NEWS in archivio luglio 2012
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

3/07/2012


SAUDE! Metropoliz a São Francisco

Martedì 3 luglio 2012 alle ore 16, presso l’Ambasciata del Brasile a Roma, Piazza Navona 10, Roma, si terrà il panel discussion dal titolo “SAUDE! Metropoliz a São Francisco”. Il tema della panel discussion è l’esperienza internazionale di scambio fra insediamenti informali tra Roma e São Paulo. L’obiettivo del progetto São Paulo Calling è il confronto degli insediamenti informali di sei città del mondo con sei favelas di São Paulo. Il progetto crea l’opportunità di aprire un dibattito internazionale sulle politiche che governano tali spazi nelle città contemporanee di tutto il mondo. Gli insediamenti informali sono ormai una parte fondamentale delle nostre città, che cresce più velocemente della capacità delle amministrazioni pubbliche di prevederne lo sviluppo. Sono luoghi in cui la necessità di abitare lo spazio urbano crea e stimola nuove, meticce forme di auto-organizzazione e di lotta per il diritto alla città. L’arte ha il potenziale di rivelare e comunicare le vocazioni dei luoghi, dando voce alle comunità che li abitano. A questo tema era stata già dedicata la mostra internazionale São Paulo Calling, promossa dalla Segretaria de Habitacao di São Paulo e curata dall’Architetto Stefano Boeri, da gennaio a giugno 2012. Info: www.saopaulocalling.org - www.saopaulolivefromfavela.wordpress.com

5/07/2012


Nominata la Giuria Internazionale della 13. Mostra Internazionale di Architettura

La Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta ha nominato, su proposta del Direttore David Chipperfield, la Giuria internazionale della 13. Mostra Internazionale di Architettura (29 agosto > 25 novembre 2012), che risulta così composta: Wiel Arets (Olanda), architetto, teorico dell’architettura, urbanista, designer e docente presso la Universität der Künste Berlin, UdK; Kristin Feireiss (Germania), giornalista, curatrice, direttrice del Netherlands Architecture Institute (NAi) dal 1996 al 2001 e fondatrice del Architecture Forum Aedes di Berlino di cui è co-direttore; Robert A.M. Stern (USA), architetto, Preside della Yale University School of Architecture; Benedetta Tagliabue (Italia), architetto, co-fondatrice insieme a Eric Miralles dello studio Miralles Tagliabue EMBT; Alan Yentob (Gran Bretagna), Direttore Creativo della BBC e Honorary Fellow del Royal Institute of British Architects (RIBA). Il Presidente della Giuria sarà nominato dagli stessi componenti durante la loro prima riunione. La Giuria assegnerà i seguenti premi ufficiali: Leone d’oro per la migliore Partecipazione Nazionale; Leone d’oro per il miglior progetto della Mostra Internazionale Common Ground; Leone d’argento per un promettente giovane architetto della Mostra Internazionale Common Ground. La cerimonia di premiazione, si svolgerà contestualmente all’inaugurazione della mostra che avrà luogo mercoledì 29 agosto 2012 alle ore 11 ai Giardini della Biennale. Si conferma l’apertura al pubblico nello stesso giorno alle ore 10. Info: www.labiennale.org

Cyber-GARDENing the city

7 - 17 luglio 2012, Milano
SpazioFMGperl’architettura ospita il workshop “Cyber-GARDENing the city”, a cura dell’AA-Architectural Association/School of Architecture di Londra in collaborazione con ecoLogicStudio. Il workshop, che vede SpazioFMGperl’architettura trasformarsi per 10 giorni in un laboratorio urbano in progress, ha la curatela scientifica di Luca Molinari. ‘Cyber-GARDENING the city’ coinvolge 20 studenti internazionali coordinati da Claudia Pasquero e Marco Poletto (AA Unit Master – ecoLogicStudio director) Lucy Bullivant (architectural critic and curator), Marco Verde (ALO architecture), Andrea Bugli (ecoLogicStudio - Parametric Designer), Immanuel Koh (Zaha Hadid - Computational Designer). Qual é il futuro dell’alimentazione? Quale forma assumerà il nuovo territorio urbano milanese legato alla produzione del cibo? Questi gli interrogativi cui ‘Cyber-GARDENING the city’ cerca di dare risposta attraverso un lavoro di ricerca partecipativa Obiettivo: l’esplorazione e la mappatura del network emergente di cascine di Milano Parco Sud, sito dell’Expo, punto di partenza per la progettazione e prototipazione di uno spazio sperimentale in scala 1:1 teso a stimolare la discussione sull’agricoltura urbana e la relativa filiera distributiva. Il progetto sarà presentato al pubblico martedì 17 luglio con una tavola rotonda dove parteciperanno tra gli altri Aldo Cibic (architetto), Joseph Grima (direttore di Domus), Matteo Gatto (direttore aree tematiche Expo 2015), Richard Ingersoll (professore Syracuse University Florence). Info: www.spaziofmg.com - http://cybergardens.aaschool.ac.uk

