze relative agli effetti salutari della luce; dall’altra vengono esplorati da un punto di vista nuovo gli aspetti estetici e simbolici della luce sia naturale che artificiale. «Shadows were the ‹brushwork› of the ancient Architect. Let the ‹Modern› now work with light, light diffused, light reflected, light refracted - light for its own sake, shadows gratuitous.» Questa affermazione di Frank Lloyd Wright dimostra come anche nel 1931, dunque negli anni di maggior successo delle teorie igieniste e delle tecniche di misurazione scientifica della luce, questa veniva considerata sempre anche per i suoi valori estetici e semantici. L’arco cronologico considerato si chiude negli anni Novanta, prima dell’avvento delle nuove tecnologie di illuminazione artificiale a risparmio energetico. La pubblicazione e il convegno sollecitano una riflessione sul tema della luce, declinato sia nella produzione teorica che in quella progettuale, attraverso il XX secolo. I lavori si inseriscono all’interno del progetto finanziato dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca e coordinato da Daniela Mondini “Da Ravenna a Vals. Luce e oscurità dal medioevo al presente”. Info: e-mail: lejeusavant@gmail.com - call for papers.pdf

11/04/2013


Gli architetti a Biennale Democrazia

11 - 14 aprile, Torino
La Fondazione OAT rinnova la partecipazione a Biennale Democrazia con una conferenza, una lezione, una mostra, un’installazione e un evento di votazione popolare, attraverso cui cerca una risposta all’interrogativo: “Qual è l’utopia (possibile) della città?”. Lo fa mediante 3 parole chiave: sostenibilità, educazione e pianificazione. «Il tema dell’utopia è ricorrente nelle attività dell’architettura - ricorda Carlo Novarino presidente della Fondazione Ordine Architetti Torino - e l’utopia è la grande molla che può alimentare le nostre azioni, il ‘disegno del sogno’ a cui tendere con le attività quotidiane. Un obiettivo irraggiungibile ma a cui occorre mirare: solo così riusciamo a liberare tutte le nostre speranze e le nostre energie». Il tema di Biennale Democrazia 2013 è Utopico. Possibile?: dalla società alla politica, dalla scienza all’arte, dalla filosofia all’architettura, dalla letteratura a internet, un percorso di riflessione sulle utopie contemporanee, attraverso le voci più autorevoli del panorama nazionale e internazionale. Info: www.to.archiworld.it

Per Chi Suona il Paesaggio

11 - 14 aprile 2013, Firenze
Il 13 aprile 2013, negli spazi di SUC- Le Murate, in Firenze, si svolgerà l’incontro annuale di FKL Italia, la sezione Italiana del Forum per il paesaggio Sonoro. “PER CHI SUONA IL PAESAGGIO” è il titolo dato quest’anno all’incontro, sarà una giornata di studio e confronto fra operatori, sound artist e persone interessate professionalmente o artisticamente al tema e allo studio del paesaggio sonoro. Nella Sala della Vetrata di SUC, circa trenta relatori esporranno le loro diverse esperienze e punti di vista, parleranno dei loro lavori e ricerche su un tema che investe lo specifico di numerose forme di espressione e discipline. La serata di sabato si concluderà con un concerto, anch’esso legato al tema, che sfrutterà un sistema di diffusione del suono in uno spazio tridimensionale. Altri eventi connessi all’incontro si svolgeranno in diversi spazi di Firenze dall’11 al 14 aprile. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. La web radio Radiopapesse ( www.radiopapesse.org ) dedicherà ampi spazi nei giorni 11,12 e 13 aprile a “Per Chi Suona il Paesaggio” ed agli eventi ad esso collegati, rendendo possibile fruirne i materiali anche a chi non avesse modo di essere presente a Firenze. Info: www.paesaggiosonoro.it

