NEWS in archivio giugno 2008
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

1/06/2008


Design for an Eco-friendly Community

[deadline Phase I: 1/06/2008]
arcspace.com and ecolandnow.com, in collaboration with INBAR - International Network for Bamboo and Rattan, invite architects, designers and students to take part in an international competition at arcspace Island in the virtual community, Second Life. The winners, selected by an international jury in Second Life and Real Life, as well as by public vote, will be invited to assist with the construction in China or Hawaii. The key competition objective will be to develop a new Eco-friendly Community where people will live, work and visit; an environment which will encourage a wide range of uses, occupied at all times of the day. The goal should be to stimulate social, technical and cultural progress. The function and the relationship between the structures is as important as the individual design. The “structure,” maximum 60M2, must respond to the tropical climate and promote the use of hybrid materials using a minimum of 25% bamboo. The living bamboo can be part of the design. Furniture designers are invited to collaborate with architects. The competition will be judged by a panel of international architects, engineers and pre-eminent Chinese academics, from both the Real World and the Virtual World, as well as a public votes through multimedia presentations. The competition will take place in two phases. During Phase I the jury will select twelve designs to continue to Phase II of the competition. The presentations will be filmed and shown at arcspace in SL, www.arcspace.com and other international media, to invite the public to comment and vote for an additional three winners who will continue to Phase II. In Phase II the jury will select the final three winners who will go to China or Hawaii. The three winners selected by popular votes will receive special prizes. Info: e-mail: arcspacesl@gmail.com; www.arcspace.com

4/06/2008


IN ART - Sguardi nascosti_ cinema indipendente siciliano

4 giugno - 9 luglio 2008, Palermo
Si terranno presso l’Expa, ex scuderie di Palazzo Cefalà, via Alloro 97, a Palermo, nell’ambito dell’iniziativa IN ART, quattro incontri per fornire una personale lettura delle diverse sfaccettature di parte del cinema siciliano indipendente. Sarà la voce degli autori a raccontare limiti e problematiche, economiche e culturali, del contesto cinematografico nostrano e nazionale. Non un unico sguardo ma molteplici visioni, attraverso poliedricità ed eterogeneità di stili, si alterneranno in un dialogo che vedrà il cinema unico protagonista. Direzione Artistica: RGB_Cinema – Salviano Miceli | Organizzazione: Mirko Lino, Giusy Mandalà, Gabriella Matranga, Maurizio Turrisi | Programma:
- 04/06_ ‘Même Pére Même Mére’ di Alessandro Gagliardo, Julie Ramaioli, Giuseppe Spina
- 12/06_ ‘Uomo-Massa’ di Cane CapoVolto
- 19/06_ ‘Isola Femmina’ di Gaspare Pellegrino e Corrado Fortuna
- 25/06_ ‘Riprendimi (Perryfarrell)’ di Giovanna Sonnino
Info: tel/fax +39 091 6170319 e-mail: info@expa.org; www.expa.org - e-mail: info@katakusinos.eu; www.katakusinos.eu

Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo 08_ premiazione

Si è tenuta oggi a Venezia la cerimonia di premiazione della 5. edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo. La giuria ha nominato vincitori nella sezione “Opere Realizzate” ben 5 progetti a pari merito provenienti da 5 diverse nazioni: Feilden Clegg Bradley Studios | Gil Torres Carmen | Ingenhoven Architekten | Orianoassociati Architetti | Rauch Martin & Boltshauser Roger | 5 anche le menzioni speciali a: Architekturburo Reinberg, Bob Gysin + Partner BGP Architekten, sps-architekten, Studio Nicoletti Associati, Studio RBA. La scelta inusuale di nominare ben 5 progetti vincitori nella sezione “opere realizzate” è dovuta innanzitutto all’alto livello delle opere realizzate ed al fatto che non vi era tra questi un singolo progetto che emergeva rispetto agli altri ma una serie di eccellenti soluzioni capaci di riassumere l’effettiva complessità e diversità con cui l’approccio al tema sostenibilità può manifestarsi. […] La scelta è stata fatta indipendentemente dall’origine degli autori ma è interessante notare dal risultato che provengono da cinque diversi paesi europei. Nella sezione “Tesi di Laurea” riservata ai neo-laureati è stato assegnato il 1. Premio a Oikonomou Ioannis con la tesi “Architettura di terra” - questo progetto deve la sua idea concettuale alle caratteristiche del luogo; dimostra che attraverso un fondamentale esame del luogo e delle sue caratteristiche, si possono trovare risposte peculiari e convincenti che possono condurre a esiti distinti dalle tendenze generali globalizzanti dell’architettura. Info: tel/fax 0544 864353 e-mail: premioarchitetturasostenibile@xfaf.it; www.premioarchitettura.it

6/06/2008


Enrico Pitzianti - Tutto torna

6, 8, 10, 11 giugno 2008, Firenze
Dopo l’anteprima nazionale dello scorso 30 maggio 2008 (evento speciale all’interno della rassegna sul cinema sardo “Isolas”), il film “Tutto torna” di Enrico Pitzianti sarà nuovamante programmato presso l’Istituto Stensen di Firenze. “Tutto torna”, primo lungometraggio di fiction dell’affermato documentarista sardo, uscirà ufficilamente nelle sale il 13 giugno. Il film è la storia del ventenne Massimo – cresciuto nel nord della Sardegna – che arriva a Cagliari (il film è girato in loco) per lavorare nel locale gestito dallo zio Giuseppe: insieme all’appartamento nel quartiere Marina, i due condividono ben presto i dissapori della convivenza quotidiana. Massimo sogna una vita da scrittore e cerca di far pubblicare il suo primo romanzo: per lui, ironico e brillante, il capoluogo sardo è il primo contatto con una città moderna e multirazziale. Qui scoprirà l’amore per una giovane danzatrice cubana e l’interesse per un cenacolo di artisti che, lavorando con materiali riciclati, hanno eletto a propria filosofia il tutto torna del titolo. Ma ogni romanzo di formazione ha la sua linea d’ombra, e così Massimo è costretto a confrontarsi con la crisi delle proprie certezze: le inquietudini di una società senza più regole, il crollo economico e morale dello zio, l’ambiguità degli inquilini. Fino al rocambolesco finale, quando Massimo affronterà un doloroso faccia a faccia con l’amore, e con una realtà che costringe a ripensare il presente, i sogni, la vita. Il film sarà distribuito nelle sale cinematografiche della Regione Toscana e della Liguria da Stensen|Cinema. Info: tel 055 576551 e-mail: cinema@stensen.org; www.stensen.org - www.tuttotorna.it - pressbook.pdf

