NEWS in archivio settembre 2007
by Luisa Siotto
contact news@archphoto.it
vai su>|news|

1/09/2007


TECTONICS 2007: International Student Design Competition

[deadline: 1 settembre 2007]
The international student design competition will be held in association with the international conference TECTONICS: Making Meaning. The conference will take place at the Department of Architecture, Building and Planning at Eindhoven University of Technology, The Netherlands. Crucial to the success of the event is the engagement of both professionals and students. The goal is to celebrate the international and multidisciplinary character of the making of buildings.
In this design competition students from different disciplines are asked to give their view on tectonics by creating a design, and justifying their design in the spirit of TECTONICS: Making Meaning. The assignment tries to involve different design and engineering disciplines. The purpose of the design competition is to encourage debate about tectonics. Students that enter the design competition will be judged by a jury consisting of influential professionals conversant with tectonics. The three best entrants will be awarded with a monetary prize, travelling allowance and accommodation for the conference, publication and exposure. […] Info: e-mail: competition@tectonics2007.com; www.tectonics2007.com - progr.pdf

3/09/2007


ISSI - International Summer School Ivrea 2007

3 - 8 settembre 2007 >[deadline: 15 luglio 2007]
Ivrea è oggi un originale laboratorio contemporaneo di diverse strategie in campo culturale, della valorizzazione della memoria e della progettazione della città in trasformazione. La felice localizzazione della scuola a Ivrea raccoglie istanze e sollecitazioni importanti e diverse: la possibilità di confrontarsi immediatamente con una qualità architettonica e edilizia senza pari nel contesto italiano e internazionale, dovuto alla presenza del ricco patrimonio lasciato dalla Olivetti alla città; l’attitudine cittadina ad accogliere un dibattito culturale sempre all’avanguardia nei temi centrali nel programma della scuola, la sensibilità verso i temi della formazione superiore e della ricerca avanzata. Attraverso laboratori, lezioni e conferenze, happening, reading, itinerari di visita, la scuola estiva si propone di elaborare analisi, progetti, strategie e politiche che mirino a fornire suggerimenti e idee per la trasformazione del paesaggio eporediese e canavesano, partendo dall’originalità delle esperienze in atto e, allo stesso tempo, con l’ambizione di poter utilizzare il caso eporediese come punto di forza per un’elaborazione di carattere generale. La scuola è pensata come importante momento e luogo di scambio con la Città di Ivrea, non solo culturale, sui temi dell’architettura contemporanea, aprendo il dibattito ai cittadini sull’organizzazione del paesaggio in cui vivono, e proponendosi come laboratorio di idee, proposte e sperimentazione di prospettive future, essenziali alle decisioni tecniche, amministrative, economiche e culturali dell’ambito locale. Info e iscrizioni: tel +39 02 23995401 e-mail: patrizia.bonifazio@polimi.it - iscrizione@issivrea.it; www.issivrea.it - ISSI/IT.pdf

6/09/2007


Zhang Huan: Altered States

6 settembre 2007 - 20 gennaio 2008; New York
Asia Society Museum presents the first-ever museum retrospective of Zhang Huan, one of the most important and widely recognized Chinese artists working in the United States and China. Zhang Huan: Altered States includes 55 of the artist’s major works produced over the past 15 years in Beijing, New York and Shanghai including photographs and sculpture. Born in 1965 in An Yang, Henan Province, China, Zhang Huan is best-known for his controversial early works in performance art. When he began his career in Beijing, his performances focused on physical endurance, pushing the limits of what was acceptable to authorities in the early 1990s, post-Tiananmen. In 1998, he moved to New York where he saw greater freedoms and established his international career with larger-scale performances that often involved the participation of scores of volunteers. Last year, Zhang Huan moved to Shanghai, abandoning performance art in favor of works in sculpture, installation art and painting. Many of these show greater connections to Chinese heritage and history. The exhibition is organized around these three distinct phases of the artist’s work. Morgan Stanley is the lead sponsor of Zhang Huan: Altered States. Zhang Huan: Altered States is accompanied by a fully illustrated hardcover 177 page catalogue. To order: www.AsiaStore.org | Info: tel +1 212 2886400 fax +1 212 5178315 e-mail: info@asiasoc.org; www.AsiaSociety.org - Altered States - www.zhanghuan.com