12/04/2013


2013 Buckminster Fuller Challenge

[deadline: 12/04/2013]
The Buckminster Fuller Challenge is an annual international design Challenge awarding $100,000 to support the development and implementation of a strategy that has significant potential to solve humanity’s most pressing problems. Named “Socially-Responsible Design’s Highest Award” by Metropolis Magazine, it attracts bold, visionary, tangible initiatives focused on a well-defined need of critical importance. Winning solutions are regionally specific yet globally applicable and present a truly comprehensive, anticipatory, integrated approach to solving the world’s complex problems. Winning the Buckminster Fuller Challenge requires more than inserting a great stand-alone innovation into a complex ‘problem space’. We are looking for holistic strategies that demonstrate a clear grasp of ‘the big picture’, focused on a well-defined need of critical importance. If for example, your solution emphasizes a new design, material, process, service, tool, technology, or any combination, it is essential that it be part of an integrated strategy that incorporates key social, environmental, and economic factors. We are seeking visions that put forth what Fuller called a preferred state model – one that aims to design a set of initial conditions from inception in order to create over time, the most desirable, sustainable outcome. We are seeking solutions that embody what Fuller referred to as the trimtab principle – demonstrating that a relatively small initiative inserted into a system at the right time and place can achieve maximum leverage for advantageous change. Entries can span the spectrum of scale - from macrostrategies restoring and maintaining ecosystems necessary for life on earth to thrive, to community-based ventures that have global relevance. Entries can also span the spectrum of development stage - from well formulated concept, to proof-of-concept, to proven track record. Competence and commitment of the team behind the idea is more important. Info: challenge.bfi.org

17/04/2013


Maria Goula - Ruralità urbana: nuovi modelli agricoli per la metropoli contemporanea

17 – 21 aprile 2013, Milano
Workshop di progettazione. L’esodo dalle campagne del dopoguerra non è stato solo un fenomeno sociale epocale: l’abbandono dei terreni più impervi per la coltivazione ha prodotto un impoverimento progressivo dei paesaggi, aprendo la strada a fenomeni fino ad ora sconosciuti di desertificazione ed erosione dei suoli che ora minano persino la sicurezza idrogeologica del nostro paese. Ma la resistenza di aziende agricole, spesso a carattere artigianale e familiare, all’adeguamento ai sistemi di produzione industrializzati intensivi sta dando i suoi primi frutti. Importante presidio per il territorio, esse rappresentano infatti, soprattutto in prossimità dei grandi centri urbani, una fonte di consapevolezza civica della “presenza rurale”: imprese capaci di offrire ad un vasto e ricco bacino di utenza non solo prodotti di una riscoperta filiera produttiva locale, ma servizi collettivi, eventi culturali, attività turistiche e sociali di sostegno all’area metropolitana. Si profilano così condizioni per la formazione di nuovi paesaggi connotati dalla natura ibrida, rurale e urbana, di tali contesti. Il potenziamento delle strutture di ospitalità in vista dell’EXPO 2015, e del suo successivo impatto sul territorio, induce alla rigenerazione del sistema delle cascine, introducendo allo stesso tempo il tema dell’impiego del cluster produttivo che ha originato il paesaggio agrario lombardo, ma con nuove e inesplorate finalità. ATTIVITA’/ PROGRAMMA_ Il workshop contempla una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni dell’autore attinenti il tema) e si svilupperà in tre fasi pratiche: conoscenza ed interpretazione del luogo (visione dei materiali e dell’area); elaborazione del progetto (singolarmente o in gruppo); dibattito e presentazione delle proposte. ISCRIZIONI_ Il workshop fa parte del programma di Master in Architettura del Paesaggio e di Formazione Permanente della UPC di Barcellona/ACMA Milano. Si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto a: diplomati, studenti e laureati nelle discipline di carattere tecnico-scientifico legate alla gestione del territorio (architettura, architettura del paesaggio, ingegneria, scienze ambientali, scienze naturali, scienze agrarie e forestali, beni culturali, antropologia, sociologia, urbanistica, scienze e politica del territorio ecc.). In particolare è indicato al personale, ai collaboratori e ai consulenti dei parchi e delle soprintendenze, agli studi professionali che operano nelle progettazione ambientale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto. Info: www.masterpaesaggio.it