10/06/2008


“Last Call for Planet Earth”_ proiezione a Bioecolab

Il 10 giugno 2008 alle ore 21, presso il Cinema Sala Truffaut di Modena, Bioecolab proietterà il lungometraggio “Last Call for Planet Earth”, alla presenza del regista Jacques Allard. In “Last Call for Planet Earth”, documentario diretto da Jacques Allard e prodotto da Archiworld e EURAF-European Architecture Foundation, 12 famosi architetti raccontano altrettanti modi di interpretare il concetto di sostenibilità. Info: tel/fax 059 8860081 e-mail: info@bioecolab.it; www.bioecolab.it - www.lastcallforplanetearth.eu - CS.en.pdf - invito.pdf

12/06/2008


Festival del Bosco a Genova

12 - 14 giugno 2008, Genova
La Regione Liguria organizza a Genova il “Festival del Bosco” portando al centro della scena il tema della gestione dell’entroterra e del patrimonio forestale per dare voce a quell’invisibile 70% del territorio regionale coperto da boschi. L’evento genovese prevede convegni (sviluppo socio economico, filiera del legno, prevenzione dissesti idrogeologici, biodiversità, verde urbano e periurbano), eventi culturali (concerti, letture a tema, mostre) spettacoli, exhibit, laboratori educativi e artigianali, stand gastronomici sui prodotti dell’entroterra. Inoltre durante l’intero mese di giugno gli enti locali daranno vita ad una serie di iniziative su tutto il territorio regionale. Il Festival del Bosco si pone a conclusione del Progetto Interreg IIIC Robinwood che ha portato, in quasi 4 anni di attività, un messaggio di possibile rivincita da parte del mondo rurale: un’interpretazione moderna della gestione della risorsa forestale con il coinvolgimento delle realtà territoriali liguri ed internazionali, ed attenzione agli aspetti forestali, idrogeologici, naturalistici, energetici, produttivi, turistici e socio economici in genere. Dal 12 al 14 giugno Robinwood va in città e mostra un suo volto insolito, rispetto ai consueti clichè, un volto produttivo, rompe alcuni schemi della visione comune (abbandono, degrado, scarso potenziale socioeconomico) per proporre un quadro dinamico ed innovativo che valorizza le potenzialità da sviluppare e propone un modello per lo sviluppo sostenibile dell’entroterra. Info: tel +39 010 54851 fax +39 010 5488742 e-mail: robinwood@regione.liguria.it; www.robin-wood.it - tel +39 010 5485352 fax +39 010 5484677 e-mail: daniela.minetti@regione.liguria.it - tel +39 010 8682454 e-mail: info@festivaldelbosco.it; www.festivaldelbosco.it - CS.pdf - programma.pdf

Drawn in sand - Unrealised visions by Alvar Aalto

12 giugno 2008 - 21 settembre 2008, München, Germany
Unrealised designs are an important part of an architect’s work. The first fleeting sketches frequently illustrate more clearly than the actual realised building the genuine basic idea of a design and mirror the process of establishing shape and form. The hand drawings of Alvar Aaltos, one of the most significant architects of the 20th century, are of the highest artistic quality. This ingenious draughtsman once said »God created paper in order to draw architectural plans«. The exhibition »Set in sand - Unrealised designs by Alvar Aalto« is showing 120 drawings and 18 models of those projects by the Finnish architect and designer that were never realised. The impressive works from the 1950’s include international plans for projects such as the Piazza in Montreal, a Columbus Memorial in Santo Domingo and Museums of Art in Shiraz and Tallinn. The exhibition was devised by the Alvar Aalto Museum in Helsinki. Info: tel +49 (0)89 23805-118 fax +49 (0)89 23805-125 e-mail: presse@pinakothek.de; www.pinakothek.de

Urban and Landscape Perspectives_ seminario internazionale

12 - 13 giugno 2008, Alghero (Ss)
Si terrà presso l’Asilo Sella, Aula C II piano, Lungomare Garibaldi, Alghero (Ss), il seminario “Urban and Landscape Perspectives” che si propone di alimentare la riflessione teorica sulla città e il territorio, sull’elaborazione e applicazione di metodi e tecniche del progetto per il miglioramento dei nostri paesaggi. L’argomento centrale si sviluppa intorno al progetto con l’obiettivo di visualizzare sia la città sia il territorio da un particolare punto di vista che individua nella dimensione territoriale lo spazio di comunicazione e di negoziazione della città. Si affronteranno problemi emergenti che caratterizzano le dinamiche di sviluppo della città, come le nuove e inedite relazioni tra le società urbane e lo spazio fisico, il diritto alla città, l’equità urbana, la sostenibilità dello sviluppo urbano, il progetto della città fisica come mezzo per rivelare la civitas, i segni di nuove coesioni sociali, il senso dello spazio pubblico contemporaneo. In quanto interessato a far progredire le teorie sulla città, il seminario si propone di accogliere contributi caratterizzati dal pluralismo degli apporti disciplinari che studiano pratiche formali e informali sul progetto della città, alla ricerca di categorie concettuali e operative che siano in grado di cogliere le profonde trasformazioni dei paesaggi urbani contemporanei. Il tema del seminario riprende i contenuti e gli obiettivi della serie omonima edita da Springer Verlag e, in questo senso, può alimentarne la riflessione teorica e gli sviluppi operativi. Info: Serena Orizi, tel +39 079 9720431 fax +39 079 9720420 e-mail: serena.orizi@uniss.it; www.architettura.uniss.it

