NEWS in archivio luglio 2011
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

1/07/2011


G come Gentrification #2 - Gli sgomberi

Venerdì 1 luglio 2011 alle ore 19, presso Medionauta, in via Confalonieri 2, Fuori Dal Vaso e Isola Art Center presentano il secondo incontro di “G come Gentrificazione”, un percorso pensato per indagare il concetto di gentrificazione e le forme che sta assumendo sul territorio milanese. Si parla di gentrificazione quando la ristrutturazione o la costruzione di nuovi stabili residenziali in un quartiere storico producono profonde trasformazioni economiche, sociali e culturali. Le conseguenze più visibili di questo processo, come la privatizzazione degli spazi pubblici, l’aumento degli affitti e la trasformazione delle funzioni di un quartiere, sono spesso discusse separatamente; parlare di gentrificazione permette invece di mettere questi elementi in relazione e di analizzare la situazione nel suo complesso. Partendo da questa osservazione, Fuori Dal Vaso (gruppo interdisciplinare nato dalla collaborazione con Isola Art Center) e Isola Art Center propongono una serie di lezioni e laboratori sul tema della gentrificazione per indagare le basi di questo processo, e soprattutto cercare di dare una risposta attiva e propositiva attraverso progetti artistici. Attraverso G come Gentrificazione, Fuori Dal Vaso vuole creare un lessico in grado di descrivere e analizzare le trasformazioni della città nei suoi molteplici aspetti. Isola Art Center abbraccia il progetto offrendosi come centro d’indagine e come luogo d’incontro per altre realtà critiche milanesi. Per il secondo incontro Fuori Dal Vaso e Isola Art Center hanno invitato la Casa degli Artisti a partecipare ad una discussione aperta sugli sgomberi, in particolare sulle modalità di occupazione e esclusione. All’incontro sarà presentato una video-documentazione sullo sgombero della Stecca degli artigiani nel 2007, e un video prodotto dall’Associazione 89/a per la casa degli Artisti di corso Garibaldi. Interveranno Pierre Bohr, Antonella Gradellini per la Casa degli artisti e Piero Almeoni e Paola Sabatti Bassini del collettivo Osservatorio inOpera per Isola Art Center/Stecca. Moderazione: Aria Spinelli e Bert Theis. Info: www.isolartcenter.org

Da Eco-Mostro ad Eco-Progetto

18 - 23 luglio 2011, Forio d’Ischia (Na) >[deadline: 1/07/2011]
L’associazione PIDA in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Napoli, il Consiglio Nazionale degli Architetti, il Comune di Forio, organizza un workshop-concorso d’idee che si svolgerà a Forio dal 18 al 23 luglio 2011. Oggetto del workshop-concorso d’idee è il completamento del fabbricato, attualmente allo stato grezzo, da adibire a stazione dei Carabinieri nel Comune di Forio, sito in S.S. 270. Lo scopo è quello di realizzare l’intervento di recupero del suddetto immobile con l’utilizzo di metodologie progettuali che rispettino l’ambiente, attraverso la selezione della migliore idea progettuale. Il workshop-concorso si articola in due fasi: - 1. Fase: verranno selezionati su curriculum, con i criteri di cui alla art. 5, n.3 gruppi di professionisti che si candideranno già costituiti come tali (da minimo 3, massimo 5 persone per gruppo) e, singolarmente, n. 6 giovani neo laureati in architettura (da meno di 5 anni), tre italiani e tre provenienti degli emirati arabi uniti (la selezione di questi ultimi è a cura della prof. Linda Nubani dell’American University Dubai) | - 2. Fase: con i candidati selezionati, si formeranno tre gruppi di lavoro, guidati da quattro tutor ed un direttore. I tutor prescelti sono: l’arch. Federico Verderosa, l’ing. Francesco Rispoli, l’arch. Vincenzo Corvino e l’arch. Linda Nubani. Il direttore è l’arch. Mario Cucinella. Ad ogni gruppo partecipante verranno aggregati a sorteggio due dei sei giovani architetti (un’italiano ed uno emiratino). I gruppi così costituiti daranno vita al workshop. Al Workshop possono partecipare tutti i liberi professionisti architetti iscritti ai relativi albi professionali. Info: www.pida.it

Paesaggi Mirati - Rassegna di Architettura del Paesaggio

1 - 3 luglio 2011, Ameno (No)
Tra i due laghi d’Orta e Maggiore, in occasione dell’evento ‘Studi aperti, Arts festival nel Cuore Verde tra due Laghi’ - con installazioni, performance, attinenti alle diverse aree artistiche dell’architettura, della fotografia, delle arti visive e delle nuove tecnologie - progetti contemporanei di architettura del paesaggio saranno introdotti nel contesto storico di Ameno per la IV edizione della rassegna “Paesaggi Mirati”. L’evento, a cura di di DA-A Architetti, vedrà coinvolti importanti progettisti, designer, paesaggisti, del Politecnico di Milano (sede di Mantova) e di Torino oltre al supporto di alcune aziende del territorio, come Liolà Tessuti e Alessi. Il tema principale è il rapporto tra architettura, design ed ecosostenibilità ambientale dove designer e architetti si interrogano su come una nuova sensibilità estetica possa interagire con la ricerca di materiali ecologici e riciclabili. La proposta è lavorare sul concetto di “nuove forme di ospitalità” attraverso la realizzazione di una struttura ricettiva temporanea: il Camping-Ameno, che sorgerà su un’area all’ingresso del paese, una zona verde di grandi dimensioni dove è già esistente un edificio incompiuto. Studi invitati: A4A design, Milano - Riccardo Blumer, Casciago - CIVICO13, Torino - DA-A Architetti, Saronno - ES-ARCH, Lecco - Ferdi Giardini, Torino - Ghigos Ideas, Lissone - Alessandro Guerriero, Emirjana Bici e Claudia Rota, Milano - Giulio Iacchetti, Milano - Alessandro Rocca, Milano. Info: www.cuoreverdetraduelaghi.it

Serpentine Gallery Pavilion 2011 - Designed by Peter Zumthor

1 luglio - 16 ottobre 2011, London
The Serpentine Gallery is delighted to reveal the plans for the Serpentine Gallery Pavilion 2011 by world-renowned Swiss architect Peter Zumthor. This year’s Pavilion is the 11th commission in the Gallery’s annual series, the world’s first and most ambitious architectural programme of its kind. It will be the architect’s first completed building in the UK and will include a specially created garden by the influential Dutch designer Piet Oudolf. The concept for this year’s Pavilion is the hortus conclusus, a contemplative room, a garden within a garden. One enters the building from the lawn and begins the transition into the central garden, a place abstracted from the world of noise and traffic and the smells of London – an interior space within which to sit, to walk, to observe the flowers. With this Pavilion, as with previous structures such as the famous Thermal Baths at Vals, Switzerland, or the Bruder Klaus Chapel in Mechernich, Germany, Zumthor has emphasised the sensory and spiritual aspects of the architectural experience, from the precise yet simple composition and ‘presence’ of the materials, to the handling of scale and the effect of light. At the heart of Peter Zumthor’s practice is a refined selection of materials used to create contemplative spaces that evoke the spiritual dimension of our physical environment. As always, Zumthor’s aesthetic goal is to customise the building precisely to its purpose as a physical body and an object of emotional experience. The pavilion will be open to the public between Jul 1st and Oct 16, 2011. Info: www.serpentinegallery.org

Chi consuma, si consuma. Incontro sul consumo di suolo

Venerdì 1 luglio 2011 alle ore 10, presso Sala Corallo, Pad. 1 Lingotto Fiere, in via Nizza 294, Torino, si terrà l’incontro “Chi consuma, si consuma. Incontro sul consumo di suolo”, promosso dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Torino nell’ambito del Salone PROTEC, un evento scientifico e divulgativo sulla previsione, prevenzione, valutazione e mitigazione dei rischi sia ambientali che industriali. L’incontro invita alla riflessione sul ruolo dei decisori, delle associazioni ambientaliste e dei progettisti nel processo di consumo del suolo. In Italia 100 ettari al giorno scompaiono sotto il peso del cemento, una superficie di territorio equivalente a 50 piazze del duomo di Milano: è il prodotto della trasformazione del suolo che negli ultimi decenni ha assunto una dinamica accelerata e assolutamente sproporzionata rispetto ai reali bisogni insediativi. Quali sono i rischi ambientali direttamente o indirettamente connessi all’eccessivo consumo di suolo? È tempo di pensare al suolo come ad un bene comune, come l’acqua e come l’aria. L’incontro intende indagare le proposte per un governo sostenibile del territorio, verificando i casi in cui la naturale fragilità del territorio è acuita da disattenzione e scelte sbagliate da parte di amministratori e progettisti. In questa occasione si valuterà quali siano gli strumenti in mano all’urbanistica, ai singoli progettisti e alle singole amministrazioni per bloccare il consumo di suolo e se in tale contesto abbia ancora senso parlare di pianificazione. Saranno chiamate a intervenire anche le associazioni ambientaliste che possono svolgere un ruolo importante attraverso le loro azioni a difesa del consumo del suolo. Ingresso gratuito con registrazione. Info: www.protec-italia.it - www.to.archiworld.it