7/09/2007


Concorso Internazionale per la Nuova Stazione Centrale di Bologna

[deadline: 7/09/2007]
La società RFI Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., Gruppo Ferrovie dello Stato, bandisce un concorso di progettazione internazionale che definirà il nuovo assetto infrastrutturale, urbanistico e funzionale nell’ambito della Stazione Centrale di Bologna. I 12 concorrenti saranno selezionati da una giuria internazionale attraverso l’esame dei curricula. Al vincitore del concorso, che sarà decretato entro aprile 2008, sarà corrisposto un premio di 750.000 €. Agli altri 11 selezionati andrà un rimborso spese di 155.000 €. Anche per Bologna il Gruppo Ferrovie dello Stato ha scelto lo strumento del concorso internazionale di progettazione, lo strumento consolidato già sperimentato con successo per Torino Porta Susa, Firenze Belfiore e Napoli Afragola, per definire i progetti preliminari delle opere di maggior rilievo. Il progetto per Bologna si configura come il più rilevante sia in termini di entità economica sia in termini di complessità progettuale. Proprio in virtù dell’importanza e della complessità dello spazio da progettare i concorrenti saranno in questo caso dodici, rispetto ai dieci dei concorsi precedenti. […] L’area di intervento, denominata Nuovo Complesso Integrato, è circoscritta a Nord da Via de’ Carracci, a Sud da Via Pietramellara e Via Bovi campeggi, a Ovest dal fascio binari del paizzale ovest della Stazione Centrale e a Est da Via Stalingrado. L’obiettivo del progetto è di creare una nuova centralità urbana, una “porta di accesso qualificata, funzionale ed integrata per la città di Bologna e per il sistema metropolitano e regionale”. Esso si concretizza attraverso la realizzazione di un nuovo complesso integrato di stazione come il fulcro della mobilità in cui convergono i traffici ferroviari nazionali e internazionali - l’Alta Velocità - quelli regionali e metropolitani e il trasporto pubblico urbano nonché l’integrazione, attraverso nuovi edifici di alta qualità architettonica e nuovi percorsi di collegamento, di parti di città finora separate dalla ferrovia: il centro storico e il quartiere della Bolognina. L’importo complessivo delle opere in concorso è di 340 milioni di euro. La superficie complessiva da edificare è di oltre 162.000 mq, tra i quali 42.000 per la nuova Stazione. Info e bando: tel +39 06 44105065 e-mail: concorsostazionebologna@rfi.it; www.concorsostazionebologna.com

11/09/2007


ACMA 07- Architettura del Paesaggio_Manuel Ruisánchez - Parchi urbani e linee d’acqua

8 - 11 novembre 2007, Milano >[apertura iscrizioni: 11/09/2007]
L’acqua sotto forma di fiumi, di laghi o di mari ha determinato la morfologia degli insediamenti urbani e di interi territori. La storia della pianura padana, la sua forma, la sua connotazione socio-culturale è decisamente legata ai corsi d’acqua, alla loro regimentazione, alle bonifiche, alle culture e ai commerci, resi possibili dai complessi sistemi idrici di irrigazione e di trasporto. Oggigiorno nella progettazione contemporanea prevale tuttavia l’impiego dell’acqua unicamente nella sua dimensione pittoresca ed estetizzante, evocando i banali modelli degli spazi pubblici riprodotti nella città moderna a partire dalla seconda metà dell’ottocento. L’acqua rappresenta la principale risorsa ambientale, un veicolo del nostro metabolismo che costruisce un collegamento tra tutte le comunità degli esseri viventi. La preoccupazione espressa in più occasioni dalla comunità scientifica internazionale sull’impiego di tale risorsa deve indurre un ripensamento del ruolo dell’elemento acqua nella progettazione dei parchi, delle città e del territorio. attività/programma:
- 08/11_ Introduzione alle tematiche del workshop | Presentazione del Master di Architettura del Paesaggio con Antonio Angelillo, Jordi Bellmunt, Joao Nunes
- 09/11_ Attività di laboratorio | Conferenza Manuel Ruisanchez
- 10/11_ Attività di laboratorio
- 11/11_ Conclusione dei lavori | Esposizione dei progetti e dibattito conclusivo
iscrizioni: Il workshop si configura come un corso intensivo di specializzazione ed aggiornamento rivolto a: studenti, neo-laureati e dottorandi in architettura, ingegneria e agraria, professionisti del settore, tecnici delle amministrazioni, personale dei parchi, studi di progettazione ambientale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto. Info e iscrizioni: tel +39 02 70639293 fax +39 02 70639761 e-mail: acma@acmaweb.com; www.acmaweb.com