13/06/2008


Acqua energia e paesaggio

13 - 14 giugno 2008, Pisa
Si terrà presso il Parco di Migliarino S.Rossore, Cascine Vecchie, a Pisa, il convegno internazionale “Acqua energia e paesaggio”, promosso dall’Associazione ARSPAT in collaborazione con la Soprintendenza BAPPSAE di Pisa, Parco San Rossore, Regione Toscana, Provincia di Pisa, Comune di Pisa, Associazione Assform. Il convegno rientra nell’ambito della manifestazione ”Life2020”, una iniziativa che sarà una vera e propria piattaforma di comunicazione ambientale sugli elementi fondamentali della vita di ogni essere vivente, l’acqua e l’energia, affrontati insieme al tema del paesaggio, l’irripetibile prerogativa culturale dell’uomo che ne rispecchia la storia e la civiltà, in cerca di un metodo di studio più unitario del territorio e di un suo più corretto governo. Rivolta oltre che agli esperti anche al grande pubblico, e dunque pensata come esperienza utile e divertente, la manifestazione è destinata a diventare un appuntamento ricorrente, nella consapevolezza che un politica ambientale ha senso solo se l’informazione e la partecipazione diretta ne garantiscono una consapevolezza ed una responsabilità diffusa. Info: tel 0541 1796400 fax 0541 1791801 e-mail: info@arspat.it; www.arspat.it - tel 050 0986740 fax 050 3869009 e-mail: info@assform.it; www.assform.it - tel 347 3094387 stephane-etienne@life2020.it; www.life2020.it

18/06/2008


Stephen Shore - The formation of my work

Il 18 giugno 2008 alle ore 16, presso l’Università Iuav di Venezia, fDA facoltà di design e arti, Ex Convento delle Terese, Aula A, Dorsoduro 2206, si terrà la conferenza del fotografo americano Stephen Shore “The formation of my work”. Info su www.iuav.it - locandina.pdf

19/06/2008


Suburbia 08 - Festival di teatro ai confini delle città_ Socìetas Raffaello Sanzio

19 - 20 giugno 2008, Bollate (Mi)
La 3. edizione di “Suburbia-Festival di teatro ai confini delle città” si chiude nella Villa Arconati di Castellazzo di Bollate con un appuntamento d’eccezione: il 19 e 20 giugno ospiterà infatti, in concomitanza con i festeggiamenti per il ventennale del Festival musicale di Villa Arconati, una delle compagnie di arti performative più apprezzate al mondo, la Socìetas Raffaello Sanzio, che presentarà per la prima volta a Milano l’ultima produzione di Chiara Guidi e Scott Gibbons, “Madrigale appena narrabile”, un intenso lavoro di drammaturgia musicale. Lo spettacolo si terrà all’interno della Sala del Museo della Villa, con una replica serale ed una nottura per ciascuna delle due serate, per offrire agli appassionati del genere ma anche ai curiosi l’opportunità di assistere ad uno spettacolo unico nel suo genere all’interno di una serata ricca di altri appuntamenti in uno scenario di indubbio fascino. **[Socìetas Raffaello Sanzio_ “Madrigale appena narrabile”, di Chiara Guidi e Scott Gibbons_ La Socìetas Raffaello Sanzio, uno dei gruppi performativi più ammirati al mondo, presenta la sua ultima produzione: un madrigale del XXI secolo, che unisce al canto corale la recitazione e lo sviluppo musicale di innumerevoli nessi vocali. In questo nuovo lavoro Chiara Guidi incontra ancora una volta la parola nel suo rapporto con la musica. Non la utilizza come sostegno per portare in primo piano il suono, ma fa deflagrare il suo significato, celato dall’apparenza dimessa e inerme dei nomi. Il testo si trova in un punto di consistenza appena narrabile, poco dopo o prima del silenzio. Una parola povera, profondamente attenta a quelle che rimangono, dopo tutto. Si tratta di una partitura musicale intessuta attorno a testi di essenziale brevità che sviluppano il tema dell’incontro fortuito con un cane. Il fraseggio sincopato si muove attorno a un’espressione prossima al singulto, così come proprio di un compianto è il carattere delle frasi mozzate, il cui senso integrale viene restituito dall’insieme sinfonico formato dalla voce fluida, dalla rottura del flusso, dal silenzio attonito, dal trattenimento, dall’attesa, dalla capacità di ripresa, dalla voce racchiusa, dallo scoppio e dal filo di voce. Non è la gamma completa di una voce nel pianto, ma la completezza della frase nella sua verità. Info: tel 320 6307029 e-mail: info@suburbiafestival.org; www.suburbiafestival.org

20/06/2008


“Cinema e realtà”. Sguardi su Roma degli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia per il corso di Daniele Segre

20 - 21 giugno 2008, Roma
Il 20 e 21 giugno si svolge presso il Cinema Trevi - sede espositiva della Cineteca Nazionale di Roma - la rassegna “Cinema e realtà”. Sguardi su Roma degli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia per il corso di Daniele Segre. Ogni giornata si compone di tre gruppi di cortometraggi: alle 17.00, alle 19.00 e alle 21.00 dopo gli incontri con Daniele Segre che si terranno in entrambe le giornate. Il corso “Cinema e realtà” (dal ‘96 al ‘99 “Corso di realizzazione audiovisiva”) di Daniele Segre è parte delle attività che il Centro Sperimentale di Cinematografia dedica all’insegnamento di regia e coinvolge, nel primo trimestre di frequenza, gli studenti del primo anno delle classi di regia, sceneggiatura, produzione, suono e montaggio. Si tratta di un’esperienza basata su un’idea di cinema come momento di incontro e stimolo culturale nella realtà, e come strumento di conoscenza dei linguaggi di rappresentazione del reale. I lavori presentati in questa occasione - selezionati su più di cento titoli dal 1997 ad oggi - hanno per protagonista, per la maggior parte, Roma e i suoi abitanti, italiani e stranieri, i suoi quartieri. Piccole e grandi storie che si incrociano. I documentari del 2008, che occupano i programmi serali di queste due giornate, sono stati realizzati al Quarticciolo e a Tor Bella Monaca e sono stati presentati pubblicamente in questi quartieri nel maggio scorso. **[Daniele Segre, regista, è docente al Centro Sperimentale di Cinematografia dal 1996, insegna all’Università di Pisa nel corso di laurea Cinema, Musica, Teatro, cura laboratori video sul territorio nazionale in collaborazione con istituti di ricerca formativa, istituzioni pubbliche, Asl e associazioni. Il suo ultimo film è Morire di lavoro (I Cammelli S.a.s., 2008) sugli incidenti nel mondo del lavoro]. Info: tel 06 6781206 e-mail: salatrevi@csc-cinematografia.it; www.csc-cinematografia.it - programma.doc