2/07/2011


Premio PAV 2011

2 luglio - 4 settembre 2011, Torino
Il 2 luglio 2011 alle ore 19, presso il PAV – Parco Arte Vivente, in via Giordano Bruno 31, a Torino, si festeggiano gli esiti della prima edizione del Premio PAV 2011, concorso internazionale sostenuto dalla Compagnia di San Paolo per la realizzazione di una nuova opera d’arte ambientale nel parco, a cura dell’architetto paesaggista Gianluca Cosmacini. Il concorso, che ha visto la partecipazione di numerosi progettisti dall’Italia e dall’estero, proponeva di riflettere, a partire dal tema La biosfera del PAV – confini osmotici interni ed esterni, sullo spazio come dimensione, mentale e fisica, dell’abitare. Rivolgendosi, inoltre, a gruppi interdisciplinari di progettisti, il bando intendeva promuovere pratiche artistiche di tipo comunitario, destinate a essere occasioni di crescita per chi le realizza come per la collettività che le accoglie. La scelta della Giuria del Premio, presieduta da Gilles Clément, è caduta su Corpo Vegetale, di Felice Gualtieri, Armando Mangone e Maria Luisa Priori, un arboreto di piante autoctone mediterranee che mentre individua un’area di biodiversità allo stesso tempo si dischiude al resto del parco, creando l’illusione di una “stanza verde” aperta allo sguardo, al passo e all’incontro. Sabato 2 luglio si potrà percorrere per la prima volta Corpo Vegetale e allo stesso tempo visionare tutti progetti pervenuti all’attenzione della giuria, esposti – fino al 4 settembre – in Esplorazioni urbane – mostra Premio PAV 2011. Con l’inaugurazione dell’opera vincitrice e l’esposizione pubblica del lavoro progettuale, si chiude la prima edizione del Premio PAV 2011 e si prepara la seconda: il PAV lancerà il tema del concorso 2012. Il bando sarà pubblicato ufficialmente il 1 settembre. Info: www.parcoartevivente.it

3/07/2011


Biennale di Venezia - Meetings on Art_ incontro con Laurie Anderson

Si apre il 3 luglio 2011 l’iniziativa Meetings on Art, una serie d’incontri e seminari con artisti, curatori, filosofi e studiosi organizzati dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, nell’ambito della 54. Esposizione Internazionale d’Arte ILLUMInazioni – ILLUMInations, curata da Bice Curiger. Il primo incontro è con l’artista e musicista americana Laurie Anderson che terrà una conferenza/discussione informale dal titolo A Short Talk on Places, domenica 3 luglio presso il Teatro Piccolo Arsenale alle ore 18 (ingresso libero). L’incontro con Laurie Anderson è il primo degli otto appuntamenti di Meetings on Art che si svolgeranno con continuità dal 1 ottobre al 26 novembre. Nel corso di questi incontri saranno sviluppati alcuni dei nuclei tematici affrontati dalle opere di ILLUMInazioni: Comunità e nazioni, Globalizzazione e nazioni, i richiami a Tintoretto e Arthur Rimbaud e una tavola rotonda finale sulla figura del curatore. Gli appuntamenti di Meetings on Art a partire dal 1° ottobre saranno accessibili al pubblico che visita la 54. Esposizione, in possesso del titolo di ingresso il giorno dell’incontro, fino a esaurimento posti disponibili. Info: www.labiennale.org

4/07/2011


Les Rencontres d’Arles 2011

4 luglio - 18 settembre 2011, Arles
Les Rencontres d’Arles sont un festival international de la Photographie présent sur la ville d’Arles depuis 1970. Pour sa 42e édition, des photographes du monde entier, amateurs, collectionneurs et professionnels se retrouveront autour de 60 expositions. Durant la semaine d’ouverture, du 4 au 10 Juillet 2011, accueille tous les photographes et commissaires du programme et propose des débats, colloques, signatures de livres,visites d’expositions accessibles gratuitement à tous. Du 4 juillet au 18 septembre, un grand nombre d’expositions, d’événements, de formations, toujours autour de cet art qu’est la photographie. Cette année, Arles fête le 10e anniversaire d’un festival d’un nouveau genre… Depuis 2001, les Rencontres Internationales de la Photographie ont adoptés une nouvelle formule avec l’introduction de grands prix annuels de photographie, une multiplication d’expositions mais aussi des lieux d’expositions autant prestigieux les uns que les autres : les anciens ateliers de la SNCF, l’Eglise des Frères Prêcheurs… Cette année encore, plus de 60 expositions sont au rendez-vous « Non Conformes » répartis en thématique : Manifestes, République, Document, Point de vue et autres initiatives, événements et formations | Manifestes_ From Here On: Clément Chéroux, Joan Fontcuberta, Erik Kessels, Martin Parr et Joachim Schmid déclarent dans un manifeste un changement profond dans les usages de la photographie, engendré par la suprématie d’Internet et de la création numérique, dans l’accès et la diffusion des images. Le Mexique est l’invité d’Arles pour son exceptionnelle histoire photographique. Des vintages de la révolution mexicaine (1910), premier moment de la photographie documentaire moderne, sont rassemblés pour la première fois. Très belles rétrospectives consacrées à Graciela Iturbide et aux spectaculaires faits divers d’Enrique Metinides. Info: www.rencontres-arles.com

7/07/2011


Snøhetta, Architecture-Landscape-Interior

8 luglio - 14 agosto 2011, Roma
Inaugura il 7 luglio 2011 alle ore 18.30 al MACRO Testaccio, Padiglione 9B, in Piazza Orazio Giustinani 4, Roma, la mostra itinerante dello studio Snøhetta, nella sua unica tappa italiana. Snøhetta rappresenta oggi, nel panorama dell’architettura contemporanea, uno degli studi di architettura di maggior successo per aver firmato due opere di grande impatto visivo e forza espressiva come la Biblioteca Alexandrina ad Alessandria d’Egitto e il Teatro dell’Opera di Oslo. Diretto da due dei suoi cofondatori - Craig Dykers (americano) e Kjetl Trædal Thorsen (norvegese) - insieme a quattro partners, oggi lo studio ha uno staff di più di 120 architetti nelle due sedi di Oslo e New York. Tra i più importanti riconoscimenti ottenuti, l’Aga Khan Award nel 2004 e il Premio Mies van der Rohe nel 2009. Il lavoro di Snøhetta arriva a Roma nella mostra prodotta dal Museo nazionale di arte, architettura e design di Oslo e commisssionata dal Ministero degli Affari esteri norvegese. Plastici, film, disegni e fotografie si concentrano sui progetti più significativi, partendo dalla Biblioteca di Alessandria d’Egitto fino all’Opera House di Oslo, concepita non come un singolo edificio ma come un candido ondulato paesaggio urbano da vivere; dalle forme organiche del King Abdulaziz Centre for Knowledge and Culture in Sud Arabia al Padiglione del Memoriale dell’11 Settembre a New York; fino all’incredibile “tromba” in membrana plastica ideata come padiglione smontabile per il più importante festival di jazz in Norvegia. Info: www.amb-norvegia.it - www.macro.roma.museum