18/04/2013


Il punto sul Paesaggio - conferenza di Maria Goula

Il 18 aprile 2013 alle ore 18, presso Fondazione Falciola / Camplus Rubattino, in via Caduti di Marcinelle 2 (zona Lambrate-Ventura) a Milano, si terrà la conferenza “Rivelando la geografia: i paesaggi ordinari come identità emergenti” di Maria Goula, docente del workshop di progettazione “Ruralità urbana: nuovi modelli agricoli per la metropoli contemporanea” organizzato da ACMA Centro di Architettura. La conferenza fa parte dell’iniziativa “Il punto sul Paesaggio”, una serie di incontri aperti al pubblico con alcuni paesaggisti, docenti del Master in Architettura del Paesaggio UPC-ACMA con sede a Milano, interpreti delle principali esperienze internazionali: momento di scambio e confronto su tematiche sempre più attuali, non solo per tecnici e professionisti del settore ma anche per la crescita di una consapevolezza diffusa nella società che necessariamente condivide il patrimonio comune del paesaggio. *[Maria Goula_ Laureata presso l’Università Aristotele di Salonicco, dal 1992 vive e lavora a Barcellona. Ha conseguito il Master in Architettura del Paesaggio presso la Escola Tècnica Superior d’Arquitectura di Barcellona, Universitat Politècnica de Catalunya (UPC) e nel 2007 il dottorato di ricerca presso la UPC stessa. Attualmente è professore a contratto del Departamento de Urbanismo y Ordenación del Territorio della ETSAB e ricercatrice principale del CRPPB, Centre de Recerca i Projectes de Paisatge Barcelona, di cui è membro fondatore dal 1994. Coordina il Taller Turismo e Paesaggio del Master in Architettura del Paesaggio della UPC. È membro del comitato organizzatore della Biennale Europea del Paesaggio di Barcellona e del Premio europeo del paesaggio Rosa Barba. Tra i suoi recenti lavori, la partecipazione alla redazione dei Cataloghi del Paesaggio della Piana di Lleida e della Provincia di Girona, l’elaborazione di uno studio pilota sulle Direttrici di Paesaggio in Catalunya e inoltre lo studio di paesaggio per l’identificazione e gestione della “V” verde del Comune di Reus. È membro del gruppo vincitore del primo premio del concorso internazionale per l’estensione del Parco di Alamillo a Siviglia (2005), del secondo premio del concorso internazionale della Ronda Marrubial a Córdoba (2007) e del primo premio del concorso per il connettore ecologico di Cerdanyola del Vallés (2009)]. Info: www.masterpaesaggio.it

19/04/2013


E’ l’arte, bellezza…

19 - 20 aprile 2013, Roma
La Quadriennale di Roma promuove il workshop e la mostra “E’ l’arte, bellezza… E tu non puoi farci niente”: media, art magazines, editoria indipendente. L’obiettivo è stimolare un dibattito su come in Italia negli ultimi dieci anni è cambiato il modo di informare e fare approfondimento sull’arte contemporanea. Sul tema sono invitati a confrontarsi i responsabili dei programmi e delle pagine culturali sui mezzi di comunicazione mainstream (televisione, radio, carta stampata, internet), i direttori delle testate d’arte contemporanea cartacee e su web oggi prodotte in Italia, in dialogo con critici d’arte e specialisti. Il workshop, aperto al pubblico, è accompagnato da una mostra delle principali riviste d’arte contemporanea made in Italy, tratte dalla raccolta del centro di documentazione della Quadriennale, l’ArBiQ. In mostra sarà esposta una selezione (circa un’ottantina) di testate, dalle riviste ormai storiche ai periodici di nuova generazione, free press e non, ai magazine ideati dagli artisti oppure frutto della collaborazione tra artisti e curatori fino ad alcuni esempi di autoproduzioni concepite come oggetti da collezione. Avrà un proprio spazio Let’s Art, la libreria d’arte contemporanea di Valentina Pugliese e Francesco Maenza che da due anni in via del Pellegrino a Roma è un luogo d’incontro con un ampio assortimento di riviste, pubblicazioni, multipli. L’iniziativa rientra nel programma dell’Istituzione di fare di Villa Carpegna un osservatorio dei più significativi fenomeni di attualità culturale legati alle arti visive contemporanee. Info: www.quadriennalediroma.org