12/09/2007


Urban Landscape Workshop

26 - 30 settembre 2007 | 04 - 06 ottobre 2007, Rimini >[deadline: 12/09/2007]
Urban Landscape: a Rimini il primo workshop internazionale di progettazione sostenibile di spazi pubblici di località costiere. Ridisegnare la città partendo dai legami tra le aree; dalle piazze senza una funzione definita ai parcheggi precari, passando dai percorsi interrotti o spontanei tracciati dall’uso. Sono questi alcuni degli obiettivi del primo workshop internazionale di progettazione sostenibile di spazi pubblici rivolto a 40 tra neolaureati e professionisti italiani e stranieri che si svolgerà da settembre a Rimini. Un’occasione di formazione altamente qualificata che viene fornita a tutti coloro che abbiano l’interesse a conoscere, approfondire e ripensare il rapporto tra spazio costruito, spazio pubblico e gestione delle risorse naturali. Acqua e verde, ma anche le energie rinnovabili saranno in questo workshop valutati come veri e propri strumenti di miglioramento della qualità della vita all’esterno. […] Il workshop che si avvale di importanti professionisti vede la presenza di nomi quali: Christine Dalnoky (F), paesaggista e progettista del millenium park di Londra, che sta lavorando alla progettazione del parco di Zaragoza | Beth Galì (E), vincitrice di diversi premi e progettista di alcune tra le principali piazze di Barcellona |Ugo Sasso (I), fondatore della bioarchitettura in Italia | Marco Massa (I), esperto in progettazione urbanistica | Winfried Hafner (D), che ha all’attivo diversi progetti sulla gestione dell’acqua. […] L’ammissione al corso, per un massimo di 40 iscritti, è subordinata ad una selezione preventiva tramite curriculum. L’accesso è consentito ai laureati, e ai professionisti italiani e stranieri. Sono previsti inoltre posti riservati per i dipendenti della pubblica amministrazione. Il costo di partecipazione è di 990 euro + IVA oneri assicurativi compresi, spese di vitto e alloggio escluse. E’ prevista una borsa di studio. Info: tel 0541 1795127 fax 0541 1832856 e-mail: forumsostenibile@urbanlandscape.it; www.urbanlandscape.it

14/09/2007


7. edizione - FestivalFilosofia 2007_Sapere

14 - 16 settembre 2007, Modena, Carpi, Sassuolo
Prende il via da oggi a Modena, Carpi e Sassuolo, la 7. edizione del Festival Filosofia, dedicato quest’anno al tema del “Sapere”, che proporrà lezioni magistrali, mostre, concerti, film, giochi e cene filosofiche. E’ meglio sapere o ignorare? Si può essere saggi senza verità? Il premio della conoscenza è la libertà o il dolore? E, ancora, che ruolo può avere la filosofia in un’epoca che fatica a insegnare la storia e a conservare la memoria? Al rapporto tra apprendimento, verità e ragione, tra saperi teorici e saperi pratici, ai problemi della trasmissione e della proprietà del sapere è dedicata la 7. edizione del Festival filosofia, che si svolge sotto il patrocinio dell’Unesco. La manifestazione, che quest’anno è stata “esportata” anche in Francia e Repubblica Ceca grazie a un contributo dell’Unione europea […] affronta quest’anno il tema del Sapere attraverso circa 200 appuntamenti gratuiti in 39 luoghi diversi. Il cuore della manifestazione è rappresentato lezioni di grandi maestri del pensiero contemporaneo in piazze, chiese e cortili. Tra gli ospiti anche gli americani Jeremy Rifkin e James Hillman, il ghanese Anthony Appiah, il polacco Zygmunt Bauman, lo spagnolo Fernando Savater, i francesi Marc Augé e Francois Jullien, il ceco Ivan Chvatik, gli italiani Umberto Galimberti, Gianfranco Ravasi, Emanuele Severino, Enzo Bianchi, Pietro Barcellona, Paolo Zellini, Carlo Sini, Sergio Givone, Salvatore Natoli, Silvia Vegetti Finzi e il supervisore scientifico Remo Bodei. Info: tel +39 059 421210 e-mail: salastampa@fondazionesancarlo.it; www.festivalfilosofia.it