Bari: nuova rigenerazione urbana

Giovedi 7 luglio 2011 alle ore 18.00, al Teatro Margherita di Bari, si terrà una Tavola rotonda sul tema “Bari: nuova rigenerazione urbana”, organizzata dal Gruppo Ime con il patrocinio del Comune di Bari. Partecipano il sindaco di Bari Michele Emiliano, Vito Labarile – consigliere incaricato del Sindaco di Bari per le arti visive, Nicola Martinelli - urbanista e Prorettore del Politecnico di Bari, Dipak R. Pant - antropologo nepalese, Nicola Signorile - giornalista e critico di architettura. Coordina Marco Petroni - critico di architettura e design. L’occasione è data dalla presentazione della rivista di architettura “Progetti Bari”, prodotta da IME S.p.a., appuntamento annuale per riflettere sui progetti di architettura più interessanti realizzati in territorio pugliese. Particolarmente indicata per l’argomento del dibattito la scelta della location, il teatro Margherita appunto, che rappresenta un luogo focale per la rigenerazione urbana nel percorso già avviato dal Comune di Bari per la conversione in sede di un Centro per le arti contemporanee di avanzata concezione. Per l’occasione sarà illustrato il piano di fattibilità strutturale, realizzato dal celebre architetto inglese David Chipperfield. “Progetti Bari”, in questa quarta edizione diretta da Paolo Paci e Franco Panzini, è infatti stampata in 5mila copie distribuite gratuitamente in tutti gli studi di architettura di Bari e Provincia. Uno strumento per documentare le esperienze del territorio pugliese sempre più attento alla qualità architettonica. Ampi servizi documentano progetti in divenire e realtà già realizzate, tra nuova edilizia abitativa, architettura d’interni, originali soluzioni nell’uso degli spazi, sino all’architettura attenta all’ambiente ed al paesaggio. Una fotografia delle ricerche architettoniche più attuali, in una regione che si proietta in un contesto internazionale con la sua peculiare apertura ad una nuova progettualità. Info: www.baritoday.it

9/07/2011


Arte video sul Tevere

9, 16, 23, 30 luglio 2011, Roma
C.A.R.M.A. - Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate - presenta, in collaborazione con l‘Associazione culturale Amici di Trastevere, Arte video sul Tevere, rassegna che avrà luogo nel contesto dello storico evento dell’Estate Romana L’Isola del Cinema. Scorreranno sullo schermo del TiberScreen, spazio dedicato alle sperimentazioni, le opere finaliste della 1. edizione di Arte Video Roma Festival, rassegna internazionale a cadenza annuale dedicata alla diffusione delle arti audiovisive digitali. Le 14 opere finaliste verranno presentate dal C.A.R.M.A. nel corso di quattro appuntamenti nel mese di luglio (9, 16, 23 e 30). Dopo un primo incontro introduttivo che si terrà il 9 luglio alle ore 19:30 presso il CineLab ad opera del gruppo curatoriale e alla presenza di alcuni degli artisti vincitori, verranno proposti degli approfondimenti su tre autori (Lino Strangis, Igor Imhoff e Piero Chiariello) che esporranno e commenteranno per il pubblico tre piccole antologie a ciascuno dedicate al fine di illustrare una panoramica più ampia del loro operare. All’interno del CineLab verrà inoltre allestita una video istallazione permanente con i televisori del progetto “Ricicli Catodici”. Artisti in mostra: Riccardo Arena, Lino Strangis, Danilo Torre, Marius Leneweit & Rocio Rodriguez, Igor Imhoff, Mauro Santini, Debora Vrizzi, Van Mc Elwee, Alessandro Amaducci, Tim White Sobieski, Piero Chiariello, Sami Rahal, Sarah Buckius, Domenico Canino. Info: www.isoladelcinema.com - www.artevideoromafestival.org

10/07/2011


AQUALAB. Progetti tra Architettura urbana e Paesaggi d’acqua

19 - 24 settembre, Siliqua (Ca) >[deadline: 10/07/2011]
Il laboratorio di progettazione AQUA.lab, organizzato dalla Facoltà di Architettura di Cagliari, s’inserisce nell’accordo triennale (2011-2013) stipulato tra il Dipartimento di Architettura di Cagliari e l’Amministrazione comunale di Siliqua per il recupero della qualità urbana e paesaggistica della città. Il workshop internazionale di architettura sarà il luogo di riflessione progettuale sul complesso sistema territoriale ed urbano che lega la città all’acqua con la finalità di ri-trovare, attraverso cs1 alcuni temi di progetto considerati prioritari per la ri-costruzione dell’identità urbana, nuove modalità di disegno dei margini urbani e nuovi possibili usi e significati dello spazio pubblico. I temi di progetto offriranno l’occasione per riflettere - attraverso seminari di approfondimento - e per praticare - con la guida di docenti e progettisti internazionali - le diverse scale del progetto e la loro articolazione, nella costruzione di relazioni tra il territorio e l’Architettura della città. Il workshop è rivolto a 25 partecipanti iscritti al V anno dei corsi di laurea in Architettura e Ingegneria Edile-Architettura, laureandi, giovani laureati e dottorandi nelle medesime discipline. L’impegno complessivo è di circa 60 ore, articolato in: laboratorio progettuale, lezioni, confronti, visita guidata, presentazione e discussione del lavoro. La quota di iscrizione è fissata in € 300,00 e comprende la partecipazione a tutte le attività del workshop, il materiale didattico, i costi del pernottamento a Siliqua (mezza pensione). Visiting professors_ Carmen Fiol Costa, Barcellona | Ignacio Mendaro Corsini, Madrid | Info: tel +39 070 6755360 e-mail: aqua.lab@unica.it - http://architettura.unica.it

12/07/2011


Premio Compasso d’Oro 2011_ i vincitori

Al Macro Testaccio La Pelanda la premiazione del Compasso d’Oro 2011, il premio più importante per quanto riguarda il design made in Italy, per la prima volta in trasferta a Roma. Ben 19 i designer e le aziende premiati, tra cui 13 legati al mondo dell’abitare. Spiccano il doppio premio ad Alessi e un premio speciale a Slow Food di Carlo Petrini per il design dei servizi. Ben 19 i designer e le aziende premiati, tra cui 13 legati al mondo dell’abitare. Spiccano il doppio premio ad Alessi e un premio speciale a Slow Food di Carlo Petrini per il design dei servizi. Ecco la lista dei 19 Compassi d’oro 2011:
_1. Pasta Pot di Patrick Jouin per Alain Ducasse per Alessi (Index 2008)
_2. Tonale di David Chipperfield per Alessi (Index 2010)
_3. Steelwood Chair di Ronan&Erwan Bouroullec per Magis (Index 2008)
_4. Smith di Jonathan Olivares per Danese (Index 2008)
_5. Myto di Konstantin Grcic per Plank Collezioni (Index 2008)
_6. Teak Table di Alberto Meda per Alias (Index 2008)
_7. Fiat 500 di Fiat Group Automobiles Design per Fiat Group Automobiles (Index 2008)
_8. Hope di Francisco Gomez Paz, Paolo Rizzatto per Luceplan (Index 2010)
_9. DRM Design Research Maps di Stefano Maffei, Paola Bertola, Massimo Bianchini, Beatrice Villari (Dipartimento INDACO – Politecnico di Milano) per Rete SDI – Sistema Design Italia, CPD- Conferenza dei Presidi di Design, CDD –Coordinamento dei Dottorati in Design (Index 2008)
_10. Frida di Odoardo Fioravanti per Pedrali (Index 2009)
_11. Napoli Teatro Festival Italia di Tassinari/Vetta – Leonardo Sonnoli e/and Paolo Tassinari per Fondazione Campania dei Festival (Index 2009)
_12. Multiverso – Icograda Design Week Torino 2008 di Zup Associati per AIAP (Associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva) e/and Icograda (International Council of Graphic Design Associations) (Index 2009)
_13. Nuur di Simon Pengelly per Arper (Index 2010)
_14. Elica di Brian Sironi per Martinelli Luce (Index 2010)
_15. Yale di Jean-Marie Massaud per MDF Italia (Index 2010)
_16. Domo XIX Biennale dell’Artigianato Sardo di Italo Antico, Alessandro Artizzu, Lee Babel, Berselli Cassina Associati, Andrea Bruno, Vittorio Bruno, Maria Calderara, Annalisa Cocco, Antonello Cuccu, Adriana Delogu, Lia Di Gregorio, Angelo Figus, Giuseppe Flore, Antonio Fogarizzu, Valentina Follo, Giulio Iacchetti, Nilla Idili, James Irvine, Setsu & Shinobu Ito, Ugo La Pietra, Marta Laudani e/and Marco Romanelli, Paolo Marras, Tomoko Mizu, Roberta Morittu, Palomba Serafini Associati, Eugenia Pinna, Gianfranco Pintus, Pierluigi Piu, Florence Quellien, Salvatore+Marie, Alessio Tasca, Paolo Ulian, Nanda Vigo per Ilisso Edizioni (Index 2010)
_17. Rossa. Immagine e comunicazione del Lavoro 1848-2006 di N!03 con Stefano Vellano, Luigi Martini per Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario CGIL (Index 2008)
_18. Sunset di Hangar Design Group per Movit – Pircher Oberland (Index 2008)
_19. Lab 03 di Ludovica + Roberto Palomba per Kos (Index 2009)
Inoltre sono stati assegnati 77 menzioni d’onore. A questi si aggiungono 9 premi alla carriera a protagonisti del design italiano, 3 premi assegnati a figure internazionali e un premio speciale. Infine, 3 targhe e 10 attestati ai migliori progetti realizzati dagli studenti delle scuole di design italiane. Info: www.adi-design.org