6/07/2012


Luca Vitone - Monocromo Variationen

7 luglio - 16 settembre 2012, Bolzano
Inaugura il 6 luglio 2012 alle ore 19.30 presso la project room di Museion di Bolzano “Monocromo Variationen” di Luca Vitone, il progetto speciale che si estende nell’intero piano terra del museo, a cura di Letizia Ragaglia. Tra le 18 opere in mostra Vitone espone infatti un nuovo lavoro su Bolzano, “Rogo”, un film in 16 mm realizzato all’inceneritore cittadino. “Monocromo Variationen” offre inoltre una panoramica sull’opera dell’artista genovese e sulla sua ricerca sul monocromo, iniziata fin dagli anni ottanta. Per l’artista il monocromo è un “pretesto” per instaurare una relazione specifica con un luogo, per riflettere sulla sua identità. Vitone si allontana così in maniera sottile, ma netta, dall’idea di una pittura monocroma dalla valenza universale, slegata da ogni riferimento particolare. Lasciare che un luogo si “autoritragga”, facendo depositare sulla tela le ceneri e le polveri che lo abitano: da quest’idea nasce la serie le “Ceneri di Milano” (2007), composta da ceneri di termovalorizzatori su alluminio, così come “Io Roma” (2005) e “Ich, Rosa-Luxemburg-Platz” (2008). Lo stesso vale per “Finestre” – acquerelli su carta dipinti con la polvere – o per “Senza Titolo (Zafferano)”, 2000 e “Viva!”, 2005, lavori realizzati con alimenti come vino e zafferano. L’ultimo lavoro monocromo appositamente realizzato per la mostra di Bolzano è ancora una volta volatile. In questo caso una proiezione rosso fuoco girata in 16 mm all’inceneritore di Bolzano diventa un monocromo tutto e per tutto movimento, in continuo cambio di stato. Info: www.museion.it

9/07/2012


Master in Architettura del Paesaggio UPC/ACMA 2012-2013_ incontri

Lunedì 9 luglio 2012 alle ore 14.00 presso ACMA Centro di Architettura, via Conte Rosso 34, Milano, incontro con i partecipanti e gli interessati al master, a cura di Antonio Angelillo. Giunto quest’anno alla quinta edizione, il Master in Architettura del Paesaggio è nato da un progetto formativo congiunto della UPC di Barcellona e di ACMA Centro di Architettura di Milano con l’obiettivo di offrire un programma modulare composto da singoli workshop e seminari di progettazione che per l’attualità dei temi trattati e per l’esperienza internazionale dei docenti invitati è divenuto rapidamente un riferimento nel dibattito europeo dell’architettura del paesaggio. La frequenza al master universitario di secondo livello (1500 ore di cui 750 frontali, 60 crediti CFU/ 75 ETCS) o dei singoli moduli, analoghi a quelli realizzati dal 1983 in Catalogna, prevede il rilascio di un titolo della Fondazione UPC di Barcellona (riconosciuto dalla EFLA), titolo legato ai più autorevoli programmi formativi europei del settore. E’ possibile inviare domanda di ammissione all’edizione del master 2012/13 fino a esaurimento dei posti disponibili. Le scadenze di iscrizione possono essere soggette a modifiche nel caso in cui siano vincolate alla richiesta di borse di studio (es Regione Sardegna, Calabria, ecc). Per ulteriori dettagli contattare la segreteria. Direttori: Jordi Bellmunt (Barcellona) João Nunes (Lisbona) Antonio Angelillo (Milano). Sedi attività: Milano, Barcellona, Lisbona. Info: tel +39 02.70639293 fax +39 02.70639761 e-mail: acma@acmaweb.com www.acmaweb.com - www.masterpaesaggio.it