15/09/2007


Lewis Baltz. 89-91 Sites of Technology

15 settembre - 18 novembre 2007, Modena
Si inaugura oggi alle ore 12, presso la Galleria Civica, Palazzina dei Giardini, in Corso Canalgrande 103, a Modena, la mostra “Lewis Baltz. 89-91 Sites of Technology”, a cura di Antonello Frongia, incentrata sul tema dei rapporti - sempre più invisibili - tra i luoghi della vita quotidiana e il sapere razionale della tecnologia e della scienza. Che cosa non vediamo quando guardiamo? E da chi siamo guardati quando crediamo di vedere? Come il computer HAL 9000 del film 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick anche le macchine di intelligenza artificiale fotografate dall’artista americano Lewis Baltz sono metafore di un sistema di potere imperscrutabile. Oggi HAL potrebbe assumere le sembianze di una lavatrice, di un laptop, di un telefono. Oggi chiunque può spiare chiunque, anche utilizzando semplici oggetti di uso quotidiano. “Baltz ci mostra cose che non avremmo mai riconosciuto se la sua mano non ce le avesse indicate - scrive Angela Vettese nella prefazione del libro che accompagna la mostra - strumenti di controllo nascosti in locali di servizio, locali di servizio che sono centrali di controllo, ambiti in apparenza quotidiani che sono i posti dove si dispiega, con apparente domesticità, lo spionaggio pericoloso ma cortese che ci avvolge silente”. […] La mostra è accompagnata dal libro 89-91 Sites of Technology, pubblicato per l’occasione dall’editore Steidl con testi in italiano e in inglese di Angela Vettese e Antonello Frongia. Info: tel +39 059 2032911 fax +39 059 2032932 e-mail: galcivmo@comune.modena.it; www.comune.modena.it - tel +39 051 269267 e-mail: info@studiopesci.it; www.studiopesci.it

16/09/2007


PiùLargoDistretto - Aequa nox_ residenza artisti + mostra di fine corso

16 - 23 settembre 2007, Modigliana e Tredozio (FC)
Il Comune di Modigliana e il Comune di Tredozio, nell’ambito del progetto “PiùLargoDistretto”, coordinato dall’Assessorato delle Politiche Giovanili di Forlì e cofinanziato dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, istituiscono una residenza per 9 giovani artisti, che si terrà dal 16 al 23 di settembre 2007, guidata dal Visiting Professor Sabrina Torelli. Artisti partecipanti: Marco Campanini | Silvia Camporesi | Vanessa Chimera | Cristian Chironi | Chiara Lecca | Antonio Domenico Mancini | Dacia Manto | Enrico Morsiani | Maria Lucrezia Schiavarelli | Gli artisti opereranno site-specific nei territori dei due Comuni usando linguaggi diversi. La mostra dei lavori di fine corso si terrà domenica 23 settembre, inizierà alle ore 16 a Tredozio e proseguirà a Modigliana. La performance di uno degli artisti invitati, Cristian Chironi, si svolgerà dalle ore 16 a Tredozio e dalle ore 18 a Modigliana. **[Sabrina Torelli nella sua ricerca ha esplorato i territori di frontiera che costeggiano i temi della ricerca scientifica e antropologica: il corpo, la malattia, i legami che tengono insieme le cose della natura e le vicende culturali. Una raccolta dei lenti processi e dei meccanismi tra l’uomo e il suo sapere, nell’aspirazione all’elevazione di coscienza, in una tensione crescente verso la riconnessione allo spirito ormai sopito]. Info: tel 0543 712833 fax 0543 712832 - e-mail: infoupg@cofo.it; Comune di Forlì - Cristian Chironi

21/09/2007


2008 Next Generation® Design Competition_ Water

[deadline: 4/01/2008]
The 2008 Next Generation® Design Competition focuses on WATER. In a world of killer floods and rising tides, potable water is a finite resource. Water is everywhere -in nature, industry, home, our bodies, products, interiors, buildings, landscapes, systems (just to name a few). With up to one third of the global population living without reliable access to clean water, we need better design solutions that account for potable water, gray water, black water -its uses, re-uses, controls, management, efficiency, and conservation. We call on your innovative design solutions at all scales and sizes -products, interiors, buildings, landscapes, communication systems, or anything else you’ve dreamed up- for handling this most precious and most threatened natural resource. The time for new thinking on water is now. Info: e-mail: nextgen08@metropolismag.com; www.metropolismag.com

22/09/2007


14. Rassegna del Documentario Premio Libero Bizzarri - 3. concorso per documentari Città, Architetture, Territori_”Made in Italy & Italy in Made”