14/07/2011


Architettura in Città. Festival 2011

14 - 17 luglio 2011, Torino
L’Ordine degli Architetti di Torino e la Fondazione OAT sono impegnati da tempo nella promozione dell’architettura come “espressione culturale essenziale dell’identità di ogni paese, che riveste interesse pubblico e costituisce un patrimonio della comunità”. Su questa base l’OAT e la sua Fondazione lanciano per il prossimo mese di luglio la prima edizione di un Festival dedicato ai temi dell’architettura, del paesaggio, del progetto e della città, con appuntamenti diversi, dedicato al vasto pubblico dei cittadini e a quello più specifico degli addetti ai lavori. Prendendo atto di un contesto generale che vede l’economia delle attività culturali sempre più ridotta è stato proposto a enti e soggetti che “producono” cultura sul territorio un accordo di collaborazione strategica, con l’obiettivo di ottimizzare le risorse economiche, strumentali, creative e di comunicazione. Il Festival si articolerà allora intorno a un nucleo di eventi realizzati da OAT e Fondazione OAT con un calendario di 4 giorni di iniziative, proposti dai vari enti e soggetti culturali territoriali, ciascuno secondo la lettura e le caratteristiche che gli sono proprie. Sono stati invitati a partecipare anche i Comuni della cintura di Torino. Così a Torino e in quattordici Comuni della provincia arte, cinema, teatro, danza, letteratura, fotografia, food e musica dialogano con i temi dell’architettura e del design, della città e del paesaggio attraverso le proposte di più di cinquanta soggetti culturali che operano sul territorio. Si terranno un numero straordinario di eventi: 25 le mostre e i momenti espositivi e più di 20 gli incontri e i seminari che si affiancano ad aperture straordinarie, visite guidate, passeggiate architettoniche, spettacoli, performance, proiezioni, laboratori e workshop in un programma aperto a tutti coloro che vorranno accostarsi, fare esperienza e approfondire l’architettura in un modo nuovo e “informale”. Info: www.architetturaincitta.it

manUfatto in sitU/5 - A Constructed World

24 - 31 luglio 2011, Cancelli di Foligno (Pg) >[deadline: 14/07/2011]
Il Workshop manufatto in situ propone il territorio del Parco per l’arte in Cancelli di Foligno (Pg) come fonte e luogo d’ispirazione per la ricerca creativa contemporanea, sul tema dell’intervento artistico nel paesaggio. La residenza e workshop estivo è indirizzato ai giovani artisti/studenti laureandi, neo-laureati o cultori della materia di Accademia/Università Arti Visive e Architettura da svolgere presso Cancelli di Foligno (PG) in Umbria, nel comprensorio del Parco per l’Arte, vasta area del territorio folignate di grande interesse rurale-naturalistico. Sin dagli anni 80 è in piedi un progetto arte/paesaggio/natura che ha coinvolto artisti come Sol LeWitt, Ann&Patrick Poirier. Obiettivo non secondario è anche la creazione di strumenti di confronto, di indirizzo e di ricerca artistica. In questo interessante contesto il visiting professor delle attività laboratoriali coordinerà 8 giorni di lavoro con 15 partecipanti su un tema legato al paesaggio/arte/natura/architettura. Gli artisti saranno accompagnati da una didattica specifica sia riferita al laboratorio artistico sia con incontri e relazioni di esperti che consentano l’approfondimento di tematiche legate al sistema artistico contemporaneo umbro e alla storia dei luoghi. Partendo dall’osservazione oggettiva dei luoghi, il workshop invita i partecipanti ad esplorare il territorio per affrontare con un’ottica aperta la tematica progettuale del paesaggio e per definire i confini dell’ intervento artistico e dell’interazione umana nell’ambiente. Visiting professor: A Constructed World_ gruppo di origine australiana con base a Parigi che lavora in modo collaborativo con il pubblico e altri artisti per creare una performativa interazione sul contesto. Mettono in discussione i confini tra i fautori e i ricevitori del fatto artistico in un inclusivo happening partecipato. Hanno collaborato con workshop e simposi interattivi con l’Artist Space di New York, il Guggenheim di Bilbao, il Camberwell College London Institute e il Goldsmiths College di Londra; tra i tanti progetti collaborativi hanno programmato una serie di eventi performativi sempre alla Serpentine Gallery London 2008, Y3K Gallery 2010, Melbourne, Villa Arson, Nice, 2010, SOS48 Festival, Murcia, 2009, 11th Architecture Biennale, Venezia, 2008. Progetto di associazione VIAINDUSTRIAE a cura di Emanuele De Donno. Info: e-mail: info@viaindustriae.it - www.viaindustriae.it

15/07/2011


Verso Ruralcity

[deadline: 15/07/2011]
L’Ordine degli Architetti PPC di Bologna ha bandito il primo concorso online “verso RURALCITY, un progetto per una nuova alleanza tra città e campagna”, con il patrocinio di: Consiglio Nazionale Architetti PPC, Provincia di Bologna, Urban Center Bologna, Facoltà di Architettura di Cesena, SAIE e SAIE energia. Questo primo concorso di idee nasce nell’ambito di Urbania, un contenitore culturale istituito dalla Provincia per progettare e pensare la città ed il territorio. Lo scorso 7 maggio si è conclusa la sesta edizione di Urbania nella quale, attraverso convegni e workshop internazionali (dopo l’esplosione urbana>after urban sprawl), si è approfondito il tema di una nuova alleanza tra città e campagna. Il concorso di idee è finalizzato ad approfondire ed investigare le problematiche connesse alla dispersione insediativa e al consumo di territorio agricolo, che sono causa di una compromissione dei paesaggi periurbani, ed effetti dello sviluppo della città occidentale contemporanea. Ci si interroga preoccupati circa il futuro del territorio e delle città, auspicando come azione necessaria ed urgente l’interruzione del consumo di nuovo suolo agricolo, arginando quindi lo sviluppo urbano a favore di pratiche di riqualificazione degli insediamenti esistenti. La partecipazione è aperta ai laureati in architettura, design, ingegneria. Info: http://concorsi.archibo.it/ruralcity

Archphoto 2.0 al Festival Architettura in Città di Torino

Il 15 luglio 2011 alle ore 18.30, presso Palazzo Bertalazone, in via San Francesco d’Assisi 14, a Torino, nell’ambito del Festival “Architettura in città” promosso da OAT e FOAT, si terrà la presentazione della rivista cartacea “Archphoto 2.0″, edita da plug_in. Archphoto 2.0 si propone come collana tematica a partire dall’ormai consolidata webzine Archphoto.it, nata nel 2002 per affrontare criticamente le questioni dell’architettura e del progetto in relazione con le discipline delle arti visive e delle scienze sociali. Questa nuova avventura ha lo scopo di rafforzare il pensiero critico espresso dentro la forma web di Archphoto, che rimarrà e verrà implementata dai nuovi contenuti. Uno spazio dedicato al pensiero teorico sui temi inerenti l’architettura e la società affrontati con uno sguardo molteplice attraverso le discipline che sono complementari all’architettura: arte contemporanea, antropologia, sociologia, fotografia, cinema, letteratura, musica, design. In Italia sono centinaia le pubblicazioni monografiche che si occupano di architettura ma nessuna riesce ad approfondire in modo tematico le problematiche della città e il ruolo degli architetti nei processi di trasformazione. Il compito di Archphoto 2.0 è orientare e definire un progetto culturale dove la sperimentazione dei linguaggi è predominante. Archphoto 2.0 vuole essere lo spazio per una cultura alternativa ad un sistema dominante con l’ambizione di varcare il territorio nazionale aprendosi al mondo, di qui la necessità di uscire in lingua inglese. Gli ultimi vent’anni di isolamento teorico e mediatico dei progettisti e degli accademici nostrani hanno contribuito ad affossare l’architettura italiana e la percezione che di essa hanno al di fuori dei confini nazionali. La crisi del belpaese non coinvolge solo l’architettura, ma è trasversale e si addentra tanto nel cinema, quanto nella fotografia e nell’arte contemporanea. Il numero zero di Archphoto 2.0 è dedicato al tema dei 150 anni d’Italia “1861-2011”. Esso si pone l’obiettivo di analizzare il cambiamento della società italiana in questi 150 anni attraverso l’architettura e le arti visive. Come si è evoluta/involuta la città italiana? L’Italia può considerarsi uno stato ostile all’architettura?Si può e si deve scrivere un’altra storia italiana fuori dagli stereotipi, per ripartire dal grado zero della cultura contemporanea italiana ridisegnando nuovi progetti, nuovi linguaggi capaci di lottare con i pari europei, spagnoli, olandesi, tedeschi e inglesi, le superpotenze asiatiche Cina e India, il Nord e il Sud America. Info: www.architetturaincitta.it - www.plugin-lab.it

