NEWS in archivio agosto 2012
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

3/08/2012


ætna landscapes 2012 | Workshop Simeto Landscape

8 - 16 settembre 2012, Catania >[deadline: 3/08/2012]
Simeto Landscape è un workshop internazionale di progettazione che prevede il rinnovo architettonico, paesaggistico ed urbano di contesti caratteristici della città e del territorio contemporanei. L’evento si inserisce nelle attività della rassegna culturale ÆTNA LANDSCAPES organizzata dalla Fondazione e dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Catania in collaborazione con l’Associazione Culturale Officina 21 e con il contributo delle Associazioni Culturali del territorio interessato. L’International Design Workshop prevede la partecipazione dell’Università degli Studi di Catania e di Università straniere partner ed il coinvolgimento di architetti internazionali. L’esperienza progettuale del workshop propone cinque siti lungo il fiume Simeto, ed un sesto sito che comprende il sistema infrastrutturale del fiume Simeto a scala territoriale, caratterizzati dalla presenza di 5 castelli: Nelson a Bronte, i castelli di Adrano, Paternò, Motta e Misterbianco e castello Ursino a Catania. Il fiume costituisce il connettore tra questi cinque ambiti urbani e l’armatura principale della rete territoriale che definisce il paesaggio della città/fiume. Il tema generale è quello del paesaggio del riverfront, cioè le città il cui territorio urbano si affaccia sul fiume Simeto e che da questo sono messe in relazione. Ogni ambito individuato pone una questione comune: le connessioni tra il fiume e le reti di attraversamento tra lo stesso e la città. Il rapporto di relazione col riverfront determina due temi principali per il progetto: l’Architettura e il Parco. Info: www.fondazioneordinearchitetticatania.it

7/08/2012


In Vita_le… tue idee

[deadline: 7/08/2012]
Artèteco, in collaborazione con Vitale arredamenti e Valcucine, bandisce la 1. edizione del concorso di idee “In Vita_le… tue idee”, relativo alla progettazione di soluzioni di arredo alternative attraverso l’utilizzo di materiale di recupero (cartone, plastica, legno, acciaio, alluminio, vetro….) con il fine di realizzare oggetti e/o ambienti con rinnovata personalità, a basso budget e a zero impatto ambientale. Il design, in tal modo, può contribuire alla diffusione di comportamenti e stili di vita compatibili con l’innovazione tecnologica, favorendo il passaggio ad una società sostenibile nella quale sia minimizzato l’impatto del nostro vivere sull’ambiente. L’intento del concorso è quello di lasciare ampia libertà per proporre idee audaci e concetti innovativi ed originali, ma comunque tecnicamente attuabili e producibili anche in serie, con lo scopo di: – minimizzare l’impatto ambientale legato alla produzione, all’uso e allo smaltimento del prodotto alla fine del suo ciclo vitale | – stimolare la creatività | – sensibilizzare ai temi dello sviluppo sociale condiviso | Info: www.arteteco.it - www.vitalearredamenti.it

18/08/2012


AsoloArtFilmFestival 2012

18 - 29 agosto 2012, Asolo (Tv)
Al via ad Asolo (TV) AsoloArtFilmFestival, la rassegna internazionale di produzioni cinematografiche dedicate alle arti. Fondata da Flavia Paulon nel 1973, e giunta ora alla 31. edizione, dal 2001 la rassegna è organizzata dall’associazione A.I.A.F. – AsoloInternationalArtFestival. Presieduto dall’artista Hermann Nitsch e diretto da Steve Bisson, AsoloArtFilmFestival 2012 prevede 12 giorni di proiezioni, mostre, performances, incontri, e video-installazioni. Oltre 40 film in concorso e 20 nazioni rappresentate, con un contributo importante dalle produzioni italiane e dalle scuole di cinema. Una sezione speciale sulla Russia in collaborazione con il Museo Civico di Asolo e la Gipsoteca Antonio Canova di Possagno, con mostre, gallerie e interpreti per la prima volta in Italia. Proiezioni speciali sul cinema russo in cooperazione con la Fondazione per le iniziative sociali e culturali di Mosca, il centro multimediale “Lendok” e l’Istituto Italiano di Cultura di San Pietroburgo. E ancora, una mostra dedicata a Francesco Conz, per i 50 anni del Fluxus, che proprio ad Asolo trovò un ‘rifugio’. Un’installazione in memoria del poeta russo Josif Brodskij. Un corso internazionale di musica con il violinista austriaco Thomas Christian, con vari concerti sul territorio. Un omaggio al cinema del Paraguay e una rassegna di animazione per i più giovani. Info: www.asolofilmfestival.it