22 - 29 settembre, San Benedetto del Tronto (AP)
Parte oggi la 14. edizione del Premio del documentario Libero Bizzarri che avrà luogo presso il Teatro delle Energie di Grottammare, il cine-teatro Margherita di Cupra Marittima, l’Auditorium del Comune di S. Benedetto del Tronto. Il concorso si articola in quattro sezioni: - Italia doc | - Città, Architetture, Territori | - Il nostro tempo è ora | - Media ed Educazione | In particolare la sezione “Città, Architetture, Territori”, che vede selezionati 14 documentari per la serata finale, è stata arricchita quest’anno con “Design nelle Marche”, una manifestazione ricca di proposte e interna alla rassegna, organizzata dalla Fondazione Bizzarri, insieme alla Facoltà di Architettura, al Corso di Laurea in Disegno Industriale e Ambientale dell’Università di Camerino e al Consorzio Universitario Piceno. Obiettivo di “Design nelle Marche” - che comprende una mostra, proiezioni e convegni - è aprire una riflessione sul futuro del design italiano e sui temi nodali del “Made in Italy” e della cultura imprenditoriale nel complesso rapporto tra locale e globale. Info e programma: tel +39 0735 753334 fax + 39 0735 763132 e-mail: info@fondazionebizzarri.org; www.fondazionebizzarri.org

23/09/2007


Megastructure Reloaded

23 settembre - 25 novembre 2007, Berlin
Archigram, Constant Nieuwenhuys, Yona Friedman / Groupe d’Etudes d’Architecture Mobile, Archizoom, Superstudio, Jose Davila, Simon Dybbroe Moller, Ryan Gander, Franka Hoernschemeyer, Gordon Matta-Clark, Victor Nieuwenhuys & Maartje Seyferth, Tobias Putrih, Tomas Saraceno, Katrin Sigurdardottir, Tilman Wendland. Curated by Sabrina van der Ley and Markus Richter. In autumn 1964 the fifth edition of Archigram magazine, dedicated to the subject Metropolis, was released in London. Along with Archigram’s designs for Plug-in City, it showcased, among others, Constant Nieuwenhuys’ urban vision New Babylon and Yona Friedman’s La Ville Spatiale. These works now rank among the incunabula of the 1960s. Combining visionary architecture, pop culture, art and situationist rebellion, they became known far beyond the confines of urban planning. The designs still hold their fascination today, not least due to their unique aesthetic quality. Hence it is not surprising that individual plans or models were shown at Documenta and large museum exhibitions over the years. Until now, however, there has been no exhibition dealing explicitly with the megastructuralists’ vision. “Megastructure Reloaded” seeks for the first time to show La Ville Spatiale, Plug-in City and New Babylon in context. Alongside Archigram, those represented will include Constant, Friedman and his comrades from the Groupe d’Études d’Architecture Mobile, such as Eckard Schulze-Fielitz, as well as the radical Florence groups Superstudio and Archizoom, whose designs at the end of the 1960s constituted an ironic response to the megastructuralists. The exhibition will not be a documentary representation however; instead the megastructuralists are to be tested for their currency and relevance to the problems of contemporary urban design. The focus will be on the connection, so significant for these designs, between spatial structures and visual art, as well as on actual architectural and urban-design issues, while examining whether megastructures offer a feasible conceptual approach for the problems of fast-growing mega cities. Thus, integral parts of the project will be a symposium with international scholars and a workshop with young architects, architectural students and researchers. “Megastructure Reloaded” continues the long-term research and exhibition project Utopia Revisited, which includes workshops, symposia, publications and exhibitions throughout Europe. The project started last year with the exhibition “Ideal City-Invisible Cities” encompassing works by 40 international artists in public places and several institutions. […] Info: Anne Maier, tel +49 30 30381837 fax +49 30 30381830, e-mail: am@european-art-projects.eu; www.megastructure-reloaded.org

24/09/2007


RomaPoesia 2007 - la parola e le altre

24 - 27 settembre 2007, Roma
Dopo i suoi primi dieci anni d’attività RomaPoesia rinnova la sua formula, concentrando la gran parte degli eventi nello spazio del Colosseo Nuovo Teatro, in via Capo d’Africa 29A. Sempre aperta ai nuovi linguaggi e agli ’spiriti del tempo’, RomaPoesia offre la tradizione del moderno: fatta di interazioni fra le arti e di una parola mai “pura” ma anzi in ogni modo meticciata con suoni e immagini. Quattro critici che si muovono fra musica (Guido Barbieri), teatro (Attilio Scarpellini), arte (Stefano Chiodi) e letteratura (Andrea Cortellessa) hanno carta bianca per invitare artisti che hanno inteso la parola come agente modificatore, terreno d’incontro e contaminazione. Il tema di questa edizione è “La parola e le altre”: la parola che si confronta, appunto, con le altre forme d’espressione. Con l’aiuto della Fondazione Baruchello, oltre alle singole performance si sperimenterà l’interazione in tempo reale con un Work in progress sul tema del tempo, che sfocerà in una carovana-jam session condotta da Achille Bonito Oliva. Mentre Simone Carella, nello spirito anarchico delle caves, proporrà gli Underground. Attorno a queste serate s’addensano eventi, incontri, letture e presentazioni di novità editoriali. Venti nuovi scombinano le consuete carte di navigazione: Libri a venire sempre traboccanti di linee di fuga. Tutte queste apparizioni, epifanie concretamente corporee, una volta incorniciate dalla scena non sono che seducenti apparenze. È il paradosso del teatro di ogni tempo: e una natura in qualche modo teatrale avranno tutte queste performance. Lo statuto della realtà nella deriva delle sue rappresentazioni è stato il grande tema di Jean Baudrillard, scomparso lo scorso 7 marzo. A lui e ad altri due grandi compagni di strada della poesia e del teatro, Alfredo Giuliani e Perla Peragallo, è la Dedica di RomaPoesia, che si aprirà con una lectio magistralis di Paolo Fabbri sullo stato delle arti nel nostro tempo, dal titolo appunto baudrillardiano Apparizioni, apparenze. Info e programma: tel 06 48906040 fax 06 48916756 e-mail: info@romapoesia.it; www.romapoesia.it