Ecology of mind

9 - 11 luglio 2012, Mestre-Venezia
In un luogo di produzione artistica come il Parco del Contemporaneo di Forte Marghera si propone di essere, è di fondamentale importanza creare degli spazi di produzione di pensiero e di narrazioni che parlino dell’attitudine a cercare un proprio personale percorso di conoscenza, al di là delle tradizionali forme dell’apprendimento, per andare invece nella direzione di quella costruzione dell’individuo che implica la trasformazione di sé di fronte ai nuovi stimoli cognitivi. Da questa consapevolezza e dal desiderio di aggiungere input alla riflessione sul complesso e affascinante rapporto tra uomo, arte e contesto, nasce “Ecology of mind”, il progetto di Cantiere Corpo Luogo per Forte Marghera Parco del Contemporaneo. Lunedì 9 luglio si aprono i lavori con il primo dei tre incontri che caratterizzerano la fase uno del progetto, ossia il ciclo di conferenze organizzate in collaborazione con il Circolo Bateson. Gli incontri, aperti al pubblico, vedranno la partecipazione di un gruppo di artisti invitati appositamente per elaborare delle opere sul tema “Ecology of mind”, a partire dagli stimoli ricevuti durante le conferenze. Durante il percorso creativo che metteranno in atto, verranno seguiti da Andrea Penzo e Cristina Fiore, che documenteranno l’intera operazione attraverso un libro che verrà pubblicato da con-fine edizioni, Bologna. Gli artisti coinvolti sono stati selezionati attraverso un processo condiviso tra varie realtà che operano al Forte: Eventi Arte Venezia, C32 performingartworkspace e La Periferia. Ogni gruppo/ associazione ha suggerito una rosa di artisti agli organizzatori del progetto, che li hanno integrati alle scelte fatte direttamente. Bacino privilegiato nella scelta è stato l’archivio giovani artisti della Fondazione Bevilacqua La Masa. Artisti coinvolti: Giacomo Artusi, Lia Cecchin, Piergiorgio Del Ben, Stefano De Longhi, Alberto Favretto, Arianna Marcolini, Graziano Meneghin, Francesco Nordio, Benedetta Panisson, Lucio Serpani, Matteo Stocco, Nicole Voltan. Info: www.parcodelcontemporaneo.it

10/07/2012


1984: Fotografie da Viaggio in Italia. Omaggio a Luigi Ghirri

11 luglio - 26 agosto 2012, Milano
Il 10 luglio 2012 alle ore 18 presso la Triennale di Milano, http://www.triennale.it/it/mostre/future/1183-1984-fotografie-da-viaggio-in-italiail Museo di Fotografia Contemporanea rende omaggio a Luigi Ghirri in occasione del ventennale della morte proponendo al pubblico una selezione di fotografie dalla mostra “Viaggio in Italia“, il progetto da lui curato nel 1984 che divenne il manifesto della “scuola italiana di paesaggio”. Le fotografie, ora parte delle collezioni del Museo, vengono per la prima volta presentate al pubblico dopo il restauro finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il sostegno e la collaborazione scientifica della Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee (PaBAAC). Alla fine degli anni Settanta Luigi Ghirri, uno dei grandi maestri della fotografia contemporanea italiana e internazionale, concepisce uno straordinario progetto di “rifondazione” dell’immagine del paesaggio italiano. Nel 1984 il progetto “Viaggio in Italia” prende forma in una mostra alla Pinacoteca Provinciale di Bari e in un libro pubblicato dal Quadrante di Alessandria, con un testo di Arturo Carlo Quintavalle e uno scritto di Gianni Celati. Vi prendono parte venti fotografi, per la maggior parte italiani: Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Giannantonio Battistella, Vincenzo Castella, Andrea Cavazzuti, Giovanni Chiaramonte, Mario Cresci, Vittore Fossati, Carlo Garzia, Guido Guidi, Luigi Ghirri, Shelley Hill, Mimmo Jodice, Gianni Leone, Claud Nori, Umberto Sartorello, Mario Tinelli, Ernesto Tuliozi, Fulvio Ventura, Cuchi White. Molti di loro sono oggi artisti molto noti a livello internazionale. Info: www.mufoco.org - www.triennale.it