Festival eme3 2013 - Topias, utopías realizables

27 - 30 giugno 2013, Barcelona >[deadline: 19/04/2013]
Se abre la convocatoria para presentar proyectos al festival internacional de arquitectura eme3. Eme3 se consolida como foro para descubrir, entender y compartir nuevas formas de arquitectura y urbanismo fuertemente vinculadas a las realidades de la sociedad actual. El festival reúne anualmente a los nuevos productores de arquitecturas emergentes, ofrece espacios de experimentación y debate y expone propuestas de vanguardia. La 8ª edición del festival eme3 se celebrará en la Fabra i Coats de Barcelona del 27 al 30 de junio 2013, bajo el lema “TOPIAS”, utopías realizables. Eme3 convoca a arquitectos, urbanistas, diseñadores y artistas a presentar proyectos innovadores, poco convencionales, que escapen a las tendencias comunes en la construcción y la planificación urbana. Eme3 pone sobre la mesa de juego algunos ámbitos de reflexión (nuevos usos del espacio público, la vivienda en situaciones de crisis, el espacio de trabajo en evolución) y dos comodines: los espacios vacíos de la fabrica de creación Fabra i Coats, y el barrio de Sant Andreu donde está situada. Info: www.eme3.org

21/04/2013


Passenger in a landscape

30 aprile - 4 maggio 2013, Ferrara >[deadline: 21/04/2013]
Cluster Theory e Basso Profilo organizzano Passenger in a landscape, un workshop internazionale che si terrà presso il Dipartimento di Architettura e gli spazi di Wunderkammer a Ferrara. Obiettivo del workshop è costruire un percorso di indagine focalizzato sulla progettazione del territorio attraverso l utilizzo di strumenti come il cinema, la video-arte, la mappatura e la comunicazione virale. Tre macro aree di indagine, partendo dalla conoscenza dei materiali disponibili in loco: la città di Ferrara, l’archivio Antonioni, film e documentari. Il workshop si focalizza sulla esplorazione dell area urbana cercando di percepirla - come in una promenade situazionista - attraverso il sistema della mappatura. Capovolgendo i cliché legati alla lettura della città storica si vuole facilitare un approccio alla comprensione del paesaggio inteso come dispositivo per l incontro di culture. I partecipanti saranno sollecitati ad utilizzare strumenti legati alle pratiche artistiche contemporanee con lo scopo di restituire al pubblico un percorso di riletture dello spazio intriso di suggestioni filmiche e narrative. Attraverso differenti metodi di indagine - analisi del paesaggio, osservazione dei documenti, attraversamenti del territorio, shooting, registrazione video, soundscape - si cercherà di utilizzare, in maniera più specifica, una comunicazione utile a rilanciare il territorio. Facendo riferimento agli strumenti tipici del guerrilla marketing i partecipanti al workshop progetteranno un sistema di promozione di ambienti banali o iper-frequentati. Il workshop è rivolto a studenti e laureati provenienti da differenti percorsi - Architettura, Urbanistica, Accademie, DAMS, Lettere e Filosofia, Scienze della Comunicazione ecc. - che abbiano il desiderio di esplorare il sistema-progetto attraverso l utilizzo di linguaggi non convenzionali. Tutor e ospiti: Alterazioni Video | Marco Brizzi | Maria Livia Brunelli | Carlorattiassociati | Tomas Ghisellini | [im]possible living | Guido Incerti | Pier Pierucci | Elvira Vannini | Info: www.clustertheory.eu - www.bassoprofilo.org

Alternative Milano - Agriturismo urbano: tre differenti realtà nel Parco delle Cave