Àlvaro Siza - Opere e progetti in mostra

15 luglio - 16 settembre 2011, Enna
Un’estate tutta dedicata al maestro portoghese a Enna con l’evento “Àlvaro Siza opere e progetti in mostra”. La manifestazione promossa dalla Facoltà di Ingegneria ed Architettura dell’Università degli Studi di Enna Kore, in collaborazione con lo studio Omphalos di Enna e la Consulta Regionale degli Architetti P.P.C. di Sicilia si svolgerà ad Enna nel periodo compreso tra il 15 luglio ed il 16 settembre 2011. I due appuntamenti più attesi con Alvaro Siza sono il 15 luglio alle 10 con la Lectio Magistralis presso l’Auditorium di Ateneo, e l’indomani, il 16 luglio, al Palazzo Militello e al Castello di Lombardia di Enna, con l’inaugurazione da parte dello stesso architetto portoghese di una mostra sui progetti delle sue più importanti realizzazioni. In questa occasione verrà presentato in anteprima mondiale il progetto di Siza sul restauro del complesso monumentale dell’Alhambra di Granada, dichiarato dall’UNESCO patrimonio Culturale dell’Umanità. Curatore scientifico dell’evento è il Prof. Maurizio Oddo, coadiuvato da un comitato scientifico del quale fanno parte, oltre al Preside, Prof. Giovanni Tesoriere, e alcuni docenti della Facoltà, il Prof. Carlos Castanheira, Commissario straordinario della mostra. www.sizaenna.it

16/07/2011


SEMBIANZE. La fotografia tra realtà e apparenza

16 luglio – 2 ottobre 2011, San Marino
La realtà e la sua metamorfosi bidimensionale sono l’oggetto di indagine di questa rassegna fotografica che, organizzata dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino, si svolgerà presso il Museo San Francesco dal 16 luglio al 2 ottobre. Un appuntamento importante per mostrare uno dei temi cardine attorno al quale orbita tutta la fotografia, ma anche un’occasione preziosa per la presenza di uno studioso della materia come Italo Zannier che, insieme a Roberto Maggiori, cura questo evento. Entrando nello specifico, il tema della collettiva è quello del medium fotografico inteso come strumento in bilico tra verità e finzione, un meccanismo ambiguo in cui riproduzione e rappresentazione si intrecciano a formare un legame difficilmente districabile. La rassegna coinvolge artisti che in maniera esemplare hanno affrontato questo tema – occasionalmente o più assiduamente – realizzando lavori che si sono rivelati emblematici. Cinquanta tra autori storicizzati, contemporanei e anonimi che hanno riflettuto e riflettono sulla traduzione bidimensionale della realtà messa in atto dalla fotografia, in un periodo che va dalla sua nascita fino ai giorni nostri. L’intento non è tuttavia prettamente storico e la mostra non vuole considerarsi enciclopedica. Si tratta piuttosto di un percorso aneddotico cadenzato da immagini particolarmente rappresentative delle potenzialità che lo strumento fotografico offre per manipolare verosimilmente la realtà, a prescindere dal fotomontaggio o dal ricorso al photoshop, come testimoniano efficacemente il novanta per cento delle opere in mostra. Del resto la fotografia è sempre definibile come qualcosa di mai completamente reale, né esclusivamente immaginario, ed è proprio dalla commistione di queste due dimensioni che scaturisce l’interesse e il fascino per questa meravigliosa invenzione. Il Catalogo, con testi di Italo Zannier e Roberto Maggiori, è a cura dell’Editrice Quinlan (www.aroundphotography.it). Info: www.museidistato.sm

17/07/2011


MIAW.2/forests

26 - 30 settembre 2011, Milano >[deadline: 15/07/2011]
MIAW.2, playing with the metaphor of forests, aims to generate 10 new visions to explain nowadays living and its next future in the spirit of green design, resilience, recycling, and ethical consciousness. MIAW.2 will take place from September 26th to September 30th 2011 involving more than 100 students supervised by 10 international tutors working on 10 different workshop themes with the target to enrich the Politecnico di Milano Leonardo Campus environscape with light installations that will last in loco till their consumption. Take the occasion to be part of this! Apply to be part of the 2nd Milano International Architectural Workshop of the Politecnico di Milano’s School of ‘Architettura e Società’ programmes, deadline fro applications next July 15th, 2011. MIAW.2 invites to apply the students (Ms and PhD courses) enrolled at the Politecnico di Milano ‘Architettura e Società’ School. Can apply also university students (Ms and PhD courses) from other Schools of the Politecnico di Milano and from other Schools of others Athenaeums. Each workshop is open to a maximum of 15 participants. All the MIAW.2 activities will be held in English. Students participating with success to MIAW.2 workshops activities will receive an official participation certificate and 4CFU certificate (valid only for students from the ‘Architettura e Società’ School, students from other Schools have to verify conditions at their own School). MIAW.2/forests is a design workshop part of the Politecnico di Milano’s School of ‘Architettura e Società’ programmes. Info: www.miaw2.polimi.it

18/07/2011


PIDA - Premio Internazionale Ischia di Architettura 2011

18 - 24 luglio 2011, Forio d’Ischia (Na)
Architetti di fama internazionale, mostre, conferenze, workshop: si tratta della quarta edizione del PIDA, il Premio Internazionale Ischia di Architettura, la kermesse che accende i riflettori sui progetti di strutture turistico-ricettive che coniugano la qualità dell’ospitare con il rispetto per l’ambiente. La splendida villa “La Colombaia”, un tempo dimora del regista Luchino Visconti, si riconferma quale location che ospiterà dal 18 al 24 luglio l’evento frutto della collaborazione tra l’associazione PIDA, l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia, l’ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica) e Federalberghi. Dopo l’enorme successo riscosso dall’edizione 2010 che ha visto come paese partner gli Stati Uniti attraverso l’American Institute of Architecture con Peter Bohlin e Bernard Cywinski, quest’anno la scelta è ricaduta sugli Emirati Arabi attraverso il magazine Compasses. A coordinare il workshop intitolato “Da Eco-Mostro ad Eco-Progetto” ci sarà l’architetto Mario Cucinella, distintosi nei suoi lavori per l’attenzione alla sostenibilità ambientale, materia molto cara all’associazione che quest’anno ha scelto come tema progettuale il completamento di un fabbricato sito nel comune di Forio d’Ischia compiuto solo nella struttura portante, da trasformare nella prima eco-caserma dei Carabinieri in Italia. Quattordici sono i giovani architetti provenienti da tutta Italia che si sono iscritti ai quali si aggiungeranno due giovani architetti provenienti dagli emirati arabi. Ad aiutare l’arch. Cucinella ci saranno i tutor Arch. Giancarlo Graziani, Ing. Francesco Rispoli, Arch. Federico Verderosa, Arch. Linda Nubani. Particolare attenzione sarà posta anche per l’aspetto illuminotecnico. Filippo Cannata, noto light designer internazionale seguirà il gruppo di progettisti guidandoli nella ricerca della migliore soluzione che tenga conto della luce naturale ed artificiale in chiave di risparmio energetico. Al termine del workshop ci sarà un riconoscimento speciale per il miglior progetto della luce. […] A seguire saranno consegnati i premi del concorso 2011. Per la sezione Architettura i vincitori sono Rosario Cusenza e Maria Salvo per il recupero ambientale di una cava dismessa nell’isola di Favignana con la realizzazione di un albergo ipogeo a quattro stelle; per la sezione Interior Design i vincitori sono l’arch. Arch. Mauro Piantelli (studio DE8) con il Design YAS Marina Hotel, Abu Dhabi, UAE. Infine verranno premiati i vincitori dei premi speciali della giuria, Italo Rota (PIDA alla carriera), Mario Cucinella (PIDA internazionale alla sostenibilità), Giorgio Santilli (PIDA sezione giornalismo) e Luigi Filetici (PIDA alla fotografia). A presentare e moderare le serate sarà l’Arch Giancarlo Graziani. Info: www.pida.it