12/07/2012


Stanley Kubrick fotografo a Napoli

13 luglio - 9 settembre 2012, Napoli
Il 12 luglio alle ore 18, il PAN|Palazzo delle Arti Napoli, inaugura la mostra dei sorprendenti lavori fotografici di Stanley Kubrick, che a soli 17 anni viene assunto da Look Magazine, una fra le più importanti riviste U.S.A., per documentare la vita quotidiana nell’America dell’immediato dopoguerra, attraverso le storie di celebri personaggi come Rocky Graziano o Montgomery Clift, le inquadrature contraddittorie di una New York in corsa per diventare la nuova capitale mondiale, o della giovane borghesia universitaria della Columbia University. Il progetto espositivo, patrocinato dal Comune di Napoli, sostenuto dall’assessorato alla Cultura e al Turismo, e prodotto da GAmm Giunti con la collaborazione del Museum of the City of New York e per la prima volta in Italia con i Musées Royaux Des Beaux-Arts de Belgique, indaga un aspetto ancora poco conosciuto del celebre regista: il suo stile nel fare fotografia, che rivela una precocissima profondità umana, poi ritrovata nei suoi futuri capolavori di regia. Info: www.palazzoartinapoli.net

13/07/2012


Videominuto 2012 - due concorsi

[deadline: 13/07/2012 - deadline materiali online: 20/07/2012]
L’emittente radiofonica Controradio, l’associazione culturale GRAV e il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia di Prato e Comune di Prato, indicono la selezione 2012 di video-opere della lunghezza massima di un minuto. La selezione è aperta a opere di soggetto originale, sintetiche, veloci, di forma e linguaggio totalmente liberi e non sottoposti a censura. Oltre al nostro classico concorso libero “1000 EURO PER 1 MINUTO” quest’anno Videominuto organizza il concorso a tema “ITALY: LOVE IT OR LEAVE IT” - ispirato dall’omonimo documentario di Luca Ragazzi e Gustav Hofer. La proiezione delle opere selezionate per i concorsi avverrà durante la “Lunga Notte del Minuto” al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato il 15 settembre 2012. I video primi classificati nei due concorsi si aggiudicheranno un primo premio di 1.000 euro. Info: www.videominuto.it

Thomas Braida

13 - 31 luglio 2012, Mestre-Venezia
Venerdì 13 luglio 2012 alle ore 20 presso le ex tappezzerie Semenzato, in via Buccari 20 (Piazzetta San Francesco), Mestre, Venezia si terrà la personale di Thomas Braida, un progetto di Sottobosco, a cura di Thomas Braida e Nicola Nunziata. Con il sostegno di Rifondazione Comunista Federazione di Venezia. “I mostri che abbiamo dentro, che vivono in ogni uomo, nascosti nell’inconscio, sono un atavico richiamo. I mostri che abbiamo dentro che vagano in ogni mente sono i nostri oscuri istinti e inevitabilmente dobbiamo farci i conti. I mostri che abbiamo dentro, silenziosi e insinuanti, sono il gene egoista che, senza complimenti, domina e conquista. I mostri che abbiamo dentro ci spingono alla violenza che quasi per simbiosi si è incollata alla nostra esistenza.
 La nostra vita civile. La nostra idea di giustizia e uguaglianza. La convivenza sociale è minacciata
 dai mostri che sono la nostra sostanza.
 I mostri che abbiamo dentro ci fanno illanguidire di fronte a quella cosa che spudoratamente noi chiamiamo amore. I mostri che abbiamo dentro sono insaziabili e funesti, sono il potere a tutti i costi, ma anche chi lo odia soltanto per invidia. I mostri che abbiamo dentro ci ispirano il grande sogno di un Dio severo e giusto col mitico bisogno di Allah e di Gesù Cristo. 
I mostri che abbiamo dentro ci inculcano idee contorte e il gusto sadico e morboso di fronte a immagini di morte. 
La nostra vita cosciente, la nostra fede nel giusto e nel bello è un equilibrio apparente che è minacciato dai mostri che abbiamo nel nostro cervello.
 I mostri che abbiamo dentro crescono in tutto il mondo, i mostri che abbiamo dentro ci stanno devastando. I mostri che abbiamo dentro, che vivono in ogni mente, che nascono in ogni terra, 
inevitabilmente ci portano alla guerra.” (G. Gaber). Info: Eugenia Delfini, www.sottobosco.net - http://indiced.tumblr.com