26/09/2007


Urban Landscape Workshop

26 - 30 settembre 2007 | 04 - 06 ottobre 2007, Rimini >[rinviato_Aprile 2008]
Urban Landscape: a Rimini il primo workshop internazionale di progettazione sostenibile di spazi pubblici di località costiere. Ridisegnare la città partendo dai legami tra le aree; dalle piazze senza una funzione definita ai parcheggi precari, passando dai percorsi interrotti o spontanei tracciati dall’uso. Sono questi alcuni degli obiettivi del primo workshop internazionale di progettazione sostenibile di spazi pubblici rivolto a 40 tra neolaureati e professionisti italiani e stranieri che si svolgerà da settembre a Rimini. Un’occasione di formazione altamente qualificata che viene fornita a tutti coloro che abbiano l’interesse a conoscere, approfondire e ripensare il rapporto tra spazio costruito, spazio pubblico e gestione delle risorse naturali. Acqua e verde, ma anche le energie rinnovabili saranno in questo workshop valutati come veri e propri strumenti di miglioramento della qualità della vita all’esterno. […] Il workshop che si avvale di importanti professionisti vede la presenza di nomi quali: Christine Dalnoky (F), paesaggista e progettista del millenium park di Londra, che sta lavorando alla progettazione del parco di Zaragoza | Beth Galì (E), vincitrice di diversi premi e progettista di alcune tra le principali piazze di Barcellona |Ugo Sasso (I), fondatore della bioarchitettura in Italia | Marco Massa (I), esperto in progettazione urbanistica | Winfried Hafner (D), che ha all’attivo diversi progetti sulla gestione dell’acqua. […] L’ammissione al corso, per un massimo di 40 iscritti, è subordinata ad una selezione preventiva tramite curriculum. L’accesso è consentito ai laureati, e ai professionisti italiani e stranieri. Sono previsti inoltre posti riservati per i dipendenti della pubblica amministrazione. Il costo di partecipazione è di 990 euro + IVA oneri assicurativi compresi, spese di vitto e alloggio escluse. E’ prevista una borsa di studio. Info: tel 0541 1795127 fax 0541 1832856 e-mail: forumsostenibile@urbanlandscape.it; www.urbanlandscape.it

Tony Cragg. Material Thoughts

27 settembre - 25 novembre 2007, Milano
Sarà la città di Milano ad accogliere l’artista inglese Tony Cragg (Liverpool, 1949) alla sua prima uscita ufficiale, dopo la vittoria del Praemuim Imperiale 2007 per la scultura. Cragg sarà presente, infatti, alla Fondazione Stelline, mercoledì 26 settembre, all’inaugurazione della sua personale negli spazi di corso Magenta. La mostra “Material Thoughts”, curata da Ludovico Pratesi, ricostruisce il percorso creativo dell’artista inglese dalla metà degli anni Ottanta a oggi, attraverso otto recenti sculture monumentali e tredici sculture e modelli in gesso scelti dai cicli ‘Early Forms’ e ‘Rational Beings’, oltre ai bellissimi disegni e bozzetti, esposti per la prima volta in Italia. L’evento si propone di ricostruire il pensiero e il lavoro di Tony Cragg attraverso un percorso espositivo pensato per permettere allo spettatore di seguire l’artista nel processo creativo di formazione dell’opera - dalla prima idea, alla progettazione, fino alla sua realizzazione. La vasta documentazione di tutti gli aspetti della processo permette ai visitatori di avvicinarsi alla complessità del lavoro dell’artista, al suo rapporto con le forme organiche e con i materiali della scultura, anche attraverso opere recentissime e contributi inediti messi a disposizione dall’artista stesso. Info: tel 02 45462411 e-mail: fondazione@stelline.it; www.stelline.it - CS.pdf