20/07/2011


Rifare Paesaggi 2011

20 - 30 luglio 2011, Lisbona
La ventata immobiliare che ha avvolto negli ultimi vent’anni l’area metropolitana di Lisbona pare aver risparmiato il settore occidentale della città il cui profilo lungo le sponde del fiume Tago è connotato dai più celebri monumenti evocanti l’epopea delle scoperte dei naviganti portoghesi: dalla Torre di Belém al Monastero di Jeronimos, dal Palazzo Reale a quello di Ajuda. L’attuale amministrazione comunale, impegnata nella difficile opera di riqualificazione urbanistica dei quartieri marginali, ha preferito nel caso di Belém operare in forma sinergica attraverso piani particolareggiati e progetti puntuali, affidando il risultato all’opera dei più noti architetti e paesaggisti lisbonesi. La natura impervia del luogo, antropizzato dalle pendici del Monsanto alle spiagge che si distendono lungo l’estuario del fiume, suggerisce il coordinamento a scala territoriale e paesaggistica dei diversi progetti, mirati non solo alla necessaria riorganizzazione dell’accessibilità alle mete monumentali, ma alla trasformazione consapevole del profilo occidentale, quello su cui si fonda la stessa immagine iconica della città. L’immagine della città storicamente percepita giungendo dalle rotte oceaniche. ATTIVITA’/ PROGRAMMA_ Il seminario di progettazione contempla una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni dell’autore attinenti il tema), una fase di esperienza del luogo, dibattito e presentazione delle proposte. ISCRIZIONI_ Il seminario si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto diplomati, studenti e laureati nelle discipline di carattere tecnico-scientifico legate alla gestione del territorio (architettura, architettura del paesaggio, ingegneria, scienze ambientali, scienze naturali, scienze agrarie e forestali, beni culturali, antropologia, sociologia, urbanistica, scienze e politica del territorio ecc e nelle discipline di arti visive. Sono richieste basi tecniche medie sulla ripresa fotografica. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto. Info: tel +39 02 70639293 fax +39 02 70639761 e-mail: master@acmaweb.com - www.masterpaesaggio.it

Riqualificazione del piazzale degli Scogli Rossi ad Arbatax

[consegna: 20/07/2011]
Il Comune di Tortolì indice un concorso di idee finalizzato alla selezione di una proposta progettuali relativa a studi di riqualificazione paesaggistico ambientale ed architettonica del piazzale degli Scogli Rossi ad Arbatax. L’obiettivo è quello di valorizzare i vari episodi coordinandoli in un sistema di parco integrato con attrezzature, servizi, percorsi che prospettano una soluzione integrata dell’intero sistema, riconducendolo al valore intrinseco. In particolare, lo studio di una riqualificazione architettonico ambientale del piazzale Scogli Rossi, è finalizzato a migliorare il sistema delle accessibilità e del waterfront, inserendo attrezzature integrative di servizio con l’obiettivo di incidere in maniera significativa sulla vivibilità e fruibilità dell’area. Lo studio dovrà altresì recuperare la fruibilità complessiva dell’intera area, mediante il raccordo degli spazi e delle differenze di quota attraverso i percorsi pedonali, organizzati a formare un percorso articolato in pendenze graduali e distribuite su tutto lo sviluppo, che garantiscano una fruizione unitaria e comune tra tutti i soggetti: non attraverso la realizzazione episodica di rampe di accesso dedicate ai diversamente abili, in sostanza l’abbattimento delle barriere architettoniche viene inteso non solo come eliminazione fisica degli ostacoli, ma anche come superamento mentale della percezione della diversità, progettando uno spazio comune per tutti, nessuno escluso. Info: www.comuneditortoli.it

Concorso di idee per un quartiere urbano sperimentale in Africa

[deadline: 20/07/2011]
Al via un bando di CONCORSO PER IDEE per la progettazione del layout concettuale di un quartiere urbano sperimentale in Africa. Aperto ai giovani architetti, urbanisti e ingegneri europei e africani, il bando si inserisce nel contesto della quinta edizione del progetto internazionale ‘Sviluppare le regioni dell’Africa e dell’Europa’ promosso dalla Fondazione Banco di Sicilia e dell’omonimo Forum che ogni anno si tiene a Taormina (l’edizione 2011 sarà il 6-7 ottobre). Nella passata edizione uno dei principali temi trattati fu quello relativo al vertiginoso processo di urbanizzazione africano: dal 2005 a oggi le città africane hanno registrato il più alto tasso di incremento e le stime parlano di 700 milioni di urbanizzati al 2030 (+ 50% rispetto ad oggi). Le difficoltà a governare quest’onda irrefrenabile e le problematiche socio-economiche a essa connesse sono oggettive, basti pensare che ben il 43% della popolazione urbana africana vive sotto la soglia di povertà ed ha un’accessibilità limitata ai servizi di base. Sulla scia di queste considerazioni la Fondazione Banco di Sicilia bandisce nell’ambito della quinta edizione del progetto un Concorso per idee per la realizzazione del layout concettuale di un quartiere urbano sperimentale in Africa. Il concorso mira a far convergere su questo tema le migliori idee e le capacità progettuali disponibili tra i giovani architetti, urbanisti e ingegneri europei e africani under 40. L’obiettivo è progettare un modello innovativo, scalabile e replicabile di nucleo abitativo che possa portare soluzioni strutturali alle sfide/esigenze dell’urbanizzazione e che comprenda la definizione del layout urbanistico e del sistema di trasporti pubblici, la progettazione di massima degli edifici comuni e delle residenze private, una quantificazione iniziale dei costi e indicazioni sui materiali costruttivi da utilizzare e gli aspetti culturali e di inclusione sociale presi in considerazione in fase progettuale, ecc. .. Per raggiungere questo obiettivo il quartiere urbano dovrà contenere alcuni elementi distintive quali: - integrazione progettuale di infrastrutture, utility, sistemi di mobilità ed edifici | - utilizzo delle nuove tecnologie | - multifunzionalità degli spazi | - autosufficienza energetica e sostenibilità economica | Premi in palio: - Primo classificato: 10.000 Euro | - Secondo classificato: 5.000 Euro | - Terzo classificato: 3.000 Euro | Sono inoltre previste 5 menzioni speciali tematiche. Info: www.ambrosetti.eu

Visioni di Lisbona: ciclo di conferenze

20 - 30 luglio 2011, Lisbona
La trasformazione del profilo della zona monumentale della città, oggetto del seminario internazionale organizzato da ACMA tra il 20 e 30 luglio 2011 in collaborazione con il Comune di Lisbona, sarà determinato da una serie di progetti in corso, relativi alle aree circostanti la torre di Belém e il Monastero di Jeronimos. Cinque architetti e paesaggisti di Lisbona, titolari degli studi più noti a livello internazionale e coinvolti in tali progetti sono stati chiamati dall’organizzazione del seminario a proporre in altrettante conferenze aperte al pubblico la loro idea di città attraverso la presentazione di progetti realizzati o semplici proposte progettuali. L’iniziativa vorrebbe contribuire alla creazione di un quadro complessivo di riflessione sia per i partecipanti al seminario sia per i tecnici e gli amministratori locali sull’opportunità unica di coordinare le esperienze progettuali in corso al fine di costruire una proposta paesaggistica condivisa del profilo occidentale della città. CONFERENZE:
- 21 LUGLIO 2011: RICARDO BAK GORDON_Lisbona
- 22 LUGLIO 2011: JOAO NUNES_Lisbona
- 25 LUGLIO 2011: MANUEL MATEUS_Lisbona
- 26 LUGLIO 2011: GONCALO BYRNE_Lisbona
- 28 LUGLIO 2011: JOAO LUIS CARRILHO DA GRAÇA_Lisbona
Le conferenze si terranno alle ore 18.00 presso il CIUL Centro di Informazione Urbana di Lisbona, Picoas Plaza, Lisbona | DIREZIONE Antonio Angelillo, João Nunes. CON LA PARTECIPAZIONE DI: Manuel Salgado, vice-sindaco e assessore all’urbanistica del Comune di Lisbona | LABORATORI A CURA DI: Sergio Antão_Porto, CZ Studio (Paolo Ceccon, Laura Zampieri)_Venezia, Giorgio Peghin_Cagliari. Tutors: Eduardo Pinto_Lisbona, João Sampaio_Lisbona | ATTIVITA’/ PROGRAMMA_ Il seminario di progettazione contempla una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni dei docenti), una fase di esperienza del luogo, dibattito e presentazione delle proposte | ISCRIZIONI_ Il seminario si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto diplomati, studenti e laureati nelle discipline di carattere tecnico-scientifico legate alla gestione del territorio (architettura, architettura del paesaggio, ingegneria, scienze ambientali, scienze naturali, scienze agrarie e forestali, beni culturali, antropologia, sociologia, urbanistica, scienze e politica del territorio ecc e nelle discipline di arti visive. Sono richieste basi tecniche medie sulla ripresa fotografica. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto. Il corso di 100 ore fa parte del percorso del Master Internazionale in Architettura del Paesaggio, ed è aperto anche agli esterni. Qualora si intenda successivamente conseguire il titolo di master i crediti accumulati verranno riconosciuti all’atto dell’immatricolazione. Info: www.masterpaesaggio.it