Itinerario Stabile 08 - Circus City

20 - 29 giugno 2008, Cesena (FC)
Parte la 4. edizione di Itinerario Stabile, festival di musica, arte, paesaggio, performance e architettura, evento che nasce dalla necessità di messa in moto di un processo di riflessione e di riconquista da parte dell’arte di alcuni spazi della città, per divenire vero e proprio ragionamento teorico e progettuale sullo spazio scenico, sul paesaggio, sullo spazio fisico di movimento dell’artista e dello spettatore. La necessità è di vedere e far vedere le cose con uno sguardo nuovo, di catturare lo sguardo, di renderlo consapevole, di fermarlo e formarlo. Il primo limite dell’esperienza è il punto di vista, e mutarlo, forse, vuole dire aprirsi. Con Itinerario si vuole attivare una riflessione che porti all’avvicinamento e alla comprensione del prossimo, della propria cultura e del proprio spazio di vita attraverso l’arte pubblica, partendo dal concetto che “il luogo stesso è parte integrante dell’opera d’arte”. Itinerario Stabile per il 2008 si fa carico di un tema tanto popolare quanto attuale in ambito artistico: il CIRCO. Ovvero città come circo e circo come città, nel confronto tra gioco e serietà, stabilità e instabilità, capovolto o dritto, alto fino al cielo o basso a raso terra. Avvalendosi della direzione tecnico/scenografica di Istvan Zimmermann, di un gruppo di studenti della Facoltà di Architettura Aldo Rossi, del supporto progettuale di Edil più e della collaborazione degli Assessorati alla Cultura, Politiche Giovanili e Sociali, Turismo e Ambiente Itinerario reinventa le sponde del Fiume Savio, trasformandole in una CIRCUS CITY. Artisti di ogni provenienza abiteranno il Savio con i loro spettacoli e concerti. Il rapporto artisti/committenza/cantiere/comunità, proprio come in un vecchio circo, si unirà per dare forma a un’unica grande installazione. Qui la precarietà cara al funambolo si esprimerà attraverso strutture nomadi, architetture effimere, installazioni, elementi sonori e performativi per formare una “baraccopoli” mai inefficiente al suo scopo… Un progetto di Aidoru Associazione e Officina Valdoca, in collaborazione con Plastikart. Direzione generale e progettazione artistica sono a cura di Dario Giovannini, Roberta Magnani e Samantha Turci. Info: tel/fax +39 0547 24968 e-mail: info@itinerariofestival.it - info@aidoru.org; www.itinerariofestival.it

London Festival of Architecture 2008

20 giugno - 20 luglio 2008, London
The London Festival of Architecture 2008 is a celebration and exploration of the city’s buildings, streets and spaces, aimed at Londoners and visitors alike. The Festival includes street installations, exhibitions, guided walks, cycle rides, boat tours of the city’s river and canals, parties, design workshops, debates, breakfast talks, and weekend street markets. The buzz of activity will move across five key areas or ‘Hubs’, with large-scale public events taking place in a different Hub each weekend. Each of the Hubs covers an area with a very different character – historic, present and future – and full of different institutions and activities. Headline events include lectures by leading international architects David Chipperfield, Daniel Libeskind, Cesar Pelli and Rem Koolhaas and by LFA President, Peter Ackroyd as well as Big Breakfasts at spectacular venues such as the British Museum, with speakers including Jon Snow and Janet Street-Porter sharing their views of London. Specially commissioned pavilions will provide platforms for debate and performance, while new street furniture invites passers by to take a seat and look with fresh eyes at London’s public spaces. Over twenty-five international embassies are exhibiting architecture from their particular countries, and a dozen temporary installations will occupy streets across the city as part of the National Architecture Student Festival. The Festival involves the work of many hundreds of professionals and volunteers, and aims to provide thought-provoking new perspectives on London. Many events are free and open to all. Info: tel +44 0871 3761401 e-mail: info@lfa2008.org; www.lfa2008.org

Jean Prouvé. La poetica dell’oggetto tecnico

20 giugno - 14 settembre 2008, Roma
C’è poetica in un pannello prefabbricato o in una lamiera ondulata? Per il designer e architetto francese Jean Prouvé sì. E proprio a questa poetica dell’oggetto tecnico è dedicata una importante mostra ospitata dal Museo dell’Ara Pacis dopo le precedenti tappe espositive di Germania, Inghilterra, Giappone e di Palazzo Te di Mantova. La mostra, la prima completa retrospettiva su un protagonista della storia del design che si tiene nella Capitale, inaugura una serie di importanti iniziative dedicate al design ed all’architettura realizzate con il sostegno della Regione Lazio, che l’Associazione Designfest promuoverà ed organizzerà in collaborazione con il Vitra Design Museum di Weil am Rhein a Roma e in altre province della Regione. Jean Prouvé (1901-1984) ha accompagnato il secolo scorso con la sua capacità di coniugare artigianato ed imprenditorialità del lavoro, design e architettura creando di fatto un nuovo stile. Uno stile in cui l’aspetto puramente formale del design assume un ruolo secondario per lasciare il posto all’utilità degli oggetti, alla loro economicità e all’uso ragionato dei materiali. Questa rassegna di lavori realizzati da Jean Prouvé tra il 1924 e la metà degli anni ’70 raccoglie oltre cento opere: 50 oggetti di design (sedie, poltrone, tavole, scrivanie, banchi di scuola, letti e lampade), elementi architettonici da lui ideati, numerosi modelli di architetture – tra cui il Padiglione per il Centenario dell’alluminio a Parigi, la Casa Tropicale a Niamey in Niger, la Casa Prouvé a Nancy – una ricca selezione di disegni autografi preparati per le lezioni presso il Conservatoire National des Arts et Métiers e i prototipi – gli studi per il padiglione d’esposizione Péchiney a Parigi. Il percorso è completato da alcuni importanti documenti cinematografici sui singoli progetti. In mostra i pezzi più importanti realizzati dal grande costruttore francese, tra cui un raro esemplare della poltrona reclinabile “Grand Repos” del 1930, in lamiere d’acciaio laccato e tela, le diverse versioni della “Standard Chair”, in alluminio e legno compensato modanato, lo scaffale realizzato nel 1952 per la Maison de la Tunisie nella Città Universitaria di Parigi, in legno e lamiera di alluminio laccato, progetto condiviso con Charlotte Perriand e Sonia Delaunay. Info: tel/fax +39 06 86398900 e-mail: info@designfest.it; www.designfest.it - www.arapacis.it