28/09/2007


Eugène Atget - Retrospective

28 settembre 2007 - 6 gennaio 2008, Berlin
On the 150th anniversary of the birth of the French photographer Eugène Atget (1857–1927) a grand retrospective of his works will open at the Martin-Gropius-Bau, in Niederkirchnerstraße 7, Berlin. The exhibition was mounted by the Bibliothèque nationale de France. A selection of 350 works from Atget’s extensive oeuvre will be on display. Between 1897 and 1927 Atget, like no other photographer, captured the old Paris in his pictures. His shots show the city in its various facets: narrow lanes and courtyards in the historic city centre with its old buildings, of which some were soon to be demolished, magnificent palaces from the period before the French Revolution, bridges and quays on the banks of the Seine, and shops with their window displays. He photographed stairwells and architectural details on the façades and took pictures of the interiors of apartments. His interest also extended to the environs of Paris. He produced timeless views of the parks of Versailles, Saint-Cloud and Sceaux. In addition to architecture and the urban environment he also photographed street-hawkers, small tradesmen, rag collectors and prostitutes as well as fairs and popular amusements in the various districts. The outlying districts and peripheral areas, in which the poor and homeless sought shelter, also furnished him with pictorial motifs. Atget, who had begun his career as an actor and tried his luck as a painter without success, did not begin to work as a photographer until 1888. He originally offered his pictures, which he called “documents pour artistes”, as originals for artists and craftsmen to work from. From 1898 onwards he increasingly devoted himself to the systematic documentation of the buildings that bore witness to the period before 1789. The photographs were bought by institutions like the Bibliothèque historique de la Ville de Paris, the Bibliothèque nationale, and museums. His activity came at a time when there was a general awareness that Modernism was ushering in a new era. Hence the efforts of various institutions to have a visual record of the old Paris as it was before it underwent its architectural transformation. […] The exhibition in the Martin-Gropius-Bau comprises seven chapters. A particular highlight may be seen in the albums compiled by Atget himself on various themes, such as Parisian apartments, shop windows, and fortifications. […] Info: tel +49 (0)30 25486-0 fax +49 (0)30 25486-107 e-mail:post@gropiusbau.de; www.gropiusbau.de

29/09/2007


Premio Ecologia Laura Conti_ vincitori

La premiazione si terrà il 29 settembre alle 18.30 a Mestre (Parco Bissuola) nell’ambito di
GAIA – La Fiera della Città Possibile. Sono state più di 200 tesi di laurea concorrere all’ottava edizione del Premio Ecologia Laura Conti per Tesi di Laurea. Il vincitore, Fabrizio Ceschin del Politecnico di Milano, ha brillato oltre che per la grande qualità del lavoro presentato, anche per l’originalità della proposta. La tesi di laurea infatti propone il progetto di una bicicletta solare. Il tema originale del design per la sostenibilità è stato affrontato per realizzare il sogno di fornire uno strumento d’uso quotidiano per la città. Un mezzo di trasporto e di lavoro analizzato nei minimi dettagli per trovare forme, materiali, soluzioni tecnologiche, finalizzate all’uomo e all’ambiente. Fino ad arrivare a costruire un prototipo che con l’equilibrio solare - muscolare soddisfa con tattile concretezza una molteplicità di utilizzi: trasporto merce, trasporto persone, manutenzione aree verdi, commercio ambulante. Al secondo posto Patrizia Maranò dell’Università di Firenze, con una tesi che partendo da Grottaglie analizza i vari sistemi di raccolta dell’acqua piovana. L’acqua come bene dovuto è un privilegio raro; l’elaborato con meticolosa analisi storica e tecnica insieme ci riporta alla realtà che potrebbe essere il nostro futuro: l’acqua un bene scarso e prezioso. […] Terzi posti a pari merito si sono classificati Raglia Roberto, Politecnico di Torino, con la tesi “Sistemi di schermatura solare dall’analisi dell’esistente al progetto per il risparmio energetico”, Simone Morra dell’Università di Torino con la tesi “Strategie e metodi per la produzione biologica dell’idrogeno” e Margherita Ciervo dell’Università di Bari con la tesi “Risorse idriche, controllo e attuali tendenze di gestione. Il caso di Cochabamba in Bolivia”. La giuria infine ha deciso di assegnare 16 premi speciali a tesi che approfondiscono in modo completo argomenti rientranti in specifiche categorie. Alcuni di questi lavori diventeranno presto dossier dell’Ecoistituto del Veneto. I risultati completi del concorso sono visibili nel sito web. Info: tel/fax 041 935666 e-mail: info@ecoistituto.veneto.it; www.ecoistituto-italia.org