22/07/2011


Videominuto 2011

[deadline: 22/07/2011]
Parte la 19. edizione del festival Videominuto, anche quest’anno con un nuovo concorso. L’emittente radiofonica Controradio, l’associazione culturale GRAV e il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia di Prato e Comune di Prato, indicono la selezione 2011 di video-opere della lunghezza massima di un minuto. La selezione è aperta a opere di soggetto originale, sintetiche, veloci, di forma e linguaggio totalmente liberi e non sottoposti a censura. Oltre al nostro classico concorso libero “1000 EURO PER 1 MINUTO” quest’anno Videominuto organizza in collaborazione con COSPE “BASTA UN MINUTO!” - concorso per giovani video-maker contro il razzismo nello sport. La proiezione delle opere selezionate per i concorsi avverra’ durante la “Lunga Notte del Minuto” al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato a Settembre 2011. I video primi classificati nei due concorsi si aggiudicheranno un primo premio di 1.000 euro e uno di 800 euro. Info: www.videominuto.it

Premio Cultura di Gestione 2011

[deadline: 22/07/2011]
Il “Premio Cultura di Gestione”, indetto da Federculture in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Conferenza delle Regioni, l’ANCI, l’UPI, Legautonomie, Legambiente, CTS-Centro Turistico Studentesco e giovanile, è giunto alla sua 6. edizione. L’iniziativa è promossa allo scopo di premiare e diffondere le esperienze più innovative nella valorizzazione e gestione del patrimonio e delle attività culturali e nell’integrazione tra cultura, turismo e ambiente. Attivo ormai da dieci anni, il Premio Cultura di Gestione fa conoscere l’Italia che funziona, nella quale la tutela del patrimonio culturale ed ambientale è un valore fondamentale, attraverso i migliori progetti culturali presenti oggi nel paese, modelli di efficienza che accrescono la competitività dei nostri territori lungo la strada dell’innovazione. Oltre 500 progetti candidati, 38 premiati nelle diverse categorie, centinaia di enti coinvolti tra Comuni, Province, Regioni, Associazioni, Fondazioni, Istituzioni, Enti pubblici e privati. Grazie a questi risultati, raggiunti nelle passate cinque edizioni, il Premio è ormai un importante appuntamento nazionale il cui culmine, anche quest’anno, sarà la cerimonia di premiazione che si svolgerà, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni nazionali e delle amministrazioni locali che hanno promosso l’iniziativa, durante la VI Conferenza Nazionale degli Assessori alla Cultura e al Turismo. Il Premio è rivolto alle amministrazioni pubbliche centrali e periferiche, agli enti locali, alle regioni, alle fondazioni, alle associazioni e organizzazioni non profit, alle scuole, alle università e a tutti quei soggetti pubblici e privati che gestiscono beni, attività e servizi culturali. Saranno premiati 3 progetti, valutati dalla Giuria come i più significativi nell’ambito delle politiche di gestione, valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali.
Inoltre verranno assegnati, da parte degli enti che partecipano al progetto, i seguenti premi speciali: Premio Legambiente “PiccolaGrandeItalia”; Premio CTS per le politiche culturali giovanili. Info: www.federculture.it

27/07/2011


Costruire nel costruito. Architettura a volume zero

31 luglio - 4 agosto 2011, Camerino >[iscrizioni seminario: 27/07/11]
Seminario organizzato dall’Università di Camerino in collaborazione con il CNAPPC, l’Ordine degli Architetti PPC di Macerata e Provincia ed Archeoclub d’Italia con il patrocinio di INArch - INU - Comune di Camerino. L’evento formativo, arricchito da numerose iniziative - intende approfondire diversi temi, quali: trasformazione dei paesaggi costruiti, ricerca della qualità architettonica e sostenibilità ambientale. Le giornate di studio saranno strutturate in sessioni a loro volta articolate in incontri, relazioni, conversazioni interdisciplinari e laboratori in cui ciascun partecipante potrà presentare il proprio lavoro, confrontandosi con gli altri sui temi progettuali proposti. Inoltre, esclusivamente per i partecipanti sarà organizzato il Premio di Architettura Camerino 2011. In particolare le tematiche oggetto di conversazione e su cui verteranno elaborazioni progettuali saranno: - Conservazione e rinnovamento dell’edilizia storica_ Il tema è quello della progettazione in ambienti storici costruiti e quindi del confronto autentico tra antico e nuovo, della conservazione e salvaguardia degli edifici storici, delle tecniche di intervento rispettose che non rinunciano all’applicazione di tecnologie contemporanee, del rispetto del paesaggio urbano e del carattere proprio di un’architettura diffusa | - Riuso degli spazi urbani residuali e delle fabbriche dismesse_ Il tema è quello dell’archeologia industriale e del riuso di edifici dismessi, affiancato da una riflessione sulla possibilità di creare nuove centralità a partire dalla rifunzionalizzazione di questi spazi | - Recupero e valorizzazione dei territori periurbani_ Il tema che si pone è il recupero e la valorizzazione del territorio rurale, affiancato da una riflessione circa le possibili funzioni in grado di esaltarne le caratteristiche e di incentivare l’uso agricolo e forestale dei suoli che lo compongono, con l’obiettivo ultimo di contrastare la sua occupazione indiscriminata | Il Premio_ A loro discrezione i partecipanti al seminario potranno competere per l’assegnazione del Premio di Architettura Camerino 2011, suddiviso in due sezioni: opere realizzate e progetti e ricerche. In entrambi i casi le proposte dovranno essere attinenti ai temi progettuali proposti. Info: www.unicam.it/culturaurbana

29/07/2011


2011 AECOM Student Competition - Urban SOS: Water

[deadline: 29/07/2011]
In the third year of our open ideas student competition, AECOM is exploring the world’s most vital resource: Water. The Urban SOS: Water competition seeks creative design, planning and engineering responses to urban sites facing water-based challenges. Water is central to every aspect of city life: from basic human sustenance and public health to environmental remediation and overall urban renewal. Responses can range from a strategic framework to a surgical micro-response, from a whole landscape system to a single piece of architecture or infrastructure. Entrants will be judged on their feasibility, creativity and multi-disciplinary approach. The competition is open to teams of up to four students each. In order to be eligible, all team members must be enrolled in a certified undergraduate, graduate or post-graduate program of study in the autumn term 2011. The competition is geared towards those studying urban and regional planning, urban design, landscape architecture, architecture, engineering and related disciplines. This year, we are also encouraging entries especially from students concentrating on studies in water sciences or hydrology. Three finalists (individuals or teams) will travel to London in November to present their submissions to our jury at the NLA, the centre for London’s built environment, competing for a cash prize of US $15,000. A further award of up to US $25,000 in value will be made available to a charitable/relief organization to help make the project possible. Info: www.aecom.com/urbansos

Carlo Scarpa e la forma delle parole

29 luglio - 25 settembre 2011, Roma
Apre al MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma “Carlo Scarpa e la forma delle parole”, la prima mostra dedicata alla grafica di Carlo Scarpa (1906-1978), in particolare al suo disegno di caratteri e all’impaginazione delle parole nelle architetture e nelle opere a stampa del grande maestro. I lavori esposti coprono l’intera attività professionale di Scarpa e dimostrano come tutte le tipologie architettoniche con cui egli si confrontò lo impegnarono anche come progettista di scritture. Inoltre, Scarpa si cimentò con la composizione di prodotti “cartacei” – materiali di corredo per esposizioni, pubblicazioni e stampati di natura diversa – esordendo con il disegno della copertina di una rivista d’arte (1945) che oggi è presentata al pubblico per la prima volta. Fra le novità della mostra anche la riscoperta del monumento Rizzo, una delle prime prove scarpiane di “archiscrittura”, oggi rinvenuto grazie alla generosa disponibilità di uno degli artigiani di fiducia di Scarpa. La maggior parte delle opere provengono dalle collezioni del MAXXI Architettura e da collezioni pubbliche e private del Veneto. In totale si contano 63 opere originali, per lo più inediti; manifesti, bozzetti e prove tipografiche di materiali promozionali per eventi espositivi: prototipi in metallo e legno; la rivista d’arte e un famoso repertorio tedesco di alfabeti appartenuto all’architetto, su cui egli annotò le forme di scrittura preferite per poi sperimentarle nelle proprie “invenzioni”. La ricostruzione video di alcune sequenze di disegni permette di calarsi nei panni dell’architetto e di ripercorrerne i processi creativi come se tenessimo in mano la sua matita. Le iniziali CS, scelte come icona della mostra, sono il frutto di una originale lettura e riscrittura degli alfabeti di Carlo Scarpa: un omaggio all’architetto che è stato disegnato, costruito in cemento e poi fotografato per l’occasione da Francesca Palladini e Lucia Pasqualin. La mostra è prodotta dal MAXXI Architettura e promossa dal Comitato Paritetico per la conoscenza e la promozione del patrimonio legato a Carlo Scarpa, dalla Regione del Veneto, dal centro archivi MAXXI Architettura, dal Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio di Vicenza e dall’Archivio di Stato di Treviso. Info: www.fondazionemaxxi.it