23/06/2008


SCARTI

23 - 30 giugno 2008, Napoli
Inaugura presso la Facoltà di Architettura di Napoli, via Forno Vecchio 36, la mostra “Scarti”, a cura di Fabrizia Ippolito. Se è vero che quello che scartiamo dice qualcosa su quello che scegliamo, allora può essere utile guardare agli scarti, tanto più qui dove la spazzatura è un’ossessione. E se lo scarto è il complemento inevitabile di qualsiasi forma di progetto, gli scarti della nostra condizione urbana rivelano forse qualcosa del nostro progetto di città. L’asse mediano come cartina al tornasole di un territorio mediano. Situazioni di scarto, collezione di scarti, visioni di scarto come capitoli di una ricerca che guarda alla città a partire dalle sue parti rimosse. Attraverso gli scarti tentiamo una storia ombra del nostro territorio e proponiamo un ribaltamento del punto di vista. In un momento in cui la città eletta e la città scartata sono a un punto di collisione ripartire dagli scarti può servire a mettere in discussione i confini tra due realtà che si pensano contrapposte, a portare in luce il perturbante che spaventa la città visibile eppure le appartiene. Grafica e allestimento: Franco Lancio | gruppo di lavoro: Caterina Alvino | Laura Bismuto | Annalisa Cassese | Antonello Colaps | Francesca Dell’Aversano | Anna Gallo | Alessia Natalizio | Vincenza Santangelo | Cristina Senatore | Salvatore Vano | Fabrizio Vatieri | Chiarastella Vigilante | La mostra Scarti, prodotta nell’ambito del progetto Napoli Assediata, a cura di G. Montesano e V. Trione, in mostra all’Istituto Cervantes di Napoli, aprile 2007, e pubblicata in Napoli Assediata, Pironti, Napoli 2007, è allestita nella Facoltà di Architettura di Napoli | all’interno di Rifiu.ti.AMO! a cura di Archintorno. Info: associazionearchintorno.spaces.live.com

25/06/2008


ACMA workshop - Lisa Diedrich_ Fieldwork-Fieldwalk. Percorsi tra città e campagna

25 - 29 giugno 2008, Milano
L’azione progettuale dell’architettura del paesaggio in Europa interviene con sempre maggiore frequenza nei territori in cui la presenza umana ha trasformato nei secoli l’assetto originario adeguandolo alle esigenze produttive dettate dallo sfruttamento agricolo. Qui l’architetto opera nel paesaggio culturale e non in quello naturale. Ma il valore della campagna come depositaria della storia della cultura produttiva locale si è legata al destino dell’agricoltura europea, fragile e sempre più disponibile a imprevedibili quanto repentini riassestamenti formali e strutturali di fronte alle variazioni continue delle leggi del mercato globale. Nella scala dei valori della società contemporanea quello assegnato alla fruizione della campagna a fini di svago e di tempo libero ha superato quello strettamente produttivo. Il consumo del territorio come fatto culturale induce l’architetto europeo ad un approccio sensibile e attento a comprendere la logica della struttura del paesaggio per operare quelle scelte di permanenza e di trasformazione di tutte le azioni in grado di modificarne l’evoluzione | - attività/programma_ Il workshop si propone come un approccio complesso alla problematica della progettazione del paesaggio, contemplando aspetti teorici (lezioni, conferenze) e pratici (laboratorio di progettazione). A fianco della tedesca Lisa Diedrich si studieranno le potenzialità del paesaggio urbano della Zona Est di Milano nel delicato rapporto che si instaura tra città e campagna | - iscrizioni_ Il workshop fa parte del programma di Master in Architettura del Paesaggio e di Formazione Permanente della UPC di Barcellona/ACMA Milano. Si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto a: studenti, neo-laureati e dottorandi in architettura, ingegneria e agraria, professionisti del settore, tecnici delle amministrazioni, personale dei parchi, studi di progettazione ambientale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto. Info: tel +39 02 70639293 fax +39 02 70639761 e-mail: acma@acmaweb.com; www.acmaweb.com

Hyperhabitat: Reprogramming the World

7 luglio - 11 agosto 2008, Barcelona/Venice >[deadline: 25 giugno 2008]
The Institute for Advanced Architecture of Catalonia launches the digital fabrication summer workshop. The aim of the workshop is to produce an installation focussed on digital fabrication procedures, designed by Guallart Architects (www.guallart.com), IaaC (www.iaac.net), and the BCN Fab Lab (www.fablab.es) in collaboration with Bestiario (www.bestiario.org) that will be presented during the Biennale of Venice. The installation Hyperhabitat: Reprogramming the World, will reproduce, in 1:1 scale, a youth dwelling with sharing spaces. It will be fabricated with acrilic and interconnected with informational systems to the networks and urban systems from bigger scales. Multimedia designers, software and hardware programmers, designers and other kind of experts will participate for the production of the installation. Requirements: architects and students of architecture or design with computer design skills will be admitted. Aim: The aim will be to fabricate items for the installation, based on digital fabrication, laser cutter machines and other techniques taught during the workshop. Phases: The workshop is subdivided in three stages: Workshop 01: 07July - 19July | Workshop 02: 21July - 02August | Assembly Workshop: 04August - 11August (Venice) | Selection: Each sub-workshop will be composed by 20 participants. The workshop is subdivided in two workshops of two weeks each one. The applicants can choose to participate in one or both sub-workshops. Among both sub-workshops participants, five people maximum will be selected to travel to Venice for the Assembly Workshop. Registration: until 25 of June 2008. Info: Tel: +34 93 3209520 fax +34 93 3004333 e-mail: info@iaac.net; www.iaac.net - www.iaacblog.com