DOUBLE TRACK - i vincitori e la mostra

13 luglio - 13 settembre 2012, Trieste
Venerdì 13 luglio 2012 alle ore 18.30, presso lo Studio Tommaseo di Trieste, si svolgeranno la cerimonia di premiazione e l’inaugurazione dell’articolata mostra dedicata al design europeo che raccoglie i risultati della decima edizione del Concorso internazionale di design organizzato dal Comitato Trieste Contemporanea. La nuova sfida di una delle iniziative più interessanti dedicate al design in Italia – il concorso che dal 1995 ogni due anni Trieste Contemporanea rivolge ai progettisti di 23 paesi dell’Europa centrale e orientale – è stata impegnativa ed entusiasmante. Quasi duecento i professionisti e i creativi europei che hanno affrontato il tema del concorso triestino 2012, Double Track (doppia traccia), e che hanno impegnato nei giorni scorsi – in una fitta due-giorni di spoglio avvenuto alla sede del Segretariato dell’InCE di Trieste – la giuria internazionale nel difficile lavoro di selezione finale dei progetti migliori e vincitori. La mostra conclusiva, ad alto contenuto tecnologico, rappresenta un possibile atlante del design anonimo europeo centro-orientale, e si potrà visitare per tutta l’estate fino al 13 settembre. Info: www.triestecontemporanea.it

17/07/2012


Cyber-GARDENing the city

Il 17 luglio 2012, allo spazioFMGperl’architettura di Milano, si terrà una conferenza aperta al pubblico, a chiusura di una settimana di studio tenutasi nello Spazio, ovvero Cyber-GARDENing the city. Venti studenti internazionali, coordinati dalla AA School di Londra con Ecologic Studio, si interrogano sulla forma che assumerà il nuovo territorio urbano milanese legato alla produzione del cibo. Una ricerca collettiva che porterà alla mappatura del network emergente di cascine di Milano Parco Sud, sito dell’Expo, con lo scopo di approfondire il tema dell’agricoltura urbana milanese e la relativa filiera distributiva. Alla conferenza partecipano, tra gli altri, Stefano Boeri, Aldo Cibic, Matteo Gatto (direttore aree tematiche Expo 2015), Joseph Grima (Domus), Richard Ingersoll (professore Syracuse University Florence), Claudia Pasquero e Marco Poletto (AA Unit Master – ecoLogicStudio). Moderano Luca Molinari e Lucy Bullivant. Info: www.spaziofmg.com

18/07/2012


Piero Mottola - Rec|ording Havana

19 - 31 luglio 2012, Bologna
Il 18 luglio 2012 alle ore 18.30 presso la Sala d’Ercole, Palazzo d’Accursio, Bologna, la Galleria OltreDimore presenta l’installazione acustica di Piero Mottola Rec|ording Havana, un adattamento ambientale del lavoro Combinazioni acustico emozionali per cinque Scatole Sonore, realizzato per la mostra “L’etica prima della forma”, a cura di Raffaele Gavarro, nell’ambito della XI Biennale de L’Avana. L’indagine sui rumori che Mottola realizza a L’Avana si innesta su una ricerca sperimentale per la selezione di stimoli acustici significativi dell’esperienza emozionale avviata nel 1995, anno in cui nascono i primi oggetti/stimolo Scatole Sonore. L’artista ha “mappato” le sonorità del tessuto sociale de L’Avana, registrandole in presa diretta in interni (abitazioni, luoghi di lavoro, studio, svago) ed esterni (strade, mercati, piazze), scenari naturali o densamente antropizzati, ricavandone un paesaggio sonoro di originale intensità. I suoni-rumori sono stati poi elaborati secondo il Modello di relazione a 10 emozioni (Paura, Angoscia, Collera, Agitazione, Tristezza, Calma, Stupore, Piacere, Eccitazione, Gioia), un sistema graduale costruito misurando sperimentalmente l’attivazione emozionale di 154 stimoli acustici (rumori naturali, artificiali, umani, animali). Per ognuno dei suddetti stimoli è stata osservata la distribuzione delle preferenze emozionali e trovata quella più attivata usando la differenza di voti tra essa ed ognuna delle altre nove emozioni come indicatore della distanza tra esse. La somma di informazioni accumulata per ogni stimolo acustico permette di ipotizzare uno spazio dove collocare le dieci emozioni secondo le distanze, dal valore 1 (massima vicinanza emozionale) al valore 9 (massima lontananza emozionale). Attraverso l’Autocorrelatore, sistema automatico di passeggiate acustico-emozionali, i risultati vengono combinati in tempo reale con l’intento di creare una nuova e inedita realtà sonora, fortemente attivante sul piano psicologico e relazionale, suscettibile di una ampia divergenza interpretativa. Info: www.studiopesci.it