Verso Est. Chinese Architectural Landscape

29 luglio – 23 ottobre 2011, Roma
Inaugura al MAXXI “Verso Est. Chinese Architectural Landscape”, mostra che riflette la fisionomia dei paesaggi architettonici cinesi dell’ultima decade presentando i progetti di architetti e artisti della nuova generazione cresciuti e maturati alla stessa velocità del processo di sviluppo nazionale. L’esposizione prende forma in un’epoca cruciale: come afferma il quotidiano britannico Financial Times nel 2010 la Cina ha investito oltre un trilione di dollari in nuove costruzioni, promuovendo e dando vita al boom immobiliare che l’ha trasformata in una superpotenza leader del settore. Verso Est vuole sottolineare il ruolo dell’architettura cinese contemporanea nel panorama internazionale seguendo il filo tracciato da 12 tematiche, raccontate attraverso grandi stendardi che seguono la parete curvilinea della galleria museale. Modelli, animazioni, fotografie, grandi installazioni, video, grandi stampe digitali e pubblicazioni cartacee illustrano l’evoluzione dell’architettura cinese e i complessi processi di costruzione. In mostra anche alcuni progettisti internazionali che hanno segnato lo skyline della Cina con importanti realizzazioni, tra cui lo studio di Massimiliano e Doriana Fuksas, Zaha Hadid, Steven Holl, Rem Koolhaas. Per coinvolgere il grande pubblico nella trasformazione del paesaggio urbano cinese, alcuni dispositivi multimediali e programmi pensati per l’occasione inviteranno il visitatore a confrontarsi in maniera interattiva con le tematiche affrontate dall’esposizione. Ad accompagnare la mostra inoltre una pubblicazione e le conferenze Defend the differences, dell’architetto Wang Shu, e The Turning point in China’s architecture, del curatore Fang Zhenning. Info: www.fondazionemaxxi.it

31/07/2011


XXI Seminario Internazionale e Premio di Architettura e Cultura Urbana - Camerino 2011

31 luglio - 4 agosto 2011, Camerino (Mc)
Il Seminario di Camerino ha finalità formative, di aggiornamento e approfondimento nel campo della ricerca e della pratica, nel confronto fra Università, Professione e Società civile, con spirito libero e aperto al reciproco apprendimento. I temi proposti riguardano la trasformazione dei paesaggi costruiti alla ricerca della qualità architettonica e della sostenibilità ambientale. TEMI DI PROGETTO E DI CONVERSAZIONE_ Costruire nel costruito … costruire il presente sul passato, senza ipotecare l’avvenire, unendoli senza distruggerli entrambi. (A. Sartoris) | - Conservazione e rinnovamento dell’edilizia storica | - Riuso degli spazi urbani residuali e delle fabbriche dismesse | - Recupero e valorizzazione dei territori periurbani | PROGRAMMA_ Le giornate di studio comprenderanno sessioni con brevi relazioni programmate, comunicazioni e conversazioni interdisciplinari alternate a laboratori all’interno dei quali tutti gli iscritti potranno presentare i loro lavori e confrontarsi sui diversi aspetti dei temi progettuali proposti. Sarà allestita la mostra delle opere presentate dai partecipanti al premio con relativo catalogo a diffusione interna. Nella giornata conclusiva, saranno assegnati gli attestati di partecipazione e i premi CAMERINO 2011. Come sempre il seminario comprenderà la Festa camerte dell’Architettura con eventi d’arte, allestimenti e incontri conviviali. Una monografia del seminario sarà pubblicata su ARCHITETTURA e CITTÀ, Di Baio Editore. COME PARTECIPARE AL SEMINARIO_ Al seminario possono partecipare studenti, ricercatori, docenti, professionisti e operatori interessati al tema. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. COME PARTECIPARE AL PREMIO_ La partecipazione al premio è facoltativa ed è aperta esclusivamente agli iscritti al Seminario di Architettura e Cultura Urbana Camerino 2011. Ogni iscritto potrà presentare un solo lavoro. In caso di Lavori di gruppo sarà sufficiente la partecipazione al seminario di almeno un componente del gruppo stesso. Info: www.unicam.it

Alta Tensione – Anno Antiaccademico dell’Arte

[deadline: 31/07/2011]
La GAMeC - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo nell’ambito delle proprie attività per l’anno 2011/2012 promuove ‘Alta Tensione – Anno Antiaccademico dell’Arte’, il progetto vincitore del concorso “Più energia al Museo” promosso da Premio Terna e AMACI - Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani; un percorso di conoscenza e formazione aperto a tutti coloro che siano interessati ad intraprendere un viaggio inedito alla scoperta del mondo dell’arte. Da settembre 2011 a marzo 2012, centoventi corsisti (precedentemente selezionati) avranno la possibilità di frequentare gratuitamente un corso costituito da lezioni, workshop e tavole di discussione. Gli incontri saranno tenuti da 14 relatori di fama internazionale (tra cui Alessandro Mendini, Massimo Minini, Salvatore Settis, Vincente Todolì) e 4 grandi artisti (Stefano Arienti, Adrian Paci, Gianni Pettena e Matteo Rubbi). Non ci sarà limite di età per i partecipanti a questo progetto che nasce con l’obiettivo di favorire lo scambio e il dialogo costruttivo tra relatori, artisti, esperti, giovani e adulti. L’Anno Antiaccademico vuole essere un laboratorio di idee, un terreno di dialogo tra persone, esperienze e generazioni. Organizzato in orario serale e nei fine settimana, il corso è compatibile con lo studio, il lavoro e gli impegni familiari. Info: e-mail: altatensione@gamec.it - www.gamec.it

Premio Piranesi_Prix de Rome 2011

27 agosto - 10 settembre 2011, Tivoli (RM) >[deadline: 31/07/2011]
L’Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia Onlus, in collaborazione con numerosi Enti ed Università istituisce la nona Edizione del Seminario Concorso Internazionale di Museografia di “Villa Adriana” e contestualmente ad esso il “Premio Piranesi_Prix de Rome”, che si terrà a Villa Adriana e Roma dal 27 agosto al 10 settembre 2011. Il Premio Piranesi_Prix de Rome è intimamente e strutturalmente legato al Seminario Internazionale di Museografia “Villa Adriana”, e ne costituisce momento propedeutico di formazione e partecipazione. Obbiettivo del Premio è l’alta formazione progettuale finalizzata alla museografia per l’archeologia e alla scenografia per la valorizzazione dei beni archeologici. La formula sarà quella del concorso ristretto ad una fase, riservato agli studenti e ai giovani architetti, ingegneri e archeologi, partecipanti al Seminario Internazionale di Museografia di Villa Adriana. Oggetto del concorso è la creazione del M.Hadr’O (acronimo provvisorio di Hadreaneum Opposite Museum), ossia un museo di nuova generazione, dispiegato geograficamente secondo i punti sensibili della topografia adrianea (da Villa Adriana a Tivoli al Mausoleo dell’Imperatore sul Tevere), visibile in ogni parte del mondo, e organizzato secondo una triplice modalità di presentazione dei contenuti:
_1. Modalità Materiale, caratterizzata da un progetto museografico di tipo classico, a Villa Adriana, internamente al sedime archeologico.
_2. Modalità Immateriale, caratterizzata da un progetto allestitivo basato sul rapporto tra spazio urbano, monumento e installazione effimera, da collocare nei siti adrianei di Roma.
_3. Modalità Identitaria, caratterizzata da un progetto di comunicazione visiva e di immagine coordinata riferita a tutti i format, statici o dinamici, con cui l’entità museale comunica in modo strategico. La sua collocazione è planetaria.
Il workshop si tiene nello straordinario contesto della residenza monumentale voluta dall’imperatore Adriano e costruita tra il 117 ed il 130 d.C., a ridosso della città di Tivoli. Info: www.premiopiranesi.net - www.accademiaadrianea.net

vai su>|news|