26/06/2008


ad’a.musei

Il 26 giugno 2008 alle ore 21 inaugura a Imola “ad’a. musei”, 6. edizione del progetto dei Musei civici dedicato all’arte contemporanea e all’arte pubblica. “ad’a. area d’azione” si rinnova, coinvolgendo e rendendo protagonisti i Musei civici della città, oltre alla Rocca Sforzesca, sede storica della rassegna, anche Palazzo Tozzoni e il Museo di San Domenico. Un percorso, una lunga notte dell’arte contemporanea tra i lavori realizzati per i tre musei dagli 8 artisti invitati dal curatore Roberto Daolio. Si parte da Palazzo Tozzoni alle 21 per terminare alla Rocca, con una tappa al Museo di San Domenico. Durante questo “viaggio-visita” nelle strade del centro storico della città, il pubblico sarà dotato degli “strumenti” necessari per affrontare il percorso, tra cui la guida-catalogo realizzata da [mu]design. Il settecentesco Palazzo Tozzoni ospita i lavori site-specific di Margherita Moscardini e Giovanni Oberti e qui inizia la performance di Cristian Chironi, tour operator di un “viaggio” in tre tappe che si può già prenotare (http://agenziadacitta.googlepages.com). Al Museo di San Domenico, nel “cortile della palma”, l’installazione di Marco Di Giovanni e nei Giardini la proiezione video di Gian Domenico Sozzi. Alle 23 si raggiunge la Rocca Sforzesca con le installazioni, le azioni e le performance sonore di Nark Bkb, Chiara Pergola, Pietro Riparbelli, i disegni di Di Giovanni e l’ultima tappa del Chironi tour. | - programma:
_ore 21-22 - Palazzo Tozzoni_ Cristian Chironi, Margherita Moscardini, Giovanni Oberti
_ore 22-23 - Museo di San Domenico_ Marco Di Giovanni, Gian Domenico Sozzi
_ore 23-01 - Rocca Sforzesca_ Nark Bkb, Chiara Pergola, Pietro Riparbelli
Progetto: Claudia Baroncini, Roberto Daolio, Mannes Laffi, Claudia Pedrini | a cura: Roberto Daolio | enti promotori: Provincia di Bologna, Assessorato Cultura e Pari Opportunità, Invito in Provincia Città di Imola, Assessorato alla Cultura, Musei Civici / con il contributo Fondazione Cassa di Risparmio di Imola - Cir Ambiente - Hera Comm / media sponsor Radio Bruno | Info: tel 0542 602609 e-mail: musei@comune.imola.bo.it; www.ada-areadazione.it

Oscar Niemeyer, cento anni

26 giugno - 30 settembre 2008, Torino
Stasera alle ore 19, presso i Bastioni delle Porte Palatine, in Corso Regina Margherita 109/111, a Torino, inaugura la mostra “Oscar Niemeyer, cento anni”, a cura di Guido Laganà e Marcus Lontra. Organizzata da: Politecnico di Torino, Italia - Istituto Tomie Ohtake, San Paolo, Brasile. L’esposizione propone una visione d’insieme dell’opera di cent’anni di vita e settanta di lavoro, di Oscar Niemeyer. Dalle opere iniziali come il complesso di Pampulha, le opere della maturità come Brasilia, Ibirapuera, Memorial America Latina a San Paolo, alle opere fuori dal Brasile: Le Havre, Parigi, l’Università di Algeri, alle più recenti come il Museo di Nitéroi a Rio de Janeiro, fino alle opere finite in questi ultimi anni come l’Auditorim di Ibirapuera a San Paolo o il Museo di Brasilia. La mostra pone una particolare attenzione alle opere italiane realizzate, dalla Sede Mondadori a Segrate, Milano, alla Fata e Cartiere Burgo a Torino, alle opere in corso di realizzazione come l’Auditorium di Ravello. La mostra, accanto a materiale iconografico e video, offre alla visione del visitatore, schizzi, disegni, modelli e arredi originali. Info: e-mail: eventi@polito.it; www.polito.it - www.to.archiworld.it

27/06/2008


Videominuto_08

6 - 13 settembre 2008, Prato >[deadline: 27/06/2008]
Parte con il bando di concorso -1.000 Euro per 1 Minuto- la nuova edizione di Videominuto, il Festival internazionale di video della durata di 1 minuto, che arriva così alla sua 16. edizione. Collocato nel circuito internazionale dei festival dedicati ai video di un minuto (www.oneworldoneminute.com), Videominuto_08 di Prato intende quest’anno rafforzare l’attenzione alle contaminazioni del linguaggio video con le diverse forme espressive e in particolare con quelle artistiche. In questa nuova ottica la direzione artistica del Festival è stata affidata al critico d’arte e curatore indipendente Raffaele Gavarro, che al video ha dedicato numerosi eventi espositivi e saggi di approfondimento. Organizzato dall’emitente radiofonico toscano Controradio, dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci e dall’associazione culturale GRAV, in collaborazione con la Provincia e il Comune di Prato e l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Videominuto_08 occuperà gli spazi del museo con rassegne internazionali, installazioni, workshop e performance audio video che si affiancheranno alla finale del concorso per uno degli appuntamenti più importanti nel nostro paese per il linguaggio video. La proiezione delle opere selezionate avverrà al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato il 6 settembre 2008. Il video primo classificato si aggiudicherà il primo premio di 1.000 Euro. Altra novità di quest’anno è l’assegnazione di un secondo premio, destinato al videomaker che meglio avrà interpretato un luogo e la sua realtà. Al vincitore di questa sezione, verrà data la possibilità di una residenza a Prato, dove realizzerà un video di un minuto dedicato alla città. Il video, la cui produzione è parte del premio, sarà presentato al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci e diverrà per un anno un video di promozione della città di Prato. Info: tel +39 051 269267 fax +39 051 2960748 e-mail: info@studiopesci.it; www.studiopesci.it - tel 055 7399981 fax 055 7399977 e-mail: info@videominuto.it; www.videominuto.it