23/07/2012


Rifare paesaggi - Lisbon waterfront

23 luglio – 1 agosto 2012, Lisbona
Nell’ultimo quarto del secolo scorso, numerose sono state le esperienza progettuali indirizzate alla riconversione delle aree portuali dismesse divenute opportunità uniche per lo sviluppo delle città, non solo per l’auspicata riappropriazione del contatto tra la città e l’acqua, ma per le ipotesi di insediamento di nuove attività che arricchiscono e rendono appetibile la vita urbana. Tale processo, intrapreso negli anni ‘90 con la realizzazione lungo le rive del fiume Tago del Centro Culturale di Belém ad occidente e il quartiere EXPO ad oriente, ha subito una recente accelerazione con l’accordo siglato tra l’amministrazione municipale di Lisbona e l’autorità portuale teso a liberalizzare buona parte dei diciannove chilometri lineari di costa costituiti da moli attrezzati, bacini, terminali e magazzini capaci di movimentare un traffico di merci e passeggeri tra i più consistenti d’Europa. Il primo progetto del nuovo terminal crociere (250.000 passeggeri annui) ad opera di João Carrilho da Graça ha sollevato un dibattito sul futuro delle relazioni possibili tra il suggestivo centro antico, ormai marginale rispetto alle dinamiche demografiche dell’area metropolitana, e le opportunità prodotte dalla presenza del porto. Dare forma ad un progetto di spazi pubblici (parchi e giardini) immaginato dal Comune di Lisbona per fornire continuità ai nuclei storici, da Marvila a Poço do Bispo, presenti lungo il versante orientale della città significa pensare ad un nuovo profilo in cui fare ri-emergere gli elementi rappresentativi del paesaggio urbano come il castello di São Jorge e il convento di São Vicente de Fora. ATTIVITA’/ PROGRAMMA_ Il seminario di progettazione contempla una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni dei docenti), una fase di esperienza del luogo, dibattito e presentazione delle proposte. ISCRIZIONI_ Il seminario si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto a diplomati, studenti e laureati nelle discipline di carattere tecnico-scientifico legate alla gestione del territorio (architettura, architettura del paesaggio, ingegneria, scienze ambientali, scienze naturali, scienze agrarie e forestali, beni culturali, antropologia, sociologia, urbanistica, scienze e politica del territorio ecc e nelle discipline di arti visive. Sono richieste basi tecniche medie sulla ripresa fotografica. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto. Il corso di 100 ore fa parte del percorso del Master Internazionale in Architettura del Paesaggio, ed è aperto anche agli esterni. Qualora si intenda successivamente conseguire il titolo di master i crediti accumulati verranno riconosciuti all’atto dell’immatricolazione. Info: www.masterpaesaggio.it

25/07/2012


XXII Seminario Internazionale e Premio di Architettura e Cultura Urbana

29 luglio - 2 agosto 2012, Camerino >[deadline: 25/07/2012]
Il Seminario di Camerino ha finalità formative, di aggiornamento e approfondimento nel campo della ricerca e della pratica, nel confronto fra Università, Professione e Società civile, con spirito libero e aperto al reciproco apprendimento. I temi proposti riguardano la trasformazione dei paesaggi costruiti alla ricerca della qualità architettonica e della sostenibilità ambientale. TEMI DI PROGETTO E DI CONVERSAZIONE_ Naturalmente … Architettura. Il progetto sostenibile | - Risanamento, ristrutturazione, ricostruzione | - Riqualificazione urbana e delle aree dismesse | - Verde urbano e paesaggio rurale | PROGRAMMA_ Le giornate di studio comprenderanno sessioni con brevi relazioni programmate, comunicazioni e conversazioni interdisciplinari alternate a laboratori all’interno dei quali tutti gli iscritti potranno presentare i loro lavori e confrontarsi sui diversi aspetti dei temi progettuali proposti. Sarà allestita la mostra delle opere presentate dai partecipanti al premio con relativo catalogo a diffusione interna. Nella giornata conclusiva, saranno assegnati gli attestati di partecipazione e i premi CAMERINO 2011. Come sempre il seminario comprenderà la Festa camerte dell’Architettura con eventi d’arte, allestimenti e incontri conviviali. Una monografia del seminario sarà pubblicata su ARCHITETTURA e CITTÀ, Di Baio Editore. COME PARTECIPARE AL SEMINARIO_ Al seminario possono partecipare studenti, ricercatori, docenti, professionisti e operatori interessati al tema. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. COME PARTECIPARE AL PREMIO_ La partecipazione al premio è facoltativa ed è aperta esclusivamente agli iscritti al Seminario di Architettura e Cultura Urbana Camerino 2012. Ogni iscritto potrà presentare un solo lavoro. In caso di Lavori di gruppo sarà sufficiente la partecipazione al seminario di almeno un componente del gruppo stesso. Info: www.unicam.it