26/08/2012


Atelier Mobile #2_Avigliana - Ready to Build?

26 agosto - 2 settembre 2012, Avigliana (To)
Atelier Mobile è una scuola di architettura estiva viaggiante che si propone lo studio dello spazio pubblico e della sua trasformazione attraverso la costruzione di una piccola architettura semplice, reversibile, facilmente riciclabile. Il progetto intende esplorare il passaggio tra l’analisi progettuale e la sua traduzione pratica: l’architettura sarà realizzata in una settimana utilizzando una scatola di costruzioni di facile assemblaggio contenente i componenti di un sistema costruttivo elementare in legno. L’atelier sarà accompagnato dalla partecipazione della comunità locale, da contributi teorici sui temi di progetto e da un’assistenza tecnica durante la fase costruttiva. Atelier Mobile 2 si svolge ad Avigliana (TO), dal 26 agosto al 2 settembre, aperto a studenti o giovani laureati di architettura, design industriale, paesaggio, ingegneria civile, per progettare e costruire un punto informativo delle aree archeologiche+landmark+osservatorio sul paesaggio. Le lingue di lavoro saranno l’italiano e l’inglese. La partecipazione al workshp di Atelier Mobile riconosce crediti formativi universitari (CFU). Dopo la prima esperienza svoltasi nell’estate 2011 ad Igliano, tra le colline dell’Alta Langa piemontese, Atelier Mobile è nuovamente pronto a costruire! Info: www.ateliermobile.org

28/08/2012


Laboratorio Italia – Premio Paesaggio COE al Palazzo Ducale di Venezia

28 agosto - 25 novembre 2012, Venezia
In occasione della 13. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, il Ministero per i beni e le attività culturali attraverso il Servizio architettura e arte contemporanee della Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee – PaBAAC, e la Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Venezia e Laguna presentano, nella suggestiva sede della Loggia Foscari di Palazzo Ducale di Venezia, la mostra dei centoquaranta progetti che hanno partecipato alle prime due edizioni della selezione italiana per il Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa. La mostra, predisposta in occasione del Forum delle Selezioni Nazionali del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa edizioni 2008-2009 e 2010-2011 – XI Meeting del Consiglio d’Europa (CoE) per l’implementazione della Convenzione Europea del Paesaggio, presenta le esperienze progettuali italiane che hanno interpretato in modo significativo i principi della Convenzione sottoscritta a Firenze nell’ottobre 2000. L’Italia, vincitore della seconda edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa con il progetto “Carbonia Landscape Machine”, ha infatti ospitato il Forum nel giugno 2012 a Carbonia (CI). L’inaugurazione a Venezia si terrà il 27 agosto alle ore 18.00 con la partecipazione di Maddalena Ragni Direttore Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee e Commissario del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia, Paolo Baratta Presidente Fondazione La Biennale di Venezia, Maria Grazia Bellisario Direttore Servizio Architettura e Arte contemporanee, Giuliano Segre Presidente Fondazione Venezia, Roberto Masiero Ordinario di Storia dell’architettura e del paesaggio – IUAV, Alessandra Fassio responsabile promozione architettura e arte contemporanee – PaBAAC, curatore della manifestazione. Introdurrà Renata Codello Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici di Venezia e Laguna. Data la presenza, all’interno dei progetti esposti, della proposta presentata da “Vento di Venezia” per il recupero paesaggistico dell’Isola della Certosa, l’inaugurazione della mostra, sarà preceduta alle ore 13.30 dall’ Incontro all’Isola della Certosa, Casello delle Polveri, raggiungibile facilmente con mezzi pubblici o con navetta all’interno dell’Arsenale messa a disposizione dall’organizzazione (041-5208588). Info: tel +39 02 70639293 e-mail: acma@acmaweb.com - www.premiopaesaggio.it