Premio Mies van der Rohe 2007

28 giugno - 10 agosto 2008, Milano
Il 27 giugno alle ore 18.30, nell’ambito di Triennale Architettura, la Triennale di Milano presenta il Premio per l’architettura contemporanea dell’Unione Europea-Premio Mies van der Rohe 2007, promosso dall’Unione Europea e dalla Fundació Mies van der Rohe di Barcellona, che mette in mostra i progetti vincitori e i finalisti dell’omonimo premio a cadenza biennale.
Lo scopo principale del premio è di mostrare l’eccellenza nel campo dell’architettura, richiamando l’attenzione sull’importante contributo dei professionisti europei allo sviluppo di nuovi concetti e tecnologie architettoniche. Il premio rappresenta un mezzo attraverso il quale i cittadini e le istituzioni pubbliche possono comprendere maggiormente il ruolo culturale che l’architettura ricopre nella costruzione delle città e delle comunità. Il premio si prefigge inoltre di celebrare il ricco e variegato panorama della produzione architettonica europea in due modi: promuove la circolazione dei professionisti all’interno dell’Unione Europea incoraggiando commissioni transnazionali e supporta i giovani architetti all’inizio della loro carriera. Per realizzare questi scopi le opere valutate dalla giuria vengono proposte da un ampio gruppo di esperti provenienti da tutta Europa, specializzati in architettura contemporanea e membri di associazioni di architettura facenti parte del Consiglio degli architetti d’Europa e di altre associazioni nazionali di architetti. In ogni edizione la giuria ricerca l’eccellenza concettuale, tecnica e costruttiva tra i progetti proposti e seleziona un’opera alla quale assegna il Premio dell’Unione Europea per l’architettura contemporanea - Premio Mies van der Rohe e un’opera alla quale riconoscere la Menzione speciale per giovani architetti. Il progetto vincitore è il MUSAC Museo de Arte Contemporáneo de Castilla y León (MUSAC Contemporary Art Museum of Castilla y León), León, Spagna, di Luis M. Mansilla e Emilio Tuñón (Mansilla + Tuñón). La giuria ha assegnato la Menzione speciale per giovani architetti alla Facoltà di Matematica di Ljiubliana in Slovenia di Matija Bevk e Vasa J. Perović dello studio Beck Perović arhitekti. Membri della giuria: Richard Burdett (Regno Unito), Peter Cachola Schmal (Germania), Luis Férnandez Galiano (Spagna), Beth Galí (Spagna), Bettina Götz (Austria), Ellen Van Loon (Paesei Bassi), Mohsen Mostafavi (Regno Unito), Francis Lambert (Francia), Diemater Steiner (Austria). Info: tel +39 02 72434212 fax +39 02 72434248 e-mail: marketing@triennale.it; www.triennale.it - www.miesbcn.com

Biennale Architettura - Frank Gehry “Leone d’oro alla carriera”

Il 27 giugno 2008 il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, si è riunito nella sede di Palazzo Querini Dubois, e su proposta del Direttore Aaron Betsky, ha attribuito il Leone d’oro alla carriera dell’11. Mostra Internazionale di Architettura a Frank Gehry. Con questo premio, si intende in particolare sottolineare – in linea con lo spirito dell’11. Mostra - quanto l’opera di Gehry sia il significativo risultato di anni di sperimentazione. “Frank Gehry ha trasformato l’architettura moderna – scrive Aaron Betsky nella motivazione – L’ha liberata dai confini della ‘scatola’ e dai limiti delle comuni pratiche costruttive. Tanto sperimentale quanto le pratiche artistiche che l’hanno ispirata, l’architettura di Gehry è il vero moderno modello per un’architettura oltre il costruire”. Il Cda ha ricordato anche l’importante presenza che l’opera di Gehry avrà a Venezia con il Venice Gateway, porta d’acqua per la città lagunare, che collegherà l’isola all’aeroporto. Il Cda ha inoltre approvato l’assegnazione di uno speciale Leone d’oro alla carriera a uno storico dell’architettura – nella ricorrenza del 500° anniversario della nascita di Andrea Palladio – all’americano James S. Ackermann, decano degli storici dell’architettura del Rinascimento, uno degli studiosi che hanno creato la moderna storia dell’architettura, autore di due monografie fra le più importanti dedicate a Michelangelo e Andrea Palladio. Info: tel 041 5218849 fax 041 5218812 e-mail: ufficiostampa@labiennale.org; www.labiennale.org

29/06/2008


XXIII World Congress UIA Torino 2008 - Transmitting Architecture

29 giugno - 3 luglio 2008, Torino
Il XXIII Congresso dell’Unione internazionale degli architetti (UIA) si terrà a Torino, al Centro Congressi Lingotto, organizzato dal Consiglio Nazionale Architetti (CNAPPC), in collaborazione con UIA e con il supporto dell’Ordine degli architetti di Torino, della Regione Piemonte, della Provincia di Torino, del Comune di Torino e della Camera di Commercio. È la prima volta che una città italiana ospita questo prestigioso appuntamento che ogni tre anni riunisce migliaia di professionisti attorno a un tema di respiro internazionale, che analizzi le prospettive della professione e il suo rapporto con le grandi problematiche sociali e culturali di attualità. Il titolo scelto per l’appuntamento del 2008 è “Transmitting Architecture”. Uno slogan che intende puntare l’attenzione sul ruolo dell’architettura in questa precisa fase storica. L’architettura in tutto il mondo si trova a vivere una doppia funzione. Cercare di rappresentare sé stessa, la sua funzione attraverso la capacità di “stare nel tessuto sociale”, la scelta delle forme che meglio rappresentino questo ruolo. E contemporaneamente svolgere il compito di recettore degli stimoli che vengono dalla società, le sue energie positive e i fenomeni emergenti. In questo senso il concetto di trasmissione contenuto nel titolo del Congresso è particolarmente felice: l’architettura come antenna che riceve e contemporaneamente divulga e che contribuisce al confronto dialettico finalizzato a migliorare la qualità della vita. Info: Liana Pastorin, tel 011 5360513 cell 348 2685295 e-mail: l.pastorin@uia2008torino.org; www.uia2008torino.org - CS.doc - progr.doc