27/07/2012


Andrea Palladio: linguaggio, ordini, tecniche

1 - 8 settembre 2012, Vicenza >[deadline: 27/07/2012]
Il CISA-Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio organizza il 54. Corso sull’architettura palladiana dal titolo “Andrea Palladio: linguaggio, ordini, tecniche”, a cura di Guido Beltramini e Howard Burns per scoprire l’architettura di Palladio. Si terranno seminari e visite a tutte le sue opere con gli studiosi che meglio lo conoscono: da Howard Burns a Christoph Frommel, da Tracy Cooper a Mark Wilson Jones, da Donata Battilotti a Guido Beltramini, da Mario Piana a Pier Nicola Pagliara, da Antonio Foscari a Franco Barbieri. Si entrerà negli edifici palladiani, compresi quelli raramente aperti al pubblico: le ville Foscari “La Malcontenta”, Trissino a Meledo, Pisani a Bagnolo, Godi a Lonedo, Barbaro a Maser, Emo a Fanzolo, Cornaro a Piombino Dese, Caldogno a Caldogno, Porto a Molina, la Rotonda a Vicenza, Gazzotti a Bertesina, Thiene a Quinto, Chiericati a Vancimuglio, Poiana a Poiana Maggiore, Pisani a Montagnana, Badoer a Fratta Polesine; a Venezia la chiesa del Redentore, il complesso di San Giorgio; a Vicenza i palazzi Civena, Thiene, Barbarano, da Porto, Thiene Bonin Longare, Porto in piazza Castello, Valmarana, casa Cogollo, la cappella Valmarana, il Teatro Olimpico, la Basilica Palladiana, la loggia del Capitaniato. La lingua ufficiale del Corso è l’italiano, ma durante le visite un tutor tradurrà le parole dei docenti per gli iscritti di lingua inglese. Info: www.cisapalladio.org

30/07/2012


Public space in a digital era

30 luglio - 5 agosto 2012, Vico Morcote (Lugano)
i2a istituto internazionale di architettura accoglie di nuovo nella sua sede di Vico Morcote (Lugano), a un anno di distanza, gli studenti della Columbia University di New York, del Politecnico di Milano, del Politecnico di Genova, della Istanbul Technical University e della Tongji University di Shanghai per un workshop dal titolo “Public space in a digital era” che si terrà da lunedì 30 luglio a domenica 5 agosto 2012, arricchito da conferenze pubbliche proposte di sera. Gli studenti, accompagnati da Frederic Levrat, docente presso la Columbia University, e da Oliviero Godi, docente al Politecnico di Milano, si interrogheranno sulle trasformazioni dello spazio in rapporto alle nuove tecnologie. L’area di studio che sarà analizzata coincide con quella dettata dal programma ‘infrarealities’, avviato da i2a nel 2011. Il workshop si inserisce, infatti, nel programma di studio sulle infrastrutture e sul territorio urbano contemporaneo ‘infrarealities’ diretto da Jachen Könz e da Alessandro Martinelli. Il programma prende in esame l’area che collega Lugano con Ponte Tresa che, grazie alla vastità e capillarità della sua rete infrastrutturale, permette di fare convergere il lavoro di analisi e progettazione di studenti di atenei di tutto il mondo, come pure di esperti di varie discipline. Il workshop fornirà lo spunto per nuove riflessioni sul sistema ferroviario ma anche sui social media. Info: www.i2a.ch

vai su>|news|