29/08/2012


Carlo Scarpa. Venini 1932-1947

29 agosto 2012 - 6 gennaio 2013, Venezia
Il 29 agosto 2012 apre al pubblico sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia la mostra Carlo Scarpa. Venini 1932–1947 a cura di Marino Barovier. La mostra costituisce la prima iniziativa pubblica de Le Stanze del Vetro, progetto culturale pluriennale avviato dalla Fondazione Giorgio Cini in collaborazione con Pentagram Stiftung per lo studio e la valorizzazione dell’arte vetraria veneziana del Novecento. L’inaugurazione della mostra Carlo Scarpa. Venini 1932–1947 coincide con l’apertura di un nuovo spazio espositivo permanente, che ospiterà negli anni una serie di mostre monografiche e collettive dedicate ad artisti internazionali, contemporanei e non, che hanno utilizzato il vetro come strumento originale di espressione e mezzo di ricerca di una propria personale poetica. La mostra Carlo Scarpa. Venini 1932–1947 si articola attorno ad una selezione di più di 300 opere progettate dall’architetto veneziano Carlo Scarpa negli anni in cui operò come direttore artistico per la vetreria Venini (dal 1932 al 1947), alcune delle quali esposte per la prima volta e provenienti da collezioni private e musei di tutto il mondo. Le opere sono suddivise in una trentina di tipologie che si differenziano per tecnica di esecuzione e per tessuto vitreo. Il materiale esposto comprende anche prototipi e pezzi unici, disegni e bozzetti originali, insieme a foto storiche e documenti d’archivio. La mostra offre un’occasione di riflessione sul significato e l’importanza dell’esperienza del design nell’opera di Carlo Scarpa, che al periodo muranese deve la sua vocazione sperimentale e artigiana, e propone un interessante confronto tra l’attività di Scarpa-designer e quella di Scarpa-architetto. Info: www.lestanzedelvetro.it

Álvaro Siza. Viagem sem Programa

29 agosto - 11 novembre 2012, Venezia
Presso la Fondazione Querini Stampalia di Venezia inaugura la mostra “Álvaro Siza. Viagem sem Programa”, dedicata all’architetto portoghese insignito del Leone d’oro alla Carriera nell’ambito della 13. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia “Common Ground”. La mostra sarà aperta in anteprima per gli accreditati della Biennale anche il 27 e il 28 agosto 2012. Organizzata dall’associazione culturale MedicinaMentis, in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia, l’esposizione nasce dai numerosi incontri che i due curatori, Raul Betti e Greta Ruffino, hanno avuto con l’architetto lusitano, presso il suo studio a Porto e racconta, attraverso l’esposizione di 53 opere, tratte dai suoi quaderni di appunti e personalmente selezionate dallo stesso autore, non solo l’attività dell’architetto ma soprattutto quella dell’uomo. Il percorso espositivo sottolinea la straordinaria memoria eidetica dell’architetto Siza, prendendo le mosse dai suoi disegni (in prevalenza ritratti) realizzati durante gli anni della giovinezza, con una sezione dedicata alla famiglia, i numerosi viaggi compiuti all’estero, le più recenti cene con gli amici e i momenti liberi “dal peso del lavoro”, e si popola via via di ricordi, sensazioni, note ironiche e visioni, tutte valide, in quanto inerenti alla vita. Evento collaterale della 13. Mostra Internazionale di Architettura - la Biennale di Venezia. Info: www.viagemsemprograma.com - www.querinistampalia.it

13. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia - Common Ground

29 agosto - 25 novembre 2012, Venezia
Sarà aperta al pubblico da mercoledì 29 agosto, ai Giardini della Biennale e all’Arsenale, la 13. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo Common Ground, diretta da David Chipperfield e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. La vernice avrà luogo nei giorni 27 e 28 agosto, la cerimonia di premiazione e di inaugurazione si svolgerà mercoledì 29 agosto 2012. Common Ground formerà un unico percorso espositivo dal Padiglione Centrale ai Giardini all’Arsenale: David Chipperfield presenterà una Mostra con 69 progetti realizzati da architetti, fotografi, artisti, critici e studiosi. Molti di loro hanno risposto al suo invito presentando proposte originali e installazioni create espressamente per questa Biennale e coinvolgendo nel proprio progetto altri colleghi con i quali condividono un Common Ground. La Mostra sarà affiancata, come di consueto, negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia, da 55 Partecipazioni nazionali. Le nazioni presenti per la prima volta saranno quattro: Angola, Repubblica del Kosovo, Kuwait, Perù. Il Padiglione Italia all’Arsenale è organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la PaBAAC - Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee. Gli Eventi collaterali ufficiali della 13. Mostra Internazionale di Architettura saranno proposti da enti e istituzioni internazionali che allestiranno le loro mostre e le loro iniziative in vari luoghi della città. Common Ground formerà un unico percorso espositivo dal Padiglione Centrale ai Giardini all’Arsenale: David Chipperfield presenterà una Mostra con 66 progetti realizzati da architetti, fotografi, artisti, critici e studiosi. Info: www.labiennale.org

30/08/2012


Programmare l’arte. Olivetti e le neoavanguardie cinetiche

30 agosto - 14 ottobre 2012, Venezia
Presso il Negozio Olivetti a Venezia, la mostra “Programmare l’arte. Olivetti e le neoavanguardie cinetiche” riprende, a cinquant’anni di distanza, l’esposizione che ebbe luogo nel Negozio Olivetti di Milano e poi in quello di piazza San Marco nel 1962, curata al tempo da Bruno Munari e corredata da un testo in catalogo a firma di Umberto Eco. L’arte programmata e cinetica è una corrente artistica internazionale che si è affermata e ha trovato diffusione verso la fine degli anni Cinquanta, soprattutto a opera di artisti come Bruno Munari, Enzo Mari, Paul Bury e i due Gruppi N e T. Sviluppando alcune intuizioni delle avanguardie storiche del Novecento, specialmente del futurismo, del dadaismo e del costruttivismo, questi artisti sperimentarono una gamma ricchissima di possibilità di movimento nell’opera d’arte, da quelle meccaniche a quelle luminose o elettromagnetiche, dando vita a strutture mobili e continuamente variabili, ma che obbediscono a un calcolo e a un programma rigorosi, di tipo quasi scientifico. 13 le opere esposte del Gruppo T (Anceschi, Boriani, Colombo, De Vecchi, Varisco), del Gruppo N (Biasi, Chiggio, Costa, Landi, Massironi), oltre a Munari, Mari e Alviani. Altri materiali affiancheranno le opere come il cortometraggio prodotto dalla Olivetti nel ‘62 in occasione della mostra; il documentario su Elea 9000, primo computer main frame prodotto da Olivetti, regia di Nelo Risi, musiche di Luciano Berio; i programmi originali della mostra con la grafica di Enzo Mari; le fotografie dell’esposizione realizzate all’epoca da Mario Dondero. Organizzata dal FAI, INA Assitalia e Olivetti spa, la mostra è anche evento collaterale della 13. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia. Info: www.negoziolivetti.it - www.fondoambiente.it

vai su>|news|