30/06/2008


11. Cinemambiente - Environmental FilmFestival

16 - 21 ottobre 2008, Torino >[deadline: 30/05/2008]
L’11. edizione di Cinemambiente - Environmental Film Festival si svolgerà a Torino nell’ottobre 2008. I concorsi riguardano i film a tematica ambientale prodotti dopo il 1 gennaio 2006. I concorsi sono suddivisi nelle diverse sezioni: - concorso Internazionale Documentari | - concorso Documentari Italiani | - concorso Internazionale Cortometraggi d’Animazione riguardano i film a tematica ambientale, umano, culturale e ai diritti umani prodotti dopo il 1° gennaio 2006. I registi intenzionati a presentare e promuovere le proprie opere cinematografiche possono iscriversi fino al 30 giugno 2008. La direzione del Festival sceglierà a suo insindacabile giudizio le opere ammesse nella programmazione del Festival. Gli autori delle opere ammesse saranno informati entro il 15 settembre 2008. Le copie dei film per le proiezioni dovranno essere in uno dei seguenti formati 35mm, Beta Sp PAL, DVD PAL. Non sono previsti costi di iscrizione. I film in lingua straniera verranno sottotitolati o tradotti simultaneamente. Tutti i documenti prodotti dal Festival saranno bilingue italiano e inglese. I premi ufficiali verranno assegnati da giurie qualificate, composte da almeno tre membri, nominati dalla direzione del Festival. Eventuali altri premi e menzioni verranno comunicati durante il Festival. Info: tel +39 011 8138860 fax 39 011 8138896 e-mail: festival@cinemambiente.it; www.cinemambiente.it - bando.pdf

plug_in all’UIA - XXIII World Congress of Architecture Torino 2008

30 giugno - 3 luglio 2008, Torino
plug_in partecipa col progetto “The city of blogs” all’UIA di Torino nell’ambito di Architektonika - Salone Internazionale di prodotti, progetti e processi per l’architettura, l’edilizia, il design, che si terrà nello spazio Oval al Lingotto. Le riflessioni sul mondo dell’editoria e sulle implicazioni della presenza ubiqua della Rete su forme e modi della comunicazione. L’esperienza dei Barcamp come momento di condivisione e produzione di contenuti. L’occasione fornita dalla presenza a Torino del XXIII UIA World Congress of Architecture il cui tema fondante è “Trasmettere l’architettura”. L’obiettivo raggiunto da parte di Archphoto.it di diventare media partner di UIA. Il desiderio di sperimentare nuove forme di rappresentazione della realtà che siano intrinsecamente legate alla presenza della Rete. Tutto questo ha portato all’organizzazione di “The city of blogs”. The city of blogs è uno spazio all’interno di Architektonika, salone internazionale di prodotti, progetti e processi per l’architettura, l’edilizia, il design all’Oval Lingotto di Torino dove plug_in, l’associazione culturale che cura la pubblicazione di Archphoto, non si occuperà solo di presentare la propria attività ma, cosa di gran lunga più importante, di produrre direttamente in loco i contenuti. Insomma, sarà una diretta dal Congresso mondiale degli architetti UIA 2008, sarà il luogo del dibattito, dell’espressione e dell’interazione dove il tema “Trasmettere l’architettura” assumerà un connotato letterale e contemporaneo. Non solo, lo spazio sarà a disposizione di chiunque volesse produrre contenuti, mettere a disposizione giudizi, racconti, critiche. Uno spazio esplicitamente dedicato alle forme disintermediate di pubblicazione, in particolare ai blogs, per valutarne la capacità di creare dibattito, di formare la cronaca e trasmettere opinioni in un sistema completamente svincolato dai media tradizionali. I contatti sulla Rete saranno mantenuti grazie ad un gruppo di ‘Facebook’, un ‘tumblr’ ed un ‘aggregatore’ che raccoglierà tutto ciò che verrà prodotto in The city of blogs. (Miki Fossati) | The city of blogs è un progetto plug_in + Nelweb | Info: emanuele piccardo, tel 338.3946854 | miki fossati, tel 338.4729443 e-mail: info@archphoto.it; www.plugin-lab.it - www.archphoto.it/thecityofblogs - www.architektonika.it - CS_ita.pdf - CS_eng.pdf - invito.pdf

Presentazione Premio di Architettura “Barbara Cappochin” 2009

Oggi 30 giugno 2008, è stata presentata ufficialmente alla stampa, al Lingotto di Torino, nel contesto del XXIII Congresso Internazionale di Architettura che si svolge per la prima volta in Italia, l’edizione 2009 della Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, iniziativa promossa dalla Fondazione “Barbara Cappochin” e dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Padova insieme al Comune di Padova, in collaborazione con l’Unione Internazionale degli Architetti (U.I.A) e il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori (C.N.A.P.P.C.). […] Secondo il calendario delle iniziative della Biennale comunicato stamattina, la cerimonia di premiazione è prevista per il 26 ottobre 2009; il giorno seguente, 27 ottobre, l’apertura ufficiale della prossima Biennale. […] L’incontro di oggi è stato inoltre l’occasione per annunciare in assoluta anteprima il nome del prestigioso architetto ospite della prossima manifestazione. Accanto al Premio Internazionale, infatti, la Biennale vede sempre in calendario una mostra personale, allestita nella suggestiva cornice di Palazzo della Ragione a Padova, dedicata a un grande nome dell’architettura contemporanea: Mario Botta nel 2003, David Chipperfield nel 2005 e Kengo Kuma nel 2007. Il 2009 sarà l’anno di ZAHA HADID, irachena di nascita e naturalizzata a Londra alla fine degli anni ’70. […] La Fondazione “Barbara Cappochin” e l’Ordine degli Architetti di Padova, a Torino con uno stand di 128 mq, hanno presentato al grande pubblico la storia della Biennale Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”: nata nel 2003, con una prima edizione del Premio limitata all’ambito provinciale, dal 2005 viene estesa a livello mondiale in collaborazione con l’UIA. e il CNAPPC; l’ultima edizione nel 2007 è un vero successo sia per la personale di Kengo Kuma (con più di 19.000 visitatori) sia per il Premio cha visto la partecipazione di 328 progetti firmati da architetti di tutto il mondo, le cui immagini erano in visione al Tavolo dell’Architettura”, la struttura di 24 metri di lunghezza creata appositamente per il Premio 2007, anch’esso presente al Lingotto in questi giorni. Vincitore dell’edizione passata il giovane architetto finlandese Matti Sanaksenaho per la realizzazione della Cappella Ecumenica d’Arte dedicata a S. Enrico a Turku, in Finlandia. Info: tel +39 049 662340 fax +39 049 654211 e-mail: architettipadova@awn.it; www.pd.archiworld.it - www.barbaracappochinfoundation.net - CS.doc

vai su>|news|