BJCEM - Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo 2008

22 - 31 maggio 2008, Bari
Il 28 e 29 settembre 2007, il consiglio direttivo di Bjcem, riunitosi a Torino, ha scelto la Puglia come sede per la 13. edizione della Biennale. La 13. edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, inizialmente prevista ad Alessandria d’Egitto nel 2007, location poi annullata dai partner egiziani, si terrà nel 2008, dal 22 al 31 maggio, sul territorio pugliese. Si prevede la partecipazione di circa 800 giovani artisti da tutti i paesi aderenti. L’Associazione Bjcem, che raduna 72 soci di 21 paesi euromediterranei, Enti Locali, Ministeri, Associazioni e Istituzioni Culturali, esprime tutta la sua soddisfazione per questa soluzione, che porta la Biennale in un territorio che affonda profondamente le sue radici nel Mediterraneo, sia geograficamente sia culturalmente. La 13. Edizione della Biennale avrà come tema «Kairos: la nostra diversità creativa», dove Kairos, parola greca, indica il tempo del cambiamento, in cui la diversità creativa, le mille facce dei giovani artisti e delle loro opere, sono il motore del cambiamento possibile. Info: tel +39 011 2306094 fax +39 011 2306095 e-mail: info@bjcem.org; www.bjcem.org

Nasce la Città dell’Altra Economia

Si inaugura il 29 settembre 2007, all’ex Mattatoio in zona Testaccio, a Roma, la Città dell’Altra Economia, primo spazio in Europa dedicato interamente all’economia ecologicamente sostenibile, equa e solidale. Agricoltura biologica, commercio equo, finanza etica, turismo responsabile, energie rinnovabili, riuso e riciclo: la Città dell’Altra Economia, nata da un progetto elaborato di concerto dal Comune di Roma e dal Tavolo dell’Altra Economia, presenta 3.500 mq adibiti alla vendita e all’esposizione, ad eventi ed incontri. La realizzazione del progetto di recupero dell’area dell’ex Mattatoio ha seguito criteri di bioarchitettura, con pannelli fotovoltaici per l’autoalimentazione energetica ed uso di materiali ecocompatibili. Info su www.cittadellaltraeconomia.org

30/09/2007


Viaggio in tempo reale

La Fondazione Baruchello, il 30 settembre 2007, presenta ”Viaggio in tempo reale”, un progetto di Achille Bonito Oliva, coordinato da Carla Subrizi. Un collegamento poetico-performativo, tra arte, parola, suoni e immagini, sarà realizzato tra il centro di Roma (il Nuovo Teatro Colosseo) e la Fondazione Baruchello, situata all’interno del Parco di Veio. Una carovana di pullman, auto, motorini con artisti, poeti, attori, musicisti e il pubblico, costruirà un percorso di eventi, suoni, letture, azioni in tempo reale. Attraverso alcune tappe-soste (Nuovo Teatro Colosseo, Auditorium Parco della Musica, Saxa Rubra, Prima Porta, Fondazione Baruchello), il viaggio trasporta l’azione artistica, la disloca in una situazione qualsiasi, si propone in progress nel ricordo, dei film ‘Entr’acte’ e ‘Una gita in campagna’. Questa giornata “mobile”, si articola quindi nella ricerca di un collegamento concreto tra luoghi diversi, tra decentramento e attraversamento, con interventi estemporanei-contemporanei al percorso fatto. Audio, video e film all’interno dei pullman, saranno interrotti da micro-azioni poetiche e artistiche. Architetti e scrittori guideranno il percorso, mentre durante le soste musicisti e attori realizzeranno brevi azioni, anche musicali. Un furgone di oggetti, uno strumento ebraico sono alcuni degli elementi usati, mentre una visita a un campo nomade, nei pressi di Saxa Rubra, uno dei progetti pensati. Arrivati alla Fondazione Baruchello, mentre gli spazi interni saranno allestiti con immagini, suoni, video (dal progetto “In tempo reale”, Nuovo Teatro Colosseo, 27/09/07), nel parco una serie di azioni e letture concluderanno il viaggio. […] Questo evento è realizzato nell’ambito dell’edizione 2007 del “Festival RomaPoesia 07 - la parola e le altre”. Info e programma: tel +39 06 3346000 e-mail: info@fondazionebaruchello.com; www.fondazionebaruchello.com - RomaPoesia07

vai su>|news|