Domenica 21 aprile 2013 alle ore 14.30, presso Fondazione Falciola / Camplus Rubattino, in via Caduti di Marcinelle 2, Milano, si terrà il dibattito “Agriturismo urbano: tre differenti realtà nel Parco delle Cave”. Indipendentemente dall’esito finale dell’Expo 2015, una cosa sin d’ora è chiara: l’organizzazione a Milano di un evento di tale rilevanza dedicato ad un tema così specifico come l’alimentazione ha prodotto molte attese tra i soggetti che operano nel territorio e ha generato processi spesso inattesi e non del tutto controllati dalle stesse amministrazioni pubbliche promotrici. E’ probabile che molte idee sorte nei momenti iniziali non possano vedere una loro realizzazione pratica a causa della scarsità delle risorse economiche o delle tempistiche imposte dall’organizzazione dell’evento, ma numerosi sono i soggetti, ed in primo luogo gli agricoltori, che si sono attivati nelle più variate forme (cooperative, associazioni, imprese) ponendosi l’obiettivo di ampliare il ventaglio di attività attualmente presenti sul territorio. Realtà rurali marginali ma nel cuore dell’area metropolitana, come il sistema delle cascine Campi/Rizzoli, Caldera, Linterno, legate alla presenza del Parco delle Cave, possono trovare un proprio ruolo offrendo nuovi servizi sia in funzione dell’eccezionalità dell’evento sia nella prospettiva di una loro collocazione adeguata nei confronti dei quartieri popolari di Milano Ovest. Il dibattito fa parte dell’iniziativa “Alternative Milano”, una serie di incontri aperti al pubblico in cui i protagonisti delle più rilevanti esperienze internazionali, esperti e tecnici, giovani paesaggisti e rappresentanti delle istituzioni locali discuteranno su proposte ed elaborazioni progettuali concrete al fine di coinvolgere la cittadinanza sulle scelte per il futuro migliore della città di Milano. Si richiede conferma di partecipazione via mail (acma@acmaweb.com). Info: www.masterpaesaggio.it

24/04/2013


Luigi Ghirri. Pensare per immagini

24 aprile – 27 ottobre 2013, Roma
Il MAXXI dedica all’opera di Luigi Ghirri, tra i maestri indiscussi della fotografia in Italia, una grande mostra antologica, nata dalla collaborazione tra il Museo e il Comune di Reggio Emilia, la città dove il fotografo ha vissuto e alla quale ha lasciato il suo archivio. E proprio dai materiali originali – fotografie, menabò, libri, cataloghi e negativi – oggi conservati presso la Biblioteca Panizzi, partner istituzionale del progetto, la mostra intende partire per raccontare i diversi profili di questa complessa figura di artista. L’esposizione presenta un percorso inedito nell’opera del fotografo attraverso oltre 300 scatti, con particolare attenzione ai vintage prints stampati direttamente dall’autore. Accanto alle fotografie verranno presentati anche i menabò dei cataloghi, i libri pubblicati, le riviste, le recensioni che testimoniano la sua attività di editore, critico e curatore; una selezione di fotografie e libri d’artista che documentano l’incontro e la collaborazione con gli artisti concettuali modenesi nei primi anni ‘70; le cartoline illustrate e le fotografie anonime che Ghirri collezionava; una selezione di libri tratti dalla biblioteca personale di Ghirri che raccontano dei suoi interessi e dei riferimenti culturali e artistici; le copertine dei dischi che testimoniano l’interesse di Ghirri per la musica e il rapporto con musicisti come i CCCP e Lucio Dalla. Mostra a cura di Francesca Fabiani, Laura Gasparini, Giuliano Sergio. Info: www.fondazionemaxxi.it

30/04/2013


Segni del/nel paesaggio

[deadline: 30/04/2013]
La Fondazione dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Monza e della Brianza indice il 3. concorso di fotografia dal titolo “Segni del/nel paesaggio”. Il concorso fotografico ha la prerogativa di individuare ed esplorare i segni peculiari del territorio della Provincia di Monza e della Brianza e organizzare un principio di archivio fotografico sul paesaggio della provincia; ha come soggetto i paesaggi che possono essere considerati eccezionali, i paesaggi della vita quotidiana, i paesaggi degradati. La partecipazione al concorso è gratuita, aperta a tutti i cittadini europei ed extracomunitari appassionati di fotografia, iscritti e non all’OAMB che attraverso degli scatti fotografici avranno l’opportunità di esprimere un’interpretazione personale riguardo alle multiformi identità del territorio. Termine di consegna è previsto per il 31 gennaio 2013. Un’autorevole giuria presieduta dal fotografo Gabriele Basilico e composta da Francesco Zanot e Darko Pandakovic premierà i tre più meritevoli progetti fotografici pervenuti, con i seguenti premi: - 1. classificato: € 1.000,00 | - 2. classificato: € 500,00 | - 3. classificato: € 300,00 | Info: www.ordinearchitetti.mb.it

EPAUS Competition - Public Space for Urban Art and Sound

[deadline: 30/04/2013]
OPENGAP organizes this open ideas competition seeking for innovative, cutting-edge, contemporary, proposals for a new kind of public space that hosts activities related to street art, fostering a climate of creation, education and relationship of users with street art. Participants are invited to conceive a space that gives urban culture an alternative where to merge the public use with a space of artistic expression and learning; to work on a proposal to brake old established paradigms about street art. Each contestant or team will be able to choose the urban context in which to locate their project. However, the proposal will have to justify the choice of location, as well as to explain the way in which the site and the project will interact, creating synergies with the surrounding urban environment. This competition is open to all architects, designers, architecture students and to people around the world interested in the topic. Competitors could subscribe individually or as a team of maximum of 5 people. The proposal submission consists of two digital panels in .jpg format, not bigger than 4MB each. Info: www.opengap.net

Landworks Sardinia 2013

23 maggio-2 giugno 2013, arcipelago de La Maddalena (Ss) >[deadline: 30/04/2013]
Aperte le iscrizioni per il workshop estivo coordinato da MMLU@AA_Master in Mediterranean Landscape Urbanism e DADU, Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica - Università di Sassari. Realizzazioni effimero-sperimentali per la riqualificazione e valorizzazione paesaggistico-ambientale dei territori con particolari caratteristiche storico-antropologiche all’interno del territorio della Sardegna, quali il paesaggio difensivo dei siti e manufatti ottocenteschi ricadenti nell’ambito del patrimonio del Parco nazionale dell’arcipelago della Maddalena, nell’area di Punta Rossa, Isola di Caprera. Il workshop operativo si svolgerà in Sardegna, nell’estrema costa nord, zona ricadente entro i limiti amministrativi del Parco nazionale dell’arcipelago della Maddalena, incomparabile patrimonio naturalistico dell’aera protetta, tra le meglio preservate dell’Isola. Nello specifico, l’area degli interventi sarà concentrata intorno dell’ex comparto fortificato di Punta Rossa, dove risiedeva l’antica fortificazione ottocentesca, parte del sistema difensivo della costa nord dell’Isola e arcipelago della Maddalena. Il Paesaggio all’interno del quale avrà luogo l’Iniziativa per l’edizione 2013, è unico e incomparabile per patrimonio naturalistico, storico e culturale, in quanto vi si trovano i resti dei manufatti difensivi dell’intero sistema a protezione della costa durante l’ottocentesco, in un’ area (estrema propaggine costa nord) che da sempre ha rivestito importanza strategica all’interno del sistema storico-difensivo dell’isola dei sardi, rappresentando un vero e proprio museo storico-naturalistico a cielo aperto. Il workshop prevede la realizzazione d’interventi paesaggistici effimeri in situ con alcuni dei grandi protagonisti del panorama dell’architettura del paesaggio europea e con la stretta collaborazione degli attori locali. Info: www.architettura.uniss.it

TAB 2013 Vision Competition: Recycling Socialism

4 – 8 settembre 2013, Tallinn (Estonia) >[deadline:30/04/2013]
The Estonian Centre of Architecture in collaboration with the City of Tallinn has announced the Tallinn Architecture Biennale 2013 Vision Competition: Recycling Socialism. According to the curators of TAB 2013, the aim of the open international vision competition is to gather architectural ideas and methods to enhance the current life quality as well as to envision the future of the iconic block-housing district of Väike-Õismäe (”Little Blossom Hill”) in Tallinn. The deadline of the competition entries is April 30th, 2013. JURY: Bjarke Ingels – BIG, Founding Partner | Endrik Mänd – City of Tallinn, Chief Architect | Inga Raukas – Allianss Arhitektid, Founding Partner | PRIZES: 1st place 5,000 eur | 2nd place 2,000 eur | 3rd place 1,000 eur | + five honorary mentions | TAB: Tallinn Architecture Biennale is an architecture and urban planning forum that continues the tradition of the former Nordic-Baltic Architecture Triennale bringing together theory and practice, experience and innovation in order to spark fruitful discussion. This year’s biennale is curated by b210, a team of young architects (Karin Tõugu, Kadri Klementi, Aet Ader, Kaidi Õis, Mari Hunt), and is organised by the Estonian Centre of Architecture. Info: www.tab.ee

vai su>|news|